Categorie
Storie

Aggiungi sale a piacere | Storie di sesso lesbico

Denny ha emesso un sussulto di sorpresa e poi un ansimare più profondo quando ho colto l'attimo e ho allargato il suo bikini bianco verso l'esterno, poi verso il basso, rivelando le sue belle tette accattivanti.

Stavamo camminando lungo la pista e poi la spiaggia vicino al campeggio costiero designato. Entrambi avevamo bisogno di allontanarci dai genitori e dai nostri fratelli maschi più piccoli e monelli. Avevamo bisogno di tempo femminile e di parlare seriamente dei ragazzi nelle nostre vite. Li terremmo o passeremmo a nuovi corpi caldi all'università?

Era un nuovo campeggio costiero. Papà l'aveva scelto. Ha detto qualcosa sul fatto di avere rovine del patrimonio nelle vicinanze, ma mi interessava solo che Denny fosse lì. Eravamo studentesse universitarie che si stavano godendo l'inizio della pausa estiva dopo troppi esami intensi, il nostro futuro in sospeso fino alla pubblicazione dei risultati tra un mese. Sarebbe stato un regalo di Natale anticipato o la disapprovazione dei genitori per le opportunità sprecate che ci venivano lanciate in faccia. Credevamo di aver fatto abbastanza per passare.

Mentre camminavamo fianco a fianco sulla soffice sabbia calda, stavamo facendo le cose femminili che le ragazze fanno insieme lontano dai loro ragazzi e adulti. Eravamo impegnati in un contatto morbido e civettuolo, permaloso e completamente affettuoso, che porta i fidanzati a farsi un'idea sbagliata su cosa le ragazze finiscono per fare insieme. A volte ci tenevamo per mano. Stavamo spingendo sui fianchi, appoggiandoci l'uno sull'altro e tirando indietro i capelli sciolti. Scusate ragazzi niente di saffico qui; è quello che le ragazze fanno insieme. Condividono lo spazio; vero spazio personale e parlare in modo intimo, abbastanza vicino da sentire il calore del dolce respiro dell'altro.

Eravamo ragazze di diciotto anni che cercavano seriamente di allenarsi con i ragazzi. Ne valeva la pena? Gli piacevamo davvero o erano ancora cazzi immaturi concentrati solo sulla figa che potevano ottenere facilmente e abbastanza regolarmente ora? Solo gironzolando per una fichetta conosciuta per sperare di annusare e riempire i mozziconi a cui volevano disperatamente accedere anche loro.

La costa si è fatta più ruvida mentre ci dirigevamo lungo di essa. C'erano massi nodosi nella sabbia mentre la marea si stava ritirando. La nostra posizione però era sicura come la nostra amicizia.

«Paul vuole farmi una stella marina», disse all'improvviso Denny; in genere, non mi nasconde nulla.

La sua mente era aperta come lo erano le mie gambe quando ero in vena di fare sesso veloce e immediato con il mio attuale ragazzo.

"Si, parlamene. Andrew pensò che una volta che aveva un dito che lavorava lassù, il suo cazzo lo seguiva immediatamente e nessun preservativo su entrambi. La sua scusa era che non potevo rimanere incinta su per il culo, quindi perché ero così stretto a riguardo. “

Potevo vedere gli occhi di Denny pieni di interesse.

"Beh, non ha nemmeno preso la mia figa quella notte", ho continuato, "perché gli ho detto che era stretto e privato nel mio culo e che era meglio che si abituasse all'idea che il suo cazzo non entrasse lì".

"Wow, bravo con te Jaz", ha detto dandomi un Hi-Five, "Paul ha bisogno di sapere che neanche lui sta prendendo il mio culo. Beh, non ancora. Penso che sia per quello che mi ha detto Simone. Ti ricordi? Ha detto che le faceva male e l'ha lasciata dolorante. Non sono davvero sicuro. Sai, lo faccio e non lo faccio, ma sì, culo".

Ci siamo accarezzati i capelli e abbiamo riso insieme. Ci siamo spinti l'un l'altro nei fianchi. Stavamo camminando lentamente lungo la spiaggia e su affioramenti rocciosi più lisci con le nostre cinghie principalmente fuori ora e di tanto in tanto ci fermavamo per immergere i piedi nelle dolci onde basse della marea. Io indossavo una gonna corta di jeans e Denny un paio di pantaloncini di jeans attillati sbiaditi. Io avevo il mio bikini rosso e Denny il suo adorabile bikini bianco.

Stavo guardando la marea scendere ei granchi di fango emergere per il loro affondamento, quando Denny si è eccitato per qualcosa.

"Jaz", ha detto la mia migliore amica, "Guarda lassù".

I resti di alcuni vecchi edifici erano abbastanza chiari e c'era una pista fino a loro. Era un po' agitato; così, abbiamo scelto la nostra strada con attenzione, l'erba ciuffo delle dune che ci pungeva le caviglie nude e Dio solo sa perché, Denny è tornato alla nostra conversazione precedente.

"Jaz, com'è un dito nel culo?"

"Ragazza ferma, non lo faccio."

"No stupido, il dito di Andrew su per il tuo culo, tesoro."

“Oh sì, beh, ha avuto modo di farlo solo una volta. È stato bello in realtà, non scherzo. Mi ha sorpreso, ma era solo un dito e non è andato in profondità ed è stato gentile. Tuttavia, ha inclinato il suo uccello quasi immediatamente per spingere sopra la mia fessura e io mi sono allontanato e lui poteva dire che non ero felice.

"Quindi, ci si sente bene ma non sei sicuro di una grossa puntura nella tua fessura stretta", ha detto Denny.

"Si è così. Penso che tu abbia bisogno di molta fiducia; mi sembra un atto davvero intimo e voglio che sia memorabile, non solo il culo per sapere cosa sia il culo. "

Denny sembrava contento e comunque eravamo in cima alla salita.

“Jaz, queste rovine sono più consistenti di quanto pensassimo. Vedi, ci sono alcune schede di interpretazione laggiù. Diamo un'occhiata."

Entrambi ci siamo resi conto che ci trovavamo in un sito storico che erano i resti di una salina. Costruito all'inizio del XIX secolo in pietra locale, parti delle pareti esterne ed interne erano ancora alte più di due metri. L'evidenza di vecchi edifici pratici e robusti, ora decaduti ma parzialmente stabilizzati dai servizi dei parchi nazionali. Avrei saputo la maggior parte di questo se avessi ascoltato mio padre con più attenzione prima del nostro viaggio. Tuttavia, era la solita cosa da studentessa universitaria, vogliamo vederla e farlo, non sentirne parlare.

Il sale, abbiamo letto entrambi, era un conservante necessario in un'epoca diversa. Tuttavia, tutto ciò che restava, sul sito, di seri capitali e sforzi umani erano diversi muri; un paio di robuste porte in arenaria con pietre d'ingresso ben consumate e alcune ovvie finestre precedenti. I pannelli di interpretazione indicavano con piani e disegni storici gli annessi perduti, ora visibili solo all'occhio come cumuli di arenaria orlati di erba e macchinari arrugginiti posizionati apparentemente casualmente.

"Cavolo" disse Denny, "Difficile credere che una volta qui ci fosse una piccola comunità. Un mulino a vento, una casa del sale, alloggi per i lavoratori e serbatoi di sale e pompe in mare”.

"Sì" ho detto: "La casa dell'ex sorvegliante è apparentemente dietro quella siepe laggiù, ma ora è una residenza privata".

Non c'era nessun altro in giro mentre vagavamo tra i resti. La luce del sole pomeridiana rendeva caldo lo spazio di pietra. Ho visto come la crema solare ben applicata di Denny le brillava sulla nuca. Stavo guardando la sua schiena e i suoi bei follicoli piliferi scoloriti dal sole. Stavo guardando la curva stretta del suo culo nei suoi pantaloncini di jeans. Accidenti ragazza, datti una calmata, è Denny, mi sono detto.

Stavo seguendo Denny da vicino attraverso una porta interna quando si è fermata di colpo e le mie tette si sono schiacciate contro la sua schiena. La schiena che avrei voluto toccare in modo sensuale un momento fa. Si voltò rapidamente; la stanza adiacente era composta da macerie non bonificate e non progettata per l'ingresso. Siamo stati schiacciati l'uno nell'altro accidentalmente nel telaio della porta di pietra, dove i pali di legno di sostegno hanno stabilizzato la struttura. Il corpo di Denny era premuto contro il mio. I nostri seni si sono modellati insieme in un felice incidente. Apparentemente accartocciato ma in realtà un sensuale, fumante soffocamento della morbidezza a malapena separata dell'altro. I nostri capezzoli a loro volta toccavano i tessuti più morbidi. I nostri top da bagno succinti non sono stati progettati per soffocare la carne del torace più sensibile. Il contatto è stato sorprendente per me. Volevo impastare e baciare le tette del mio amico all'istante.

Denny ha emesso un sussulto di sorpresa e poi un ansimare più profondo quando ho colto l'attimo e ho allargato il suo bikini bianco verso l'esterno, poi verso il basso, rivelando le sue belle tette accattivanti. Entrambi; senza indugio ho cominciato ad accarezzare e leccare. La mia amica bruna si è fermata in uno stato di trance di felice accettazione. Niente scrupoli. Nessuna preoccupazione. Era pienamente nell'intensa gratificazione che i suoi seni stavano dispensando così generosamente ai suoi sensi, immediatamente.

Voleva baciarmi e lo abbiamo fatto in modo volgare e ripetutamente. Ma poi ha spinto la mia testa verso i suoi capezzoli flessibili che ho mordicchiato e succhiato a sua volta. Si lamentava dolcemente ma le sue mani stavano rimuovendo il mio bikini rosso. Anche Denny adesso aveva intenzione. Ci stavamo baciando di nuovo ma i nostri capezzoli si stavano sfregando l'uno sul seno dell'altro. La nostra sensibile durezza del capezzolo ha trovato e stava sondando ripetutamente la morbidezza e occasionalmente la straordinaria sensazione di formicolio del capezzolo che attraversava il capezzolo. La sua mano stava anche spingendo indietro le mie ciocche bionde che scorrevano liberamente dal mio viso. Denny era inarrestabile, eppure avevo iniziato io, no? Ero perso nel contatto pelle su pelle ora, come la mia ragazza carina.

La troia famelica aveva le mie mutandine staccate da sotto la mia gonna di jeans. Mi spinse a scendere su un'area di lastre lisce. Ero carponi e Denny era dietro di me. La mia gonna è stata in parte arrotolata da lei e la mia figa e il mio culo sono stati esposti allo sguardo, alle dita e alla lingua della mia ragazza; proprio così. Nessun segreto corporeo privato da rivelare, le mie labbra rasate e il mio buco del culo indifesi.

Le dita di Denny mi stuzzicarono le labbra. Ho gemuto, "OoH, Mmm, Mmm, Ahh."

Era così sensuale all'inizio, ma potevo dire che si era messa dello sputo sulle dita e il suo pollice si è presto infilato nel mio clitoride, il che mi ha davvero eccitato. Stava bordando il mio buco del culo con un dito, poi due. Stava aprendo il mio buco pucker tra le sue dita che si allargano spingendo. Il mio amico mi stava spalancando il culo. Ha dribblato un batuffolo di saliva direttamente nel mio buco del culo. Era fradicio e mi ha reso così arrapante. Lo sputo di Denny era eccitantemente caldo e ha spalmato generose ciuffi intorno e intorno al mio bordo. Poi, altro sputo, sporco e profondo nella mia fessura costrittiva sensibile.

Cazzo, avrebbe potuto leccare e punzecchiare il mio culo con le dita per sempre, ma troppo in fretta, le mie stesse dita stavano avidamente slacciandole il bottone di jeans e armeggiando con la sua cerniera. Le mie mani stavano cercando di toglierle i pantaloncini attillati, troppo in fretta. Denny avvertì la mia urgenza e il mio bisogno e anche il suo uguale bisogno e si chinò, lontano da me. I suoi pantaloncini leggermente allentati erano i miei da togliere. La mia amica mora ha posato come avevo fatto io un minuto fa. Denny mi stava concedendo anche la sua vista posteriore. Tutto il Denny privato era per me.

Mio, aveva un sedere color pesca e ho baciato entrambi i suoi emisferi arrotondati, dove le sue mutande succinte non le coprivano le guance carnose. Non c'era niente che impedisse la mia attenzione sui suoi pezzi femminili e la prospettiva di vedere il suo buco del culo. I suoi pantaloncini e le mutandine nere sono stati completamente tolti rapidamente in una semplice azione. Ma allo stesso modo l'azione di Denny è stata altrettanto facile quando si è girata e ha allargato le gambe.

"Oh mio Dio", dissi, in puro meraviglioso fascino.

Niente ti prepara per genitali sorprendenti. Denny aveva queste labbra carine e piene, più piene delle mie, la sua figa quando era aperta aveva la forma di un quadrilatero, il suo clitoride esposto chiaramente in cima al suo meraviglioso tesoro personale. La mia lingua è andata dritta al suo clitoride. Sembrava così buono. Aveva un sapore dolce, con solo un pizzico di sale. Ancora più importante ero a Denny. La mia amica mora era rapita. Era espansiva ed espressiva così nel ruolo dominante del suo clitoride sotto la mia lingua. Denny era perso in una serie di lamenti, "Orr, fuck, Orr's".

La mia lingua sfrecciava con una forte pressione e le mie labbra erano contratte in un dolce movimento di aspirazione verso l'alto sulla sua perla rosa eccitata. Il suo clitoride e la mia lingua erano completamente intimi, migliori amici istantanei. Sono andato su una frenesia di succhiare il clitoride. Stavo seppellendo la mia faccia tra le sue gambe che presto si contorcevano. L'intensità stava portando Denny a livelli di piacere. Ma volevo anche il suo buco del culo e l'avevo sulle mani e sulle ginocchia. Era totalmente la mia complice volontaria nel divertimento fisico. Senza limiti. Nulla negato. La cagna aveva tutto ciò che sembrava; un delizioso buco del culo che ho iniziato a leccare. Denny è andato dritto a gemere di gioia, ma è riuscito a dire,

"Sputami dentro, Jaz, sputami nel culo."

Beh, ovviamente ho sputato generosamente e in modo sporco nella fessura impressionante, imponente e riservata della mia ragazza. E poi ho leccato e centrato la mia lingua proprio nel suo buco pieno di saliva. Ho fatto scorrere la mia lingua dalla sua figa, sul suo sensibile perineo allungato e attraverso il suo buco del culo; non una volta, non due volte, ma ripetutamente. Tuttavia, dovevamo avere l'un l'altro contemporaneamente. Non c'era altro modo da questo punto. Avevamo bisogno l'uno dell'altro, insieme. Ci siamo baciati, palpeggiati e coccolati in un lato sul sessantanove. Niente risparmiato. Tutto dato. Gusto e tatto che si evolvono verso l'orgasmo.

Denny stava masticando la mia figa e ora mi stava toccando il buco del culo. Il mio sacro stronzo off-limits. Denny aveva un dito dentro, poi due dita. Era paradisiaco. Ero sessualmente incantato. Ho adorato il mio culo. Amavo Denny. Si è infilata nel mio culo in un piacere sporco e sporco. E ho preso tutto allo stesso modo con una crescente accettazione della sua deliziosa maleducazione. Il mio culo era così felice. Piacere estratto dal mio sedere con la stessa naturalezza con cui il sale lo è dal mare.

Ho restituito ugualmente alla mia amica bruna. Tremava leggermente mentre le mettevo un dito nel buco del culo. Il suo buco del culo stretto e carino. Ma nella sua crescente eccitazione e pulsazione di piacere, fu presto abbastanza rilassata da prendere due delle mie dita disperate. Eravamo amanti del culo. Le ho allargato il sedere, spalancando il suo rosa e sputando di nuovo nel suo occhio di bue privato. Tuttavia, alla fine, il suo clitoride era troppo carino. Un nocciolo di carne in attesa, in attesa di inebriare Denny di piacere. Ho spazzato la mia lingua in un guizzo di condivisione fissata attraverso la sua massa esposta di nervi e la mia ragazza è arrivata con ripetuti rapidi "mmm" di soddisfazione.

Laddove Denny ha trovato l'energia per restituire il complimento alla mia figa, beh, era una grande amica e si è assicurata che anche io mi divertissi tra le rovine. Una ragazza e la sua lingua; beh, sono una ragazza e la sua lingua, molto diverse da un ragazzo e dalla sua lingua. Si è assicurata che anche io raggiungessi l'orgasmo. Il suo lavoro con la lingua era così intimamente sicuro.

Tutto quello che ricordo di aver detto è stato: "Non fermarti. Non osare fermarti."

Poi sono sceso in onde di piacere che hanno offuscato le parole e cancellato qualsiasi pensiero nella mia testa tranne che il mio corpo era centrato sul mio clitoride.

Abbiamo finito per coccolarci sotto il sole del pomeriggio, per qualche minuto. Eravamo rilassati e luminosi da ragazza. Conservazione della memoria.

Ci siamo accomodati tranquillamente con un paio di teneri baci. Quindi abbiamo iniziato a tornare in spiaggia e tornare al campeggio. In coppia abbiamo dato solo un'occhiata casuale alle rovine.

"Jaz è stato così facile", ha detto Denny, "voglio dire il dolce gioco del culo. Era così facile. È perché sappiamo che non c'è niente di più grande come un cazzo per seguire le nostre dita o è sensibilità femminile? Ci fidiamo di una ragazza».

Si tolse le cinghie come me, mentre camminavamo sulla sabbia dura dove c'era la marea. Poi ha aggiunto: "Mi chiedo solo perché non penso che Paul mi stia ancora prendendo il culo, così bello come è stato con te".

"Forse", dissi spostandole indietro i capelli, "Forse, è quel piccolo buco e i nostri ragazzi hanno dei cazzi così grossi, ma se solo ci conoscessero davvero dentro, davvero intimo, intimo come siamo insieme, lo faremmo solo lasciateli. Sono sicuro di questo."

La marea si stava ritirando per rivelare un banco di sabbia. La sabbia era compatta sotto i nostri piedi. I miei pensieri però erano molto fluidi. Il vento si è alzato un po '. L'aria si riempì improvvisamente di uno spruzzo salato. I nostri capelli sono stati soffiati sui nostri volti.

"Sai", mi ha detto Denny, "La tua figa ha un leggero sapore salato".

"Anche tu tesoro", risposi, spingendo indietro i suoi splendidi capelli scuri, invano al vento.

Sapevo che entrambi avremmo assaporato e riassaporato il nostro tempo nelle saline. Rovine abbandonate da tempo e un tempo luogo pieno di vita e di ricordi. Ormai tutto sparito, eppure lo spazio si rinnovava tenendo per noi due; una straordinaria connessione personale.

Entrambi ci spingemmo ripetutamente sui fianchi dell'altro mentre tornavamo indietro lungo la spiaggia. Tocco giocoso da ragazza o forse qualcosa di più, chi lo sapeva ancora?

Janus 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *