Categorie
Storie

Alisha | Storie di sesso lesbo

Jennifer sospirò. Il mese prossimo avrebbe segnato il quinto anniversario del suo divorzio, e in quei cinque lunghi anni, non aveva fatto sesso una sola volta. Le mancava il tocco di una persona viva e calorosa …

Jennifer sospirò. Il mese prossimo avrebbe segnato il quinto anniversario del suo divorzio, e in quei cinque lunghi anni, non aveva fatto sesso una sola volta. Le mancava il tocco di una persona viva e calda. Era arrivata dove anche le sue dita e i suoi giocattoli non erano abbastanza.

Quando si è trasferita dalla casa di suo marito, Jennifer si è trasferita in un pittoresco complesso di appartamenti. Non sapeva che era abitato da persone sposate, la maggior parte delle quali erano anziane. Era molto felice del suo piccolo appartamento, ma era molto sola e frustrata dalla sua vita.

Jennifer aveva iniziato a guardare fuori dal finestrino, cercando di capire come risolverla senza problemi sessuali. Circa un mese fa, ha intravisto il suo nuovo vicino; bella bruna che viveva a due porte da lei. La guardava camminare con il marito militare fino al suo camion ogni mattina, e la maggior parte delle volte la signora indossava una vestaglia corta e sottile. La figa di Jennifer si stringeva quando la sexy vicina di casa si chinava per baciare suo marito, perché la donna apparentemente dormiva nuda. La sola vista della sua vongola gonfia che spuntava dalle sue cosce fa sbavare la fessura di Jennifer.

Jennifer, un'infermiera del turno di notte all'ospedale locale, era appena uscita dal lavoro e si stava dirigendo a casa. Era felicissima del fatto che la sua vacanza fosse iniziata. Mentre camminava verso il suo appartamento, notò che il camion del militare era sparito. Lo trovava strano, perché normalmente non se ne andava fino a quando Jennifer era tornata a casa. Continuando verso il suo appartamento, è stata fermata di colpo dalla sexy vicina che singhiozzava.

"Ehi! Stai bene?" Ha chiesto Jennifer.

La sexy vicina di casa ha saltato. Si guardò intorno, come se si aspettasse di essere aggredita. Jennifer, volendo alleviare la sua tensione, si avvicinò.

"Sono Jennifer. Abito nella 104A, a due porte da te," disse piano.

"Sono Alisha," rispose, cercando di raccogliere le sue idee.

"Non ho potuto fare a meno di notare quanto sei estremamente turbato. Stai bene? Posso fare qualcosa per aiutarti?" Ha chiesto Jennifer.

Alisha fece un grande respiro, si aggiustò la vestaglia e si sedette accanto alla sua porta. Jennifer, in piedi in fondo al portico, ha avuto una visione chiara della figa nuda della sua nuova amica. Volendo essere di supporto, ma incapace di guardare altrove, Jennifer sentì il formicolio della fessura; il cavallo delle sue mutandine era inzuppato nella sua crema. Non poteva mentire a se stessa. Voleva Alisha in malo modo.

"Mio marito è stato schierato in Thailandia per i prossimi sei mesi. Questa è la prima volta che ci separiamo. Sarò sola … tutta sola", ha detto, con le lacrime agli occhi di nuovo.

Jennifer ha strappato lo sguardo dalla figa di Alisha. Grazie a Dio aveva ascoltato a metà. Sedendosi accanto alla giovane donna, avvolse il braccio attorno alle spalle di Alisha.

"Non sei solo. Puoi farmi visita in qualsiasi momento, e verrò a trovarti anche tu ogni volta che vorrai," disse, "So quanto sia difficile stare da solo. Sono stata da sola per il negli ultimi cinque anni, da quando il mio culo di un ex marito mi ha lasciato per la sua segretaria. "

Alisha le fece un sorriso acquoso. Rimasero seduti sulla veranda per un po 'di più, facendo progetti per fare la spesa, allenarsi e quant'altro. Entro il mese successivo, entrambe le donne sono diventate molto vicine. Uno starebbe con l'altro per alleviare la solitudine.

Ad ogni momento di veglia, Jennifer diventava sempre più ossessionata da Alisha. Ogni notte, si sditalinava la figa bagnata, mentre si tirava il clitoride turgido, finché le sue lenzuola non erano inzuppate nei suoi succhi. Doveva lottare per restare tranquilla, perché non voleva svegliare Alisha; che di solito dormiva nel letto di Jennifer con lei.

La notte è stata il momento più difficile per Jennifer. Le vecchie abitudini sono dure a morire e Alisha ha continuato a dormire nuda. Ma erano solo le due donne, quindi la modestia non era una priorità assoluta.

Jennifer ha passato molto tempo a guardare segretamente il corpo di Alisha. Il suo era un corpo per cui morire. Era più alta di Jennifer, di almeno 4 pollici, con gambe lunghe, vita minuta e fianchi pieni e arrotondati. Il suo culo era stretto e oh così frizzante, ma erano le tette di Alisha che hanno attirato tutta l'attenzione. Erano pieni e alti, con capezzoli delle dimensioni di una gomma da matita che erano sempre eretti.

Anche Jennifer, appena 5'4 ", non era male per gli occhi. Una rossa naturale; aveva la carnagione chiara con occhi azzurri. Il suo corpo era sinuoso; i suoi seni sodi. Mesi di allenamento le davano una pelle stretta e piatta pancia e un culo duro come una roccia.

Tre mesi dopo l'inizio della loro amicizia, Jennifer ha notato quanto fosse triste la sua amica e ha deciso che aveva bisogno di un tipo speciale di rallegramento. Andò al negozio di liquori e comprò diversi tipi di alcolici. Andando all'appartamento di Alisha, entrò e chiamò la sua amica.

"Ehi, Alisha! Vieni qui," gridò Jennifer.

"Perché urli?" rispose, entrando in cucina. "Sei a metà! Il tuo maritino sarà a casa tra tre mesi", ha detto Jennifer, "Allora, prendi i tuoi jammies, faremo una festa per due a casa mia".

Sebbene fosse felice che il marito di Alisha sarebbe tornato a casa, Jennifer era un po 'gelosa. Non voleva condividerla e, a dire la verità, era per metà innamorata di Alisha. Sapeva che la sua amica non era a suo agio nei bar e detestava assolutamente essere picchiata dagli ubriaconi. Quindi, Jennifer ha deciso di restare a casa e ubriacarsi.

Jennifer corse a casa e si cambiò rapidamente i vestiti. Ha indossato un paio di pantaloncini larghi e una canottiera. Decidendo di non indossare il reggiseno, ragionò con se stessa che era perché era a casa, non che voleva scopare con la lingua la figa della sua amica.

Alisha è arrivata con una ventina di minuti di ritardo, indossava pantaloncini così corti che hanno modellato la sua fessura in una punta di cammello. La sua maglietta, o la mancanza di una maglietta, ha sbalordito Jennifer. Alisha aveva un minuscolo top che copriva a malapena le sue tette abbronzate. In effetti, la maggior parte delle sue tette si sono rovesciate sopra. Jennifer ha iniziato a chiedersi chi avrebbe sedotto chi.

Mentre Alisha prendeva i bicchierini dalla borsa, Jennifer si avvicinava al termostato e lo sollevava, rendendolo più caldo. Tornò in cucina e trovò la sua amica chinata in vita che scavava in frigo per alcuni lime. Jennifer ha avuto l'acquolina in bocca quando ha visto quanto erano alti i suoi pantaloncini nel culo di Alisha. Poteva letteralmente vedere la maggior parte delle sue chiappe e alcuni dei peli pubici ricci della sua amica.

Con la fica che canticchiava, Jennifer raccolse la tequila e andò in soggiorno. Giocavano a partite in cui il rigore era quello di bere un colpo, e in breve tempo entrambe le donne stavano ronzando bene. Sedendosi di nuovo sul divano, abbandonarono il liquore per parlare.

"Sai una cosa? Mi manca davvero Steven. Mi manca molto," disse Alisha.

"Sai cosa mi manca?" Jennifer ha chiesto: "Mi manca il contatto fisico".

"Anch'io. Steven ha un cazzo enorme. Quando ero in cima, potevo muovere i fianchi appena a destra, e il suo cazzo strofinava questo punto in alto nella mia figa. Lo quasi annegherei; Mi bagnerei così tanto, "Ammise Alisha.

Jennifer non è mai riuscita a trattenere il suo liquore. Si sedette per un momento accanto alla sua amica; sia silenzioso che riflessivo.

"Sono passati cinque anni da quando qualcuno mi ha toccato", sussurrò Jennifer; le lacrime le sgorgano dagli occhi.

Alisha avvolse il braccio intorno alle spalle di Jennifer e la strinse a sé. Le loro teste si toccarono e rimasero seduti in silenzio per un momento.

Jennifer, che stava fissando il vuoto, notò che la mano di Alisha aveva iniziato a strofinare lentamente su e giù per l'interno della sua coscia. Ha guardato quella piccola mano viaggiare dal suo ginocchio fino a una frazione di pollice dalla sua figa.

Trattenendo il respiro, Jennifer sperava di continuare a salire. Con il pretesto di cambiare posizione, aprì le gambe più larghe, in modo che Alisha avesse un percorso chiaro verso le sue labbra umide. Alisha ha colto il suggerimento e ha sfiorato leggermente con la punta delle dita l'inguine di Jennifer, facendo sobbalzare leggermente la donna.

Non abituata al tocco di qualcun altro, Jennifer sentì lo sfrigolio elettrico fino alla punta dei piedi. Guardò la sua amica, che sorrise dolcemente, poi si sporse in avanti e la baciò.

Jennifer poteva assaggiare la tequila sulle morbide labbra di Alisha. Aprì leggermente le labbra e sentì la lingua di Alisha guizzargli delicatamente in bocca. Ha tracciato le labbra e i denti di Jennifer con la sua lingua agile.

A poco a poco, la lingua di Jennifer prese vita e iniziò a ballare con la sua. Mentre si baciavano, Alisha si strofinò le mani su e giù per il braccio di Jennifer, prima di spingere la donna sul divano. Prese i seni di Jennifer attraverso la camicia e li strinse leggermente.

Essendo stata senza per così tanto tempo, Jennifer era frenetica. Fece scorrere le mani sulla schiena quasi nuda di Alisha, e poi sul davanti. La sua pelle, così liscia e morbida come il burro, era piena di foruncoli quando Jennifer fece scivolare le mani calde sotto il top del tubo.

Si mise a sedere e tolse il top succinto dal corpo di Alisha. I suoi globi erano vivaci e alti, ma totalmente naturali e cremosi di colore marrone chiaro. Jennifer ha sfiorato le dita sui capezzoli color rosa più perfetti.

"Alisha … voglio … voglio dire, posso …" sussurrò Jennifer.

"Shh," ha detto.

Alisha ha sollevato uno dei suoi seni e lo ha offerto a Jennifer. Esitante, Jennifer si sporse in avanti e strofinò il viso sul petto della bruna. Ha sfiorato le labbra sul capezzolo gommoso del seno offerto, prima di attaccarsi ad esso. La lingua di quella protuberanza aveva la fessura di Jennifer umida e pulsante. Quando ha succhiato il capezzolo di Alisha fino in fondo alla sua bocca, ha sentito la schiena dell'amica inarcarsi.

"Succhia più forte. Per favore!" Supplicò Alisha.

Jennifer ha succhiato il suo capezzolo più forte. La pelle della bruna era dolce, come se avesse usato una lozione commestibile o qualcosa del genere. In effetti, sapeva di vaniglia, il che ha fatto desiderare a Jennifer di mangiarla ancora di più.

Strofinando la schiena e il culo di Alisha, lasciò che le sue mani esplorassero ogni centimetro setoso. Alisha, smesso di essere inattiva, iniziò a esplorare, finché la pelle di entrambe le donne non cominciò a formicolare.

Jennifer ha fatto rotolare Alisha sulla schiena e si è posizionata tra le gambe della sua amica. Si trascinò lentamente piccoli baci lungo lo stomaco, continuando a pizzicare e tirare i capezzoli duri di Alisha.

Tornando alla bocca succulenta di Alisha, Jennifer lasciò che la sua mano vagasse verso il tumulo fumante della sua amica. Usando solo le sue dita, si strofinò con decisione sulla figa vestita di Alisha. Quando la sentì gemere sommessamente, Jennifer aprì di più il set di cosce cremose.

Strofinò il clitoride di Alisha più forte e più velocemente, facendo apparire un piccolo punto bagnato. I baci della bruna divennero frenetici. Ha provato a succhiare la lingua di Jennifer dalla sua bocca.

Finito con il romanticismo, Jennifer interruppe il bacio, si sedette e si tirò giù i pantaloncini di Alisha sui fianchi. Si appoggiò allo schienale e osservò il banchetto che le era stato presentato. Le gambe abbronzate e la pancia tonica di Alisha hanno portato a riccioli a forma di V che coprivano una serie di labbra spesse. Ai giorni nostri, le fighe nude erano il punto forte, ma i riccioli marrone scuro ben tagliati di Alisha sembravano giusti. Jennifer ha preso a coppa la fica di Alisha nella sua mano. Poteva il calore umido che si irradiava verso l'esterno.

“Sali sul divano, per favore. Ti succhierò e leccherò la tua figa e voglio stare tranquillo ", ha detto Jennifer; la sua voce roca.

Alisha è risalita sul divano e ha aperto le cosce. Questa volta, invece di una fessura pelosa, la sua fica si è spalancata. Jennifer ha raggiunto sotto il suo culo e l'ha portata sul bordo del divano. Le baciò l'interno delle cosce, vicino al punto in cui la gamba si univa al fianco. L'eccitazione di Alisha riempì l'aria.

Quando il suo naso ha strofinato il clitoride di Alisha, Jennifer ha aperto la fessura calda della sua amica con le dita e ha fissato il tesoro bagnato. La figa di Alisha era di un rosa scuro, solo una sfumatura più scura dei suoi capezzoli. Era così bagnata che la sua pelle luccicava. Jennifer poteva effettivamente vedere perle di rugiada lattiginosa sulle sue labbra e l'ingresso nel suo fodero. Fece scattare la lingua per toccare una di quelle perle, che aveva un sapore sia salato che dolce.

Diventando più audace, Jennifer tonged il clitoride pulsante; circondandolo. Alisha affondò le dita nei capelli di Jennifer, avvicinando la rossa. Si strofinò la fica su tutto il viso, spalmandosi i succhi della fica su tutto il viso.

Jennifer ha spinto la sua lingua in profondità nel buco della figa di Alisha. Andava così in profondità che poteva sentire i morbidi peli pubici solleticare le sue guance e il naso. Dopo aver scopato con la lingua la bella donna per diversi minuti, si è attaccata a un bocciolo gonfio e lo ha sentito pulsare sotto la lingua.

"Oh! OH! Dio, è così bello. Non fermarti! Per favore, non fermarti ", supplicò Alisha; i suoi fianchi abbracciano il viso di Jennifer.

Prendendolo come incoraggiamento, Jennifer ha succhiato il nocciolo completo, mentre circondava la sua lingua intorno alla base. Per aggiungere più stimolazione, spinse il dito medio nella fessura di Alisha. Ha solleticato le pareti bagnate e ha sentito la fica di Alisha stringersi al dito, rendendola ancora più stretta.

Facendo scivolare un altro dito all'interno di quella guaina avvolgente, Jennifer toccò la sua amica con movimenti rapidi e profondi. Alisha sussultò e gemette. I suoni della fica bagnata con cui si gioca riempirono l'aria.

Jennifer si coprì i denti con le labbra e rosicchiò il clitoride di Alisha, che era cresciuto così tanto da essere completamente esposto dal cappuccio. Ha succhiato quel clitoride come un minuscolo cazzo. Alisha ha scopato la mano di Jennifer, che stava usando tutto il braccio per pompare dentro e fuori. Poteva sentire la figa di Alisha succhiarle le dita.

Jennifer ha sentito la fica della sua amica diventare più umida e stretta. Alisha si stava corrugando il viso, follemente. Con un urlo rauco, si strinse le cosce intorno al viso di Jennifer. Le sue gambe tremavano; mentre si schizzava la faccia con lo sperma perlaceo. Alisha ansimò e poi guardò Jennifer.

Sorridendo, ha detto: "Il tuo turno!"

Jennifer baciò delicatamente Alisha. Ha lasciato che la sua amica le leccasse le labbra, la lingua e il mento, pulendole il viso dalla fica. Alisha ha spinto Jennifer sulla schiena sul pavimento. Facendo scorrere le mani su tutte le tette di Jennifer, le ha avvicinate per rendere più facile succhiare entrambi i capezzoli allo stesso tempo.

Era passato così tanto tempo da quando Jennifer aveva sentito un paio di labbra sui suoi capezzoli che era rimasta delusa quando Alisha aveva tirato via la sua bocca calda. Il suo disappunto è scomparso rapidamente quando Alisha è andata dritta per la sua figa e ha iniziato a baciarla vigorosamente. Quasi arrivò proprio in quel momento, quando Alisha spinse il dito dentro.

"Oh cazzo! Dio! Di più, piccola. Riempimi la fica ", gemette Jennifer.

Alisha la fece meglio e ne spinse due dentro. Con tre dita in profondità dentro di lei, Jennifer ha tirato la testa di Alisha verso il suo clitoride e l'ha pregata di succhiarlo. Urlò a lungo e forte, quando Alisha si mise in bocca il suo bocciolo pulsante.

Ha usato la lingua e i denti sul clitoride di Jennifer, come se stesse cercando di mangiarla. Jennifer le cavalcò la mano, finché i suoi succhi color ostrica non le furono drenati dalla fica e giù per le sue guance. Ha cercato di trattenere il cumming; voleva che durasse.

Alisha ha provato un trucco che suo marito le ha usato molto. Strofinò il dito libero avanti e indietro sull'ingresso posteriore ben chiuso di Jennifer. Jennifer, inizialmente sorpresa, si rilassò e lasciò che Alisha sondasse delicatamente.

Il suo dito insistente continuò a spingere e sondare finché non superò tutta la resistenza e scivolò fino alla prima nocca. Jennifer ha ululato e ha cercato di infilzare il culo su quel mignolo. Alisha ha tirato un dito bagnato dalla fica della sua amica e glielo ha spinto nel culo accanto all'altro dito.

Alisha ha usato le sue dita come un pistone. Con due nel culo e due nella figa, ha scopato con forza Jennifer, mentre succhiava il suo clitoride pulsante. Troppo per la rossa, è venuta come un petardo.

Jennifer spinse con forza, mentre tutti i suoi muscoli si bloccavano. Colta in un urlo silenzioso, ha spruzzato una grande quantità di crema per la fica su tutto il viso di Alisha. Quando Jennifer si rilassò, Alisha staccò le dita dal corpo della rossa e le leccò via il nettare.

Alisha si è arrampicata sul corpo di Jennifer e l'ha baciata. Hanno condiviso i loro succhi combinati e poi si sono accoccolati insieme sul divano. Non parlando molto, le donne si coccolarono.

"A cosa stai pensando", ha chiesto Jennifer.

Alisha sorrise alla sua amica e poi disse: "Stavo organizzando una festa per Steven … una festa speciale a sorpresa".

"Oh?" Ha risposto Jennifer.

"Si. Gli faremo fottere il cervello ", rise Alisha.

Jennifer e Alisha si sono avvicinate molto di più nelle settimane successive. Trascorrendo ogni minuto insieme, non hanno mai parlato di quella notte fatale. Jennifer ha iniziato a chiedersi se se lo ricordasse. Voleva parlarne con lei, così tanto, ma non riusciva a trovare un modo per sollevare l'argomento.

Una sera, mentre era seduta nel soggiorno di Alisha, Jennifer ha rafforzato il suo coraggio. Erano seduti insieme sul divano. Alisha stava guardando un film e Jennifer stava guardando il seno della sua amica sforzarsi contro la sua maglietta sottile.

"Alisha, posso chiederti una cosa?" Chiese Jennifer.

Preoccupata dal profondo pulsare nella sua figa, Jennifer quasi perse la sua risposta. "Solo se vuoi sentire la risposta," rispose con un sorrisetto.

"Tu … uh … tu … stai bene con quello che abbiamo fatto? Non ti ho spaventato. Se l'ho fatto, mi dispiace," balbettò Jennifer.

"Oh no, lo volevo, tanto quanto te. Ho solo pensato che fosse una cosa una tantum. Non hai mai detto nulla al riguardo, quindi nemmeno io," rispose Alisha.

"E se non volessi che fosse una cosa una tantum? E se volessi di più?" Mormorò Jennifer.

Alisha si avvicinò a Jennifer e prese la sua amica tra le sue braccia. Sorrise, mentre Jennifer le appoggiava la testa sulla spalla. Il semplice gesto le faceva sentire bene, ma Jennifer era ancora a disagio con la domanda senza risposta.

"Che ne dici di portare fuori stasera? Non ho voglia di cucinare," chiese Alisha, mentre accarezzava i capelli setosi della sua amica.

"Certo, prendi il cibo. Farò i miei famosi 'Orgasmi urlanti'", ha risposto Jennifer.

Alisha districò le dita dai capelli di Jennifer e si alzò. Lo sguardo sul suo viso era misterioso, come se stesse progettando qualcosa. Entrando in cucina, Jennifer raccolse il materiale necessario per le bevande. Incerta di quello che stava provando, le lacrime le si raccolsero agli angoli degli occhi ed era sicura di aver appena rovinato la loro amicizia.

Alisha entrò in cucina e andò al frigorifero. Tirando fuori la roba per un'insalata, iniziò a parlare, pigramente. "Ho ordinato dei panini al supermercato in fondo alla strada. Ti va bene?" ha chiesto, mentre ha strappato la lattuga. Jennifer la voltò di spalle alla sua amica, mentre annuiva in segno di assenso. Stava freneticamente cercando di schiarirsi gli occhi e non la vide venire dietro di lei. Jennifer fu sorpresa, quando sentì la mano calda di Alisha scivolarle intorno al petto per coprire un seno pieno. Avvolgendo l'altro braccio intorno alla vita, Alisha baciò dolcemente la parte posteriore del collo di Jennifer.

"Non pensavo ci fossero cipolle nei drink. Allora, perché piangi?" lei sussurrò.

Incapace di parlare, Jennifer scosse la testa.

"Non sei preoccupato, vero? Hmm? Devo rilassarti la mente?" chiese, mentre rigirava la sua amica.

Le sue dita sollevarono il mento di Jennifer, facendola alzare lo sguardo. Immediatamente, gli occhi di Jennifer scattarono su una serie di labbra carnose e rosa. Incapace di distogliere lo sguardo, guardò la lingua di Alisha schizzare fuori per leccarsi le labbra. Alisha si chinò leggermente e appoggiò le sue labbra su quelle di Jennifer.

Non appena è iniziato, si è allontanata. Mi sentivo meglio, ma ancora confuso. Mi voltai per finire i drink. Pochi minuti dopo, ho sentito il campanello. Correndo in soggiorno, corsi a rispondere. Quando ho aperto la porta, ho detto che il cibo era qui.

Alisha uscì dalla camera da letto con una vestaglia di seta cremisi. Scuotendo la testa, ho aperto la porta per pagare il cibo. Il ragazzo delle consegne era piuttosto carino, ma sentivo di averlo visto prima. Ansiosa di vedere cosa c'era sotto la sua vestaglia, scartai il pensiero dalla mia testa. Ha lavorato alla gastronomia, quindi ho attribuito la sensazione a quello.

Abbiamo pagato e dato la mancia all'uomo. Dopo averlo mandato via, sono andato in cucina a prendere da bere. Aprendo i panini, abbiamo iniziato a mangiare. Erano deliziosi.

"Vuoi un'insalata?" Lei mi ha chiesto.

"Certo," ho detto.

Alisha andò in cucina. "Ci vuoi dentro il cetriolo?" gridò.

Ho gridato di rimando che l'ho fatto. Quando è tornata dalla cucina, ho notato il cetriolo, ma niente insalata. Tornò al tavolo, mi prese la mano e mi condusse in camera da letto. La confusione si stava schiarendo nella mia mente.

Mi ha spinto indietro sul letto e mi ha messo a cavalcioni sui fianchi. Ridendo, mi strofinò il cetriolo sulle labbra. La parte superiore della sua vestaglia si aprì, rivelando i suoi seni cremosi, che erano completamente nudi. Mentre ansimavo per la mia sorpresa, mi ficcò la verdura in bocca.

"Succhialo!" mi ha ordinato, con voce molto forte. "Succhialo come la cagna che sei!"

La mia figa si è allagata. Non le avevo mai detto della mia vena di sottomissione. Una delle mie più grandi fantasie era quella di essere dominata da una donna forte e bella. Mi ha pompato la bocca con il cetriolo, abilmente. Era troppo grande per entrare in bocca, ma ho fatto del mio meglio.

Me lo strappò di bocca e mi tirò su brutalmente. Afferrandomi il viso, mi baciò, come se stesse morendo di fame. Ho sentito la sua lingua sondare e guizzare. La mia lingua iniziò a combattere con la sua. L'ho fatto scorrere sull'interno delle sue labbra e della sua lingua. Stavo morendo di fame per lei.

Ruppe il bacio e si chinò per togliermi la maglietta. Era frustrata dal fatto che avessi un reggiseno. tirò forte e strappò la fibbia. Le mie coppe D erano libere, con capezzoli molto eretti. Ancora seduta sulle mie ginocchia, mi prese le tette, spingendole insieme. Ho chiuso gli occhi, come ho sentito la sua lingua rosa di gomma da masticare colpire entrambi i capezzoli allo stesso tempo.

"È passato troppo tempo, da quando ho assaggiato i tuoi capezzoli duri," sussurrò. Annuendo in segno di assenso, urlai, mentre lei ne mordeva uno, rudemente. I miei occhi si spalancarono e guardarono il sito. Il colore rosso inondava i segni dei denti. Voleva che fosse dura stanotte.

"Hai bisogno di essere punita. Sapevi quanto mi sono divertito l'ultima volta, eppure mi fai aspettare di più", mi ringhiò, mentre mi schiaffeggiava il seno a ogni parola. Piagnucolò. Stava bruciando, stava iniziando a farmi male, ma per tutto il tempo la mia figa era sempre più bagnata. Ero così eccitato.

"Mi dispiace," balbettai.

"Non è una scusa", ha osservato. Alla fine, si è appoggiata all'indietro per vedere il suo lavoro. I miei seni erano rosso vivo, con capezzoli duri come il diamante. Si alzò e lasciò la stanza. Quando è tornata, aveva una scatola.

"Spogliati, adesso!" lei ha ordinato.

Mi alzai e, in fretta, mi tolsi i pantaloni e le mutandine. Mi ha lanciato una cosa nera di pizzo. Srotolandolo, ho scoperto che era un orsacchiotto nero. Per lo più pizzo, non aveva materiale dove andavano i seni ed era meno inguinale.

Sorridendo, l'ho indossato. Si adatta perfettamente. Mi sentivo come la troia totale in esso. Sorrise, ma mantenne la vestaglia a metà, nascondendo la parte inferiore del corpo.

"Perché non ti togli la vestaglia?" Ho chiesto.

"Tutto a tempo debito, amore. Tutto a tempo debito," promise.

Si avvicinò a me. Sporgendosi molto vicino, sussurrò: "Sei abbastanza buono da mangiare". Ha fatto scivolare la sua mano lungo la mia pancia fino al mio inguine. Strofinando il dito lungo la fessura del mio orsacchiotto, ha diffuso la mia umidità su tutto il mio inguine.

Facendo scivolare la sua lingua nella mia bocca, ci siamo baciati appassionatamente. I miei fianchi iniziarono a muoversi avanti e indietro sul suo dito. Ho passato le mie dita tra i suoi capelli setosi. Stringendo la mano, le ho stretto i capelli. Ho schiacciato la sua bocca contro di me, violentandola a fondo con la mia lingua.

La mia mano libera iniziò a vagare lungo il suo corpo. Una volta raggiunta la sua vita, mi ha fermato. "Non ancora!" lei disse.

Si è liberata, mi ha spinto sul letto e si è chinata. "Ho una sorpresa per te", mi ha detto. Slacciò la vestaglia e la lasciò cadere a terra. La vista di lei che se ne stava lì nuda mi riempì di lussuria. I miei occhi hanno attraversato il suo corpo e quando sono arrivato al suo inguine, la mia mascella è caduta.

Era lì con la cinghia più grande che abbia mai visto. Nessuna meraviglia che volesse tenere la vestaglia. Sono diventato così eccitato. Guardandola, le ho chiesto: "Alisha, che cos'hai lì?"

"Ti piace? Le dita possono fare solo così tanto, quando sei privato del cazzo. Ho comprato questo per te, e come bonus, c'è un altro cazzo dentro che entra in me. Quindi, mentre ti scopo, mi scopo , pure."

"Vieni qui. Stenditi," scivolai dal letto sul pavimento tra le sue gambe. Dando uno sguardo più da vicino al dildo, ho notato che era lungo circa 8 pollici e abbastanza largo che le mie mani non lo circondavano.

Ho allungato la mano e l'ho toccato. Ogni volta che l'ho spostato, lei si dimenava. Ho iniziato ad accarezzarlo, afferrandolo saldamente. Con brevi colpi, ho preso quel dildo facendola scopare forte dalla gemella. Il suo respiro cominciò a diventare instabile.

Spingendola ancora di più sul letto, sono andato dall'altra parte e ci sono salito sopra. Volevo succhiare quel cazzo enorme, ma volevo cavalcarle la lingua. Volevo sentirlo sepolto nella mia figa! Ho sentito le sue mani avvolgere le mie cosce e si è tuffata nella mia figa, come una persona affamata.

La sua lingua sinuosa si strofinò e colpì il mio clitoride gonfio. Succhiava forte e potevo sentire la mia figa contrarsi. I miei fianchi iniziarono a gonfiarle il viso. Ero così caldo.

Chinandomi, le mie labbra si chiusero attorno a quel cazzo duro. Non preoccupandomi di ferirlo, ero un po 'più ruvido di quanto sarei stato con un vero uomo. Usando i muscoli della mascella, ho bloccato il dildo, spingendolo avanti e indietro, ho iniziato a scoparla, di nuovo.

Ho sentito 2 dita entrare nella mia figa fradicia. Ha iniziato a lavorare le dita dentro e fuori a ritmo con quello che le stavo facendo. Oh mio Dio! Ho interrotto quello che stavo facendo per sperimentare quello che mi stava facendo. Ha colto l'occasione per scivolare via da sotto di me. La sentii arrivare dietro di me.

Qui ero a quattro zampe, con il culo completamente aperto, e la mia migliore amica, che indossa una cinghia sul cazzo, è dietro di me. Che mondo! Mi ha afferrato il fianco con una mano e ha preceduto per guidare la testa nella mia figa bagnata e in attesa.

Ho lasciato un lungo gemito, mentre mi è andato tutto dentro, con un colpo regolare. Apparentemente, è stato bello anche per lei. Stava gemendo con me. Ci siamo mossi l'uno contro l'altro, finché non siamo stati coperti di sudore e il nostro succo di figa. Le sue correvano lungo le gambe, mentre le mie gocciolavano sul letto.

"Fanculo questo!" ha esclamato, mentre ha strappato via il dildo. "Ho bisogno che la mia figa venga mangiata."

Siamo tornati in una posizione sessantanove. Questa volta sono salito sul fondo e lei si è seduta sulla mia faccia. Si è tuffata di nuovo nella mia fica. Mentre mi leccava e succhiava la figa, mi ha agganciato le gambe dietro le braccia. Ancora una volta ero totalmente aperto. Ho sentito la sua lingua ovunque. Le sue dita erano strette nella mia figa, rendendola piena come non lo ero mai stata. Poi, ho sentito la sua lingua sondare il mio culo raggrinzito. Mi piaceva quando i miei amanti giocavano con il mio culo.

Dimenandomi, ho sentito la sua lingua entrare nel mio culo. Tutto il mio respiro mi ha lasciato. Mi avrebbe fatto venire. Le sue dita si dimenarono nella mia figa, allungandola. La sua lingua era nel mio culo. Oddio, la pressione era troppa! Potevo sentire le contrazioni iniziare. Onda dopo onda si è schiantata su di me.

"Oh, CAZZO!" Ho urlato, mentre i miei succhi le colavano intorno alle dita. "Sto venendo! Non fermarti!"

Sono rotolato via da lei. Rimasi seduto in silenzio, respirando affannosamente. La guardai. I suoi occhi erano vitrei. Ha detto: "Il mio turno".

Si sollevò sul letto, appoggiando la testa sul cuscino. Ho raggiunto nel suo cassetto e ho ottenuto un piccolo vibratore. Posizionandomi tra le sue gambe, ho infilato 2 dita nella sua figa calda. Era così stretto e caldo. Ho incrociato le dita rendendole più spesse e le ho lavorate dentro e fuori lentamente. Gemette e allargò le gambe.

Ho acceso l'atmosfera e ho iniziato a premerla contro il suo clitoride gonfio. Amico, ho adorato il suo clitoride. Ha la più grande e succosa. Quando è eccitata, rimane eretta, come un cazzo duro. Ho sfregato quella vibrazione sopra e intorno, guardandola pulsare.

Ha iniziato a cullare l'atmosfera e le mie dita. Gemendo forte, la sua testa si dimenava avanti e indietro. Ero implacabile. Ho mantenuto l'atmosfera costante, mentre ho lavorato le mie dita dentro e fuori. La cosa successiva che ho saputo, i suoi fianchi si sono sollevati violentemente. Stava avendo un orgasmo molto potente.

Ho ritirato lentamente le dita e ho spento l'atmosfera. Baciandole delicatamente le labbra, ho sussurrato: "Grazie". Ci siamo accoccolati l'uno nelle braccia dell'altro. Fu allora che notammo la persona alla porta.

"Steven …?" Sussurrò Alisha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *