Categorie
Storie

Gustosi meloni, gustose crostate | Storie di sesso lesbo

Fiona Cali è stata scelta per il ruolo principale in un prossimo film lesbo. Linda Perkins, la proprietaria di Safemme Studios, la desiderava. Quindi, ha attirato Fiona offrendole una bella cifra e l'ha invitata a casa a firmare il contratto. A casa di Linda, Fiona ha ceduto alla sua avanzata sessuale. Ed era decisamente gratificata dalla sua manovra erotica.

Cast di personaggi:

Personaggi principali:

Fiona Cali: Protagonista.

Linda Perkins: Proprietaria lesbica di Safemme Studios.

Personaggi secondari:

Ralph Mathews: Direttore del casting.

Natalie: Un'attrice selezionata per il ruolo di cameo.

Sonia: Un'attrice selezionata per il ruolo di cameo.

Operatore di camera: Un membro dell'equipaggio tecnico.

Zibellino: Impiegata come governante da Linda.

Ragazza cinese: Impiegata come domestica da Linda.

_________________________________________________________________________________

Fiona Cali si guardò intorno mentre entrava nella sala delle audizioni. I suoi interni climatizzati e ben illuminati la affascinavano. La carta da parati astratta rossa aveva un'aura di passione. Tre sedie e una scrivania erano di fronte a un letto king-size rotondo. Non c'erano finestre. Lo specchio a parete rifletteva su di lei una telecamera da studio, che si trovava sul piedistallo regolabile.

Fiona non era sola. Cinque persone l'avevano condotta nella stanza per un provino. Linda Perkins, la proprietaria di Safemme Studios, ha preso posto insieme al direttore del casting. L'operatore della telecamera li seguì e si avvicinò per accendere la telecamera. Due bellezze castane, vestite di bikini rossi, erano in piedi accanto a lei; avevano figure formose e capelli lunghi.

Gli occhi grigi ravvicinati di Linda valutarono di nuovo la rossa. Fiona aveva tutte quelle risorse, che incontravano assolutamente la descrizione del personaggio centrale nel suo prossimo film lesbico. Aveva 22 anni. Il suo viso a forma di cuore sembrava seducente a causa degli occhi verdi infossati, del naso all'insù, delle labbra imbronciate e dei lunghi capelli ricci. C'era un naturale fascino fotogenico su di lei mentre era nuda e pronta per l'audizione. La sua vita sembrava estremamente sottile per un corpo sinuoso. Indossava mutandine taglia 14 e reggiseni 40E.

Linda girò la testa per guardare il direttore del casting e gli disse: “Ralph! Ho l'impressione che tu abbia sempre ragione sui candidati. "

"Be ', pensavo che sarebbe andata bene se non ci fosse alcun copione", rispose Ralph con un sorriso.

"Oh, sai che non sta solo bene."

"Sì, abbiamo cercato l'eroina ed eccola", ha detto e ha distolto lo sguardo per guardare le attrici dai capelli castani. "Natalie e Sonia sono qui per aiutarla con l'audizione", ha aggiunto.

"Hanno già i loro ruoli cameo per due scene", ha detto Linda. Ha sorriso al trio e ha chiesto: "Siete pronte ragazze?"

"Sì," risposero ma Fiona non disse nulla.

Linda si guardò intorno. La luce rossa della telecamera indicava che era in diretta. Voltò la testa per annuire alle ragazze.

Non c'era nessun pezzo da memorizzare per Fiona. Linda non le aveva ordinato di seguire alcuna linea o azione speciale. Le è stato detto di spogliarsi. Natalie e Sonia dovevano fare il resto con lei.

Fiona non dovette chiedersi a lungo delle ragazze che stavano con lei. Cominciarono ad accarezzare ogni angolo del suo corpo vulnerabile. Rabbrividì al tocco leggero delle loro dita. Le solleticava la pelle liscia.

Sonia vagò con le mani sulla schiena di Fiona mentre Natalie tracciava una linea sul suo ombelico. Le prese il viso con un segno di spunta e si avvicinò per baciarla dolcemente.

Il bacio non durò a lungo finché Sonia prese il suo viso per seguire lo stesso approccio. Fiona sentiva che non la stavano baciando con intimità o vicinanza. "Perché è un'audizione", pensò, "non fare l'amore".

Le ragazze continuarono a baciare Fiona e lei sentì le loro mani sulle sue tette piene. Cominciarono a spremere i globi gemelli con deliberata tenerezza.

Per un breve momento, Fiona guardò i giudici. I loro volti erano impassibili. Strinse le labbra mentre le ragazze impastavano i suoi morbidi meloni, le succhiavano i capezzoli rosa e vi agitavano la lingua. Sospirò e chiuse gli occhi.

Linda ha segnalato all'operatore della telecamera di ingrandire la ripresa. Ha messo a fuoco la telecamera per un primo piano. Con un'inclinazione misurata, ha registrato la scena dal viso di Fiona alle ragazze che le stavano succhiando le tette.

Fiona è andata in estasi. La sensazione era esotica per lei. Natalie e Sonia stavano prendendo il loro tempo al suo petto.

Linda aggrottò la fronte. Le venne in mente che le ragazze indugiavano sulle tette di Fiona. Aveva detto loro in anticipo di cambiare atto. Ralph aveva la stessa osservazione. "Sembra che siano bloccati su di lei", ha detto.

"Mi chiedo perché si comportino in modo ingenuo", ha detto Linda.

Ralph non disse nulla. Dovette trattenere un sorriso. 'Beh, lei sa che non sono ingenui', rifletté.

Aveva ragione, ovviamente. Natalie e Sonia si sono avvicinate per baciare Fiona sulle guance.

"Così va meglio", disse Linda. Il suo cipiglio fu sostituito da un debole sorriso.

"Non è ancora finita", disse Ralph.

"Sì. La doppia squadra punta a un obiettivo aperto ”, ha aggiunto Linda. Tacquero quando le ragazze guidarono Fiona al muro.

"Ora allunga le braccia e appoggiati al muro", le disse Natalie.

"Non devi dimenticare di aprire le gambe", ha aggiunto Sonia.

Fiona sussultò per una sculacciata inaspettata. Ha seguito le loro istruzioni.

Le ragazze si inginocchiarono intorno a lei. Gli occhi di Fiona caddero su Natalie, che stava accarezzando l'ampia curva dei suoi fianchi. Poteva anche sentire le mani di Sonia, vagare deliberatamente sul suo grande bottino.

"È rasata e bagnata", ha detto Natalie.

"Adoro le sue chiappe", ha detto Sonia.

"Allora, cosa stiamo aspettando?"

"Eccoci qui."

Le ragazze si tastarono intorno all'inguine e al sedere. Natalie dovette tenere separate le cosce di Fiona e inclinare la testa tra di loro. Sonia spalancò le sue chiappe e andò piano per la festa.

Fiona gemette per una sensazione estremamente piacevole che le venne dentro. Un paio di lingue scattarono all'unisono sulle sue parti intime. Le ragazze annuirono senza tante cerimonie tra le sue cosce e le sue natiche. Ha chiuso gli occhi. Il suo bel viso mostrava rapimento e rossore. Mai in vita sua aveva ricevuto così tanta attenzione. Non era reale, ma la sensazione era fantastica.

"Ora, questo è lo scatto migliore", ha detto Linda mentre osservava il trio. "Ingrandire!"

L'operatore della telecamera ha rimesso a fuoco la telecamera. Ha fatto una panoramica, a sinistra ea destra, per registrare la scena con la manipolazione.

Natalie ha ficcato la lingua nella figa di Fiona. Lo baciò e vi incollò la bocca per aspirare l'umidità che usciva.

Sonia ha doppiato il posteriore di Fiona. La sua lingua serpeggiava lungo l'interno delle sue natiche. Non appena l'ebbe appoggiato sul buco del culo, iniziò a colpirlo.

Fiona ebbe le convulsioni per la sensazione mista di cunnilingus e rim-job. Natalie e Sonia sono state superbe con lei. Le loro labbra e le loro lingue la stavano riempiendo.

Un'espressione di sicurezza apparve sul volto di Ralph. Natalie e Sonia erano la sua scelta. Stavano bene ogni volta che andava a letto con loro. O è stata la sua fortuna o i suoi astuti piani a ideare i provini, perché Linda approvava sempre i candidati che intervistava e selezionava. Era ben consapevole del suo orientamento sessuale. Amava le ragazze carine e voluttuose.

Ralph guardò Linda di nascosto. Aveva l'impressione di un macellaio su di lei. Era dovuto al suo vestito maschile e ai capelli castani tagliati a caschetto. Aveva 43 anni eppure il suo viso quadrato sembrava aggraziato per quell'elegante acconciatura. Le sue labbra rivolte verso il basso davano luogo a un'idea di sobrietà; anche così, non ha mai contenuto l'atmosfera brillante per un'occasione.

Linda era ovviamente soddisfatta della prestazione di Fiona. È stato perfetto. Le ragazze continuarono a mangiarla e rimming. Tuttavia, è riuscita a mantenere l'equilibrio. «Penso che dovrebbero finire adesso» disse all'improvviso a Ralph.

"Esasperare? Ma l'ultima parte sarà prevista tra un po '", ha detto Ralph. Aveva ordinato alle ragazze, prima del provino, di usare un paio di dildo su Fiona.

"Lascia perdere", replicò Linda.

"Va bene," disse Ralph con un cenno del capo e gridò: "Ok ragazze, è ora di separarci!"

Il trio lo guardò. Natalie e Sonia si alzarono in piedi e uscirono dalla sala delle audizioni.

"Mi scusi", disse Ralph e seguì le ragazze.

Linda rise della sua andatura veloce. Voltò la testa e guardò Fiona. La rossa non è stata soddisfatta finora; il suo viso arrossato, gli occhi sognanti e il respiro accelerato erano evidenti.

Fiona vide quell'avido esame del suo corpo. Rabbrividì, si abbracciò e distolse lo sguardo verso il pavimento. Linda si leccò le labbra. 'Non devo perderti, piccola. Sarai il mio partner, abbastanza presto ", risolse.

I due rimasero in silenzio finché Linda non ruppe il ghiaccio, "Stai bene?"

Fiona alzò lo sguardo. "Ehm-sì", riuscì a dire.

Le labbra di Linda si curvarono in un sorriso. “Allora, devi vestirti. Il tuo lavoro è finito ", le disse.

Un solco profondo apparve sulla fronte di Fiona mentre arricciava le labbra.

"Beh, sono ottimista per la tua performance. Hai mostrato una chimica perfetta con loro ”, la rassicurò Linda.

Il viso di Fiona si illuminò. Guardò Linda con gratitudine.

“Il video registrato sarà sviluppato per la valutazione finale. Potremmo chiamarti se soddisfa i nostri standard di casting. Speriamo per il meglio ", ha detto Linda. Si voltò e lasciò la sala delle audizioni.

Fiona ha seguito Linda. Andò da sola nel camerino, indossò il suo vestito succinto e partì dai Safemme Studios.

Metà speranzosa e metà apprensiva, Fiona aspettava la loro chiamata. Era la sua routine guardare il calendario. Lo screen test è stato effettuato il 2 luglio. Quindi, non poteva godersi le celebrazioni del Giorno dell'Indipendenza. 'So che mi sceglieranno per il film. La signorina Perkins era soddisfatta della mia prestazione ", si consolò. 'Ma, lo intendeva davvero?', La domanda sorgeva nella sua mente ogni volta che guardava nervosamente il suo cellulare.

La pazienza di Fiona è stata ricompensata dopo una settimana. Il suo cuore batteva più forte quando leggeva Linda Perkins Calling sullo schermo. "Ciao!" lei rispose.

"Signorina Cali?"

"Sì-sì," balbettò Fiona.

"Questa è Linda."

"Sì, signorina Perkins?"

"Come stai?"

"Sto bene", riuscì a dire Fiona.

"Grande! Signorina Cali, ho una notizia per te. "

Fiona si morse il labbro. 'Per favore, non dirmi se non sono stata scelta', disse mentalmente a Linda.

"E la notizia è che abbiamo scelto YOU ​​per il nostro film", ha dichiarato Linda.

Fiona sospirò di sollievo. "Lo sapevo", si disse.

"Lo sapevo anche io!"

Fiona era confusa, ma rise della sua comprensione delle parole di Linda.

"Congratulazioni per aver fatto l'audizione di successo."

"Grazie."

"Sei stato straordinario, e non ho dubbi sul tuo talento per essere una star."

"Sarò una star?"

"Fidati di me. Ti offriamo $ 10 milioni per questo film. "

"Wow!"

“Il nostro consulente legale si assicurerà di detrazioni minori. Ehm … posso farti una domanda? "

"Sì, signorina Perkins."

"Puoi venire a casa mia domani alle 17:00 e firmare il contratto?"

"Sarà un piacere."

"Bello, e … se non mi sto comportando in modo suggestivo", disse Linda, "il tuo vestito mi ha affascinato quel giorno. Eri assolutamente stupendo! "

Fiona ha ricordato di essersi vestita con un top rosa, una minigonna nera e stivali alti abbinati per il provino. Le sue labbra si curvarono in un sorriso. "Ah ok. Grazie signorina Perkins », disse.

"Stammi bene", disse Linda e terminò la sua chiamata. Fiona mise il cellulare sul tavolino. "Sì!" esclamò. È stato il momento più felice della sua vita.

Fiona trascorse il giorno successivo di buon umore. Quando erano le 4 del pomeriggio, si è vestita allo stesso modo; l'unica cosa che differiva era il suo top verde smeraldo. Dopo essersi truccata e pettinata i capelli, è uscita di casa.

Fiona è arrivata nella lussuosa casa di Linda in 20 minuti. Il portico era abbastanza spazioso da lasciare parcheggiare la sua Boxster dietro la Lincoln Town Car. "La signorina Perkins è a casa", dedusse, fissando la berlina grigia.

La governante, che era una donna nera matura, la ricevette all'ingresso. Quando Fiona si fu presentata, la donna annuì e la guidò attraverso una porta nel cortile lastricato.

C'erano sei poltrone reclinabili in profondità accanto a una piscina. Linda aveva occupato uno di loro. "La signorina Cali è qui, signora", la informò la governante.

Linda si guardò intorno, sorrise a Fiona e si alzò. "Ciao", disse e tese la mano.

"Ciao", rispose Fiona con un sorriso. Strinse la mano a Linda e la esaminò. La donna dai capelli corti sembrava magra in maglietta da uomo e pantaloncini da spiaggia.

"Benvenuta a casa mia," la salutò Linda.

"Grazie."

"Spero che tu non abbia avuto difficoltà ad arrivare qui."

"No. Al contrario, è stato molto più facile. "

"Freddo. Per favore, siediti e sentiti a casa ", ha detto Linda. Indicò la poltrona accanto alla sua.

"Certo", disse Fiona. Fece il giro del sedile e si sedette.

"Sable, mandaci qui il Minttu rosso", disse Linda alla governante.

"Ok signora," rispose Sable e se ne andò.

Linda rioccupò la sua poltrona.

"Hai un posto incantevole", disse Fiona mentre si guardava intorno nel cortile.

"Grazie. Ma sembri più adorabile e sexy, ”disse Linda.

Fiona rise. Linda si limitò a sorriderle. "Amo le ragazze che non esitano a mostrare le loro risorse", ha detto.

"Come il mio corpo e la mia bellezza."

"E lo spirito di essere puntuali al lavoro", ha aggiunto Linda.

"Oh Miss Perkins, vorrei ringraziarti per avermi scelto per il film. Stavo aspettando con ansia la tua chiamata. "

"Bene, la cosa buona è che l'hai già ricevuto."

"Sì, signorina Perkins."

“Puoi chiamarmi Linda. La formalità assoluta sarà una cosa difficile da seguire per noi ”, le disse Linda, e prese la sua mano.

Fiona ebbe le convulsioni al tocco di Linda. Le venne in mente che una sensazione desiderabile le stava attraversando la pelle.

Linda le tolse la mano dopo un po '. «La fortuna della signora era al tuo fianco, Fiona», disse. “Abbiamo scelto ragazze che dovevano apparire per Tasty Melons, Tasty Tarts. Tuttavia, la sfida per noi era scegliere una ragazza per il ruolo principale. Per lei era necessario essere perfetta. Poi, il tuo modulo di domanda mi ha colpito e ho detto a Ralph di chiamarti per il colloquio ".

"Non ero sicura di rispondere alle sue domande, ma erano abbastanza facili e generali", ha detto Fiona.

“Lo ha fatto apposta. Perché le basi, per selezionare una candidata per il ruolo principale, erano il suo aspetto fisico e la sua resistenza durante il sesso ", le disse Linda.

"Oh giusto."

"Avevo la sensazione che ti aspettassi di leggere un copione, non è vero?"

"Sì, è giusto."

“Abbiamo dovuto omettere gli script. Non erano necessari per il test dello schermo. "

"Beh, leggere una sceneggiatura potrebbe essere più facile che posare nuda davanti alla telecamera", ha detto Fiona.

"Anche così, sei stato fantastico per la prima volta."

Una bella ragazza cinese, che indossava un'uniforme da cameriera francese, entrò nel cortile sul retro. Servì loro due bicchieri di liquore rosso e si ritirò. La porta si chiuse dietro di lei.

Fiona sorseggiò la bevanda. "Ehm, è delizioso", ha osservato.

"Sì," concordò Linda mentre prendeva la sua prima bozza. "È delizioso ma misterioso. Se lo bevi, ti scalderai in men che non si dica ". Vuotò il bicchiere in un minuto e girò la testa per guardare Fiona. La rossa aveva bevuto un po 'di liquore e stava guardando la piscina.

"Minttu è davvero divertente", ha detto Linda, "se il suo bevitore rimane su una spiaggia rocciosa o si siede accanto alla piscina. Fa davvero il mio umore fare il bagno. Ti senti allo stesso modo?"

"Oh, mi piacerebbe. Ma sai, non ho portato qui il mio costume da bagno ", rispose Fiona con un sorriso.

“Ho molti vestiti. Puoi prenderne uno o, se vuoi, possiamo entrare in piscina senza di loro. Nessuno ci disturberà da quando la bevanda è stata servita ”, suggerì Linda.

Fiona pensò per un momento. Non aveva ancora firmato il contratto. Quindi, ha preferito essere d'accordo con Linda. "Um-ok. Non c'è motivo per me di essere prude ", ha detto.

"Freddo! Finisci il tuo drink e passiamo al nuoto. "

Nessuno dei due parlò. Fiona si sentiva a disagio perché Linda la stava fissando. Quindi, ha finito il liquore in poche sorsate e ha posato il bicchiere. Linda tese la mano e la prese. Si sono alzati insieme.

Fiona non aveva alcuna esitazione a spogliarsi. Sollevò le braccia per slacciare la cavezza, si chinò per sbottonarsi la gonna pieghettata, spinse le mutandine lungo le gambe e si tolse gli stivali alti.

Nel frattempo, Linda si era tolta la maglietta e i pantaloncini da spiaggia. Fiona inarcò le sopracciglia mentre osservava la magra bruna. C'era un'evidente mancanza di curve nella sua figura. Una macchia triangolare di tappeto era evidente tra le sue cosce dritte.

Linda notò lo sguardo stupito sul bel viso di Fiona. Lei sorrise e le fece l'occhiolino.

Fiona guardò in silenzio Linda tenersi ai corrimano e scendere i gradini per entrare in piscina. Quindi, ha seguito l'esempio del suo datore di lavoro. L'acqua era calda e profumata. Il suo effetto calmante la avvolse. Ha iniziato a nuotare. Piccole onde gentili hanno innescato una piacevole sensazione dentro di lei. Sentiva che innumerevoli lingue le stavano leccando il corpo dappertutto.

Linda era più agile. Nuotò dietro l'angolo e notò che la schiena di Fiona era voltata verso di lei. 'Ora', ha risolto, 'Ti farò uno scherzo e tu sarai tra le mie braccia'. Pertanto, si tuffò e si accarezzò gli arti per spingersi sott'acqua.

Fiona percepì l'assenza di Linda dopo un po '. Appoggiò i piedi sul pavimento e si guardò intorno perplessa. Poi, un paio di mani le toccarono le gambe. Lei sussultò, si voltò e si ritrasse quando Linda si precipitò immediatamente in superficie.

Linda trattenne il respiro e guardò la rossa spaventata. Sorrise e iniziò a ridere. Fiona la fissò. "Mi-mi hai spaventato", si lamentò.

Linda smise di ridere. Lanciò un'occhiataccia a Fiona e iniziò a nuotare verso di lei.

Fiona era intimidita per aver creduto che fosse una reazione ostile. 'Oh no! Sembra che l'abbia infastidita ", pensò.

"COSÌ, ti ho spaventato", recitò Linda quando si avvicinò a lei. Fiona voleva scusarsi. Invece, rimase senza fiato quando Linda la prese per la vita e la tirò per un bacio schiacciante.

Gli occhi di Fiona si spalancarono. Aveva pensato di protestare contro quel blitz, ma Linda aveva catturato le sue labbra e non poteva pronunciare una parola. L'abbraccio appassionato ma caldo di Linda era così incantevole per lei che dovette cedere e chiudere gli occhi in sottomissione.

Linda passò le mani sulla schiena di Fiona, le cui braccia le serpeggiavano intorno alle spalle. Poi, le loro labbra si incontrarono in un dolce bacio reciproco. È diventato ripetitivo e più appassionato.

Linda sospese il bacio perché decise di guardarla negli occhi. "Sì, ti ho spaventato perché voglio confortarti," disse dolcemente. Fiona non disse nulla in cambio e si baciarono di nuovo.

Una corrente d'aria li fece rabbrividire. Si abbracciarono saldamente e chiusero gli occhi nel calore reciproco. Fiona poteva sentire la passione di Linda per lei. Era promettente e lei lo adorava.

Linda ha rotto il lucchetto. Quindi, ha leccato il collo di Fiona e l'ha baciata fino alla profonda scollatura. Si accarezzò tutto il fondoschiena e l'afferrò per le chiappe.

Fiona sospirò quando Linda tenne e strizzò i suoi morbidi meloni. Si leccò il décolleté e continuò a baciare le sue mamme con destrezza alternativa. Quindi, si è spostata sui capezzoli e ha fatto svolazzare la lingua su di essi.

Una sensazione allettante si levò dentro Fiona. Linda era una lesbica arguta. Non era difficile per lei leggere i segni del desiderio crescente in una ragazza, come l'indurimento dei capezzoli e il respiro accelerato. 'Hai bisogno di più eccitazione amore mio. Non devo deluderti ", ha dedotto.

Linda aprì la bocca per prendere il capezzolo destro di Fiona e lo tenne in aspirazione. Premette le labbra e lo lasciò scivolare fuori. Quindi, ha preso il suo capezzolo sinistro e lo ha succhiato forte fino a quando non è stato rilasciato dalla sua bocca.

Fiona passò le dita tra i capelli di Linda. Era il suo gesto di sottomesso consenso per il suo amante che appendeva i suoi splendidi meloni per succhiarli, accarezzarli, impastarli e tirarli.

I due stavano in acqua accanto ai gradini. Linda ha succhiato e leccato i capezzoli di Fiona con ripetute sostituzioni. Si alzò, le prese le labbra e ricevette un profondo bacio reciproco.

Linda interruppe il bacio dopo un po '. Notò che il viso di Fiona era arrossato. "Baby, voglio assaggiare la tua figa", ha detto. "Ti siederai al confine per me?"

"Yesss …"

Linda sorrise. Condusse Fiona al confine più vicino e l'aiutò a salire lì. La rossa si inclinò all'indietro mentre Linda allontanava le sue gambe sexy.

Fiona sibilò mentre Linda le toccava e le dita la figa. "Ehm, sei già bagnato", disse. "Non so se sia l'acqua della piscina o il tuo succo. Vuoi che vada a controllare? "

"Sì. Fallo per favore!"

"Va bene," disse Linda. Mise le mani sulle cosce morbide e toniche di Fiona per tenerle ferme e si chinò a baciare la sua figa vulnerabile. La sua bocca e il suo naso affondarono nei petali rosa.

Fiona gemette. Il suo corpo tremava per la lussuria che le increspava la fica. L'aroma della sua femminilità trasudava da lì. Linda lo ha inalato ed è rimasta affascinata dal pranzo al sacco.

Linda ha preso le labbra esterne di Fiona nella sua bocca e le ha succhiate appassionatamente. Dopodiché, ha tirato fuori la lingua e se l'ha ficcata sulla figa. 'La sua crostata è così morbida e deliziosa. Mi piacerebbe mangiarlo per l'eternità ", pensò.

Fiona si morse il labbro e chiuse gli occhi. Linda aveva aperto le sue labbra perché voleva leccare la sua fica interiore. La sua lingua girò intorno all'ingresso rosa di Fiona e lei la lubrificò con la sua saliva, subito.

Linda la mangiò e la leccò preoccupata. La sua lingua ha perforato la figa di Fiona e si è sollevata per circoscrivere il suo clitoride. Chiuse le labbra sul boccone ultra sensibile, succhiandolo più forte.

I gemiti di Fiona si fecero più forti. Il suo corpo era in preda alle convulsioni per la sensazione elettrizzante. "Oh sì … sì … aah … mangiami … succhiami … oh piccola … sì … sì … aah …" cantilenò.

Linda baciò il suo clitoride con uno schiaffo clamoroso. Quindi, è scesa a premere la bocca sulla fica di Fiona e ha succhiato il suo succo che è uscito.

'Fin qui tutto bene! Adesso è pronta per essere violentata ", dedusse Linda. La sua lingua girò intorno al clitoride di Fiona e lei si succhiò il cappuccio con più slancio. Mentre lo faceva, si è toccata la figa e l'ha toccata con decisione.

Fiona sibilò per il prurito piacere. I suoi muscoli dello stomaco iniziarono a contrarsi. Voleva tirare insieme le sue cosce; ma per lei era impossibile perché Linda aveva scosso la testa in mezzo a loro. 'Oh come mi mangia! Il suo tocco mi sta facendo impazzire ', presumibilmente.

Linda era un'abile cunnilinguista. Potrebbe mangiare e scopare una figa allo stesso tempo. Quindi, ha fatto un gesto indicativo e ha spinto il dito indice nella fica di Fiona.

Fiona aprì la bocca ma non riuscì a emettere un suono. Il dito di Linda è andato facilmente nel suo canale dell'amore. Il suo movimento lento era estremamente piacevole.

Linda teneva il dito conficcato nel suo cunny. Quindi, lo tirò fuori e fece un'altra spinta.

Fiona gemette. Linda ha succhiato il suo clitoride e l'ha scopata contemporaneamente. Ha continuato a ripetere la sua manovra. I movimenti delicati della sua mano si trasformarono gradualmente in lievi spinte.

Fiona andò in delirio. Inclinò la testa all'indietro e allungò il busto. Linda smise di muovere la mano per un po 'e allungò il dito medio. Quindi, ha proceduto a inserire le due dita insieme nella fica lubrificata del suo partner.

"Aah … aah … mmm … ooh …" Fiona ha cantato ad alta voce per un assalto fortificato del suo cunny. Le spinte di Linda divennero dure. La stava colpendo fino in fondo.

Linda continuò il buon lavoro finché non decise di rallentare. Dopo una rotazione misurata della mano, piegò le dita e fece scorrere le punte lungo la parete anteriore di Fiona, massaggiandosi la cresta erogena.

Fiona strillò. Il tocco provocante di Linda sul suo punto G ha innescato una cascata di onde libidinose all'interno del suo canale.

L'umidità fuoriuscì presto dalla figa di Fiona. Linda doveva agire in fretta. Ha aperto la bocca per catturare il suo clitoride e ha continuato a scoparla con spinte veloci.

Il desiderio stava crescendo nei segni vitali di Fiona. La riempì fino all'orlo. Linda sapeva che ondate di puro piacere stavano catturando la cara ragazza e lei sarebbe venuta in un attimo. Quindi, ha continuato a succhiare il suo clitoride e l'ha scopata con tutta la forza che poteva raccogliere.

Fiona gridò per la lussuria finale. La sua fica ha succhiato le dita di Linda e lei ha raggiunto un climax strabiliante, istantaneamente.

Linda tolse le dita. Ha tenuto le cosce di Fiona, tenendole separate, e ha continuato a leccarla tra di loro. Fiona chiuse gli occhi e rimase immobile, lasciando che Linda assaporasse il suo gusto.

Linda ha succhiato tutto lo sperma dalla fica di Fiona. Quindi, si è arrampicata sul confine e ha teso la mano. Fiona lo prese e si alzò in piedi. Si sorrisero e le loro labbra si incontrarono in un bacio appassionato.

Linda e Fiona hanno preso degli asciugamani per asciugarsi. Si vestirono, uscirono dal cortile e andarono nello splendido soggiorno. Linda ha chiamato Sable e le ha chiesto di portare il contratto di fusione. La governante tornò con il documento in un minuto.

Fiona ha letto l'intero contratto. Compilò gli spazi vuoti con le informazioni appropriate, firmò il modulo e lo restituì a Linda per controfirma.

Linda ha archiviato il contratto. Poi le ha chiesto: "Come ti senti tesoro?"

"Sono felice, davvero felice", rispose Fiona.

"Io penso che tu sei. Il contratto ti promette sicuramente una bella cifra. "

"Non è solo il contratto, Linda. Non avevo idea che una donna potesse condividere la sua passione con un'altra ".

Linda sorrise e disse: “Può farlo se la ama. Alcune persone vengono interpretate erroneamente come pervertite e non credo che le lesbiche siano inaccettabili. Le donne non mancano mai di mostrare il loro cuore quando sono innamorate l'una dell'altra. Non devono reprimere i propri desideri e preferenze. Li ho sempre seguiti, per tutta la vita. Ecco perché, sono una lesbica fuori ".

“Uhm-lo pensavo. Il modo in cui mi hai fatto piacere conferma che ami le ragazze ", giudicò Fiona.

"Conferma anche che ti amo, e devo dire che sei la ragazza più bella che abbia mai incontrato."

"Grazie," disse Fiona amabilmente.

"Mi piaceva baciarti le labbra, succhiarti le tette e mangiarti la fica", continuò Linda. “Lo sento ancora sulla bocca e voglio mangiarlo di nuovo. Cosa dirai se ti porto nella mia camera da letto e faccio un altro tentativo? "

La domanda di Linda lasciò perplessa Fiona, ma decise di rispettarla.

In camera da letto, Linda ha spogliato Fiona e l'ha portata a letto. Dopodiché, ha iniziato il tour erotico del suo corpo voluttuoso. La baciò dalla testa ai piedi, la fece rotolare e continuò a baciarla su tutto il sedere.

Linda si è appesa alle sue guance, leccandole e baciandole. Quindi, voltò di nuovo Fiona sulla schiena. Si è succhiata le tette e le è andata addosso. Di conseguenza, Fiona si è bagnata per un po '.

Linda ha puntato le dita sulla figa di Fiona ed è entrata facilmente in lei. Ha proceduto a scoparla con la stessa veemenza. Fiona andò in delirio e il suo corpo fu sconvolto dalla gratificazione. È venuta due volte per un ardente servizio manuale. Completamente esausti ma contenti per la notte, si rannicchiarono e dormirono insieme.

La mattina dopo, Fiona partì per casa sua. 'Linda aveva ragione. La fortuna della signora mi sta ancora favorendo ", pensò allegramente.

Dopo sei mesi, Safemme Studios ha rilasciato Tasty Melons, Tasty Tarts. È stato un successo. La maggior parte dei critici ha sostenuto la quinta e ultima scena. Presentava Fiona nientemeno che Linda Perkins, la produttrice e regista del film.

Categorie
Storie

Il sogno santo diventa realtà | Storie di sesso lesbo

Stella Saint ha fatto un sogno erotico, che la turbava ogni notte. Discusse la strana situazione con Denise Moore, che la persuase a mettere in atto il sogno. Stella ha accettato di farlo in un hotel. Non sapeva che qualcun altro aveva programmato di pomiciare con lei.

Cast di personaggi:

Personaggi principali:

Stella Saint: Protagonista.

Denise Moore: L'amica di Stella e una laureata in psicologia intelligente.

Leona: Una felina lesbica.

Personaggi secondari:

Jonathan Wood: Un uomo d'affari e il fidanzato di Stella.

Clark Dawson: Compagna di classe di Denise.

Membro dell'equipaggio: Un uomo corpulento impiegato da McDonald's.

Lupe: Una ragazza squillo.

Addetto alla reception: Una rossa impiegata al Baisamé Hotel.

___________________________________________________

Stella Saint entrò in una camera spaziosa ben arredata. Si guardò intorno. Non c'era nessuno e si è chiesta: "Adesso, dov'è?"

All'improvviso, la porta si aprì. Si voltò e vide un soriano grigio entrare nella stanza. Il gatto scodinzolava mentre camminava verso Stella. I suoi occhi verde menta hanno avuto un effetto ipnotizzante su di lei. La porta si chiuse automaticamente dietro l'animale e una voce femminile riecheggiò nella sua mente: "Dai piccola! Facciamo fuori. '

Stella sentì un tocco morbido sulle spalle. I suoi vestiti andarono a brandelli. Rabbrividì mentre una cosa carnosa e bagnata le scorreva sul corpo voluttuoso. Poi, è stata scaraventata su un letto. Il soriano saltò e si alzò prima di atterrare lentamente sul suo busto.

Immediatamente, il volto sorridente di una ragazza si librò sopra di lei. Aveva capelli corti con mèches e carnagione grigia. Quella ragazza ha detto qualcosa a Stella ma non riusciva a capire una parola.

La ragazza le baciò le labbra. Stella chiuse gli occhi sottomessa. La stravagante lesbica le alitava lungo il collo. Si strofinò la testa contro le mega tette di Stella e aprì la bocca per succhiarle.

Stella rise per una sensazione deliziosa sulle sue tette. Aprì gli occhi e trovò il soriano invece della ragazza. I baffi del gatto solleticarono la sua pelle liscia mentre le leccava rapidamente i capezzoli. Ben presto si sono induriti e la sua figa si è contratta per il piacere. Ha cominciato a gemere.

I gemiti di Stella distrassero il gatto. Si alzò e miagolò. Poteva percepire uno sguardo indignato negli occhi felini. Quasi immediatamente, si è cerato e si è trasformato in una silhouette. Sentì lo stesso tocco morbido sulle gambe. Erano divaricati in semplice automaticità. La silhouette distorta, delimitata e si definiva come la ragazza grigia che teneva separate le cosce rotonde di Stella.

La ragazza aprì la bocca e ne uscì un'asta fallica; era la sua lingua. Stella sibilò mentre le invadeva la figa. Il mutaforma ritrasse la sua arma e la spinse ancora una volta nella fica accogliente. Poi, ha continuato a lavorare bene e il suo fottuto ritmo si è sviluppato ad ogni spinta.

La lingua stava colpendo Stella fino in fondo. Presto, tutta la sensazione si concentrò nella sua figa. Si morse il labbro. Le pareti della sua fica tremavano di piacere. Urlò mentre torrenti del suo sperma sgorgavano nella bocca della ragazza grigia …

E si è svegliata nel suo boudoir in penombra. Quel sogno vivido e strano l'aveva svegliata di nuovo. L'aveva disturbata per cinque notti consecutive. Stella non poteva ignorarlo anche se era realista. Sognare la ragazza grigia era una cosa terribile per lei, ma Jonathan Wood, il suo ragazzo, diceva che avrebbe fatto impazzire una lesbica con la sua splendida bellezza.

Stella aveva 28 anni. Aveva una faccia ovale. Sembrava allettante grazie agli occhi marroni spalancati, alle ciglia folte, al naso dritto e alle labbra a forma di cuore. I suoi capelli biondo miele erano lunghi, lucenti e abbondanti. Inoltre, era dotata di una figura a clessidra e di un aspetto invitante. Jonathan adorava accarezzarle e succhiarle le tette piene; I reggiseni 36E erano adatti a loro. Era solito accarezzarle i fianchi larghi e strizzarle le guance paffute. Dato che era un buon scherzo, lei lo esortava sempre a mangiarla e lui la obbediva avidamente. Quando era pronta per lui, l'ha scopata per la sua gratificazione.

Stella sbatté le palpebre al soffitto. Stava rievocando il suo sogno. Un getto freddo del condizionatore la accarezzò e lei sentì l'umidità tra le cosce. Quindi, si chinò e si toccò. "Ah! Non di nuovo ", disse.

Stella si mise a sedere e spinse le dita in profondità. Si sono bagnati nella sua figa lubrificata. Il lenzuolo di sopra, già gettato in disordine accanto a lei, non valeva niente. Alzò la mano per osservare il suo sperma. Poi, ha sentito il lenzuolo. C'era una macchia umida tra le sue gambe. "Merda", ha detto.

Stella girò gli occhi per guardare l'orologio da parete. Erano le 6 del mattino.Non cambiava mai le lenzuola né faceva la doccia a tarda notte prima di quel sogno fastidioso. Mentre ci speculava, decise di comunicare con la sua amica del cuore. Quindi, ha preso il suo cellulare dal comodino e ha cercato nella cartella Contatti per individuare Denise Moore. Le ha mandato un messaggio: ho bisogno di parlarti. Chiamami quando ti alzi.

Denise l'ha chiamata dopo due ore. "Ciao", ha risposto Stella.

"Hey! Che notizie ci sono, Ella? " Ha chiesto Denise.

"Va tutto bene", ha detto.

"Whew! Ragazza, mi hai fatto preoccupare. "

"Mi dispiace Denni," si scusò Stella, "ma sei l'unica persona a cui apro il mio cuore."

"Bene, grazie, ma non dirmi che Jonathan non era con te ieri sera."

"Oh, sai che non può ancora essere qui", disse Stella. Jonathan era ad Atlanta per una transazione d'affari.

"Sì, non è qui da sei giorni. Hey! State entrambi pianificando qualcosa di terribile? Spero che non stia scappando. "

"Sta 'zitto! È un sogno di cui voglio parlarti. "

"Vuoi parlare di un-COSA?"

"È un sogno."

“Che grande sorpresa! Ok sono pronto."

Stella ha raccontato il suo sogno dalla A alla Z e ha detto: "Questo è tutto".

"Oh mio Dio", disse Denise, "che gatto favoloso! Può trasformarsi in un lesbo, una silhouette e qualcuno invisibile che può parlare nella tua mente. Oh come vorrei avere un tale animale domestico! "

"DENNI, è solo un sogno!"

"Sì, e che grande sogno è!"

"Stai scherzando? Quel tuo sogno mi ha scosso, OK. "

"Non è il mio sogno, dolcezza. Sei tu quello che l'aveva. "

“Ah, per favore Denni! Non riesco a dormire bene. Quello stupido sogno mi disturba ogni notte e-non so PERCHÉ? "

"Questa è un'ottima domanda, ma devi aspettare una risposta fino alle 19:00."

"Ok. Allora dovrei chiamarti? "

"Perbacco! Come puoi dimenticare? Oggi è venerdì."

Stella rimase a bocca aperta. Lei e Denise uscivano il venerdì sera. "Oh sì", ha detto. "Hai ragione! Quel sogno mi sta davvero dando sui nervi. "

“Capisco, piccola. Dobbiamo elaborare qualcosa per questo. Ehm-adesso, vado a trovare Clark. È stato così utile e di supporto, sai, e … "

"Oh Ella, è così dolce, così affascinante, così affascinante", ha detto Stella imitando l'accento di Denise. Clark Dawson, uno specialista in psicologia, era un bel ragazzo. Stava conducendo ricerche sui sogni. Denise e altre compagne di classe lo adoravano, ma sembrava troppo occupato per essere interessato.

"Ehm-beh, ci vediamo allora" disse Denise e concluse la sua chiamata. Stella ridacchiò e rimise il cellulare sul comodino. Trascorreva il suo tempo guardando la televisione, mangiando il pranzo e facendo un pisolino.

Stella dormì come un sasso fino alle sei e trentacinque. La sua mascella cadde mentre guardava l'orologio da parete. "Perbacco! Ho fatto una lunga siesta ", ha detto. "Denni mi ucciderà di sicuro."

Stella si tolse in fretta il lenzuolo di sopra, si alzò dal letto e si avvicinò all'armadio. L'aprì e guardò i suoi vestiti. "Aha", ha detto. "Questo sarà perfetto." Ha scelto un tubino rosso con cintura in vernice. Quindi, si è chinata sulla sua scarpiera e ha pescato un paio di scarpe col tacco abbinate.

Dopo essersi vestita, Stella si è truccata e si è pettinata i capelli. Le sue labbra si curvarono in un sorriso mentre guardava il suo riflesso nello specchio. “Wow,” disse, “ti amo tesoro. Sei così…"

Stella si bloccò quando notò una giovane ragazza che stava dietro di lei. Ha sfoggiato un'acconciatura da ragazzo. Il suo viso rotondo era piacevole, ma aveva un'espressione apprensiva a causa degli occhi verdi sporgenti e delle labbra rivolte verso il basso. Aveva una carnagione grigia e orecchie a punta, che la facevano sembrare disumana.

Stella si voltò ma, con suo stupore, non c'era traccia della ragazza grigia. Quando si guardò allo specchio, riuscì solo a vedere il suo riflesso.

Stella si accigliò. 'È strano, davvero strano', si chiese. 'Una ragazza che non esiste ma posso vederla allo specchio, e assomiglia alla lesbica nel mio sogno. Golly! Sto perdendo la testa? Forse ho pensato troppo a lei. >>

Il tono di allerta la spaventò. Prese il cellulare. Denise le aveva mandato un messaggio e lei lo lesse: dove diavolo sei? Sono da McDonald's, a guardare le persone come un imbecille. Lei ha risposto: aspetta cara. Sto arrivando. Quindi, ha preso la sua borsetta bianca ed è scesa al posto auto coperto.

Stella si fermò di colpo quando vide un soriano grigio seduto sul cofano della sua Mercedes-Benz. Il gatto fissò i suoi occhi verde menta su di lei. Era vigile e pronto a fuggire se avesse fatto una mossa. Invece, fissò l'animale e sentì che somigliava al gatto nel suo sogno. Poi scosse la testa. "È assurdo", ha detto. "Non è necessario correlare nessun tabby con quello del mio sogno."

Il soriano miagolò. Saltò giù e scomparve dietro l'auto. Stella riprese a camminare e aprì la portiera della macchina. Lanciò un'occhiata alla sua destra ma il gatto non era in vista da nessuna parte.

Stella è arrivata al McDonald's in 15 minuti. Trovò il suo amico con gli occhiali a un tavolo d'angolo. Denise non aveva sex appeal. Non si puliva spesso. Come sempre, il suo viso lentigginoso era pallido ei suoi capelli castani erano disordinati.

I due si sorrisero l'un l'altro. Stella si avvicinò al tavolo e Denise si alzò per salutarla. Si scambiarono rapidi bacetti sulle guance e presero posto insieme.

"Ella, mia cara," disse Denise, "mi chiedevo perché non sei arrivata qui in tempo. Cosa ti ha fatto perdere così tanto tempo?"

"Ehm-mi dispiace. In realtà, ho fatto un pisolino. "

"Vedo. Avete dormito bene?"

"Sì."

"Questa è un'ottima notizia! Vediamo cosa succederà stasera ", ha detto Denise," e non devi chiedere scusa. Sono freddo. Va bene?"

“Sì, lo vedo. Grazie per la tua sicurezza. "

Denise rise. Voltò la testa per guardare il bancone e fece segno a un membro dell'equipaggio. Quando è venuto al loro tavolo, gli ha detto di portare due pasti Big Mac Combo. Annuì e si ritirò.

"Sei dell'umore giusto, immagino", disse Stella mentre Denise la guardava. "Clark ha detto qualcosa di speciale quando l'hai incontrato?"

"Nah", disse Denise, "è troppo duro per guidare il carro. Perché tiene sempre il naso sulla mola. Sai, non è come Jonathan. "

"Si lo so."

“Quindi, mi chiedevo come avrei potuto chiederglielo. Tuttavia, sono riuscito a farlo! "

"Brillante! Gli hai chiesto di uscire per un appuntamento e lui ha accettato, giusto? "

"Tut! Non era l'appuntamento, sciocco. Gli ho chiesto di prestarmi la tesi per oggi. "

"Oh! Ok."

“Mi ha rispettato. L'ho ringraziato, sono andato in biblioteca e lì ho sfogliato la sua tesi. È davvero una bella cosa sui sogni. "

"Freddo! Hai trovato qualcosa nel mio sogno? "

"Sì, ho trovato un'interpretazione notevole e l'ho annotata con la mia conclusione", ha detto Denise. Notò che sulla fronte di Stella apparve un solco profondo. “Vuoi leggere? Beh, penso che tu debba, ”le disse.

Denise aprì la sua borsetta nera. Prese un foglio di carta arrotolato e lo passò all'amica. Stella lo srotolò e iniziò a leggere:

Interpretazione dei sogni:

Stanza e solitudine

Sognare di essere soli in una stanza lussuosa significa un bisogno represso di gratificazione nella vita da svegli.

Gatto

Un gatto, presente nel sogno, di solito è collegato a una donna speciale nella tua vita.

Sognare un tabby grigio significa che incontrerai una misteriosa amante femminile.

Sognare che un gatto salta e sopraffà indica la tua sottomissione a una donna selvaggia o perversa. Significa anche che andrai avanti in una nuova relazione. Se il gatto è arrabbiato o aggressivo, significa che presto avrai a che fare con una persona astuta.

Sognare di ricevere molto affetto da un gatto rappresenta il tuo desiderio di avere uno stretto contatto fisico con una partner femminile.

Voce di una donna invisibile

Sognare di sentire la voce di una donna invisibile suggerisce qualcosa che potrebbe emergere dall'inconscio, portandoti a una piacevole esperienza nel prossimo futuro.

Nudità

Sognare che ti senti a tuo agio nell'essere nudi significa una libertà anticipata da alcune convenzioni sociali. Suggerisce anche che devi esprimere sentimenti e desideri, soffocati nel tuo inconscio.

Silhouette

Sognare una silhouette rappresenta alcuni aspetti dell'inconscio che non hai riconosciuto o incorporato nella tua personalità.

Fare fuori

Sognare di pomiciare suggerisce la necessità di contatto fisico e connessione. Se stai pomiciando con una partner femminile, il significato di un tale sogno si spiega da sé.

Sesso lesbo

Sognare il sesso lesbo, anche se sei una donna eterosessuale nella vita da sveglio, rappresenta che devi esplorare la tua sessualità.

Orgasmo, eiaculazione e schizzi

Sognare un orgasmo simboleggia il tuo bisogno di superare le difficoltà sessuali. Avere un'eiaculazione senza sensi di colpa e piacevole in un sogno indica un rilascio imminente di un desiderio represso. Se sei una donna e sogni di aver squirtato mentre facevi sesso con una lesbica, significa che hai represso il desiderio di fare sesso con una donna e devi esprimere questo aspetto della tua sessualità.

Mutaforma

Non c'è traccia dei sogni che caratterizzano un mutaforma nella tesi di Clark. Quindi, non posso assegnare loro un significato. Tuttavia, la veridicità della mia conclusione e del mio suggerimento rimane indiscutibile.

Conclusione e suggerimento:

Il sogno di Ella l'ha disturbata perché ha represso il suo desiderio di stare con le donne nonostante il suo riconoscimento alla persona etero. Deve esplorare la sua vera sessualità per fermare questo sogno per sempre.

Stella guardò la sua amica. "Bene," le chiese Denise, "cosa ne pensi?"

"Non capisco niente", ha detto Stella.

"Veramente? Non c'è niente di poco chiaro su questa interpretazione. "

"Alla fine hai scritto che devo esplorare la mia vera sessualità."

"Corretta."

"Cos'è comunque questa vera sessualità?"

"La risposta alla tua domanda può essere trovata nella conclusione", ha detto Denise.

"Ah! Non puoi rispondermi chiaramente? "

"Ok. In altre parole, sei bisessuale. "

"NESSUN MODO, è ridicolo!"

"No, non lo è. Dimmi solo perché sogni una ragazza gatta lesbica ogni notte? "

"Non lo so."

"Tutto a posto. Perché ti svegli bagnata dopo aver fatto questo sogno? "

"Sai, non ne ho idea."

"Certo che lo so, ma devi renderti conto delle conseguenze della privazione del sonno."

"Allora qual è la connessione tra la mia sessualità e la privazione del sonno?"

"Beh, non ho motivo di credere che non siano collegati. La mente umana è estremamente complessa. Se lo tieni soddisfatto, tutto va bene con te. Se un desiderio sottostante viene trattenuto, può portare ad ansia o frustrazione. Nel tuo caso, il risultato è un sogno erotico. "

“Capisco, ma stai dimenticando una cosa. Non sono stato disturbato quando ho fatto un pisolino oggi. "

“Stai saltando alle conclusioni? Tuttavia, non posso dire che stanotte non farai questo sogno. Devi esplorare il tuo inconscio, mia cara. "

"Non esiste inconscio, te lo dico."

"Sono davvero stupito! Nonostante ciò, puoi fare un sogno e ricorre ogni notte privandoti di un sonno profondo. Puoi dirmi perché?"

Stella non aveva risposta alla sua domanda. 'Penso che Denni abbia un senso', pensò. 'Forse mi piace stare con le donne e ho bisogno di esplorare quel cosiddetto inconscio, ma come?'

Il membro dell'equipaggio è venuto a servire i pasti ordinati al loro tavolo. Si voltò e tornò al bancone. Denise iniziò a mangiare. Notò che Stella stava contemplando qualcosa. "Non stai mangiando il Big Mac", ha detto. "Lo stanno rendendo più piccolo ma è delizioso come sempre."

"Stavo pensando che …"

"Tutta questa interpretazione dei sogni è semplicemente inutile, giusto?"

"No. Si tratta di esplorare la sessualità o quell'inconscio. "

"Ora stai parlando! È l'unica cosa che può fermare il tuo sogno. "

"Come può fermare il mio sogno?"

"Beh, hai sentito parlare di deviare un potenziale cliente?"

Stella si accigliò. "No, non l'ho fatto," rispose secca.

"Ok. Credo che questo sogno sia l'avvertimento di un evento futuro ", ha continuato Denise. "Sai, o un sogno ricorrente o la precognizione significa qualcosa di imminente."

"Se mi succederà qualcosa, sarò pronto ad affrontarlo. Perché dovrei preoccuparmi di fermare il sogno? "

“Vedo che non hai idea delle conseguenze della privazione del sonno. Vuoi convivere con perdita di memoria, depressione, occhi rossi e gonfi, malessere e allucinazioni? "

Stella fissò Denise. Le venne in mente di poter percepire di nuovo quella ragazza disumana. "Dio," esclamò, "mi stai spaventando!"

"Sto cercando di aiutarti. Perché, non puoi aspettare che una donna mutaforma sbuca dal nulla e ti incontri un giorno. "

Stella sospirò. "Sì", ha detto, "e so che è impossibile."

"Ovviamente è. Ecco perché devi deviare la prospettiva di fare sesso con una ragazza gatto o una misteriosa amante. Metti in atto il tuo sogno e non ti disturberà più. "

Stella rise.

"Non è uno scherzo", le disse Denise. "Devi chiedere a una ragazza un comodino."

"Che cosa! Sei serio?"

"Oh, sai che sono dannatamente serio!"

Il viso di Stella cadde. "Ehm-penso che tu lo sia," disse.

"Ricorda, è l'unica soluzione per salvare la tua salute mentale."

"Sarà facile per me chiedere sesso a una ragazza?"

"No, ma puoi chiedere a una ragazza squillo."

Stella rimase a bocca aperta: "Una ragazza squillo! Ma Denni, non posso farlo ", ha detto.

"Penso", disse Denise, "che tu sia preoccupato per la reazione di Jonathan se mai lo sapesse".

"Sì, impazzirà e io non voglio perderlo."

"Baby, non è l'amore gratuito nel tuo caso. Te lo assicuro, non avrà la minima idea di cosa farai. Niente sarà rovinato tra lui e te. "

"Ma…"

"Fidati di me, Ella."

Stella ha fatto una smorfia: "Odio farlo", ha detto.

"Capisco, ma non vedi? Una ragazza squillo può essere un'amante selvaggia e astuta che non hai mai incontrato prima. "

"Non so se ci sono ragazze squillo lesbiche."

“Uhm-ne conosco solo uno, ma è bisessuale. Posso assumerla per te. "

"Dammi una pausa! Non avevo idea della tua conoscenza di una ragazza squillo. "

"Per favore, non giudicarmi male! Non sono un avvocato di Lupe. L'ho conosciuta tre mesi fa perché ho ricevuto l'incarico di scrivere un saggio sulla mentalità delle ragazze squillo e delle escort. Tuttavia, avevo bisogno di una fonte di informazioni autentica. Sapevo che uno dei miei compagni di classe era il suo cliente abituale. Pertanto, l'ho consultato per il suo numero di cellulare. Lui sorrise e mi diede il suo numero. L'ho chiamata e lei ha risposto. Le ho chiesto se intratteneva anche clienti di sesso femminile e lei ha affermato di sì. Le ho detto di venire a trovarmi qui. "

"Ok. E poi che è successo?"

“Lei ha accettato e ci siamo incontrati il ​​giorno dopo. Una ragazza squillo non intrattiene nessuno tranne i suoi clienti, ma ha continuato a rispondere alle mie domande per mille dollari. "

“Mille dollari! Ma è troppo per un saggio. "

"Sì, non me ne frega niente di quanto costa. Un A + è il mio obiettivo. "

"Hum, crederà che vuoi davvero assumerla per un cliente questa volta?"

«Lo farà, mia cara Ella! Offrile solo una bella cifra e lei è tua. "

"Quanto le offrirai?"

"In effetti, non chiamerò Lupe fino a quando non farai questo sogno stasera, voglio dire, se sarai di nuovo disturbato."

Stella avrebbe voluto dire qualcosa, ma un suono di fusa la spaventò. Lei e Denise abbassarono lo sguardo. Hanno trovato un soriano grigio in piedi sotto il loro tavolo. Stava fissando Denise.

Stella si accigliò. Il tabby sembrava simile a quello che aveva visto circa 45 minuti prima. I suoi occhi si spostarono su Denise, che non sbatté le palpebre né sussultò mentre il gatto saltava e si sistemava sulle sue ginocchia. Le labbra di Denise si curvarono in un sorriso. Ha iniziato ad accarezzare il gatto. "È come un buon gattino", ha detto.

"Denni non mi ha mai detto di avere un animale domestico", si chiese Stella. Le chiese: "Denni, è il tuo gatto?"

Denise guardò Stella. "No", ha risposto, "ma è così carina, non è vero? Mi piacerebbe portarla a casa. "

"Ehm-ok", ha detto Stella. "Va bene!"

I due consumarono i pasti. Denise ha pagato il conto. Si alzarono e uscirono dal McDonald's. Stella lanciò un'occhiata al soriano tra le braccia di Denise. I suoi occhi avevano uno sguardo freddo e persistente. Rabbrividì interiormente.

"Se hai questo sogno stasera, mandami un messaggio", le disse Denise mentre saliva sulla sua Nissan.

"Certo," rispose Stella, "ma non coccolare molto con questo gatto. Nessuno si sente a proprio agio per avere occhi acquosi, prurito al naso e mal di gola. "

Denise si strinse nelle spalle. "Scommetto che non è la mutaforma nei tuoi sogni", ha detto.

"Sì," disse Stella. "Stai attento!"

"Ti auguro lo stesso", disse Denise, sfoggiando un sorriso.

Stella arrivò a casa e andò dritta al suo boudoir. Si spogliò, si sdraiò e cominciò a riflettere su tutto ciò che Denise le aveva detto. Quando rifletté sulla realizzazione del suo sogno, le venne in mente la visione di Lupe. Chiuse gli occhi e sentì una contrazione nella fica mentre immaginava che la ragazza squillo la stesse divorando. Gemette e si chinò per toccarsi la figa. Dopo un po 'si è appisolata.

Entrò in una stanza spaziosa ben arredata. Non era il suo boudoir. Si guardò intorno. Non c'era nessuno. Ha detto: "Ora, dov'è Lupe?"

All'improvviso, la porta si aprì. Si voltò e vide un soriano grigio entrare nella stanza. Il gatto aveva un'aria familiare e si diresse verso Stella scodinzolando. I suoi occhi verde menta hanno avuto un effetto ipnotizzante su di lei. La porta si chiuse automaticamente dietro l'animale e la voce di Denise riecheggiò nella sua mente: "Dai piccola! Facciamo fuori. '

Denise apparve dal nulla. Mise le mani sulle spalle di Stella e si trasformò come la ragazza grigia. Ha spogliato Stella, l'ha scaraventata su un letto, si è librata sopra di lei e ha baciato il suo corpo voluttuoso dalla testa ai piedi.

La ragazza ha proceduto a leccarla e le ha preso la bocca in un bacio alla francese. Stella chiuse gli occhi sottomessa. La stravagante lesbica le sorrise e mormorò: "Ti amo tesoro. Sono felice che tu sia mio, tutto mio. >>

Stella avrebbe voluto ricambiare il sorriso, ma la ragazza la baciò di nuovo. Si strofinò la testa contro le mega tette di Stella e aprì la bocca per succhiarle.

Stella rise per una sensazione di solletico sulla sua pelle liscia. Aprì gli occhi e trovò il soriano invece della ragazza. Le stava leccando velocemente i capezzoli. Ben presto si sono induriti e la sua figa si è contratta per il piacere. Ha cominciato a gemere.

I gemiti di Stella distrassero il gatto. Si alzò e miagolò. Poteva percepire uno sguardo indignato negli occhi felini. Quasi immediatamente, si è cerato e si è trasformato come la ragazza grigia.

La ragazza spinse le cosce di Stella e scese a mangiare la sua pesca. Aprì la bocca e ne uscì la lingua fallica. Stella sibilò mentre invadeva la sua figa spalancata.

La mutaforma ritrasse la lingua e la spinse ancora una volta nella fica accogliente. Continuava a ripetere la manovra e il suo fottuto ritmo cresceva a ogni spinta. Stella scosse la testa frenetica. La lingua la stava colpendo fino in fondo. Le sue pareti interne tremavano in violente contrazioni. Lei ha urlato…

I suoi occhi si spalancarono. Sbatté le palpebre e tornò in sé in un attimo. La prima idea che le venne in mente fu che aveva davvero gridato. Perché il suo sogno era più drammatico di quanto non fosse l'ultima volta. "Denni era nel mio sogno stasera", pensò. 'Cosa dirà se glielo dico?'

Stella si chinò per toccarsi e non provò disgusto per l'umidità che era filtrata dalla sua figa. Si mise a sedere, si passò le dita tra i capelli disordinati e guardò l'orologio a muro. Erano le tre e otto.

Stella decise di mandare un messaggio a Denise e prese il cellulare dal comodino. Al secondo pensiero, lo mise giù e si sdraiò. Si rotolò sui fianchi inutilmente e trascorse il resto della notte insonne.

La mattina dopo chiamò Denise alle sette e cinquanta.

"Ehi," le rispose Denise. "Come è andata la serata, Ella?"

"L'ho avuto di nuovo", ha detto Stella.

“Oh, me lo aspettavo. Scommetto che allora hai passato una notte insonne. "

"Sì, e questa volta eri nel sogno."

"Santo cielo, mi piacerebbe sentirlo! Dimmi ", ha detto e Stella ha raccontato il suo sogno della scorsa notte.

"Hum, sembra che stavi pensando alla nostra chiacchierata prima di addormentarti", disse Denise.

"Certo, ma come fai a saperlo?"

"È ovvio, piccola. Sono ancora sicuro che devi seguire il mio suggerimento. "

"Ok. Adesso chiami Lupe? "

"Giusto. Mi assicurerò che accetti di incontrarti stasera. "

"Grazie per aiutarmi."

"Sei il benvenuto, amico mio."

"Oh Denni, sai che sono davvero stufo di questo sogno!"

"Capisco. La soluzione sembra strana quanto il tuo problema, ma sono contento che tu abbia capito quanto sia seria questa faccenda. "

"È perché mi fido di te."

"Freddo. Ti dirò quando tutto sarà finito. Ci vediamo ", disse Denise terminando la chiamata.

Stella ha seguito il suo esempio. Ha aspettato la chiamata di Denise tutto il giorno; quindi, non poteva fare un pisolino. La sua pazienza è stata premiata alle 18:00.

"Ho buone notizie per te", le disse Denise.

Stella poteva percepire l'eccitazione nella voce della sua amica. Lei sorrise e chiese: "Quindi Lupe ha accettato di venire a conoscermi, giusto?"

"Sì, ha accettato di incontrarti ma non verrà a casa tua."

"Cosa intendi?"

"Ehm-sono andato al Baisamé Hotel e ho prenotato una camera a nome di Silvia Sade."

Stella si accigliò. “Silvia Sade? Non ho mai sentito parlare di lei ", ha detto. "E perché hai prenotato una stanza a suo nome?"

"Questo perché è il tuo nome, un nome falso."

"Che cosa! Hai detto loro un nome falso per la prenotazione? "

"Sì, non volevo mostrare il tuo vero nome e indirizzo. Le persone spesso lo fanno quando vanno da qualche parte per un comodino con ragazze squillo o accompagnatrici. "

Stella inarcò le sopracciglia. Era una strategia intelligente. Jonathan non avrebbe mai saputo della sua avventura con Lupe. "Sei più acuto di quanto ti ho giudicato", ha detto.

"Grazie per il complimento. Devi raggiungerlo verso le otto. Non ti chiederanno altro che il nome e il numero della stanza. "

"Grande! Qual è il numero della stanza? "

"Sono le 19. Prendi la chiave alla reception e aspettala nella stanza. Verificherà subito dopo. "

"Ok."

"Beh, non dimenticare di informarmi quando la vedi. In bocca al lupo!"

Stella voleva ringraziarla ma la chiamata è stata interrotta. Sospirò, mise il cellulare sul comodino ed entrò nella sala TV per guardare il suo programma preferito. Circa un'ora prima delle otto, tirò fuori il costume da bagno color prugna con gonna abbinata e tacchi di raso. Li indossava e iniziò a pulirsi. C'era un accenno di borse e macchie sotto i suoi occhi. Pertanto, ha dovuto truccarsi in più per l'effetto minimizzante.

Stella salì in macchina alle sette e quarantacinque e si diresse al Baisamé Hotel. Ci raggiunse in 25 minuti ed entrò nell'atrio. Uomini e donne si voltarono a guardarla. Li superò, sorridendo interiormente.

La receptionist era una rossa sfacciata. Lanciò uno sguardo interrogativo a Stella.

"Ehm-una stanza è stata prenotata qui a mio nome." Le disse Stella.

"Posso sapere il suo nome e il numero della stanza, signora?"

"Sì, naturalmente. Il mio nome è Silvia Sade. È la stanza 19. "

"Controllerò le voci. Per favore, aspetta ", ha detto l'addetto alla reception. Le sue dita si muovevano abilmente sulla tastiera. Strinse le labbra e guardò Stella. "Sì, signora", le disse. "Era prenotato questa sera alle quattro e trentotto."

"Ok. Come posso trovarlo? "

"Al secondo piano, è la quarta stanza a sinistra."

"Grazie", disse Stella.

"Un momento per favore, signora." ha detto l'addetto alla reception. Aprì un cassetto, tirò fuori la chiave della stanza e gliela porse.

Stella le sorrise e prese la chiave. Salì le scale, trovò la porta della stanza 19, l'aprì ed entrò.

La stanza era spaziosa, ben illuminata e climatizzata. Vide il suo riflesso nello specchio a parete; la porta si chiuse automaticamente dietro di lei. Si guardò intorno. Il drappeggio fiorito si abbinava elegantemente alla carta da parati rosa e alle fantastiche applique. C'era un letto king-size con due comodini. Di fronte al letto c'erano un paio di sedie e il televisore con il mobile di mogano.

L'interno della stanza non la affascinava. Lei aggrottò la fronte. "Sembra", disse, "sono già stata qui, ma quando?" Un attimo dopo, ottenne la sua risposta con una realizzazione sbalorditiva. Era proprio nella stanza del suo sogno!

Immediatamente, un ticchettio la spaventò. Si voltò. La porta si stava aprendo agevolmente. Ha chiesto: "Chi c'è?"

Una donna snella era in piedi sulla soglia. Stella la fissò. La donna entrò. Indossava una camicia bianca abbottonata e pantaloni grigi.

Stella la riconobbe subito. "D-Denni," balbettò.

"Sono venuto qui per accompagnarti", disse Denise. Non aveva espressione. La porta si chiuse dietro di lei.

Stella sospirò. “Oh Denni,” she said, “thank goodness you’re here! This room really struck me dumb.”

“Oh, really!”

“I can’t believe, and you won’t either, that this is the very room I had-hey, wait a second! I didn’t know you were following me.”

“That’s right, my love. Cause, I didn’t tell you.”

Stella smiled. “Um-it’s ok,” she said. “Are you planning to watch me and Lupe tonight?”

“No. She won’t come here.”

“What! But you told me…”

“You’ve heard me, haven’t you? It’s no use to wait for that filthy call girl! She isn’t the right partner for you to enact your dream.”

Stella frowned, “Well,” she said, “it was you who suggested me to do that.”

“No, it wasn’t me. It was Denise who told you to follow a worthless scheme.”

“What are you talking about?”

“I’m as plain as my words, baby.”

“Hey! I think you’ve lost your wits.”

“No, I haven’t! Just look at me, Stella.” Denise spoke as she took off her glasses and stepped deliberately toward her.

Stella stared at Denise and she exclaimed, “Denni! What’s wrong with your eyes?”

Denise smiled. “There is nothing wrong with them,” she said. “They are green, naturally.”

“Oh, come off it! I know they are grey, and you’ve put contacts in your eyes to play a prank on me.”

Denise laughed. “Do you think so? Very well,” she said. “Just turn around and the mirror will show you the reality.”

Stella turned around. She stared wide-eyed. There was no reflection of Denise in the mirror. Instead, the grey girl with cropped hair and pointed ears stood behind her. She was smiling maliciously.

Stella turned her head to stare at the green-eyed Denise and she asked, “Who are you?”

Denise raised her right hand and snapped her fingers. Stella gasped as Denise’s figure began to distort. Her skin tones changed to grey and she took her real shape right away. “I’m Leona,” she said. “Last night, that bat with glasses called me a catgirl. Oh, should I say she had no idea about a felina.”

“Felina! W-what’s a felina?”

“That’s my race. I don’t like if somebody calls us catgirls even though there is a hint of feline and human hybridization in our ethnicity.”

“I-I don’t think anyone has ever heard about you or your race.”

“Precisely,” Leona answered. “That’s because we live in an underland of feline shapeshifters, the Pumaland. There are hundreds of felinas, roaming around on earth. They are disguised as cats.”

Stella raised her eyebrows. ‘So, I’ve been dreaming about a felina for six nights,’ she deduced.

“We’re fond of exploring the nature,” Leona added. “I came here to explore it and the world too. So much has changed in 68 years.”

“68 YEARS,” Stella exclaimed, “but you look hardly older than 20!”

Leona laughed. “Felinas have a life span longer than that of humans,” she explained. “We come of age at 56.”

The two stood silent, staring at each other until Stella asked her, “I saw that you were disguised as Denise but the mirror exposed your real self.”

“Yes.”

“Was it a magic or something?”

“A felina can take any shape and speak into the voice of somebody else. In addition, she can control minds and go invisible at her own will. However, she can’t hide herself from a mirror.”

“I see. That’s why I could see you only in the mirror last eve. You were invisible!”

“You’re right.”

“So, what were you doing in my room then?”

“I came there to see you.”

“Why?”

“Because I’m a lesbian and-I love you.”

“What?”

“It’s true Stella. I’ve been coming at your place since a month, just to look at you.”

“Since a month! B-but you know I have a boyfriend.”

“I don’t care if you have a boyfriend.”

“I care for him!”

“Yeah I know, but remember how Denise had told you about your bisexuality. Then, you believed in her suggestion and agreed to come here for stopping the dream that has been disturbing you every night!”

Stella was speechless. “Good gracious! You know everything,” she blurted out.

“YOU got it.”

“That’s impossible-I mean, just two of us, me and Denni, knew all about this dream and its connection with my sexuality!”

“You may think so, but actually I was around when you and your friend had a chat at McDonald’s.”

“What do you mean?”

“Yesterday,” Leona said, “I was in your room when you were telling her about the dream. Of course, you couldn’t see or feel me because I was invisible. It was indeed a fascinating thing to know that you had been dreaming about me for five nights. In fact, I wanted your consent to accept me as a lover. However, I never tried to control your mind and had to wait for the right moment to tell you all about me. I stayed with you all day long. You took a nap and I sat on the bed, beside you. The natural beauty, which you possess, always enthralls me. I kept looking at you until you got up. When you saw me in the mirror and turned around in amazement, I decided to take the shape of a tabby. Therefore, I went to the door and opened it while you picked up the cell phone. I got out, walked over to the carport, turned into the cat and jumped up to sit on the hood of your car.”

“Why did you take the shape of a tabby?”

“I wanted to know if you were going to talk more about the dream with your friend, but my real shape could scare you off. When you came out, I leaped down and made myself invisible. As you opened the car door, I jumped and settled myself on the seat beside yours. That’s how I reached at McDonald’s. My hunch was right! You went there to discuss your dream with Denise.”

“Yes, I was sick of this dream. Denni made me sure that I can stop it if I go to bed with some wild and cunning female lover.”

“She recommended you a useless course of action,” said Leona. “I didn’t like the idea of hiring a call girl, but the consequences of sleep deprivation were too serious for me to ignore. Hence, I decided to go with her and appeared as the tabby. I made an eye contact with her and she was mesmerized immediately. She perceived my telepathic command as her own idea to take me home.”

‘That’s why,’ reflected Stella, ‘Denni could neither blink nor give a start for Leona’s jump at her.’

“Little did she know,” Leona went on, “that I was controlling her mind. She babbled about the interpretation of your dream to her dear PET. Like her, I wanted to save your mental health. Therefore, I waited until you called her this morning. She told me about your last night’s dream and I knew that the place for enacting the dream must not be your bedroom.”

“So, she told you that the room in my dream was other than my boudoir.”

“Yes. She followed my command to keep herself from calling Lupe, and took me with her to look for some hotel room.”

“And she got this room booked some hours ago.”

“Exactly,” said Leona. “She had to cruise around the city because she couldn’t get any room in six hotels.”

“Goodness,” Stella exclaimed, “she had been under your control all day long!”

“Until, we returned to her home in 30 minutes. I had to take her shape before meeting you here. Therefore, I put her under a spell.”

“What spell?”

Leona smiled. “The slumbero spell,” she answered. “Your friend will be sleeping in her bedroom for 15 hours.”

“15 hours! But that’s too much.”

“Don’t worry, darling. When the spell will wear off, she won’t remember about your dream or Lupe.”

‘If Leona made Denni sleep under a spell,’ thought Stella, ‘she might have done that before six o’clock. How is it possible for Denni to make a call then?’

Leona noticed that a deep furrow had appeared on Stella’s forehead. She asked her, “What’s troubling you, my love?”

“I received Denni’s call at six this eve and no one, by all means, can make a call after dozing off.”

Leona laughed. “It was me who made this call and spoke with you in Denise’s voice,” she said.

“Oh, yes. It sounds reasonable. I’ve seen you speaking in her voice, but tell me one thing.”

“Sure.”

“You’ve been coming to my home since a month. It was very easy for you to have sex with me in my boudoir, and you could do that before I had this dream. May I know why you refrained yourself from making advances at me?”

“Like I said already,” Leona answered, “I wanted your consent to accept me as a lover. Perhaps, no one has ever told you that a natural beauty must not be exploited. I worship you because I love you. That’s why I’ll never control your mind to make out with you.  It’s very hard to force one for sex whom you love sincerely.”

Stella raised her eyebrows. She thought over Leona’s answer for a while and then, she spoke. “That’s really impressive, Leona. I believe you, and in your love for me. You are the very person in my dream. I can’t break up with Jonathan, but I have no question on your privilege to be my partner. Come and take me! I’m yours.”

Leona beamed at her. She walked closer to Stella, took her waist, and asked, “Is it just for tonight?”

Stella raised her arms to hug Leona around her shoulders, “No,” she said, “but for the whole life.”

“How may I thank you for this favor?”

“You know very well how to thank me.”

“Yes,” said Leona and she took Stella’s lips. Her kiss was soft and warm. Stella closed her eyes, savoring the feeling of Leona’s mouth on her own.

The two did not break their kiss. It grew demanding and passionate. Stella felt that Leona was sucking her lips, and she moaned.

Soon, they locked their mouths in a French kiss. Leona’s hands roamed over her back. She reached up to unknot the halter tie. After kissing her cheeks and licking her neck, she removed the straps of her top and pulled the bra cups down. She kissed her lips again, and began to play with her exposed melons. Stella smiled languidly; Leona’s teasing manipulation of her tits was pleasing indeed.

“Hum-just look at them,” said Leona as she ogled at Stella’s tits. “They are so big and beautiful. Do you want me to suck them?”

“Yesss…”

“Of course I will. Cause, I can’t resist myself,” she said, grabbing Stella’s tits into the deep cleavage. Then, she slipped her tongue out and licked her there, and ran it across them from nipple to nipple.

Stella bit her lip. She tilted her head back. Leona’s tongue flicked on her nipples and they stood out as a pair of pink protrusions.

Without further ado, Leona took a mouthful of her left tit. She pressed her lips together and released the nipple. Then, she went after the right tit and held the nipple in suction until it slipped out of her mouth.

Stella grabbed her lover’s head. “Yes, yes, like that Leona,” she cooed. “Suck my tits. Pull them for me, yesss…”

‘Of course my love,’ thought Leona. ‘I’d love to do this for ages.’ She hanged around the juicy tits to suck, to bite, and to pull them.

Stella’s face flushed. “Mmm…” she moaned. Leona’s ardent mouth and hands were setting her ablaze.

Leona held her melons and pressed them to bring her nipples closer. Then, she went on with licking and sucking the puffy pair.

Stella sighed as Leona released and retook her nipples. ‘She wants them bad. I love the way she’s sucking and touching my tits,’ she reflected.

Leona, however, resolved to go down on her. She looked at Stella and said, “I want to taste your pussy, and I’m sure it’s already lubed for me.”

“Yes it is.”

Leona smiled. She knelt down and her arms clasped around Stella’s thighs.

Stella laughed as she felt a pressure at her crotch. She looked down. Leona’s face was buried into her skirt. “Hey, you can’t taste my pussy like that,” she said.

Leona looked up. “Ooh la la,” she said, “I can smell it.”

“What?”

“Just kidding! Take your suit off, my love,” said Leona. She fumbled with the buttons of Stella’s skirt. Meanwhile, Stella pushed the swimsuit down her middle.

The silk material fell in a mess at Stella’s feet. One of the two nightstands was at her left. Hence, Leona touched her thigh and said, “Raise your leg, baby.”

Stella did as Leona had told her to do. While putting her foot on the nightstand, she reclined against the wall to brace herself.

Leona’s eyes fell on her bald pussy. “Wow,” she spoke out, “what a sight! Your pussy looks so fresh, so clean, and so SMOOTH.” She raised her hand and Stella hissed for a light touch between her thighs.

“Of course,” Leona went on. “It’s sensitive and”, she darted her tongue out and ran it into Stella’s pussy, “hum-very tasty.”

Stella sighed, and she closed her eyes. Leona had kissed her snatch. It was wet and odorous.

Leona glued her mouth to Stella’s womanhood and she sucked her nectar. Then, her head bobbed as she proceeded to lick her in urgency.

Stella moaned. She began to pinch her own nipples. Leona’s mouth and tongue were shaking her.

Leona roamed her left hand over Stella’s midriff and she clawed at her right tit. “Ouch! That hurts,” Stella complained.

Leona ignored her. She squeezed her tit for a while, and moved her hand down. After stretching Stella’s pussy, she drove her tongue out. It went easy into the vulnerable cunt. She heard a faint gasp, and resumed using her tongue to fuck the blonde hottie.

Stella laughed and her chest heaved. Jonathan was a good cunnilinguist, but he never fucked her like that. It occurred to her that Leona was moving her head back and forth. ‘You’re so good. Oh how I want you to fuck me with your tongue forever,’ she wished.

Leona licked her cunt. Then, she flicked her tongue to circumscribe the engorged clit. In order to suck it, she clamped her lips on Stella’s hood.

Stella squealed as she felt a tickling touch on her clit. Her stomach muscles began to contract.

Leona proceeded to kiss and suck the pink morsel with clamorous smack. Stella chanted in delight, “Ooh… yes… yes… yes… right there baby… right there… aah… right there… mmm…”

‘I guess she’s going to reach her peak,’ Leona deduced, ‘and she must not cum until I fuck her with my shaft.’ Hence, she released her clit. After that, she proceeded to lick up her stomach and grabbed her melons to suck them. They kissed each other passionately. Stella took her lips, savoring her own taste on them.

Leona asked, “Do you love the flavor, baby?”

“Yes. It’s so wonderful,” said Stella.

“Oh yeah, I love it too.”

“Really! I just thought you wanted some break.”

Leona smiled. “So,” she said, “we aren’t satisfied, are we?”

“No.”

“Ok. Turn around,” Leona told her.

Stella turned around. Leona raised her hands, and she gave her a jolt. Consequently, Stella pitched forward on the bed.  She turned her head and scowled at Leona. “Hey,” she spoke out, “what was that for?”

“I’m sorry, darling,” Leona apologized as she joined her abed. “I didn’t mean to harass you.”

“I don’t like such pranks! OKAY?”

“Ok. I’ll keep this in mind,” Leona assured her. ‘Actually, I’m enacting your dream,’ she thought before lying herself atop Stella.

“Ah,” Stella groaned.

“Baby! What happened?”

“I feel something hard at my ass.”

Leona pursed her lips. It was the bulge in her trousers. “Um-never mind,” she said. “Let’s make out, shall we?”

Stella closed her eyes for a peck on her cheek. Leona showered her back with a trail of kisses and she touched her fleshy bottom, squeezing it. “Wow! Your ass-cheeks are so big and soft,” she said.

“Ouch! That was sharp,” Stella exclaimed as she received a spank.

“I know how to relieve this pain,” said Leona. She kissed her rump on the spot where it was spanked.

Stella laughed. “Yes,” she said. “I can feel that.”

Leona said nothing because she was licking her ass crack. Then, she pushed her ass-cheeks apart. Her tongue snaked along their insides. Stella moaned as she got her asshole licked and lubed.

After enjoying the taste of Stella’s asshole, Leona rolled her over. She pushed her legs open, knelt between them, and lay face down to kiss her lips.

Their kiss grew passionate until Leona decided to go for Stella’s tits. She grabbed them to lick her cleavage and suck her nipples.

Stella smiled dreamily. Leona went on with kissing her midriff, legs, and feet. Then, she crawled forward to lick her thighs and planted a kiss on her pussy. ‘Mmm… I love her smell’, she thought, ‘and I must eat her now.’

Stella moaned for a very pleasurable sensation. Leona’s mouth and nose had sunk into her dripping pussy. Soon, she felt that Leona was lapping her pussy lips feverishly.

Leona went down to lick her vaganus and came up to suck her juice. Her tongue flicked on Stella’s clit and she began to suck it.

Stella’s cunt walls quivered. She reached down to grab Leona’s head and held it against her crotch.

Leona knew that Stella did not want her to stop. On the contrary, she ate her cunt for a while, and rose up with a smirk on her lips. She unzipped her trousers. “Watch this, my love. You won’t be disappointed,” she said, taking out a pink shaft.

Stella gasped as her eyes fell on the thing. It was big, curved, and venous.

Leona grinned at her. “You love it,” she asked, “don’t you?”

“That’s weird! I mean, you can’t have a cock.”

“Yes, you’re right. Cause, this isn’t a cock. It’s my CLIT.”

“What? That’s your clit! But how can a…”

“I’m a felina. RIGHT,” Leona cut her off. “I can retract my claws when I’m a cat or my clit may stand out if I smell and taste a pussy.”

Stella pursed her lips. ‘So, it was her clit that pressed into my ass,’ she deduced.

Leona held her thighs apart and she hovered above her, positioning herself between them. “Do you know,” she asked, “what was the cock-like tongue in your dream?”

“I’m too amazed to think of an answer,” said Stella. She hissed as Leona’s glans touched with her pussy hole.

“Well, I can’t change my tongue into a cock,” said Leona. “Hence, it has to be my clit and I’m gonna use it to fuck you for real.” Almost immediately, she pushed her shaft into Stella’s cunt. It went slow and easy for the first entry.

Stella opened her mouth but she could not utter a sound. The friction on her G-spot was extremely pleasant.

Leona went down to her hilt. She kept her shaft lodged awhile in her cunt. Then, she pulled it out before making another insertion.

Stella bit her lip. She reached up to hug Leona and they kissed each other.

Leona went on with fucking her. She moved her hips with perfect timing. Her gentle maneuver developed gradually into a series of shoves.

Stella began to moan. The desire was soaring up her spine.

Leona let her lips go. She raised her torso to heave into Stella’s cunt.

Stella yelped. Waves of extreme pleasure were seizing her. She shook her head in complete abandon.

Leona’s pussy was twitching violently as she continued to pound into Stella. The lust rose within her, filling her vitals to the brim.

All the sensation centered within Stella’s pussy. She clutched at the bed sheet. The cunt juice flowed through her walls. She moved her hips, meeting up with Leona’s shoves.

The last push was the mightiest of all. Stella shrieked and Leona groaned. They came together right away.

The climax drained most of their vitality. Leona’s clit shrank back into her pussy and she managed to snuggle up with Stella.

None of the two spoke for some time. Stella lay on her back. She had laced her hands under her head. Meanwhile, Leona fondled her tits. She noticed that Stella was blinking at the ceiling. “I guess, you’re thinking over something,” she said.

“Yes. I feel a connection between this room and my dream.”

“Really! How come they are connected?”

Stella looked at her and replied, “Denni never believed in the existence of a felina, and she suggested me to divert the prospect of having sex with some mysterious female lover. You told me to come here because you wanted to enact the dream at a place other than my boudoir. I think, both of you were pretty sure about this room.”

“No, we just got it booked. Why do you say so?”

“I say this because-it’s the very room of my dream!”

Leona sat up. She stared at Stella and reflected at her words. Then, she understood everything. “So-that’s what you wanted to tell me when I got here,” she said.

“Yes,” Stella affirmed as she followed Leona’s example, “but then I thought Denni-or you had no idea about the room.”

“Correct! We had no idea that you already dreamed of this room.”

“But, that’s impossible!”

“Impossible? Oh baby, you shouldn’t forget,” said Leona, “that Denise had to cruise around the city looking for a vacant hotel room. She was under my control all day long. Obviously, she knew nothing.”

“Do you want to say that the booking of this room wasn’t planned? Was it a coincidence?”

“We weren’t after a room akin to the one in your dream, but I agree that it was a plain coincidence.”

Stella shrugged her shoulders. “That’s incredible,” she said. “I never believed in dreams or unconscious but that was before I met you.”

Leona took Stella’s hand in her own. “Darling, I must tell you one thing,” she said. “All three of us had different beliefs and desires, but actually we were led by fate to follow a common purpose. Consequently, your dream came true.”

“Yes,” said Stella, “and I hope it will never disturb me again.”

“As long as I’m sure, it won’t,” said Leona. She moved her hand and ran it over her crotch. The wet spot on her trousers was gone instantly.”

“You’re brilliant,” said Stella cheerfully.

“I want to give you a more brilliant thing,” said Leona. She fished out a lustrous ornament from under her shirt. It was the green pendant, carved as a cat’s head.

Stella looked at it in fascination. “It’s beautiful,” she said.

“I’m presenting you this locket as a token of our love. It will keep us united even though we go far away from each other.”

Stella took the pendant. “Yeah,” she said, “because it’s a gift.”

“Sure. It’s a gift, but there’s some magic.”

“What magic?”

“If you need me anytime, just put it on your lips and call me thrice. I’ll come over to you right away.”

“Wow! I love this idea.”

“Remember, my love. Our adventures don’t end here tonight,” said Leona.

“Yes, they never will.”

The two smiled at each other and their lips met in a passionate kiss.

Categorie
Storie

Notte erotica | Storie di sesso lesbo

Inarcai la schiena per il piacere mentre continuava la sua violenza. Le mie mani inconsapevolmente strinsero strettamente le lenzuola. La sua lingua ha funzionato sul mio cuore pulsante.

"Per favore, non posso." Sussurrai chiudendo gli occhi. Il piacere era troppo da sopportare.

I suoi occhi incontrarono i miei mentre alzava la testa. I suoi occhi avevano una lussuria che mi dava i brividi.
"No principessa, so che lo vuoi anche tu." Con questo ha leccato il punto debole del mio nucleo che mi ha fatto gemere quando ho raggiunto il mio climax. Il mio respiro era pesante e gli occhi ancora chiusi finché non la sentii salire su di me e sussurrò qualcosa nelle mie orecchie.

"Sei mio per la notte."

In quel momento ero nel mio ufficio, a controllare i file che il mio capo mi ha dato. Mi ha detto rigorosamente che se non avessi finito i file entro le 19:00 non mi avrebbe lasciato andare. Patetico vero? Quindi, stavo facendo il mio lavoro, così posso andare a casa e dormire sul mio comodo letto. Dio, non vedo l'ora per questo. Ho 20 anni e ho trovato lavoro nella Black's Corporation. La mia famiglia ha un disperato bisogno di soldi, quindi devo lasciare il mio studio a metà. È davvero difficile trovare un lavoro in una città come New York, ma per fortuna ne ho avuto uno. Non so davvero come ho ottenuto questo, il mio capo sembrava impressionato dalla mia capacità. Tuttavia, è una donna scortese e arrogante. Comportarsi sempre in modo scortese con i suoi dipendenti. Voglio dire, dai, lavoriamo per lei, almeno abbi un po 'di rispetto! Ad ogni modo, ho finito il mio lavoro dopo 1 ora e ho sospirato di sollievo. Sono felice di aver finito, ora posso tornare a casa velocemente. Mi sono precipitato nell'ufficio del mio capo e ho bussato alla porta. Sto lì in attesa della sua risposta. "Entra." Urla dall'interno. Aprii velocemente la porta e la vidi seduta sulla sedia con gli occhi fissi sul portatile. "Uh … signora ho finito con il lavoro." Ho detto. Mi ha guardato con gli occhiali. Devo ammettere che è una donna meravigliosa con i capelli castani e gli occhi azzurri, e devo dire che è la donna più alta che abbia mai visto. Io sono solo 5'3 e lei ha quasi 6'0. Sembro un nano davanti a lei. "Aspettami fuori, ci vediamo lì." Ha detto in modo assente. La mia mascella cadde a terra. Lei è reale? "Um..ma'am non posso andare a casa?" Chiesi tremante. Avevo paura che sarebbe diventata matta. "Ti porto a casa con me oggi, ci sono poche pratiche da fare." Avrei voluto prenderla in giro. Perché lo fa? Annuisco solo con la testa e mi dirigo fuori dalla stanza. Volevo solo tornare a casa e riposarmi e ora eccomi qui ad aspettarla. Dopo 10 minuti è venuta e mi ha fatto cenno di sedermi sulla sua macchina. Il viaggio era silenzioso. La cosa strana era che ogni volta che mi parlava, metteva la sua mano sulla mia coscia o sulla mia spalla. Sembrava davvero strano. Arrivammo a casa sua ed entrammo nella sua stanza. Era ben arredato e pulito. Mi sono seduto sul suo letto con lei mentre ha iniziato a raccogliere alcuni file. Ho iniziato a controllarli. Posso sentire il suo sguardo fisso su di me che mi ha messo a disagio. Vorrei che finisse presto. Sono passati quasi 20 minuti ero a casa sua, improvvisamente l'ho sentita seduta accanto a me il che mi andava bene finché non ha iniziato ad accarezzarmi la schiena. "Sembri davvero stanco tesoro." Lei sussurrò. Cosa le è successo? "Uh … no sto bene … davvero." Le ho sorriso. Continua ad accarezzarmi la schiena finché non ha iniziato a toccarmi il culo. Mi sposto a disagio. "Signora, penso che dovrei andare a casa, probabilmente mia madre è preoccupata." "Non preoccuparti, l'ha informata il mio manager." La guardai sorpreso. Perché si sta comportando così bene? Forse è preoccupata … forse "Sei davvero una bella ragazza, Eva, così bella." Sussurrò avvicinandosi a me e inalò il mio odore e sentì i suoi baci morbidi sulla mia spalla. Il respiro mi si bloccò in gola. Questo non è giusto. Ho provato a spingerla ma lei ha stretto la presa e mi ha tenuto fermo. "Co-cosa stai facendo?" "Sshh bambina, ho aspettato questo monento per molto tempo." Disse in modo seducente e mi baciò furiosamente. I miei occhi erano spalancati e ho cercato di spingerla a rompere il bacio. Mi ha tenuto la mano e me le ha bloccate dietro. Rimasi senza fiato per il dolore e lei lo prese come una possibilità e fece scivolare la lingua. Il suo bacio mi stava facendo cose strane. Un gemito uscì dalla mia bocca. Si tirò indietro, entrambi respiravamo affannosamente. Ho guardato in basso, semplicemente non riuscivo a incontrare i miei occhi con lei. "Sei così bello." Ha detto e mi ha preso in braccio. Mi aggrappo alla sua spalla. Sono così leggero?
Mi ha messo sul letto e si è messa sopra di me. Fisso i suoi occhi lussuriosi. "Devo andare signora per favore." So che è sbagliato e voglio solo andarmene. Lei strinse i denti, io deglutì per la paura. Cosa c'è che non va in lei adesso?
"Non te ne vai, capito?" Ha gridato e ha rotto le sue labbra con le mie. Feci una smorfia per la forza. Le sue mani vagano liberamente intorno al mio corpo e mi hanno stretto le tette. Rimasi senza fiato per lo shock. Mi dimeno sotto la sua stretta cercando di liberarmi. Mi blocca le mani sopra la testa e inizia a mordicchiare i suoi fianchi. Mi sentivo caldo nel mio nucleo. Gemette mentre sorrideva più forte. Stavo cercando di non lamentarmi ma, sfortunatamente, mi è sfuggito di bocca. Con la mano libera mi ha strappato la camicetta. Ho urlato quella volta, stava andando troppo veloce. Mi ha sbattuto la mano sulla bocca, interrompendomi. "Non osare fare alcun suono." Ha avvertito. La paura ha preso il sopravvento e ho annuito sottomesso. Ha strappato il resto del mio vestito, i suoi occhi lussuriosi vagano avidamente intorno al mio corpo. Ho chiuso gli occhi per la vergogna. Non lo voglio. Mi ha baciato il décolleté e mi ha strappato il reggiseno. Le sue mani hanno fatto jon sulle mie tette accarezzandomi lentamente e pizzicandomi i capezzoli. Gemevo di piacere e dolore. La sua bocca si connette con il mio seno destro e gemetti forte. "Uhhmm." Ha sorriso, leccato e succhiato il mio seno. La sua altra mano ha raggiunto le mie cosce e ha sfregato il mio core dalle mutandine. Ho urlato di piacere. Ha continuato a strofinare brutalmente. Si è fermata e mi ha tolto la gonna. Le mie guance erano arrossate. Anche se era sbagliato, ma quella volta sembrava così giusto. Mi ha baciato le cosce e mi ha massaggiato il core. Strinsi forte le lenzuola. Si è abbassata e mi ha baciato la figa. Ha continuato a succhiare e mordicchiare il mio clitoride mentre mi sentivo senza fiato. I miei gemiti stavano diventando più forti. All'improvviso si fermò e mi spinse le dita. Il dolore scorreva nel mio corpo, piagnucolavo per la forza, ma presto il dolore fu sostituito dal piacere. "Ahhh signora più veloce." Ho urlato. Mi sorrise e aumentò la sua velocità. Stava pompando dentro e fuori il suo dito nella mia figa. I miei fianchi strusciavano leggermente lungo le sue dita. Le sue carezze diventavano sempre più veloci, mi sentivo pronto a venire. "Io-sto venendo." "Vieni per me bambina." Mi sussurrò all'orecchio quando raggiunsi l'orgasmo con il suo ultimo colpo. "Aahhh." Ho urlato forte. Il mio sperma era su tutte le sue dita, lei le ha leccate tutte. Sono arrossito forte, pensavo fosse finita, ma ragazzo quanto mi sbagliavo. Si è abbassata, mi ha appoggiato entrambe le gambe sulla spalla e ha iniziato a leccarmi. Mi sono lamentato di nuovo. Il suo respiro caldo mi stava facendo impazzire. Inarcai la schiena per il piacere mentre continuava la sua violenza. Le mie mani inconsapevolmente strinsero strettamente le lenzuola. La sua lingua ha funzionato sul mio cuore pulsante. "Per favore, non posso." Sussurrai chiudendo gli occhi. Il piacere era troppo da sopportare. I suoi occhi incontrarono i miei mentre alzava la testa. I suoi occhi avevano una lussuria che mi dava i brividi. "No principessa, so che lo vuoi anche tu." Con quello ha leccato il punto debole del mio core mi ha fatto gemere quando ho raggiunto il mio climax. Il mio respiro era pesante e gli occhi ancora chiusi finché non la sentii salire su di me e mi sussurrò qualcosa nelle orecchie. "Sei mio per la notte."

Categorie
Storie

Io e la mia nuova ragazza

Io e la mia nuova ragazza

Categorie
Stile di Vita

Come fanno le lesbiche ad avere figli? –

Sì, anche le lesbiche possono avere figli! Potrebbe non essere così facile come lo è per le donne che hanno accesso allo sperma 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma non è così difficile come potresti pensare.

Le lesbiche hanno figli allo stesso modo del resto dell'umanità, solo con un po 'più di pianificazione! Ecco una rapida ripartizione di come funziona:

1. Una coppia o un individuo lesbico decide di voler avere figli.

2. Capiscono se vogliono adottare o concepire.

3. Per i primi, passano attraverso il processo di adozione come qualsiasi altro cittadino. Se decidono di portare con sé, visitano una clinica per la fertilità e parlano con un medico del processo, quindi portano a casa una manciata di opuscoli da leggere.

4. Acquistano in varie banche del seme online e fanno un ordine, oppure chiedono il suo sperma a un amico o un familiare.

5. La donna che intende portare il bambino inizia a mangiare in modo più sano, prendendo vitamine prenatali e monitorando il suo ciclo di ovulazione, proprio come qualsiasi altra donna che pianifica una gravidanza.

6. Torna alla clinica della fertilità dove gli infermieri / medici seguono i suoi cicli in modo più accurato, quindi fanno alcuni test per capire il momento ideale per "fare l'atto".

7. Sopporta una serie di iniezioni di ormoni che la rendono il più fertile possibile, quindi passa attraverso una procedura di fertilità, come l'inseminazione intrauterina (IUI) o la fecondazione in vitro (IVF).

8. Fa un test di gravidanza a casa (sì, sono gli stessi che usano le donne eterosessuali) e spera per il meglio!

9. Ripete i passaggi da 6 a 9, se necessario.

10. Trasporta il bambino per nove mesi, poi partorisce!

A tutte voi lesbiche là fuori interessate ad avere figli, non esitate a inviarci un messaggio con altre domande. Questo blog graffia a malapena la superficie di come appare il processo di creazione del bambino e siamo felici di rispondere a qualsiasi domanda aggiuntiva al meglio delle nostre conoscenze!

Categorie
Storie

Storia di sesso lesbo per la prima volta | Storie di sesso lesbo

Ha iniziato lentamente a baciarmi prestando attenzione ad ogni angolo e fessura del mio corpo, esplorandomi, trovando nuove zone erogene mai incontrate prima con i miei numerosi appuntamenti con la razza maschile. Questo è stato il mio primo incontro lesbico. Stavo quasi venendo prima ancora che avesse raggiunto i miei capezzoli. Il suo bacio vagò dalla mia bocca alle mie orecchie e al collo poi giù al mio petto e il mio corpo si contorse volendo di più.

La serata delle ragazze è stata la decisione per stasera.

Cat e io siamo usciti molto recentemente.

Clubbing, picking-up e abuso generale del nostro corpo con notti intere mescolate con abbondanti quantità di alcol. Tutto ciò porta a situazioni in cui ti metti rapidamente i vestiti al mattino e te ne vai il più velocemente possibile.

DVD, piatti thailandesi da asporto, vino bianco, popcorn e cioccolato erano in programma per stasera … e non vedevo l'ora che arrivasse un fine settimana facile per cambiare.

Sono entrato a casa di Cat, un appartamento con due camere da letto nel centro cittadino.

Il cibo era già lì insieme alle prelibatezze. Ho portato il vino.

"Ciao Amanda" disse Gatto sporgendosi per baciarmi.

Le sue labbra sfiorano le mie. Erano così morbidi e luccicanti che non ho potuto fare a meno di guardarli.

Abbiamo mangiato il cibo delizioso, Cat spesso si leccava le labbra, che ha attirato la mia attenzione e ha inviato piccoli impulsi alle mie parti di ragazza. Volevo tuffarmi e perdermi nelle sue labbra scintillanti e bagnate.

Dopo cena abbiamo aperto la seconda bottiglia di vino e ci siamo sistemati in Pretty Woman e poi in Dirty Dancing. Ci sono piaciuti sorrisi, risate e un bel po 'di lacrime.

Cat si è avvicinato e ha spostato i miei capelli lontano dal mio viso inzuppato di lacrime. Ha usato un tovagliolo e ha asciugato le mie lacrime sul viso a pochi centimetri dal mio.

La mia mente si bloccò e non sapevo cosa fare.

'Stava per baciarmi? Volevo che mi baciasse? '

Non sapevo niente. Ero perso e affascinato da lei.

Si avvicinò a me il mio cuore iniziò a battere un po 'più velocemente il mio respiro si accorciò. Potevo dire che mi voleva e io volevo che mi prendesse. La danza dell'attesa era in pieno svolgimento e io ero solo un volenteroso passeggero verso dove lei mi avrebbe portato.

'Hai degli occhi molto belli.' Ha detto mentre mi metteva una mano sulla gamba. 'È bello stare con te da solo stasera.'

Potevo sentire il sangue che scorreva attraverso il mio corpo portando con sé il desiderio.

Adesso volevo che mi baciasse, sentisse le sue labbra morbide sulle mie. Volevo che si tuffasse e si immergesse in me. Per portarmi in posti in cui non ero mai stato.

Cat si alzò

'Un altro drink?' Ha chiesto.

Sono stato felice e deluso allo stesso tempo.

'Sì. Sì grazie.'

Entrò in cucina e riempì i bicchieri. Mi ha dato il tempo di respirare. Pensare.

'Lo faremo? Sto solo sbagliando? Oh no. E se mi sbaglio. "I pensieri correvano selvaggi nella mia testa.

Cat tornò in sala e mi porse il bicchiere di vino. Lo metto sul tavolo accanto a me. Cat ne ha bevuto un bel sorso.

'Allora dove eravamo?' Sorrise Cat. 'Ah sì. Stavo per baciarti. >>

Di nuovo mi sono bloccato dalla paura. Il mio cuore quasi si fermò quando lei si chinò e mi baciò le labbra. Così morbida, così tenera, la sua lingua danzava nella mia bocca e le sue labbra vagavano attorno alle mie. La sua mano mi prese la guancia mentre andavamo.

Mi lasciò la faccia e si appoggiò allo schienale. Guardandomi dritto negli occhi. Ero perso, affascinato. Ero suo

'Stai bene?' Ha chiesto? La sua voce era morbida e tenera.

Riuscii a fare un cenno del capo.

"Di più" è tutto quello che ho detto.

Scivolò giù dal salotto inginocchiandosi tra le mie gambe. Mi sono seduto. Le sue labbra ritrovarono le mie. Questa volta molto più soda, ma ancora morbida come la seta. Si baciò e le nostre lingue ballarono al loro ritmo.

Le sue mani hanno trovato i miei seni e hanno stretto dolcemente, poi la sua mano è scivolata sotto la mia felpa tirando fuori i miei seni dal reggiseno.

Le sue dita hanno portato i miei capezzoli sull'attenti. Più morbido di quanto qualsiasi uomo avesse mai toccato. Mi ha fatto desiderare il suo tocco sempre di più con ogni secondo che passava. Il suo bacio è arrivato al mio collo e poi di nuovo alla mia bocca.

La volevo così tanto.

Si fermò, mi sfilò il top e mi slacciò il reggiseno e lo lasciò cadere a terra.

Cat si alzò e iniziò a slacciarsi il vestito bottone dopo bottone. Volevo saltare in piedi e strapparlo via, ma mi sono seduto immobile come una brava ragazza.

Una volta sciolto, lo lasciò cadere rivelando un set nero di reggicalze e reggicalze abbinati a reggicalze e mutande. Sembrava abbastanza buona da mangiare. Capivo perché era popolare tra i ragazzi: era così sexy.

Mi sono tolta i pantaloni della tuta imbarazzata dalle mutande che indossavo. Cat li ha strappati via e gettati sul pavimento mentre mi adagiava sul divano.

Ha iniziato lentamente a baciarmi prestando attenzione ad ogni angolo e fessura del mio corpo, esplorandomi, trovando nuove zone erogene mai incontrate prima con i miei numerosi appuntamenti con la razza maschile.

Stavo quasi venendo prima ancora che avesse raggiunto i miei capezzoli. Il suo bacio vagò dalla mia bocca alle mie orecchie e al collo poi giù al mio petto e il mio corpo si contorse volendo di più. Una volta che le sue labbra si chiusero intorno al mio capezzolo, urlai di pura gioia.

Questo la incoraggiava ancora di più mentre la sua mano libera scendeva e trovava il mio punto di piacere.

Le sue due dita percorrevano la lunghezza del mio buco già gocciolante, aprendomi leggermente e colpendo direttamente il mio bocciolo. Succhiava, baciava e giocava con me fino a quando il piacere non era troppo e io sono venuto forte e forte.

Mentre venivo, le sue due dita sono scivolate dentro di me e lei mi ha scopato, facendo lavorare il mio punto G fino a quando l'ondata di piacere si è placata.

Mi guardò e si alzò porgendomi la mano. Mi alzai senza esitazione e la seguii nella sua camera da letto.

"Sdraiati per me piccola" ha detto. La sua voce era dolce, sexy e sfrenata. Ha reso il mio amore già canticchiato pulsare ancora più forte.

Feci come da istruzioni e lei si arrampicò dalla fine del suo letto. Ho aperto le gambe come per istinto.

Non perse tempo e strisciò su e mi baciò direttamente sulla mia umidità. Le sue labbra erano morbide e piene. Ha succhiato le mie labbra nella sua bocca, poi ha iniziato a leccarmi e baciarmi sempre di più.

Le sue dita uno, due, tre … non so mi hanno pompato dentro ancora e ancora. Le mie mani le afferrarono la testa con forza mentre mi portava di nuovo in cima.

La sensazione mi ha reso incapace di parlare o controllarmi. Sono venuto e sono venuto da un orgasmo all'altro fino a quando Cat non si è saziata di me.

'Ti stai divertendo?' Mi ha chiesto sorridendomi con la faccia luccicante del mio succo di sperma.

'Cazzo sì … Posso assaggiarti per favore? Per favore?'

'Certo che puoi. Stenditi ancora lasciami salire in cima. Voglio sedermi sulla tua faccia, bellissima ragazza. "Disse Cat.

In pochi secondi aveva appollaiato la sua figa direttamente sopra la mia faccia. Ha tirato un cuscino sotto la mia testa mentre mi posizionava. Non ero mai stato con una donna prima di volerla assaggiare. La sua figa era a un centimetro di distanza.

Ho tirato fuori la lingua e ho preso la mia prima leccata di un'altra donna. Mi elettrizzava mandando brividi attraverso il mio corpo.

Leccai lentamente le sue pareti esterne spingendole le labbra nella mia bocca e succhiando il suo succo che si era già raccolto. Cat ha iniziato ad abbassarsi ritmicamente solo un tocco e di nuovo su come se stesse cavalcando la mia faccia. Mi ha solo reso più caldo.

Le ho messo le mani intorno al culo e le ho tenute strette mentre alzavo la testa, leccandole e succhiandole la fica tirando fuori la lingua il più lontano possibile permettendole di cavalcarmi la faccia. La lingua le scopa il buco per la sua gioia. Cat mi ha afferrato la testa e si è ribaltato più velocemente nella mia bocca.

'Succhialo piccola, succhialo. Questo è infilarlo nel profondo di me. Lingua me. Parlami bene. "Chiese.

Le sue parole erano come gas su un fuoco e l'ho leccata fino a quando il suo sperma non mi scorreva su tutto il viso e nella mia bocca catturando il più possibile mentre la leccavo fino all'estasi.

Una volta che si è sistemata, è rotolata via e si è sdraiata accanto a me.

'Oggi ti ho comprato un nuovo giocattolo.' Cat sorrise e tirò fuori un sacchetto di carta sgualcito marrone da sotto il cuscino. Dentro c'era un dildo, a doppia estremità grande e nero. La mia figa poteva già sentirlo dentro di me.

Ha poi tirato fuori un altro dildo anche lui di colore nero. Dandoglieli, chiese.

'Beh, ti piacciono? Sono puliti pronti per l'uso. Voglio vederti scivolare nella tua figa rasata rosa. "Disse.

Volevo vederla scopare anche la sua figa. Così tanto. Ho posato e aperto le gambe e ho fatto scivolare il dildo dentro di me. Ero così caldo che le mie pareti si sono aggrappate a questo mostro e ho avuto problemi a farlo scorrere dentro e fuori da me. Ho scopato bene e cumming duro mentre andavo.

'Ancora. Non fermarti finché non te lo dico io. "Disse Cat.

Ho continuato a scopare il mio buco come comandato.

Mi voltai e guardai. Cat si stava scopando la sua dolce figa con il double-ender mentre io stavo scopando la mia con un dildo.

I nostri gemiti combinati come il miglior coro del mondo, siamo venuti ancora e ancora. Ancora ed ancora.

Alla fine Cat mi ha detto di tirarmi fuori il mio. La mia figa era ancora affamata. Ha posato tra le mie gambe la sua figa guardando la mia. Mi ha infilato un'estremità del double ender. Era molto più grande dell'altra e mi riempiva totalmente. Poi ha fatto scivolare l'altra estremità nella sua stessa figa.

Lentamente si mosse e si ribellò guardando mentre faceva muovere la creatrice di piacere dentro di me spingendo le mie pareti in tutte le direzioni.

L'istinto ha preso di nuovo il sopravvento e ho iniziato a tirarmi indietro stringendo le pareti della mia figa e poi rilasciando. Il nostro ritmo è cresciuto sempre più velocemente, non un ritmo perfetto ma non importava.

Mi è venuto duro ancora una volta innescando una reazione a catena – Gatto che viene forte – controtendomi più forte spingendo la creatrice di piacere più a fondo in me mentre veniva.

Abbiamo scopato così ancora e ancora. Fino a quando le onde di piacere non se ne fossero andate.

Poi, come una brava ragazza, sono scivolato tra le gambe di Cats e l'ho leccata e succhiata. Baciandole le labbra inferiori finché ogni goccia non fu pulita e sparita.

Si arrampicò sul letto e si sdraiò accanto a me. Ha iniziato a far scorrere le dita su tutto il mio corpo di nuovo.

'Penso che dovremmo restare più spesso.' Ha detto. I suoi capelli sudati ora le erano attaccati al viso.

'Oh sì Cat dovremmo.' Ho accettato.

Categorie
Stile di Vita

Perché le lesbiche indossano molto plaid? –

È un cliché, ma è vero. Ecco la nostra opinione sul motivo per cui le lesbiche indossano molti quadri. Suggerimento: è perché è fantastico.

Prima di tutto, il plaid è fantastico e lo è anche la flanella, se è per questo. Forse le lesbiche lo indossano solo perché è uno dei tessuti più comodi e versatili sul mercato. Ci hai mai pensato?

Scherzi a parte, non so perché il plaid sia diventato un "look lesbico" così essenziale. Forse è semplicemente perché stiamo tutti seguendo una tendenza. Dove è nata quella tendenza sarebbe come chiedere quale biker ha indossato la prima giacca di pelle. Semplicemente non è rintracciabile, gente.

Un'altra spiegazione potrebbe essere che le lesbiche indossano camicie a quadri perché di solito si nascondono abbastanza. È una triste verità che l'autostima è bassa nella comunità lesbica, in parte perché abbiamo avuto più difficoltà ad accettarci, e in parte perché la società non ha ancora raggiunto un abbigliamento di grandi dimensioni che potrebbe essere un modo per alcune donne gay di proteggersi. Potrebbe essere un po 'una portata, ma è un'ipotesi valida come un'altra.

Ma ecco l'altra faccia della medaglia. Parlo sia per me che per Faith quando dico che non indosso il plaid perché sono lesbica. In effetti, il solo pensiero è abbastanza ridicolo. Indosso quello che voglio solo perché voglio indossarlo. Non sono affatto un intenditore di moda, ma so cosa mi piace e lo accetto. Non perché altre lesbiche l'abbiano abbracciato, o perché mi fa sentire più a mio agio nella mia pelle, ma perché mi capita di amare il modo in cui una morbida flanella si sente contro la mia pelle. Per non parlare di gettare un plaid su collant o jeans è probabilmente una delle scelte di abbigliamento più facili del pianeta. E chi non ama l'efficienza?

Categorie
Amore e Sesso

Come fanno le lesbiche a fare sesso? –

Scopri come fanno sesso le lesbiche! Avviso spoiler: non è davvero così complicato come potresti pensare.

Sfortunatamente, non possiamo rispondere in modo obiettivo. Il modo in cui le lesbiche fanno sesso varia ampiamente a seconda delle preferenze personali, delle capacità fisiche, del livello di energia e di tutta una serie di altri fattori. Quello che possiamo fare è darti un'infarinatura di diversi esempi. Ammettiamolo, è per questo che sei qui comunque.

1. Gobba secca

Questo è esattamente come sembra. Vestiti o niente vestiti, in alto o in basso a tua scelta.

Benefici: Facile, conveniente

Svantaggi: Non sempre efficace

2. Diteggiatura

Odio il termine, ma non odio il metodo. In effetti, scommetterei di dire che la maggior parte delle donne non lo fa. Come probabilmente sospetti, si tratta di dare piacere al tuo partner usando le dita … se è specifico che stai cercando, il mio consiglio è questo: la pratica rende perfetti.

Benefici: Veloce, conveniente, preciso

Svantaggi: Le unghie lunghe rappresentano un grave pericolo

3. Orale

Orale implica piacere al tuo partner con la tua lingua. Piaccia o no, di solito è molto efficace.

Benefici: Di solito molto efficace

Svantaggi: File singolo, può essere disordinato

4. Strap-on

Per alcune "nuove" lesbiche, le vecchie abitudini sono dure a morire (se capisci cosa intendo). Per altri, gli strap-on sono semplicemente uno strumento che ti consente di raggiungere quei punti difficili da raggiungere. O dovrei dire, spot.

Benefici: Vivavoce, disponibile in un'ampia gamma di dimensioni

Svantaggi: Alcune lesbiche non si sentono a proprio agio nell'usare gli strap-on a causa della loro natura fallica.

5. Forbice

Sicuramente ne hai sentito parlare. In caso contrario, dai un'occhiata al nostro blog sulle forbici e su come funzionano.

Benefici: Vulva-on-vulva (o qualunque parte tu stia lavorando) può sembrare abbastanza piacevole.

Svantaggi: Livello di forma fisica richiesto: alto. Crampi alle gambe non rari.

Nota del redattore: le opzioni sopra elencate sono e saranno solo esattamente ciò che ne farai. Il livello di intimità e il tasso di soddisfazione dipendono interamente dall'impegno profuso. Che vinca la donna migliore.

Categorie
Storie

Curioso Amico | Storie di sesso lesbo

Sposto la bocca dalle sue labbra, seguo la curva del suo viso con baci teneri e morbidi, scendo sul suo collo. Il meraviglioso collo setoso di una donna è una gioia da baciare e mordicchiare, di solito un'azione accolta con gemiti delicati, mentre si girano per consentirti l'accesso. Sì, è una di queste donne. Mi sposto lungo il suo corpo, baciando ogni centimetro di pelle che attraverso. Sta iniziando a dimenarsi sotto di me, questo sta facendo fluire il suo desiderio, vuole vedere cos'altro ho da darle.

Esso aveva
è stata la giornata più lunga al lavoro, per finire la settimana più lunga. ero così
contento che fosse l'ultimo venerdì del mese, questo significava solo una cosa, il mio
il club del libro online si riuniva per spettegolare sulla loro ultima lettura,
tutti noi bevevamo un bicchiere di vino o due mentre scambiavamo idee sul nostro
libro più recente. Avevo la sensazione che stasera sarebbe stata una buona sessione come
questa volta avevano scelto un romanzo erotico.

Mi ero sistemato davanti
del mio portatile, vino in mano, in attesa che tutte le altre ragazze si colleghino.
Una volta arrivati ​​tutti, è diventato chiaro che l'argomento del libro era diventato
tutti di umore sfacciato, c'erano molti messaggi suggestivi e noi
a quel punto non avevo nemmeno avuto modo di discutere del libro. Una volta entrati
la discussione principale, è stata rivelatrice vedere cosa morde le altre ragazze
piaceva e no.

Una sezione ha avuto un collegamento fin troppo breve tra due
donne; personalmente mi sarebbe piaciuto vederne di più, 4 su
i 6 dei miei amici non ne sono stati infastiditi ma non sono stati eccessivamente accesi
e un amico aveva ammesso che l'aveva eccitata e che ci era voluto
lei di sorpresa. Sono rimasto sorpreso che così pochi di noi fossero attratti dal
fisicità e sensualità di altre donne. Io stesso trovo sia donne che
gli uomini sono attraenti, ma il passatempo di dare piacere a una donna è difficile
battere.

Avevamo finito di discutere del libro, ma come sempre abbiamo preso
le nostre chiacchiere fino a tarda sera. Il vino aveva chiaramente avuto effetto,
così come il contenuto del libro. All'improvviso sembrarono pensarlo tutti
era divertente pubblicare i loro glutei e le tette rivestite di reggiseno come profilo
immagini, chiedendo al resto di noi cosa pensavamo avrebbe fatto il personaggio principale
piace fare a quello.

Per lo più stavo solo pensando a cosa mi piacerebbe fare
tutte le figure formose con cui ero stato preso in giro. Il mio curioso amico
anche se, non sembra esserci entrato, ammetto di essere rimasto un po 'deluso
come di tutte le altre mi aveva sempre incuriosito di più. Sembrava
hanno un carattere molto dolce, i suoi commenti sono stati sempre gentili e leali e io
era ansioso di dare un volto al suo nome.

Come se gli Dei avessero risposto
la mia supplica, la mia curiosa amica ha trovato il suo coraggio. Non ero preparato per il
visione era però. La sua prima foto è stata il suo bel viso,
splendide labbra carnose imbronciate, labbra che ero certo che avrei baciato se loro
sono stati avvicinati troppo ai miei e bellissimi occhi incorniciati dal
ciglia lunghe più belle. Tutti si sono affrettati a farle i complimenti, e
giustamente, un viso così adorabile.

Ha respinto i nostri complimenti, ma
sembrava trovare un po 'più di fiducia da loro, come ci ha onorato
altre due immagini, che abbracciavano pienamente il gioco che gli altri avevano iniziato. UN
bel corpo per andare con quel bel viso, curve assolutamente dove loro
dovrebbe essere, oh, la sua foto era quasi troppo da scattare. Era stato un
molto tempo da quando una donna mi aveva travolto in quel modo. Allora proprio come me
ho pensato che avrei dovuto fare una pausa per non dire qualcosa
inappropriato ci ha dato a tutti il ​​piacere di vedere le sue mutande
parte inferiore. Così peachy e liscio, i complimenti li ho voluti fare interamente
attraversando i confini. 'Sì, ​​hai un bel sedere, così adorabile io
piace morderlo e sculacciarlo. ' Difficilmente la cosa migliore che potessi dire.

io
potevo dire che stavano diventando tutti progressivamente più brilli e come
per quanto divertenti fossero le loro confessioni sessuali e le loro esplosioni comiche, ero
cominciando a sentirsi un po 'frustrato. Era difficile non immaginare tutto
tipo di cose cattive quando erano così esplicite. Il mio curioso
amico era uscito anche dal suo guscio, e alcune delle informazioni lei
condiviso mi ha fatto male con il desiderio di darle piacere. Quindi mi sono scusato
per la sera, e prese le strambate sul mento e andò a
letto per essere solo con i miei pensieri.

Oh, come mi prendeva in giro. Visitare
io nei miei sogni dove non potevo resisterle. Il suo corpo divino racchiuso
in una sexy chemise rossa, resa ancora più attraente da quelli succulenti
ciocche scure legate in una coda di cavallo che chiedeva di essere afferrata.

ho pensato
dove potrei dirigere quelle labbra carnose se prendessi quella coda di cavallo nella mia
mano. Però sto correndo. È curiosa, ha bisogno di vedere quanto
il piacere si può trovare in due donne che si incontrano, ho bisogno di prenderla
lentamente attraverso questa nuova esperienza che desidera. Mi sta guardando
attraverso quelle belle ciglia e la voglio tutta in una volta, voglio
perdermi in lei e nel suo piacere, vado da lei, la prendo morbida
mani nelle mie, mani che voglio sentire su tutto il corpo, voglio sentire lei
Little trema mentre si muove incerta sulla mia pelle, incerta in merito
cosa provare e dove andare. Glielo dirò comunque. Glielo dirò, io
glielo mostrerò, la stenderò sul mio letto e le mostrerò come
tocchi e accarezzi una donna. Sarò paziente e resisterò al
voglia di violentarla. Da dove dovrei iniziare con uno così allettante? quando
ogni parte di lei mi chiama, implorando per me.

Mentre si sdraia
prima di me, avvicino la mia bocca alla sua. Oh mio Dio, baciare quelle labbra è come
prendendo un sorso di paradiso stesso. Così morbido, così pieno, così esitante, e poi
si rilassa nel mio bacio e quelle labbra diventano ansiose. Le piace questo
questo mio bacio sulle sue dolci labbra. Risponderà lo stesso quando io
spostare la mia bocca sulle labbra morbide e bagnate della sua figa? Lo spero. Rallento il mio
pensieri giù, abbiamo appena iniziato.

Sposto la mia bocca da lei
labbra, seguo la curva del suo viso con baci teneri e morbidi, vado alla deriva
giù sul collo. Il meraviglioso collo setoso di una donna è una gioia da baciare
e sgranocchiare, di solito un'azione accolta da delicati gemiti, mentre si girano
per consentirti l'accesso. Sì, è una di queste donne. Scendo
il suo corpo, baciando ogni centimetro di pelle che attraverso. Sta iniziando a divincolarsi
sotto di me, questo sta facendo fluire il suo desiderio, vuole vedere cosa
più devo darle.

Libero i suoi seni dai confini di
la sua bella chemise, un unico strattone di una cravatta serica sul davanti e lo sono
gratuito. Libero e glorioso. Così piena e formosa, lei altrettanto splendida
i capezzoli sono in piedi per me, mostrandomi che si sta godendo il mio
esplorazione di lei.

Prendo un seno in mano e un capezzolo nella mia
bocca, la mia mano libera che gioca con la sua seducente coda di cavallo. Mentre lecco e
succhiare i suoi capezzoli mi sento avido di lei, uso le mie mani per prenderla
più che posso del suo seno nella mia bocca e lei si lamenta per me,
gemendo per di più, adora avere i suoi bei seni adorati dai miei
bocca. Oh curioso, ti adorerei ogni volta che lo desideri.

io
non posso più aspettare, ho bisogno di vedere come ha un sapore una bellezza divina come questa.
Mentre tolgo le sue mutandine rosse di pizzo, sono felicissimo di sentire come succhi
li ho inzuppati, confermando che le ho fatto piacere con il mio
gli affetti. Spingo quelle cosce ben fatte, così posso vedere quanto è bagnata
è per me. Mentre passo un dito sulla sua fessura bagnata, non riesco a resistere all'impulso
per assaggiarla abbasso la testa ei miei sensi sono in fiamme.

La visione di lei
è una cosa, ma il suo profumo mi ha anche stordito dalla lussuria. Ha un odore
dolce e muschiato e così pronto. So che allora avrà un sapore come nessun altro.
Poi la mia lingua è su di lei, è calda e bagnata, la mia figa soffre
lei adesso.

Le lecco la figa e le succhio il clitoride, lei inarca la schiena
e si spinge dentro di me. Mi dice che va bene così, che lei è così
gli piace. Sono contento che stia diventando vocale, si sta rilassando ora,
lasciandosi andare a godere del piacere che le sto creando. io
continua con quello che le piace, anche io le infilo le dita dentro
piacere aggiunto. Si sente così perfetta intorno alle mie dita, così desiderosa di
loro mentre la sua figa spinge verso il basso su di loro. Curvo le dita cercando
per il punto che le provocherà più sensazioni.

Mi sta dicendo di si
che questo è il punto. È così pronta, posso sentire quanto è vicina, così
Aumento i miei sforzi e le do ciò che desidera. Lei è estasi
la sua dolce voce che mi chiama mentre i suoi succhi fluiscono per me. Lei è dentro
paradiso, e lei è il mio piccolo assaggio di paradiso.

Come lei ritorna
me dalla sua foschia orgasmica inizia a mostrare segni di timidezza. No mio
curioso, non essere timido, qui lascia che te lo mostri. Mi sdraio accanto a lei, prendi
la sua mano nella mia e la metto sul mio seno, le dico di imitare la mia
azioni, toccare ciò che la attrae, quelle sue mani non possono sbagliare
al mio corpo. Segue esitante le mie istruzioni, ogni tanto
guardandomi in cerca di approvazione attraverso quelle folte ciglia lunghe. Oh,
curioso, sei così carina.

Sta trovando il suo coraggio
ora, mi lecca i capezzoli e quando inarco la schiena verso la sua bocca
istintivamente li succhia. Posso sentire la sua mano che sfiora lentamente il
la pelle del mio stomaco, posso sentire che vuole esplorare più in basso, ma lo è
ancora incerto. Suggerisco un approccio diverso, quindi non si sente
spinto a concentrarsi sul portarmi piacere.

Le mostro come possiamo
metterci da fica a fica, da clitoride a clitoride. Come i nostri desideri individuali
può portare l'altro piacere. Le piace questo, lavora con me, come noi
entrambi si fanno gemere l'un l'altro.

Man mano che diventa più eccitata, lei
diventa di nuovo più audace. Amo questo. Penso che la terrei eccitata
sempre se potessi far sentire coraggiosa anche lei. Sussurra a
così dolcemente che vorrebbe assaggiarmi come ho fatto con lei. Questo fa
voglio assaggiarla di nuovo, quindi la faccio mettere a cavalcioni sul mio viso come lei
si china per mettere le sue belle labbra e la sua lingua gentile sulla mia figa.

Lei è
cauto, ma è fantastico. Sta macinando la sua figa contro la mia
bocca, mentre sollevo la lingua per incontrare le sue avance, i suoi sforzi
la mia figa è aumentata. Ha smesso di essere cauta o di seguire il mio
piombo, ha trovato il suo divertimento per il compito e ora è persa.
È meraviglioso. Sta portando il mio orgasmo in superficie senza
anche provando. Inizio a chiamarla, dicendole quanto è bello,
come mi farà venire. Anche lei verrà di nuovo, mia
la bocca è desiderosa di prendere i suoi succhi.

Come la mia visione di lei mi fa
orgasmo, mentre il suo orgasmo fa stringere la sua figa intorno alla mia lingua e
il suo meraviglioso sapore scorre nella mia bocca, la mia mano persa nel mio sogno è
lavorando freneticamente per creare il mio piacere.

Mi sveglio in preda a
l'orgasmo, il mio curioso amico che mi riempie la mente. A cosa darei per questo
non essere un sogno. Oh, che gli dei mi avrebbero guardato favorevolmente una volta
di più e portala da me per assaggiare le sue dolci delizie al mio risveglio
stato.

Categorie
Stile di Vita

Perché è uno scherzo che tutte le lesbiche hanno le unghie corte? –

Pensiamo che sia abbastanza ovvio, ma ecco una rapida spiegazione del motivo per cui le lesbiche tendono a tenere le unghie più corte delle ragazze etero.

Contrariamente a quanto potresti credere, questa battuta non si basa sull'idea sbagliata che siamo "più mascolini" delle ragazze etero. Deriva da un semplice fatto che le lesbiche devono tenere le unghie corte perché altrimenti avremmo coltellini smussati alla fine dei nostri "strumenti di piacere".

Voglio dire, pensaci. Immagina se i ragazzi avessero le unghie all'estremità del pene. Li lascerebbero crescere lunghi o li terrebbero il più corti e più lisci possibile? Scommetto su quest'ultimo. Per le ragazze in relazioni lesbiche, le dita sono molto, molto importanti. Ed è ancora più importante che quelle dita siano morbide e carnose e per niente minacciose. Ha senso?

Per farla breve, non è tanto uno "scherzo in corso" quanto una verità palese. Dicono che i cliché nascono dalla realtà, e questo è certamente uno di quei casi.