Categorie
Storie

Learjet lesbica – Night Flight To Fancy | Storie di sesso lesbico

La mia vagina è sua! Un suo dito si avventura così lentamente dentro di me. Sto zampillando così bagnato e il mio respiro così roccioso. Il mio capo Helena sta avendo un rapporto sessuale digitale con me e mi sto arrendendo a lei. Sto tenendo le sue tette ora mentre tutto questo accade. Le sue tette sembrano diventare come una coperta di sicurezza…

Learjet lesbica – Night Flight To Fancy

Jacky non ha mai saputo cosa l’ha colpita quando è stata invitata a un City Limits Joy Flight per un bonus di lavoro natalizio. ‘Oh mio, non sono mai stato su un aereo privato prima, figuriamoci anche solo guardato dentro uno!’ Il capo di Jacky, Helena Ritchies, un avvocato di prim’ordine in uno studio legale di prim’ordine in città, non lascia passare una buona azione, o lascia che un buon assistente legale venga sottovalutato da qualsiasi punto di vista.

Jacky ha passato l’intero pomeriggio a sistemare le questioni in sospeso in ufficio e, naturalmente, a mandare messaggi ai suoi genitori della meravigliosa notte imminente che si prospettava. ‘Il vestito blu, il vestito nero o quello bianco? I dilemmi, mio ​​mio mio.’ Pochi minuti dopo….. ‘La limousine è qui….. Già!?’ A trentacinque minuti di auto dall’aeroporto di Maxine the Company Driver. La limousine si ferma e siamo quasi proprio a Learjet Steps.

Con voce calda e confortante Maxine si rivolge a me: “Buon volo, Jacky, la limousine sarà proprio qui quando atterrerai”. Con soggezione, “Wow, grazie Maxine!” Salgo i gradini, mi giro e guardo dentro e Helena Ritchies è in piedi proprio lì tra i sedili con in mano un bicchiere di champagne francese per me. Le turbine si avviano e il capitano chiude la porta.

Il taxi Learjet è molto a sinistra, a sinistra, a destra, si ferma….. accendiamo la pista….. abbiamo il decollo! Mi preparo, per niente abituato a questo. Helena mette la sua mano rassicurante sul mio ginocchio, “Jacky?” “Uh Huh?” Rispondo. “Dai un’occhiata fuori dalla finestra”, guardo, e questa è la vista del risveglio, l’occhio pieno, la serenità di questa splendida città in cui viviamo e lavoriamo!

Proprio in quel momento vedo anche qualcos’altro, vedo Helena sotto una luce completamente diversa. A parte il bulldog in aula per cui è famosa giorno dopo giorno dentro e fuori l’ufficio – in questo momento vedo qualcuno diverso, qualcuno morbido ma forte e maturo. Mi sento al sicuro intorno a lei.

Beviamo altro champagne e stuzzichiamo il finger food. Guardo di nuovo fuori dalla finestra e vedo chiaramente il bordo della baia, i ponti, i traghetti e le prove dei fuochi d’artificio prima del capodanno sul porto. Dico da sopra la mia spalla: “Sono così al settimo cielo stasera – apprezzo questo più di ogni altra cosa, signorina Ritchies”.

“Ti apprezziamo Jacky, ti apprezzo, il tuo occhio attento, la tua etica del lavoro, il tuo rapido apprendimento al volo – ehi, tesoro, dai un’occhiata dall’altra parte ora, parlando della luna?” Mi volto e fisso qualcosa che non ho mai visto prima con tanto splendore della notte.

L’aereo era leggermente inclinato a destra mentre beccheggiavamo dolcemente a sinistra. Continuo a raccogliere quanta più luna possibile e all’improvviso, prima che me ne renda conto, mentre mi chino e ondeggio, mi ritrovo contro il petto di Helena. A causa di così tanti champagne dal buon assaggio, non mi sono subito corretto.

Il lato della mia guancia è cullato dalle tette del mio capo Helena e non sembra esserci alcun momento imbarazzante. “Non ho mai visto la luna così grande – oh mio!” Lei allunga la sua mano ferma e io la prendo. “Grazie.” Mi sporgo di nuovo per vedere di più questa luna e proprio allora il getto sale un po’. L’azione di inclinazione del getto mi costringe dolcemente di nuovo nelle tette di Helena – mentre ci teniamo per mano ora!

Rimango qui adesso, rannicchiato contro le tette di questa bellissima donna, a guardare il cielo notturno. Abbraccio la sua mano – lei ricambia la mia mano. Così gentile, così morbido, così femminile. “Adoro questo vestito bianco che indossi Jacky.” Rimango proprio dove sono rannicchiata tra le sue tette guardando la luna.

Helena preme un interruttore, le luci interne della cabina si riducono solo a un filo permettendo ancora di più della splendida vista e aggiungendo ancora più surrealismo al momento. Mi mette una mano sulla schiena e accarezza la schiena del mio vestito bianco. Noi con una mano ci teniamo per mano e con l’altra mi accarezza la schiena e un po’ più in basso ora.

Per favore, non lasciare che questo momento arrivi e finisca, dico silenziosamente nella mia testa. Prende per un momento la sua mano dalla mia schiena e risistema il reggiseno, anche se questo riordino ha fatto qualcos’altro. La sua tetta destra ora era completamente libera ea un pollice dalla mia bocca. La sua mano andò alla sua tetta per sollevarla un tocco e puntarla proprio verso la mia bocca.

Come se in un’altra parte di questo universo metto la bocca proprio sopra il capezzolo e istintivamente succhio. Sto succhiando questa splendida tetta mentre guardo fuori dalla finestra della cabina la luna splendente. Questo capezzolo è così maturo e rosso e continuo a succhiare e leccare tutto intorno.

Helena si fa strada sempre più in basso ora sul retro del mio vestito e poi proprio sul retro delle mie mutandine. Solo pochi minuti dopo insiste ancora di più. Helena ora tira giù la parte posteriore delle mie mutandine e proprio in quel momento la sua mano è proprio tra le mie guance inferiori, sentendosi avanti e indietro.

Riposiziono un tocco e ora sono a quattro zampe e ora le succhio l’altro capezzolo – vado dall’uno all’altro e ritorno. Mi occupo delle meravigliose tette di questa donna a quattro zampe mentre l’aereo attraversa una nuvola o più.

Il mio fondoschiena ora è completamente scoperto. Il mio vestito è tirato su intorno alla mia vita. Le mie mutandine a metà tra il culo e le ginocchia. La mano di Helena ora ha libero sfogo sul mio sedere sempre obbediente. Le sue dita indugiano per un po’ sulla mia fessura spingendo dolcemente come ha fatto, poi nel suo modo astuto inizia a toccarmi proprio sul mio ano.

Entrambe le sue mani ora stanno cullando il mio ano con le dita e la mia fica ferma. Resto obbedientemente in questa posizione mentre tengo il culo in aria come per prestare attenzione al mio nuovo migliore amico maturo. Mi accarezza in tutta la mia zona proibita – sto amando ogni minuto di tutte le attenzioni. Lei mi aiuta ora completamente fuori le mie mutandine.

Ora sto completamente di fronte a Helena perché ora ha completamente il mio culo proprio lì davanti al suo viso. Sento una leccata fino alla fessura, poi un’altra e un’altra ancora finché non sento una nuova umidità dalla sua bocca. La bocca di Helena ora mi sta rendendo tutta bagnata e scivolosa e mi divora il culo e mi posiziona i fianchi con le mani.

Le sto nutrendo con il mio sedere. Sto dando da mangiare al mio capo Helena il mio culo da giovane donna! Comincia ad accarezzarsi più in alto ora, nella parte più alta del mio vestito e stringe forte le mie due tette di media taglia. Gioca con i miei capezzoli tra le sue dita e nuovi impulsi di sentimento si propagano attraverso il mio corpo tremante.

Mi strofina delicatamente i capezzoli con entrambi gli indici mentre spinge dolcemente la lingua contro il mio ano! Sono così bagnato su tutta la mia fica e il mio culo sodi ora che la sua lingua scivola dentro di me. Mi viene da urlare che il piacere è così buono. Invece piagnucolo e gemo. Il mio capo Helena sta fottendo con la lingua il mio ano stretto ma scivoloso.

Il mio capo adora le mie tette. Lei sta amando il mio culo. Lei mi sta amando! Questo va avanti per un’altra eternità mentre quasi mi svuoto di così tanta gioia. Dopo un po’ questo rallenta e mi giro per sedermi sulle sue ginocchia di fronte a lei. Ci baciamo per la prima volta. Le nostre labbra si uniscono. Le nostre lingue si incontrano e si salutano. La sua mano tra le mie gambe e a coppa la mia vagina.

La mia vagina è sua! Un suo dito si avventura così lentamente dentro di me. Sto zampillando così bagnato e il mio respiro così roccioso. Il mio capo Helena sta avendo un rapporto sessuale digitale con me e mi sto arrendendo a lei. Sto tenendo le sue tette ora mentre tutto questo accade. Le sue tette sembrano diventare come una coperta di sicurezza per me.

Continuiamo a baciarci e leccarci la lingua mentre percepisco un orgasmo dell’intensità che non ho mai provato prima. L’altra sua mano stringe forte il mio sedere mentre percepisce il mio avvicinamento in aumento. Mi sono perso da qualche parte nel cielo notturno mentre le sue mani si prendono cura di me. Mi sta fottendo la fica dentro e fuori. Il suo ritmo stretto e abile proprio sul mio punto g mentre singhiozzo nella sua calda bocca bagnata.

Queste sono solo alcune delle mie nuove esperienze con un capo così meraviglioso e amorevole di nome Helena.