Categorie
Storie

Storia di sesso lesbo per la prima volta | Storie di sesso lesbo

Ha iniziato lentamente a baciarmi prestando attenzione ad ogni angolo e fessura del mio corpo, esplorandomi, trovando nuove zone erogene mai incontrate prima con i miei numerosi appuntamenti con la razza maschile. Questo è stato il mio primo incontro lesbico. Stavo quasi venendo prima ancora che avesse raggiunto i miei capezzoli. Il suo bacio vagò dalla mia bocca alle mie orecchie e al collo poi giù al mio petto e il mio corpo si contorse volendo di più.

La serata delle ragazze è stata la decisione per stasera.

Cat e io siamo usciti molto recentemente.

Clubbing, picking-up e abuso generale del nostro corpo con notti intere mescolate con abbondanti quantità di alcol. Tutto ciò porta a situazioni in cui ti metti rapidamente i vestiti al mattino e te ne vai il più velocemente possibile.

DVD, piatti thailandesi da asporto, vino bianco, popcorn e cioccolato erano in programma per stasera … e non vedevo l'ora che arrivasse un fine settimana facile per cambiare.

Sono entrato a casa di Cat, un appartamento con due camere da letto nel centro cittadino.

Il cibo era già lì insieme alle prelibatezze. Ho portato il vino.

"Ciao Amanda" disse Gatto sporgendosi per baciarmi.

Le sue labbra sfiorano le mie. Erano così morbidi e luccicanti che non ho potuto fare a meno di guardarli.

Abbiamo mangiato il cibo delizioso, Cat spesso si leccava le labbra, che ha attirato la mia attenzione e ha inviato piccoli impulsi alle mie parti di ragazza. Volevo tuffarmi e perdermi nelle sue labbra scintillanti e bagnate.

Dopo cena abbiamo aperto la seconda bottiglia di vino e ci siamo sistemati in Pretty Woman e poi in Dirty Dancing. Ci sono piaciuti sorrisi, risate e un bel po 'di lacrime.

Cat si è avvicinato e ha spostato i miei capelli lontano dal mio viso inzuppato di lacrime. Ha usato un tovagliolo e ha asciugato le mie lacrime sul viso a pochi centimetri dal mio.

La mia mente si bloccò e non sapevo cosa fare.

'Stava per baciarmi? Volevo che mi baciasse? '

Non sapevo niente. Ero perso e affascinato da lei.

Si avvicinò a me il mio cuore iniziò a battere un po 'più velocemente il mio respiro si accorciò. Potevo dire che mi voleva e io volevo che mi prendesse. La danza dell'attesa era in pieno svolgimento e io ero solo un volenteroso passeggero verso dove lei mi avrebbe portato.

'Hai degli occhi molto belli.' Ha detto mentre mi metteva una mano sulla gamba. 'È bello stare con te da solo stasera.'

Potevo sentire il sangue che scorreva attraverso il mio corpo portando con sé il desiderio.

Adesso volevo che mi baciasse, sentisse le sue labbra morbide sulle mie. Volevo che si tuffasse e si immergesse in me. Per portarmi in posti in cui non ero mai stato.

Cat si alzò

'Un altro drink?' Ha chiesto.

Sono stato felice e deluso allo stesso tempo.

'Sì. Sì grazie.'

Entrò in cucina e riempì i bicchieri. Mi ha dato il tempo di respirare. Pensare.

'Lo faremo? Sto solo sbagliando? Oh no. E se mi sbaglio. "I pensieri correvano selvaggi nella mia testa.

Cat tornò in sala e mi porse il bicchiere di vino. Lo metto sul tavolo accanto a me. Cat ne ha bevuto un bel sorso.

'Allora dove eravamo?' Sorrise Cat. 'Ah sì. Stavo per baciarti. >>

Di nuovo mi sono bloccato dalla paura. Il mio cuore quasi si fermò quando lei si chinò e mi baciò le labbra. Così morbida, così tenera, la sua lingua danzava nella mia bocca e le sue labbra vagavano attorno alle mie. La sua mano mi prese la guancia mentre andavamo.

Mi lasciò la faccia e si appoggiò allo schienale. Guardandomi dritto negli occhi. Ero perso, affascinato. Ero suo

'Stai bene?' Ha chiesto? La sua voce era morbida e tenera.

Riuscii a fare un cenno del capo.

"Di più" è tutto quello che ho detto.

Scivolò giù dal salotto inginocchiandosi tra le mie gambe. Mi sono seduto. Le sue labbra ritrovarono le mie. Questa volta molto più soda, ma ancora morbida come la seta. Si baciò e le nostre lingue ballarono al loro ritmo.

Le sue mani hanno trovato i miei seni e hanno stretto dolcemente, poi la sua mano è scivolata sotto la mia felpa tirando fuori i miei seni dal reggiseno.

Le sue dita hanno portato i miei capezzoli sull'attenti. Più morbido di quanto qualsiasi uomo avesse mai toccato. Mi ha fatto desiderare il suo tocco sempre di più con ogni secondo che passava. Il suo bacio è arrivato al mio collo e poi di nuovo alla mia bocca.

La volevo così tanto.

Si fermò, mi sfilò il top e mi slacciò il reggiseno e lo lasciò cadere a terra.

Cat si alzò e iniziò a slacciarsi il vestito bottone dopo bottone. Volevo saltare in piedi e strapparlo via, ma mi sono seduto immobile come una brava ragazza.

Una volta sciolto, lo lasciò cadere rivelando un set nero di reggicalze e reggicalze abbinati a reggicalze e mutande. Sembrava abbastanza buona da mangiare. Capivo perché era popolare tra i ragazzi: era così sexy.

Mi sono tolta i pantaloni della tuta imbarazzata dalle mutande che indossavo. Cat li ha strappati via e gettati sul pavimento mentre mi adagiava sul divano.

Ha iniziato lentamente a baciarmi prestando attenzione ad ogni angolo e fessura del mio corpo, esplorandomi, trovando nuove zone erogene mai incontrate prima con i miei numerosi appuntamenti con la razza maschile.

Stavo quasi venendo prima ancora che avesse raggiunto i miei capezzoli. Il suo bacio vagò dalla mia bocca alle mie orecchie e al collo poi giù al mio petto e il mio corpo si contorse volendo di più. Una volta che le sue labbra si chiusero intorno al mio capezzolo, urlai di pura gioia.

Questo la incoraggiava ancora di più mentre la sua mano libera scendeva e trovava il mio punto di piacere.

Le sue due dita percorrevano la lunghezza del mio buco già gocciolante, aprendomi leggermente e colpendo direttamente il mio bocciolo. Succhiava, baciava e giocava con me fino a quando il piacere non era troppo e io sono venuto forte e forte.

Mentre venivo, le sue due dita sono scivolate dentro di me e lei mi ha scopato, facendo lavorare il mio punto G fino a quando l'ondata di piacere si è placata.

Mi guardò e si alzò porgendomi la mano. Mi alzai senza esitazione e la seguii nella sua camera da letto.

"Sdraiati per me piccola" ha detto. La sua voce era dolce, sexy e sfrenata. Ha reso il mio amore già canticchiato pulsare ancora più forte.

Feci come da istruzioni e lei si arrampicò dalla fine del suo letto. Ho aperto le gambe come per istinto.

Non perse tempo e strisciò su e mi baciò direttamente sulla mia umidità. Le sue labbra erano morbide e piene. Ha succhiato le mie labbra nella sua bocca, poi ha iniziato a leccarmi e baciarmi sempre di più.

Le sue dita uno, due, tre … non so mi hanno pompato dentro ancora e ancora. Le mie mani le afferrarono la testa con forza mentre mi portava di nuovo in cima.

La sensazione mi ha reso incapace di parlare o controllarmi. Sono venuto e sono venuto da un orgasmo all'altro fino a quando Cat non si è saziata di me.

'Ti stai divertendo?' Mi ha chiesto sorridendomi con la faccia luccicante del mio succo di sperma.

'Cazzo sì … Posso assaggiarti per favore? Per favore?'

'Certo che puoi. Stenditi ancora lasciami salire in cima. Voglio sedermi sulla tua faccia, bellissima ragazza. "Disse Cat.

In pochi secondi aveva appollaiato la sua figa direttamente sopra la mia faccia. Ha tirato un cuscino sotto la mia testa mentre mi posizionava. Non ero mai stato con una donna prima di volerla assaggiare. La sua figa era a un centimetro di distanza.

Ho tirato fuori la lingua e ho preso la mia prima leccata di un'altra donna. Mi elettrizzava mandando brividi attraverso il mio corpo.

Leccai lentamente le sue pareti esterne spingendole le labbra nella mia bocca e succhiando il suo succo che si era già raccolto. Cat ha iniziato ad abbassarsi ritmicamente solo un tocco e di nuovo su come se stesse cavalcando la mia faccia. Mi ha solo reso più caldo.

Le ho messo le mani intorno al culo e le ho tenute strette mentre alzavo la testa, leccandole e succhiandole la fica tirando fuori la lingua il più lontano possibile permettendole di cavalcarmi la faccia. La lingua le scopa il buco per la sua gioia. Cat mi ha afferrato la testa e si è ribaltato più velocemente nella mia bocca.

'Succhialo piccola, succhialo. Questo è infilarlo nel profondo di me. Lingua me. Parlami bene. "Chiese.

Le sue parole erano come gas su un fuoco e l'ho leccata fino a quando il suo sperma non mi scorreva su tutto il viso e nella mia bocca catturando il più possibile mentre la leccavo fino all'estasi.

Una volta che si è sistemata, è rotolata via e si è sdraiata accanto a me.

'Oggi ti ho comprato un nuovo giocattolo.' Cat sorrise e tirò fuori un sacchetto di carta sgualcito marrone da sotto il cuscino. Dentro c'era un dildo, a doppia estremità grande e nero. La mia figa poteva già sentirlo dentro di me.

Ha poi tirato fuori un altro dildo anche lui di colore nero. Dandoglieli, chiese.

'Beh, ti piacciono? Sono puliti pronti per l'uso. Voglio vederti scivolare nella tua figa rasata rosa. "Disse.

Volevo vederla scopare anche la sua figa. Così tanto. Ho posato e aperto le gambe e ho fatto scivolare il dildo dentro di me. Ero così caldo che le mie pareti si sono aggrappate a questo mostro e ho avuto problemi a farlo scorrere dentro e fuori da me. Ho scopato bene e cumming duro mentre andavo.

'Ancora. Non fermarti finché non te lo dico io. "Disse Cat.

Ho continuato a scopare il mio buco come comandato.

Mi voltai e guardai. Cat si stava scopando la sua dolce figa con il double-ender mentre io stavo scopando la mia con un dildo.

I nostri gemiti combinati come il miglior coro del mondo, siamo venuti ancora e ancora. Ancora ed ancora.

Alla fine Cat mi ha detto di tirarmi fuori il mio. La mia figa era ancora affamata. Ha posato tra le mie gambe la sua figa guardando la mia. Mi ha infilato un'estremità del double ender. Era molto più grande dell'altra e mi riempiva totalmente. Poi ha fatto scivolare l'altra estremità nella sua stessa figa.

Lentamente si mosse e si ribellò guardando mentre faceva muovere la creatrice di piacere dentro di me spingendo le mie pareti in tutte le direzioni.

L'istinto ha preso di nuovo il sopravvento e ho iniziato a tirarmi indietro stringendo le pareti della mia figa e poi rilasciando. Il nostro ritmo è cresciuto sempre più velocemente, non un ritmo perfetto ma non importava.

Mi è venuto duro ancora una volta innescando una reazione a catena – Gatto che viene forte – controtendomi più forte spingendo la creatrice di piacere più a fondo in me mentre veniva.

Abbiamo scopato così ancora e ancora. Fino a quando le onde di piacere non se ne fossero andate.

Poi, come una brava ragazza, sono scivolato tra le gambe di Cats e l'ho leccata e succhiata. Baciandole le labbra inferiori finché ogni goccia non fu pulita e sparita.

Si arrampicò sul letto e si sdraiò accanto a me. Ha iniziato a far scorrere le dita su tutto il mio corpo di nuovo.

'Penso che dovremmo restare più spesso.' Ha detto. I suoi capelli sudati ora le erano attaccati al viso.

'Oh sì Cat dovremmo.' Ho accettato.

Categorie
Storie

Curioso Amico | Storie di sesso lesbo

Sposto la bocca dalle sue labbra, seguo la curva del suo viso con baci teneri e morbidi, scendo sul suo collo. Il meraviglioso collo setoso di una donna è una gioia da baciare e mordicchiare, di solito un'azione accolta con gemiti delicati, mentre si girano per consentirti l'accesso. Sì, è una di queste donne. Mi sposto lungo il suo corpo, baciando ogni centimetro di pelle che attraverso. Sta iniziando a dimenarsi sotto di me, questo sta facendo fluire il suo desiderio, vuole vedere cos'altro ho da darle.

Esso aveva
è stata la giornata più lunga al lavoro, per finire la settimana più lunga. ero così
contento che fosse l'ultimo venerdì del mese, questo significava solo una cosa, il mio
il club del libro online si riuniva per spettegolare sulla loro ultima lettura,
tutti noi bevevamo un bicchiere di vino o due mentre scambiavamo idee sul nostro
libro più recente. Avevo la sensazione che stasera sarebbe stata una buona sessione come
questa volta avevano scelto un romanzo erotico.

Mi ero sistemato davanti
del mio portatile, vino in mano, in attesa che tutte le altre ragazze si colleghino.
Una volta arrivati ​​tutti, è diventato chiaro che l'argomento del libro era diventato
tutti di umore sfacciato, c'erano molti messaggi suggestivi e noi
a quel punto non avevo nemmeno avuto modo di discutere del libro. Una volta entrati
la discussione principale, è stata rivelatrice vedere cosa morde le altre ragazze
piaceva e no.

Una sezione ha avuto un collegamento fin troppo breve tra due
donne; personalmente mi sarebbe piaciuto vederne di più, 4 su
i 6 dei miei amici non ne sono stati infastiditi ma non sono stati eccessivamente accesi
e un amico aveva ammesso che l'aveva eccitata e che ci era voluto
lei di sorpresa. Sono rimasto sorpreso che così pochi di noi fossero attratti dal
fisicità e sensualità di altre donne. Io stesso trovo sia donne che
gli uomini sono attraenti, ma il passatempo di dare piacere a una donna è difficile
battere.

Avevamo finito di discutere del libro, ma come sempre abbiamo preso
le nostre chiacchiere fino a tarda sera. Il vino aveva chiaramente avuto effetto,
così come il contenuto del libro. All'improvviso sembrarono pensarlo tutti
era divertente pubblicare i loro glutei e le tette rivestite di reggiseno come profilo
immagini, chiedendo al resto di noi cosa pensavamo avrebbe fatto il personaggio principale
piace fare a quello.

Per lo più stavo solo pensando a cosa mi piacerebbe fare
tutte le figure formose con cui ero stato preso in giro. Il mio curioso amico
anche se, non sembra esserci entrato, ammetto di essere rimasto un po 'deluso
come di tutte le altre mi aveva sempre incuriosito di più. Sembrava
hanno un carattere molto dolce, i suoi commenti sono stati sempre gentili e leali e io
era ansioso di dare un volto al suo nome.

Come se gli Dei avessero risposto
la mia supplica, la mia curiosa amica ha trovato il suo coraggio. Non ero preparato per il
visione era però. La sua prima foto è stata il suo bel viso,
splendide labbra carnose imbronciate, labbra che ero certo che avrei baciato se loro
sono stati avvicinati troppo ai miei e bellissimi occhi incorniciati dal
ciglia lunghe più belle. Tutti si sono affrettati a farle i complimenti, e
giustamente, un viso così adorabile.

Ha respinto i nostri complimenti, ma
sembrava trovare un po 'più di fiducia da loro, come ci ha onorato
altre due immagini, che abbracciavano pienamente il gioco che gli altri avevano iniziato. UN
bel corpo per andare con quel bel viso, curve assolutamente dove loro
dovrebbe essere, oh, la sua foto era quasi troppo da scattare. Era stato un
molto tempo da quando una donna mi aveva travolto in quel modo. Allora proprio come me
ho pensato che avrei dovuto fare una pausa per non dire qualcosa
inappropriato ci ha dato a tutti il ​​piacere di vedere le sue mutande
parte inferiore. Così peachy e liscio, i complimenti li ho voluti fare interamente
attraversando i confini. 'Sì, ​​hai un bel sedere, così adorabile io
piace morderlo e sculacciarlo. ' Difficilmente la cosa migliore che potessi dire.

io
potevo dire che stavano diventando tutti progressivamente più brilli e come
per quanto divertenti fossero le loro confessioni sessuali e le loro esplosioni comiche, ero
cominciando a sentirsi un po 'frustrato. Era difficile non immaginare tutto
tipo di cose cattive quando erano così esplicite. Il mio curioso
amico era uscito anche dal suo guscio, e alcune delle informazioni lei
condiviso mi ha fatto male con il desiderio di darle piacere. Quindi mi sono scusato
per la sera, e prese le strambate sul mento e andò a
letto per essere solo con i miei pensieri.

Oh, come mi prendeva in giro. Visitare
io nei miei sogni dove non potevo resisterle. Il suo corpo divino racchiuso
in una sexy chemise rossa, resa ancora più attraente da quelli succulenti
ciocche scure legate in una coda di cavallo che chiedeva di essere afferrata.

ho pensato
dove potrei dirigere quelle labbra carnose se prendessi quella coda di cavallo nella mia
mano. Però sto correndo. È curiosa, ha bisogno di vedere quanto
il piacere si può trovare in due donne che si incontrano, ho bisogno di prenderla
lentamente attraverso questa nuova esperienza che desidera. Mi sta guardando
attraverso quelle belle ciglia e la voglio tutta in una volta, voglio
perdermi in lei e nel suo piacere, vado da lei, la prendo morbida
mani nelle mie, mani che voglio sentire su tutto il corpo, voglio sentire lei
Little trema mentre si muove incerta sulla mia pelle, incerta in merito
cosa provare e dove andare. Glielo dirò comunque. Glielo dirò, io
glielo mostrerò, la stenderò sul mio letto e le mostrerò come
tocchi e accarezzi una donna. Sarò paziente e resisterò al
voglia di violentarla. Da dove dovrei iniziare con uno così allettante? quando
ogni parte di lei mi chiama, implorando per me.

Mentre si sdraia
prima di me, avvicino la mia bocca alla sua. Oh mio Dio, baciare quelle labbra è come
prendendo un sorso di paradiso stesso. Così morbido, così pieno, così esitante, e poi
si rilassa nel mio bacio e quelle labbra diventano ansiose. Le piace questo
questo mio bacio sulle sue dolci labbra. Risponderà lo stesso quando io
spostare la mia bocca sulle labbra morbide e bagnate della sua figa? Lo spero. Rallento il mio
pensieri giù, abbiamo appena iniziato.

Sposto la mia bocca da lei
labbra, seguo la curva del suo viso con baci teneri e morbidi, vado alla deriva
giù sul collo. Il meraviglioso collo setoso di una donna è una gioia da baciare
e sgranocchiare, di solito un'azione accolta da delicati gemiti, mentre si girano
per consentirti l'accesso. Sì, è una di queste donne. Scendo
il suo corpo, baciando ogni centimetro di pelle che attraverso. Sta iniziando a divincolarsi
sotto di me, questo sta facendo fluire il suo desiderio, vuole vedere cosa
più devo darle.

Libero i suoi seni dai confini di
la sua bella chemise, un unico strattone di una cravatta serica sul davanti e lo sono
gratuito. Libero e glorioso. Così piena e formosa, lei altrettanto splendida
i capezzoli sono in piedi per me, mostrandomi che si sta godendo il mio
esplorazione di lei.

Prendo un seno in mano e un capezzolo nella mia
bocca, la mia mano libera che gioca con la sua seducente coda di cavallo. Mentre lecco e
succhiare i suoi capezzoli mi sento avido di lei, uso le mie mani per prenderla
più che posso del suo seno nella mia bocca e lei si lamenta per me,
gemendo per di più, adora avere i suoi bei seni adorati dai miei
bocca. Oh curioso, ti adorerei ogni volta che lo desideri.

io
non posso più aspettare, ho bisogno di vedere come ha un sapore una bellezza divina come questa.
Mentre tolgo le sue mutandine rosse di pizzo, sono felicissimo di sentire come succhi
li ho inzuppati, confermando che le ho fatto piacere con il mio
gli affetti. Spingo quelle cosce ben fatte, così posso vedere quanto è bagnata
è per me. Mentre passo un dito sulla sua fessura bagnata, non riesco a resistere all'impulso
per assaggiarla abbasso la testa ei miei sensi sono in fiamme.

La visione di lei
è una cosa, ma il suo profumo mi ha anche stordito dalla lussuria. Ha un odore
dolce e muschiato e così pronto. So che allora avrà un sapore come nessun altro.
Poi la mia lingua è su di lei, è calda e bagnata, la mia figa soffre
lei adesso.

Le lecco la figa e le succhio il clitoride, lei inarca la schiena
e si spinge dentro di me. Mi dice che va bene così, che lei è così
gli piace. Sono contento che stia diventando vocale, si sta rilassando ora,
lasciandosi andare a godere del piacere che le sto creando. io
continua con quello che le piace, anche io le infilo le dita dentro
piacere aggiunto. Si sente così perfetta intorno alle mie dita, così desiderosa di
loro mentre la sua figa spinge verso il basso su di loro. Curvo le dita cercando
per il punto che le provocherà più sensazioni.

Mi sta dicendo di si
che questo è il punto. È così pronta, posso sentire quanto è vicina, così
Aumento i miei sforzi e le do ciò che desidera. Lei è estasi
la sua dolce voce che mi chiama mentre i suoi succhi fluiscono per me. Lei è dentro
paradiso, e lei è il mio piccolo assaggio di paradiso.

Come lei ritorna
me dalla sua foschia orgasmica inizia a mostrare segni di timidezza. No mio
curioso, non essere timido, qui lascia che te lo mostri. Mi sdraio accanto a lei, prendi
la sua mano nella mia e la metto sul mio seno, le dico di imitare la mia
azioni, toccare ciò che la attrae, quelle sue mani non possono sbagliare
al mio corpo. Segue esitante le mie istruzioni, ogni tanto
guardandomi in cerca di approvazione attraverso quelle folte ciglia lunghe. Oh,
curioso, sei così carina.

Sta trovando il suo coraggio
ora, mi lecca i capezzoli e quando inarco la schiena verso la sua bocca
istintivamente li succhia. Posso sentire la sua mano che sfiora lentamente il
la pelle del mio stomaco, posso sentire che vuole esplorare più in basso, ma lo è
ancora incerto. Suggerisco un approccio diverso, quindi non si sente
spinto a concentrarsi sul portarmi piacere.

Le mostro come possiamo
metterci da fica a fica, da clitoride a clitoride. Come i nostri desideri individuali
può portare l'altro piacere. Le piace questo, lavora con me, come noi
entrambi si fanno gemere l'un l'altro.

Man mano che diventa più eccitata, lei
diventa di nuovo più audace. Amo questo. Penso che la terrei eccitata
sempre se potessi far sentire coraggiosa anche lei. Sussurra a
così dolcemente che vorrebbe assaggiarmi come ho fatto con lei. Questo fa
voglio assaggiarla di nuovo, quindi la faccio mettere a cavalcioni sul mio viso come lei
si china per mettere le sue belle labbra e la sua lingua gentile sulla mia figa.

Lei è
cauto, ma è fantastico. Sta macinando la sua figa contro la mia
bocca, mentre sollevo la lingua per incontrare le sue avance, i suoi sforzi
la mia figa è aumentata. Ha smesso di essere cauta o di seguire il mio
piombo, ha trovato il suo divertimento per il compito e ora è persa.
È meraviglioso. Sta portando il mio orgasmo in superficie senza
anche provando. Inizio a chiamarla, dicendole quanto è bello,
come mi farà venire. Anche lei verrà di nuovo, mia
la bocca è desiderosa di prendere i suoi succhi.

Come la mia visione di lei mi fa
orgasmo, mentre il suo orgasmo fa stringere la sua figa intorno alla mia lingua e
il suo meraviglioso sapore scorre nella mia bocca, la mia mano persa nel mio sogno è
lavorando freneticamente per creare il mio piacere.

Mi sveglio in preda a
l'orgasmo, il mio curioso amico che mi riempie la mente. A cosa darei per questo
non essere un sogno. Oh, che gli dei mi avrebbero guardato favorevolmente una volta
di più e portala da me per assaggiare le sue dolci delizie al mio risveglio
stato.

Categorie
Storie

Ragazze sporche | Storie di sesso lesbo

Pensavano di aver trovato un posto privato per stendere la loro coperta. Era così vicino a dove Beth sedeva tra l'avena di mare, che poteva sentire il bacio. La risata cessò di colpo, sostituita da mormorii sommessi. Beth si irrigidì; ascoltato attentamente i rumori della bocca;


L'avena marina si sollevava al vento, linee lineari d'oro che salivano lungo le dune, proseguendo da dove le onde si sacrificavano lungo la sabbia.

Beth percorse la spiaggia a nord dove la folla si diradava. La folla era deprimente. Vagò tra le dune di sabbia; annidata in un luogo soleggiato, il suo libro sulle ginocchia nude. Venivano dalla direzione opposta: le due ragazze, camminando sottobraccio. Due coniglietti surfisti, chiacchierando allegramente in faccia. Tirandosi a vicenda. Risate gioiose che salgono dalle loro labbra. Beth li osservò mentre camminavano verso di lei, su tra le dune.

Pensavano di aver trovato un posto privato per stendere la loro coperta. Era così vicino a dove Beth sedeva tra l'avena di mare, che poteva sentire il bacio. Le risate cessarono di colpo, sostituite da mormorii sommessi. Beth si irrigidì; ascoltato attentamente i rumori della bocca; guardò incredula mentre la ragazza più grande faceva cadere la sua amica sulla coperta e la soffocava con il suo corpo. La ragazza più giovane chiuse gli occhi e si arrese alla pressione rotatoria dei fianchi. Giacevano l'uno nelle braccia dell'altro, i loro corpi marroni come il miele di grano saraceno e ignari di Beth seduta così vicina da poter sentire il rannicchiarsi.

Beth distolse lo sguardo, cercando una via di fuga. Era ridicolo per lei spiare queste ragazze, ma muoversi, cercare di scivolare via, avrebbe immediatamente rivelato il suo posto e la sua peccaminosa indiscrezione. Così guardò, immobile, e ascoltò i suoni di baci intensi; il gioco con la bocca. I suoni del succhiare.

La ragazza più giovane aveva perso il suo costume da bagno e il suo amante stava rosicchiando scherzosamente i mucchietti. Sembravano biscotti al miele; ognuno con la sua bacca rosa. E brillavano dell'amore della bocca degli altri.

Beth guardò una scia di baci che venivano lavati su una pancia sottile e sentì i suoi stessi stimoli sessuali. Il suo corpo stava rispondendo. Sentiva l'umidità. Si sollevò leggermente e il suo ano si irrigidì. Sembrava esserci un vuoto e si guardò intorno alla ricerca di qualcosa che riempisse il vuoto. Nulla! Pensò al tubetto di crema solare nella sua borsa. Ma non poteva. Non era quello che desiderava. Aveva visto le mani lunghe e sottili. Oh, cosa avrebbe fatto a quella ragazzina, con una mezza possibilità. Beth sognava di inginocchiarsi su quel corpo stretto e giovanile e di forzare quelle dita fino in fondo. Si costrinse a scendere finché la mano della ragazza non riempì la cavità; fino al polso! Beth rabbrividì al pensiero. Chiuse gli occhi.

E l'altro? Puoi leccarmi il culo, pensò Beth. Metti anche un dito lì dentro. Riempimi davanti e dietro. Il calore le salì dalle gambe e le dilatò il petto. Al diavolo! Beth armeggiò nella sua borsa e tirò fuori il tubetto di crema. Ha strappato il cavallo del suo costume da bagno e ha inserito l'estremità. Era spalmata nelle sue stesse secrezioni e quando ha spinto, l'intero tubo è scomparso all'interno. Le sue dita lo seguirono, spingendo il tubo più in profondità finché il cappuccio rigido non fu incuneato contro il suo utero. Ha toccato il clitoride e ha sentito l'onda della sensazione.

Beth tornò a guardare dove la ragazza più grande faceva scivolare i pantaloni del costume da bagno lungo le cosce sottili. I radi peli pubici erano biondi e immediatamente coperti da labbra e lingua. Dita scivolose stavano lavorando più in basso. Beth rimase affascinata dalla bellezza del ritmo. E il desiderio disinteressato di piacere della ragazza. Fu improvvisamente sopraffatta dall'innocenza; e come fosse così fragile. Il vuoto tornò e con esso una profonda tristezza. Era profondamente imbarazzata, la vergogna si accendeva nel suo petto mentre guardava il giocoso fare l'amore. Si pentì di averlo contaminato con la sua fantasia lasciva. Aveva sporcato tutto. Beth invidiava la loro giovinezza, il loro innocente gioco d'amore, l'avventura della vita così fresca.

Il nasino della ragazza più giovane si arricciò e i suoi fianchi si sollevarono. Ci fu un rantolo involontario. E poi ha iniziato a ridere. La ragazza più grande si appoggiò allo schienale sorridendo, i suoi denti incredibilmente bianchi contro l'abbronzatura. Il suo mento; luccicava. Si sporse di nuovo in avanti, per assorbire gli ultimi succhi d'amore del giovane. Lottarono insieme e corsero verso la risacca; la più grande si fermò per gettare a mare la sua tuta lungo la strada. Era una visione gioiosa di gambe e braccia allampanate, di fondenti biondi e carini. I bambini hanno colpito l'acqua nudi, completamente addosso, e sono caduti nelle onde.

Beth si aggiustò il costume da bagno e si alzò rapidamente in piedi. Se ne andò sgattaiolando sul retro di una duna di sabbia. Più tardi avrebbe dovuto scavare quella dannata cosa.

Categorie
Storie

Farmi passare il college | Storie di sesso lesbo

La mia coinquilina Angela era tutt'altro che ingenua. Aveva la mia età, una vera festaiola. Una donna italiana dai grossi seni con un gran corpo e lunghi capelli neri.

A vent'anni ero una mamma ingenua. Non è che fossi al riparo, è solo che non socializzavo esattamente troppo. Mi sono davvero concentrato sulla mia laurea, non ho mai bevuto, fumato o drogato a feste sfrenate come stavano facendo i miei amici. Ero una specie di nerd e un emarginato.

Quando si trattava di uomini, semplicemente non avevo tempo. Certo, ho bramato diversi uomini in classe, ho avuto la mia cotta per celebrità ma oltre a scoprire la masturbazione, dopo che sono incappato per caso in un po 'di porno sul computer del mio compagno di stanza, non sono mai stato con nessuno tranne me stesso.

La mia compagna di stanza Angela era tutt'altro che ingenua. Aveva la mia età, una vera festaiola. Una donna italiana dai grossi seni con un gran corpo e lunghi capelli neri. La maggior parte delle volte nei fine settimana non si trovava da nessuna parte. Rimanere sempre in contatto con ragazzi e andare a dormire altrove dopo le feste. In un certo senso suppongo di essere geloso, ma sapevo che dovevo concentrarmi sui miei studi, sistemare la mia vita prima, poi potevo lasciarmi andare un po '.

Il porno in cui sono incappato nel computer di Angela era principalmente porno lesbo. Non l'ho mai considerata una vera passione per le donne. È sempre con alcuni dei ragazzi più sexy del campus. Fino a quel momento, non avevo mai pensato al sesso in quel modo. Ho sempre avuto l'impressione che alla fine avrei fatto amicizia con un brav'uomo da qualche parte lungo la strada e mi sarei sposato. Quando mi sono imbattuto accidentalmente nei siti porno che ha visitato, sono rimasta scioccata e in un modo strano ero molto eccitata.

Le donne sono belle. Dopo quel momento in cui ho scoperto il porno di Angie, ho guardato i membri del mio sesso completamente diversi. In classe e nel campus ho iniziato a prestare particolare attenzione alle donne intorno a me. Improvvisamente, ho iniziato ad apprezzare un bel rack, culo stretto e corpo caldo. Per quanto sia cresciuto un apprezzamento più profondo per la forma femminile, tuttavia, non ho mai nemmeno pensato di voler sperimentare sessualmente con una donna. Credevo solo che si potesse essere una femmina, apprezzare la bellezza delle altre femmine e niente di più. È un dato di fatto, ho sempre fantasticato di stare con un fusto bollente mentre mi scendeva con precisione mentre mi strofinavo il clitoride sotto la doccia.

Un giorno del fine settimana, quando pensavo che Angie non sarebbe tornata a casa e avevo il posto tutto per me, stavo facendo un bagno. Era un caldo bagno di bolle di vapore. Avevo candele accese e musica new age in sottofondo. La mia mente ha cominciato a vagare e mi sono impegnata in una lunga sessione di masturbazione. Angie era sulla porta del bagno e mi guardava segretamente allo specchio. Non ne avevo idea finché non è entrata in bagno e ho dovuto comportarmi come se non stesse succedendo niente.

"Ciao Jess, sembra rilassante" ha detto in piedi accanto a me guardando nella vasca.

"Oh ciao, non sapevo che fossi a casa, di solito non ci sei per il fine settimana" dissi comportandomi come se tutto fosse normale.

“Beh, avevo bisogno di una pausa. A volte non riesci a divertirti tutto il tempo, inoltre è una bella giornata fuori e non voglio sprecarla ", mi ha detto.

Mi alzai nella vasca da bagno mentre lei mi porgeva un asciugamano. Mi sono avvolto nell'asciugamano e sono andato in camera da letto per prendere i miei vestiti per la giornata e per vestirmi. Angie è venuta lì con me per rilassarsi sul suo letto che era accanto al mio.

"Wow Jess, devo dirti che non ho mai prestato molta attenzione ma hai un corpicino bollente su di te" disse Angie, mentre mi stavo asciugando con l'asciugamano, esponendo leggermente il mio petto.

"Oh no! Non è niente in confronto al tuo. Morirei per avere il tuo corpo, questo è certo! " Le ho detto, cercando di comportarmi in modo umile di fronte a un complimento.

"Non ti capisco ragazza, dovresti avere ragazzi che ti inseguono! Grandi tette, morbida pelle lattiginosa, bei capelli biondi e setosi, bottino stretto, perché nascondi la merce? " Ha chiesto Angie.

"Cosa intendi?" Ho detto.

"Beh, ti vesti in modo così conservativo, ti conosco da circa 3 mesi e fino ad ora non ho mai prestato attenzione a quanto sei sexy fino ad ora, perché non lo sfoggi mai ragazza!" Fece notare Angie.

“Beh, sto davvero cercando di concentrarmi sui miei studi e non sui ragazzi. Devo disciplinarmi, sai. " Ho detto a lei.

"Che cosa? Sei serio? Quand'è stata l'ultima volta che sei uscito con un uomo? " Lei mi ha chiesto.

"Ehm, sono imbarazzato ad ammetterlo, ma non ho mai avuto un ragazzo prima" le ammisi.

"Mai! Devi aver avuto almeno qualcosa da fare con qualcuno ad un certo punto! " lei disse.

"No, non proprio, ho avuto ragazzi che flirtano con me al liceo, ma ero sempre a casa a studiare dopo la scuola e mi facevo il culo durante il mio lavoro part time in estate." Ho detto spiegato.

“Allora che diavolo fai con il sesso? È tutto quello che fai? Andare in bagno? " Ha detto Angie.

La sua sfacciataggine cominciò a crescere. Immagino che mi stesse guardando mentre mi masturbo nella vasca da bagno. Che imbarazzo!

“Quanto tempo mi hai guardato in bagno prima? Oh mio Dio! Questo è davvero imbarazzante!" Dissi mentre la mia faccia cominciava a diventare rossa.

"Non ti preoccupare ragazzo, lo facciamo tutti, almeno non sei completamente morto!" mi ha detto.

“Be ', nel caso ve lo stiate chiedendo, ho intenzione di uscire con uomini quando avrò completato la mia laurea e avrò un buon lavoro retribuito. Voglio solo che le mie priorità siano al primo posto, perché penso che se comincio a giocare in campo, soprattutto ora, potrei distrarmi e rovinare le cose per me stesso davvero male ”le ho detto.

"Probabilmente a pensarci bene è un'idea intelligente. Ma … ti stai privando del cazzo? Questo mi farebbe impazzire! " Angie adesso era davvero Angie!

"Non puoi privarti di qualcosa che non hai mai avuto, sono sopravvissuto fino a qui, sono sicuro che starò bene" ho detto.

"Oh mio Dio! Non riesco a immaginare di avere 25 anni e di non averne mai! Hai mai pensato di fare sesso con una donna? " Lei mi ha chiesto.

All'inizio ero completamente sbalordito da quella domanda. Non perché fosse così sfacciata al riguardo. Angie è Angie, ma perché non ho mai pensato all'idea di stare con una donna (sessualmente) prima.

“Vuoi dire, fare sesso con una donna? Devo ammetterlo, il pensiero non mi è mai passato per la mente. Sei mai stato con una ragazza prima? " Le ho chiesto.

"Oh cielo, mi è stato detto che mi trovo con una ragazza ogni tanto. Non c'è niente di sbagliato in questo. Voglio dire, soprattutto se preferisci gli uomini, non ci sono attaccamenti "ha sottolineato. Devo ammetterlo, non l'ho mai pensato in quel modo.

"Beh, suppongo … devo confessare, mi sono imbattuto accidentalmente nei tuoi siti porno sul tuo computer non molto tempo fa, quando ho spostato accidentalmente il mouse e lo screensaver si è spento" le ho detto.

"Oh va bene. Non stavo davvero cercando di nasconderlo. Cosa hai pensato? Ti è piaciuto quello che hai visto? " Lei chiese.

“Devo ammettere che è stato interessante. Voglio dire, sicuramente mi ha aperto gli occhi su quanto può essere bella la forma femminile ”le ho detto.

"Ma non hai mai considerato di stare con una donna prima?" Lei chiese.

"No, non proprio. Ho solo pensato che fosse quello che piace ad alcune ragazze e beh, qualunque cosa … "La mia ingenuità si stava dimostrando alla grande.

“Dovresti considerare di provare cose con le donne. Soprattutto se non hai mai fatto nulla con nessuno prima, è un ottimo trampolino di lancio. Voglio dire, i pulcini sanno cosa piace agli altri. Meglio della maggior parte degli uomini se si dice la verità! " Ha detto Angie.

"Beh, non saprei nemmeno da dove cominciare. Non ho esperienza nel rimorchiare uomini, figuriamoci le donne ”le ho detto.

“Bene, duh! Sono proprio qui! Non devi guardare molto lontano, ragazza! " Disse Angie con un grande sorriso sul viso.

"Vuoi dire, tu …" Ero ora un po 'imbarazzato.

"Certo che ti aiuterò ragazza, ma ho bisogno di sapere, ti sentiresti a tuo agio con me?" Ha chiesto Angie.

"Certo, penso che tu sia bellissima." Le ho detto.

"Ok, ecco cosa voglio che tu faccia. Mettiti completamente nudo e mettiti a letto. Non metterti sotto le lenzuola. Voglio che questa sia un'immagine completa per entrambi ”mi ha detto Angie.

Mi sdraiai nuda sul letto con le gambe parzialmente divaricate, guardando Angie che si spogliava. Un milione di cose mi scorrevano per la mente, ma non riuscivo a staccare gli occhi dal suo corpo sensuale e caldo. Giuro che potrebbe essere nel porno se le fosse data la possibilità!

Sorridendo, iniziò a strisciare su per la fine del letto verso di me. Cominciavo a tremare nervosamente, non sapendo esattamente cosa aspettarmi da tutto questo. Strisciò tra le mie gambe e mi baciò delicatamente le labbra prima di impegnarmi in un bacio completo. Non ho mai baciato nessuno in questo modo. Quando l'ho baciata, i miei occhi erano aperti e guardavano nei suoi. Posso sentire la mia figa iniziare a bagnarsi.

"Rilassati" Mi disse in un sussurro mentre iniziava a muoversi lungo il mio corpo con piccoli bacetti. Ho sentito la sua lingua calda sui miei capezzoli mentre mi prendeva a coppa tutte le tette, una alla volta con la sua mano destra. La sua lingua tremò e girò in cerchio prima di succhiare. Lascio uscire un lieve gemito.

"Mio Dio, Angie" le ho detto mentre lei continuava a muoversi lungo il mio corpo con i suoi baci gentili.

Ho sentito le sue labbra baciarsi tutt'intorno alla mia figa. Sopra e sotto. Ha aperto le mie labbra e ha cominciato a massaggiare il mio clitoride. Ero in pura estasi. Successivamente ha iniziato a inserire un dito dentro di me più o meno nello stesso momento prima di muovere la bocca. Potevo sentire la sua lingua calda allargarsi su tutta la mia figa prima che iniziasse a tremolare e succhiare completamente il mio clitoride.

Non ho potuto trattenermi. I miei fianchi vibravano e sono arrivato molto velocemente. Ha continuato a lavorarmi, guardandomi di tanto in tanto e sorridendo.

"Ti piace eh?" mi chiese mentre si chinava per un altro bacio.

"Sei così bella Angie" è tutto quello che ho potuto dire.

Poi si è girata e ha posizionato la sua figa vicino alla mia testa, mentre ancora una volta ha iniziato a leccarmi la fica, sdraiandosi sul suo petto come se stesse strisciando lungo il mio corpo. Ora stavo fissando le sue labbra da dietro di lei. Ho iniziato a sentire la sua figa tra le gambe sotto il culo. Era così morbido, quando ho inserito un dito e lei ha emesso un forte gemito.

Ha fatto il backup un po 'bi, così ho potuto concedermi di più nella sua figa. Ho cominciato a leccarlo dappertutto con la mia lingua mentre lei leccava la mia dal basso. La sensazione di lei che cadeva su di me era così intensa che dovevo fermarmi a leccarla di tanto in tanto solo per ritrovare un po 'di calma. Tra la sensazione della sua lingua che mi leccava e la sensazione dei suoi seni morbidi lungo il mio corpo, ero su Cloud 9.

Girandosi si è messa a cavalcioni su di me e ha cominciato a gobba sulla mia gamba strofinandola contro la figa, come se stesse cavalcando un cazzo. Ho iniziato ad accarezzare quelle tette enormi e lei si metteva il dito indice in bocca e succhiava.

"Voglio che tu mi succhi il clitoride" mi disse dolcemente prima di sdraiarsi sulla schiena con le gambe divaricate. Mi sono seduto e ho seppellito la mia lingua dentro di lei. Separando le sue labbra sono andato dritto per il suo clitoride e lei mi teneva la testa mentre la leccavo come meglio sapevo. Pochi minuti dopo, ho potuto quasi sentire lo zampillo della sua figa mentre si è bagnata molto e ha emesso un forte gemito. Penso che sia appena arrivata.

Ci siamo seduti entrambi faccia a faccia, ci siamo infilati le mani nella bocca dell'altro e abbiamo assaggiato i nostri succhi di figa. Poi ci siamo abbracciati in un altro bacio, ci siamo sorrisi e abbiamo iniziato a ridere.

"Che caldo!" è tutto quello che potrei dire.

"Ti è piaciuto?" Lei mi ha chiesto

"Grazie Angie, è stato davvero bello, sei così bella"

"La tua benvenuta ragazza, in effetti sei sempre la benvenuta. Sei stato fantastico ”ha detto.

"Lo pensi davvero?" Le ho chiesto.

"Non sono stata con una ragazza da molto tempo ma sono stata con alcune, probabilmente eri la più tenera e sensuale" ha detto.

"Veramente? Tu la pensi così? Lo faresti di nuovo con me? "

"Assolutamente. Ogni volta che vuoi una ragazza. Fammi sapere. Ti aiuterò a superare il college. Sarà il nostro piccolo segreto ", ha detto.

Categorie
Storie

Il matrimonio di Alice nel paese delle meraviglie | Storie di sesso lesbo

Alice ha inseguito un coniglio antropomorfo perché ha lasciato cadere i guanti in apprensione. Non sapeva che lui la stava effettivamente conducendo dalla regina delle lesbiche. La regina, chiamata Amoret, convinse Alice di essere la sua legittima compagna. Il resto, quello che seguì, andò bene per lei.

Cast di personaggi:

Personaggi principali:

Alice: Protagonista.

Amoret: Regina lesbica di Castle Sappho Islands, Wonderland.

Personaggi secondari:

Coniglio bianco: Un coniglio antropomorfo e servo di Amoret.

Giovani donne: Lesbiche.

______________________________________________

"Ecco-ora hai finito," disse Alice allegramente a se stessa quando finì di intrecciare i suoi capelli biondi come la seta in una lunga treccia. Era in piedi davanti allo specchio, che era fissato nella cornice di quercia decorata della sua lucida toeletta. Le sue labbra si curvarono in un sorriso mentre guardava il suo riflesso.

Alice era una bomba di 25 anni. Aveva ciocche flessibili, che brillavano brillantemente intorno al suo viso ovale. L'ombra rosa aveva un effetto arrossante sulle sue guance e sugli occhi blu infossati. La sua figura a clessidra, vestita con un reggiseno 36F e una minigonna rosa, era una gioia per gli occhi. "Cosa pensi? Non lo sono…"

Alice fece una breve pausa. Strinse le labbra e appoggiò le mani sulla vita. "NO. Se ti chiedo come ha fatto Michelle ieri sera, non andrà bene ", disse in tono beffardo. "Non aveva idea di come interrogare uno specchio perché non ha mai letto BIANCANEVE." Gettò indietro la testa e la sua risata tintinnante echeggiò nella camera da letto ben arredata.

"Ti dispiacerebbe rispondermi, se ti chiedo come,

specchio specchio sul muro,

chi è il più bello di tutti noi? "

Naturalmente, lo specchio non era magico e non rispondeva alla sua domanda.

"Oh piccola, sei la più bella", disse Alice. Si baciò allegramente sullo specchio e si voltò. Una copia di Forbidden Desires di Emma Hudson giaceva sul comodino del suo letto lussureggiante. Si è avvicinata e l'ha presa. Il libro apparteneva a donne, le cui lettere lo riempivano di fantasie lesbiche. Alcuni di loro erano lunghi ed espliciti; altri erano impliciti e interrogativi. La lettera di una donna incinta, di nome Michelle, era una narrazione in quattro paragrafi della sua frustrazione per il sesso reale. La sua bellezza stava svanendo a causa di tre concezioni consecutive. Il clamoroso fallimento la spinse a evocare una fantasia quando si trovava davanti allo specchio. È iniziato con l'apparizione di cinque ragazze intorno a lei. Li aveva tra le gambe, al culo, succhiandole le tette e in bocca. Si è masturbata fino al culmine in pochi secondi mentre li immaginava.

Alice lesse la scena, diteggiandosi; anche lei si è masturbata fino all'orgasmo. La sborra della ragazza aveva un sapore piacevole mentre se lo leccava dalle dita. La fantasia aveva un certo brivido e lei si appisolò, immaginandola mentalmente.

La sua visione erotica si trasformò in un sogno di lesbiche, che si stavano baciando. Era in mezzo a loro, guardando la loro demo. Nessuna delle donne si è preoccupata di toccarla. Poi qualcuno è venuto da lei all'improvviso. La sua mano è stata presa e ha seguito il suo compagno per una notte.

Alice si svegliò all'istante. Si è toccata. È stato un altro climax. Il sogno le sembrava una realtà. Tuttavia, è stato deludente svegliarsi da solo nella stanza. Si è alzata dal letto e ha fatto una doccia per liberarsi del sudore e della sborra.

"Che peccato", disse Alice, guardando il libro che aveva in mano. “Ha dovuto sfogare la sua fantasia. Perché diavolo non sta cercando le vere fiche? " Sospirò e lo rimise a posto. Al secondo pensiero, lo prese di nuovo e uscì di casa.

La brezza mattutina era piacevole per Alice. Inalò il profumo delle rose selvatiche, che erano state piantate accanto ai gigli ai margini del suo prato. Le tre panche di legno erano state lucidate l'ultima sera; tutte le piante furono potate per abbellire il prato. Andò, oscillando ritmicamente i fianchi larghi, verso la panchina più vicina e si sedette.

Alice alzò lo sguardo. L'unica cosa che aleggiava nel cielo era una nuvola oscura. All'improvviso, le venne in mente che la nuvola aveva interrotto il suo movimento; indugiava appena sopra di lei. Si accigliò all'idea, ma una rapida corrente di vento la scosse dalla sua mente. Doveva guardare in basso. Le pagine del libro stavano girando all'impazzata.

"Oh mio," disse Alice, tenendoli a posto. Poi, i suoi occhi caddero sul sottotitolo Beth. L'autrice aveva dedicato un'intera pagina alla sua fantasia. Sollevò il libro e iniziò a leggerlo:

Carissima Helen,

Sono ancora così entusiasta della nostra esperienza condivisa che non riesco a trattenermi dal dirtelo. È stato un amore dolce e meraviglioso quello che abbiamo avuto per quella breve ora.

Sei delizioso, mia cara, con quella pelle luminosa e morbida come il raso e una figura meravigliosa. Mi piaceva annusarti e assaggiarti dappertutto. Come si sono gonfiati i tuoi capezzoli pulsanti mentre li succhiavo e li baciavo. Poi, mi hai detto di mungere i tuoi meloni e ho tenuto la mia faccia tra di loro per te. Mi hai mormorato di far scivolare le mie dita nella fessura del tuo sedere. Tesoro, il tuo buco lì è così morbido ma stretto, così umido e muschiato. E ti ha davvero emozionato, non è vero, quando ho lavorato le mie dita dentro?

Ma, naturalmente, è stata la tua deliziosa fica a farmi impazzire. Oh tesoro, come la sua carne interna si è aperta mentre le mie dita tracciavano la tua fessura. Tremava e si bagnò molto. Ti piaceva che ti accarezzassi in quel modo, vero? So che l'hai fatto, perché ti sei dimenato e sussultato quando ti ho toccato lì.

Poi, la mia bocca è scesa su di te; era tutto capelli e carne morbida. L'odore glorioso e il sapore eccitante della tua umidità mi sono penetrati in bocca. Mi è piaciuto avere il naso schiacciato contro il tuo fiore. Il profumo intenso del tuo sedere era inebriante. Volevo solo mangiarti; ingurgitare il liquido e la sostanza del tuo corpo, era la mia passione. Ti amo perché ti desidero!

Va benissimo che non hai fatto altrettanto per me in cambio. Ho capito che eri troppo eccitato e che tutto stava accadendo troppo in fretta. Mi bastavano solo le tue mani. Il tocco delle tue dita era così morbido, caldo e amorevole. Ho sentito che ti stavi sforzando. Poi, ho sentito i tuoi gemiti soffocati. Ti stavi ingobbendo per la lussuria e macinavi la tua torta sulla mia bocca. Sapevo che stavi raggiungendo l'orgasmo. La mia stessa fica si mosse, solo in estasi. Oh, tesoro! È stato tutto meraviglioso. Non lo dimenticherò mai.

Helen, amore mio, fammi mangiare di nuovo la tua gustosa fica, e presto. Lo farai caro? Per favore?

"Wow! Helen è così fortunata ”, ha detto Alice. “Oh come vorrei avere un'amante come Beth! Se fossi Helen, non avrebbe bisogno di implorarmi in quel modo. "

Alice continuò a diteggiarsi mentre leggeva di nuovo la fantasia. Il suo perizoma fu inzuppato in un attimo. Sospirò e si adagiò contro la panca. "Sto venendo così tanto. Le ragazze sanno davvero le loro cose. È così caldo e impressionante, anche senza immagini ", ha detto.

Alice mise giù il libro e chiuse gli occhi. "Ho sognato per lei," disse. “Ho davvero bisogno di lei adesso. Desidero che lei venga qui e si inginocchi davanti a me, e mangi la mia fica. Mi farà impazzire, come Beth ha fatto con Helen? " Lasciò il soliloquio per un po 'e si mosse una mano sullo stomaco. “Mi leccherà e annuserà dappertutto? Mi mostrerà la sua passione? "

Alice fece una pausa. Spremette i meloni in reggiseno. La loro capacità di recupero la spinse a riprendere il soliloquio. "Mi succhierà e mungerà le tette per portarmi …"

All'improvviso, sentì una voce stridula da vicino. Diceva: "Oh cielo, sarò troppo tardi!"

Gli occhi di Alice si spalancarono e guardò in direzione di quella voce. L'oratore era un grosso coniglio bianco che le correva accanto. Indossava una giacca di pelle rossa. Riuscì a intravedere i guanti neri che gli spuntavano dalla tasca della vita.

Alice fu stupita di vedere un coniglio che si comportava come un essere umano; era vestito, correva sulle zampe posteriori, parlava e prendeva qualcosa dalla tasca della vita. Era un orologio da tasca. Era troppo delirante per notare che i suoi guanti erano scivolati via.

"Oh mio Dio, ha lasciato cadere i guanti", disse Alice e lei gridò, "Signore! ASPETTARE."

Il coniglio bianco ribatté: "Non ho tempo! Sono già in ritardo. Sua Maestà mi taglierà le palle se non sarò in TEMPO. "

"Ma signore, i suoi guanti …"

"Un'altra volta, un'altra volta!"

Alice non poteva fare altro che corrergli dietro. Si lasciò alle spalle il prato, si fermò un attimo per raccogliere i guanti e riprese a seguire il sentiero preso dal coniglio bianco. Un po 'più avanti, prese un angolo a sinistra e scomparve.

Alice girò l'angolo per correre in un vicolo. È finito in un enorme baobab. Si allungò, si fermò e si inginocchiò sotto il baule per esaminare un'apertura.

"Wow! Sembra una grande tana di coniglio in cui deve essere saltato ”, disse Alice. "È meglio che lo segua." Pertanto, si è insinuata come un quadrupede ed è entrata nel buco.

La tana del coniglio proseguì in qualche modo dritta come un tunnel, e poi si tuffò. Alice si ritrovò a cadere in quello che sembrava essere un pozzo. O era molto profondo o era caduta troppo lentamente, perché aveva tutto il tempo per guardarsi intorno. Quindi, ha cercato di capire a cosa stava arrivando, ma era troppo buio per vedere qualcosa.

Giù, giù, giù! Ad Alice sembrava che la caduta non sarebbe mai finita; ma alla fine era finita quando si imbatté in un mucchio di rami e foglie secche.

Alice non si è fatta male per niente e si è alzata subito in piedi. Alzò lo sguardo. Era tutto buio sopra di noi. Davanti a lei c'era un altro lungo passaggio e il coniglio bianco era in vista, affrettandosi. Iniziò a correre e si avvicinò a lui quando disse: "Sono in ritardo. Sono davvero in uno stufato. Sono in ritardo, sono in ritardo, sono in ritardo! " Poi ha spinto una porta e l'ha richiusa dietro di sé.

Alice, ansimando per quel folle inseguimento di coniglio, dovette fermarsi sulla porta. Aveva infilato i guanti nel reggiseno perché voleva restituirglieli, ma era troppo angosciato per assecondarla. "Quell'idiota mi ha permesso di inseguirlo come se non avessi nient'altro da fare", disse con repulsione. "Al diavolo lui e i suoi guanti!"

Decise di buttare via i guanti e tornare a casa, ma l'idea dell'impossibilità di risalire il pozzo le fece cambiare idea. Pertanto, girò la manopola d'oro e aprì la porta.

Alice si trovò in una spaziosa radura. Le chiome degli alberi circostanti riparavano il luogo. C'erano decine di tende. Materassi e cuscini sono stati appoggiati direttamente a terra.

Alice si guardò intorno, stupita di ciò che vide. C'erano giovani donne, tutte nude e vulnerabili. Stavano facendo sesso come coppie e gruppi. Le bocche erano chiuse in un bacio fanatico. I capezzoli sono stati rilasciati e ripresi oralmente. Le teste ondeggiavano tra le cosce e le natiche. Fighe e stronzi sono stati violentati dai dildo. La generosità della loro orgia è stata amplificata da sospiri, gemiti e urla. Era così carnale e lascivo che Alice era eccitata a toccarsi tra le cosce. Poi all'improvviso, ha sentito la voce frizzante di una donna dietro la schiena, "Ti stai godendo lo spettacolo, piccola?"

Alice sussultò e si voltò per vedere che il suo indirizzo era una rossa incoronata. Aveva 32 anni. Le labbra sottili, i capelli corti e frastagliati, il comportamento sobrio e l'alta postura suggerivano un'aria di autorità in lei. Era vestita in modo maschile medievale e sembrava aggraziata. Gli occhi verdi ravvicinati, tuttavia, avevano un'impressione particolare sul suo viso. Avevano uno sguardo freddo e persistente.

"Ehm-io …" balbettò Alice piuttosto che affermare la sua domanda.

"Non sei comodo qui? Andiamo allora, non essere timido! Perché nessuno è timido qui. "

Alice notò che la donna incoronata stava sorridendo e il suo viso triangolare si era illuminato, ma il suo sguardo freddo aveva un effetto inquietante su di lei. Tuttavia, è riuscita a chiedere: "Chi sei? Dove sono?"

"Oh, sono contento che tu l'abbia chiesto", disse la rossa. "Sono Amoret, la regina di Castle Sappho Islands, Wonderland."

"C-Castle Sappho!"

"Esatto", disse la regina. "Ora sei entrato nei locali di LESBIANS."

"Lesbiche?"

"Perbacco! Non sapevo che avresti fatto domande stupide. Non credi nelle lesbiche, piccola? Vivono in questo mondo ", ha detto Amoret.

"No. Ehm-voglio dire … "

"Hai letto di lesbiche. Ti piacciono, vero? "

Alice era senza parole. Fissò Amoret e sbottò: "Come fai a saperlo?"

"Hai lasciato un libro in panchina", rispose Amoret. “L'ho preso alle tue spalle. Non hai visto l'unica nuvola questa mattina? Ero lì a guardarti. "

Alice aggrottò la fronte alle sue parole e le comprese in un attimo. 'Ecco perché, la nuvola si era davvero fermata e indugiava sopra di me', dedusse. "Mi stavi guardando", chiese alla regina, "ma perché?"

"Perché volevo conoscerti meglio", le disse Amoret. "Sono contento di vedere che sei la donna giusta per me."

"Cosa intendi?"

"Il paese delle meraviglie è davvero un posto fantastico", ha risposto Amoret. "Tutto ciò che è impossibile qui è possibile. Non sarai stanco di scopare e scopare tutto il giorno. Sicuramente, puoi farlo se c'è una persona giusta con cui accoppiarti. Ti sei chiesto, anche per un secondo, perché queste bambole sono nude quando io sono l'unico vestito qui? "

Amoret notò che Alice la stava sbattendo le palpebre confusa. "Ok. Basta guardarsi intorno per vedere dietro di te ", ha detto. Le sue labbra sottili si curvarono in un sorriso.

Alice si guardò intorno. Non c'era segno della porta, ma vide un grande muro di pietra con alcune parole scarabocchiate. Fu presa alla sprovvista e girò la testa per esclamare: "La porta è sparita!"

"ESATTAMENTE", disse Amoret. "Come ho detto, tutto ciò che è impossibile qui è possibile. È il tuo destino vivere qui come mia moglie. "

"Che cosa! Ma come succederà? "

"Pensi che sia solo una storia di cazzi e tori? NO, per niente! E attenzione, Castle Sappho sceglie le donne destinate a sposarsi. "

"Ma…"

"Le donne possono unirsi in matrimonio, se sono vere lesbiche", la interruppe Amoret.

"E tu pensi che io sia uno di loro", disse Alice. "Oh, non ho mai avuto una donna con cui amare!"

"Una vera lesbica non è solo una donna d'azione", ha detto Amoret. "Se sei eccitato dalle fantasie di due o più donne che fanno l'amore, Castle Sappho ti segna come una garanzia."

Alice rifletté sull'audace proposta e sulla giustificazione di Amoret. 'È strano, davvero strano,' si chiese. 'Ma perché vuole sposarmi?'

Amoret le chiese: "Cosa stai pensando?"

"Solo una cosa", disse Alice. "Come puoi dire che sono la donna giusta per te?"

"Ci sono tre risposte alla tua domanda", ha detto Amoret. “Primo, voglio restare con te per sempre. Solo una tua vista mi solleva. Sei incomparabile per bellezza e fascino, ed è per questo che ti amo. Secondo, hai inseguito il coniglio bianco per restituirgli QUESTO. " Ripescò i guanti neri dalla tunica viola.

Alice aggrottò la fronte ai guanti. Poi si guardò il petto e rimase senza fiato. Amoret le sorrise e disse: "Sembra che tu abbia sorprese oggi, amore mio".

"Sì-sì. Li avevo infilati nel reggiseno e … "

“Oh adesso sono in mio possesso! Perché sono il loro vero proprietario ", ha detto Amoret. “Non avevi idea che fossero affascinati. Il coniglio bianco è servito al mio scopo per portarti qui. Non era altro che un servitore incantato. "

La regina tacque e sorrise per lo sguardo perplesso sul viso di Alice. Gettò da parte i guanti e disse: "È assurdo inseguire qualche stupida creatura per una sciocchezza, non è vero? Tuttavia, gli sei corso dietro perché il loro incantesimo ti ha fatto fare quello. Non appena hai raggiunto quella porta, l'incantesimo è stato respinto. Grandi cose accadono se vuoi che accadano. Hai deciso di aprire la porta e poi sei venuto qui. "

"Ho solo pensato", disse Alice, "che è impossibile salire sul pozzo e tornare a casa. Non avevo alternative. "

"Al contrario, avevi un'alternativa."

"Che cosa! Ma come?"

"Se la tua decisione fosse quella di stare lontano dalla porta, il passaggio ti permetterebbe di aggirare il pozzo e tornare illeso."

Alice inarcò le sopracciglia. 'Questo posto è davvero una meraviglia', pensò.

«Ultimo ma non meno importante», disse Amoret, «la porta d'ingresso è sparita. Il muro di pietra ora dichiara che non devo più aspettare il legittimo compagno. "

Alice si voltò e si avvicinò al muro. Lesse le parole scarabocchiate sopra:

HAI ALLA SUA ECCELLENZA! ARRIVA LA COMPAGNA DESTINATA PER LEI.

'Quindi è quella che avevo sognato, la scorsa notte,' pensò Alice con convinzione. 'Ora, so chi può prendermi le mani per l'eternità e il cui amore può riempirmi.' Tornò a guardare la regina. La perplessità e la confusione le furono scrollate di dosso.

"Ogni ragazza è sposata qui con uno o più partner", ha detto Amoret, indicando le donne nude intorno a loro. "Continueranno a scoparsi l'un l'altro per l'infinito."

"Sì", disse Alice. Le sue labbra si curvarono in un sorriso.

"Se una ragazza viene tre volte per un'avventura di una notte", continuò Amoret, "è sposata con la sua compagna e i suoi vestiti vengono presi dal castello di Saffo."

"Quindi anche i nostri vestiti verranno presi", disse Alice.

"Certo, piccola," disse Amoret allegramente. "Queste ragazze non ti vedranno, non ti sentiranno o non ti sentiranno fino alla verifica del nostro matrimonio."

"È dolce," disse Alice amabilmente.

La regina Amoret si avvicinò ad Alice e l'abbracciò. "Perché è amore", disse teneramente, accarezzandole la schiena. Alice fece scattare le braccia al collo di Amoret. Le loro labbra si incontrarono in un dolce bacio esigente. È diventato più intimo e appassionato.

Continuarono a baciarsi finché Amoret non le sussurrò: “Vieni con me, piccola. Dobbiamo avere un po 'di privacy. "

Alice rise. Amoret la condusse alla tenda più grande.

L'interno della tenda sembrava simile a una camera da letto riccamente decorata. C'erano arazzi vividi, un letto king-size con copriletto in peluche, una toletta lucida, lampade fantasiose e armadietti di varie dimensioni. Bottiglie e calici di vino sembravano riempire un armadietto bianco alla loro destra.

"Oh che bello", esclamò gioiosamente Alice mentre si guardava intorno.

Amoret, che si era tolta la corona, sorrise allo sguardo stupito sul viso di Alice e disse: "Non era così bello senza di te". Le prese la vita e la tirò più vicino per un bacio schiacciante.

Alice chiuse gli occhi e gemette. Amoret si stava succhiando le labbra mentre le prendeva con forza. Si è trattenuta dal morderli perché questo avrebbe potuto ferire la sua amata.

Amoret ha rotto il lucchetto e ha continuato a baciare Alice sulle guance. Tirò fuori la lingua, si leccò il collo preoccupata e si accoccolò fino alla spalla destra. La coccolò, tastandola la schiena e succhiandole il lobo dell'orecchio.

Alice sorrise languidamente e lasciò che Amoret brancolasse con le fasce del reggiseno. Sono stati spinti più vicini e separati. Quindi, il suo reggiseno è andato via in due scosse.

Amoret guardò le sue meravigliose tette. Erano pieni e rotondi; capezzoli rosa erano posti provocatoriamente sulle sue grandi areole. “Ragazza, guardati! Sono così grandi e belli ", ha esclamato.

"Sono tuoi, tesoro", disse Alice. La sua voce era roca.

"Giusto", disse Amoret. Ha iniziato a toccarsi e stringere le tette. Alice sibilò per un ritocco occasionale e si tirò i capezzoli.

"Ti piace, vero?"

"Yesss …"

"Posso succhiarli per te, piccola?"

"Fallo per favore!"

"Eccolo, allora" disse Amoret. Ha baciato le sue tette dappertutto e le ha spinte nella profonda scollatura. Quindi, ha tirato fuori la lingua e l'ha leccata lì. La seducente coppia di mamme si dimenava quando lei scuoteva la testa in mezzo a loro.

Amoret si è spostata sui suoi capezzoli con il passaggio graduale dalle leccate alla suzione. Ha preso un boccone di un capezzolo e lo ha tenuto in aspirazione. La sua mano accarezzava l'altra, tirandola di tanto in tanto.

Il viso di Alice arrossì quando i suoi capezzoli furono rilasciati, ripresi e sostituiti ripetutamente. 'Lei li vuole male e adoro essere assistita in questo modo', ha riflettuto.

Amoret si aggirava intorno ai meloni di Alice. Ha succhiato, impastato, tirato e mordicchiato la coppia seducente. Occasionali gesti della sua lingua infiammano di piacere la cara ragazza.

Alice ha intravisto Forbidden Desires quando Amoret stava strofinando il naso lungo il suo ombelico. Il libro giaceva sul ripiano di un armadio, più vicino al letto. Chiuse gli occhi per un bacio leggero sull'ombelico.

Amoret, infine, si inginocchiò, infilò le dita nella cintura della gonna di Alice e se la tirò giù per le gambe. I suoi occhi caddero sul perizoma Tie Side, che era inzuppato tra le cosce della sua compagna. "Allora sei pronto per me, vero? Oh, lo so che lo sei, ”disse, osservandola. Quindi, accarezzò Alice lungo l'ampia curva dei suoi fianchi e le afferrò le natiche in modo seducente.

Alice si morse il labbro. Amoret aveva sciolto il suo perizoma e spogliato la sua figa. La sentì dire: "Dovrei mangiare la tua fica e lasciare che il nostro amore fiorisca per questo?"

"Oh sì …" la voce di Alice si spense mentre rispondeva distratta.

Accanto a loro c'era un armadio. Stava fisso a terra. Quando Amoret l'ha spinta, ha appoggiato il suo grande bottino sul bancone e così ha aperto le gambe in modo invitante.

Amoret ha tirato fuori la lingua e l'ha passata sulla figa rasata di Alice. L'ha baciata lì. 'È così aperta e bagnata. Niente è appetitoso come il suo sugo, "osservò. Immediatamente, tenne le cosce rotonde più separate e si spostò tra di loro per assaporare il suo gusto.

Alice sibilò e gemette. La sua figa tremò per il desiderio di costruire. Le labbra di Amoret erano incollate ai suoi petali rosa. Stava incantando le sue labbra esterne e la fica interna.

La testa di Amoret dondolava tra le sue cosce mentre mangiava e la leccava con urgenza. La sua lingua le trapanò la figa e si alzò, circoscrivendo il suo clitoride. Chiuse le labbra sulla manopola ultra sensibile, succhiandola più forte.

Il piacere era così intenso che Alice dovette piegare i fianchi. Amoret ha catturato la sua figa proprio mentre si era succhiata le labbra.

Alice pensava che sarebbe diventata matta. La sua figa era infiammata fino all'orlo. Ha urlato per la massima lussuria. Amoret la stava leccando più velocemente e lei le succhiò il clitoride con passione.

Poi è successo! Alice schizzò sul viso di Amoret. Un po 'di succo le era gocciolato lungo le cosce.

"Uno in meno, due per andare", ha detto Amoret. Si leccò il succo dalle cosce e si alzò. Alice sospirò. La lingua di Amoret la stava penetrando. 'È così brava. Perbacco! Sono piena ", rifletté.

Amoret ha scopato Alice con la sua lingua e si è alzata in piedi per un po '. Si succhiò i capezzoli e si baciarono calorosamente. Alice le prese le labbra, assaporandone il proprio gusto.

"Questo è il tuo sapore, mia cara", disse Amoret.

"È meraviglioso", rispose Alice.

"Sapevo che ti sarebbe piaciuto. Facciamo un altro tentativo, va bene? "

"Ehi," disse Alice mentre veniva scaraventata sul letto. Amoret aleggiava sopra di lei. La prese per i fianchi e la tirò al limite.

Alice decise di sdraiarsi rilassata e sorrise al suo amante. Amoret ricambiò il sorriso e si inginocchiò davanti a lei. Si mosse per baciare il suo mostro e allargò le gambe sexy; li spinse finché le ginocchia di Alice non furono al suo stesso petto.

Amoret tenne ferme le gambe di Alice e iniziò a leccarle le cosce. Scese al suo vagano e fece scivolare fuori la lingua. Correva su e giù per l'interno delle sue chiappe.

Alice ansimò. Il rim-job le stava scuotendo i segni vitali. Si morse il labbro mentre Amoret infilava la lingua dentro e fuori dal suo buco del culo. "Oh sì … sì … aah … leccami … leccami … mmm …" cantilenò, stringendosi le tette.

Amoret si avvicinò alla figa di Alice e le premette la bocca per succhiare un po 'di umidità che fuoriusciva. Ha sondato la sua lingua attraverso le labbra esterne di Alice e nella sua fica interna.

Alice sibilò mentre il suo amante la mangiava. Non poteva muovere le gambe perché le mani di Amoret le tenevano forte.

'Ora, ti farò venire', risolse Amoret mentre catturava il cappuccio di Alice. Fece scorrere la lingua sul clitoride e se lo leccò, lateralmente, su e giù. Poi lo succhiò forte e continuò a leccarlo, più velocemente e più esigentemente.

Alice gemette. Si crogiolò nella magnifica sensazione della lingua di Amoret tra le sue cosce. Tutta la sensazione era centrata nella sua figa. Il succo di fica scorreva attraverso le sue pareti. All'improvviso, i muscoli dello stomaco iniziarono a contrarsi. Mosse le gambe verso il basso e le chiuse intorno alla testa di Amoret.

Il viso della regina Amoret è stato schiacciato nella sua figa. L'unica manovra che ha seguito è stata quella di tenere a freno la lingua e chiudere le labbra sul clitoride di Alice. 'Eccola qui. Non devo perderla ", giudicò.

Alice era nella beatitudine. Il suo corpo fu sconvolto. Tese il busto e strillò, ed entrò subito nella bocca del suo partner.

"Due in meno, uno per andare", disse Amoret.

Alice sentì le gambe divaricate di nuovo. Amoret stava leccando la sua figa spenta. Chiuse gli occhi e rimase immobile, lasciando che la regina assaporasse il suo gusto. 'Non sono mai stata saziata così tanto in vita mia', pensò. 'Oh come mi piace! La amo lì. È così piena di passione "

Amoret succhiò tutto il succo dalla fica di Alice e lei si alzò in piedi, pulendosi la bocca con il dorso della mano. "Non mi hai ancora visto", disse, "ma te lo farò vedere, ovviamente."

Alice non disse nulla. Fissò la sua compagna che si stava spogliando. La sua tunica e le mutande si staccarono direttamente. Non c'erano dubbi sulla sua impazienza di unirsi a letto di Alice.

Uno sguardo stupito passò sul viso di Alice mentre osservava il suo partner. Amoret non era formosa e voluttuosa come lei. Aveva una figura magra e dritta!

Amoret lesse i suoi pensieri e rise. "Lo sapevo", ha detto. "È un'altra sorpresa per la giornata, piccola."

"Be ', mi hai reso stupido."

"Perché ho un'impressione su di te diversa da come mi avevi previsto prima", le disse Amoret. "Non è difficile e veloce per ogni donna essere formosa. Quindi, per me è possibile non avere curve. "

"Ah! Ok ", disse Alice.

"Vedete, saremo una coppia senza precedenti nella storia del Paese delle Meraviglie, e sarà una cosa meravigliosa da sapere per noi."

“Impareggiabile! Come mai?"

"Perché il tuo amante è una donna che sembra un uomo."

Alice rise. "Sì", ha detto. "Ha qualcosa per diventare un uomo?"

"Certo," disse Amoret, raggiante. "Possiede una cosa che la renderà più di un uomo."

Alice aggrottò la fronte alle parole del suo partner. Non c'era bisogno che Amoret cercasse una spiegazione. Si chinò e tirò fuori un giocattolo dall'armadietto più vicino al letto.

Alice rimase a bocca aperta affascinata quando i suoi occhi caddero sulla cosa. Era uno strap-on da 7 pollici, con l'asta curva e venosa. "È … è grande", ha esclamato.

"Sì", disse Amoret, "ed è sempre pronto per entrare in una fica o in uno stronzo."

"Wow! Ho letto a riguardo ", disse Alice allegramente mentre distoglieva gli occhi per guardare Forbidden Desires.

"Finché non li hai visti usare questi giocattoli", aggiunse Amoret, indicando l'ingresso della loro tenda.

"Oh sì, hai ragione! A volte dimentico le cose e mi sento un idiota ".

"Va tutto bene amore mio", disse Amoret. Alzò lo strap-on e chiese: "Vuoi che mi metta questa cosa e te la metta su per la fica?"

"Sì, mi piacerebbe averlo nella mia fica", disse Alice. Il suo viso si illuminò all'idea.

Amoret si legò l'imbracatura all'inguine e ai fianchi. Poi andò a letto con Alice che la manovrava sui cuscini. Si sdraiò accanto a lei e iniziò a esplorare il suo corpo con estasi erotica.

Amoret baciò Alice dalla testa ai piedi. Quindi, l'ha girata e si è leccata tutto il sedere. Si girò di nuovo la bambola sulla schiena e continuò a succhiarle le tette e mangiarle la fica. Alice si crogiolò nella sensazione della bocca e della lingua del suo compagno. Le pareti della sua fica tremavano e si è bagnata per un po '.

Amoret si è posizionata tra le cosce di Alice. La testa del suo albero premette contro la sua apertura bagnata e la penetrò quasi istantaneamente.

Gli occhi di Alice si spalancarono. Amoret entrò in lei, lento e facile, per il primo ingresso. L'attrito sul suo punto G è stato estremamente gratificante.

Amoret teneva il suo albero conficcato nella sua fessura erogena. Quindi, si è spostata all'indietro estraendolo parzialmente.

Alice gemette. Il piacere costruito tra le sue mura quando la cosa entrò di nuovo in lei.

Amoret continuò a ripetere la manovra con tempismo perfetto. Il suo movimento gentile si trasformò in spinte.

Alice l'abbracciò sulle spalle. Il desiderio stava salendo su per la sua spina dorsale.

Amoret le prese la bocca senza romperle le spinte. Chiuse le labbra in un bacio schiacciante.

Alice iniziò a urlare quando Amoret lasciò andare le sue labbra. Era troppo insopportabile per lei continuare a gemere. L'asta si sollevò dentro di lei. La sua testa stava salendo fino all'elsa. Onde di pura lussuria la stavano afferrando. Scosse la testa in completo abbandono. Amoret la stava scopando fino al limite.

Il giocattolo è stato progettato anche per soddisfare chi lo indossa. Amoret sapeva che stava raggiungendo il crescendo insieme al suo compagno.

L'ultima spinta è stata la più potente. Urlavano e gemevano per un climax simultaneo.

Amoret giaceva sopra Alice, baciandole le guance e le labbra con affetto. Poi, è rotolata via rapidamente.

"Ahia! Fa male, ”si lamentò Alice. Il suo viso fece una smorfia mentre il giocattolo veniva spostato con noncuranza dalla sua figa.

"Oh, mi dispiace", disse Amoret. Decise di agire in fretta e si scagliò contro di lei.

"Aah! È meglio ", disse Alice. Sorrise e chiuse gli occhi.

Amoret si assicurò che Alice fosse alleviata dal dolore. Dopodiché, è strisciata in avanti baciandosi lo stomaco e succhiandole le tette.

Si baciarono finché Amoret non disse ad Alice: "È finita, amore mio".

"Sì. Sono venuta tre volte per te e tu sei stato semplicemente fantastico. "

"Non avrei potuto fare niente senza di te", disse Amoret mentre si rannicchiava con Alice.

"Dovrei prenderlo come un complimento?"

"Be ', è più di un complimento. Sei stanco di venire così tanto? "

"Non c'è modo! Sto ancora desiderando di più. "

"Ecco fatto", disse Amoret, raggiante. "Non te l'ho già detto? Non sei stanco un po 'perché sei venuto per la persona giusta. "

"Sì", disse Alice. "Tutto è bene quel che finisce bene. Ora siamo sposati, giusto? "

"Uhm-per una risposta, dobbiamo aspettare fino a quando il nostro matrimonio non sarà verificato", ha detto Amoret. Girò la testa per guardare alla loro sinistra ed esclamò: "Ehi, guarda questo!"

Alice seguì il suo sguardo. Le sue mascelle si spalancarono quando vide uno scenario straordinario. Their clothes were ascending in slow motion; it was happening automatically. The entire material got higher and scattered as if it were in the space. It hung unscathed in the air until wafts of smoke rose from it. The fabric began to shrink and the smoke condensed right away. They stared, speechless, as their outfit turned completely into soot and it soared out of the tent.

“Whew! They are taken up finally,” Amoret remarked.

“That was horrible,” said Alice. Her beautiful face looked aghast.

Amoret smiled and kissed her. “There is no need for you to be horrified,” she said.

“I’ve never seen anything like that,” Alice told her.

“Wonderland is full of surprises and great things must happen here fantastically. You must cheer up, darling. Our marriage is verified now!”

Alice said nothing. Amoret was looking at her with assurance, affection, and closeness. “You are right,” she said. Her lips curved into a smile.

“From now on, we are a couple. It is a must for us to have sex, over and over again.”

Alice laughed. “We had it just a while ago,” she said.

“That was before our marriage! Don’t you want to have fun for the infinity?”

Alice was wordless. She just raised an eyebrow.

Amoret kissed her lips. After that, she led her to innumerable bouts of carnal pleasure.

Since then, they have been making love. There is no end to their connubial adventures.

Categorie
Storie

Mentre la mia lussuria lesbica guada dolcemente. | Storie di sesso lesbo

È così deliziosa. Ora abbasso di nuovo la bocca fino al suo buco del culo e la lingua un po 'di più, poi di nuovo verso la sua fica bagnata e meravigliosa. Mi sta dando da mangiare la sua fica. Sta colando nella mia bocca e sto amando ogni sua goccia …

Mentre la mia lussuria lesbica guada dolcemente.

Non ho sempre pensieri del genere di stare con un'altra donna, ma quando lo faccio, è come un inferno. Oggi potrebbe essere un nuovo termometro lussurioso di cui si legge solo In Fiction. Solo questo giorno era reale!

Ho visto dalla mia finestra, Sandy, salire i gradini della mia casa di Gold Coast. Sandy è il mio compagno di studio mattutino in omeopatia. Non avevo ancora rispolverato nessuno dei compiti di quella settimana – forse Sandy può raggiungermi.

Il campanello suona. Mi precipito giù per le scale per salutare il mio nuovo visitatore. "Ciao Sandy, vieni dentro", dico con un sorriso da guancia a guancia mentre lei attraversa il mio passaggio aperto e marmorizzato. "Oh mio Dio! – Che casa meravigliosa hai, signorina Saunders. "

"Chiamami Jennifer, per favore", siamo entrati nella zona cucina. "Cosa posso offrirti Sandy?" Non ho sentito alcuna risposta, solo la vista di Sandy in piedi alla finestra della cucina a fissare fuori dalla finestra con la più ampia e preziosa innocenza di meraviglia. "

Sandy era persa nella vista e ipnotizzata dalla realtà dell'area esterna più bella che abbia mai visto. La fresca vegetazione lussureggiante che serpeggia su un sentiero di mattoni gialli fino alla piscina più bella che abbia mai visto. Una piscina di roccia e una cascata che bagnano dolcemente le falde rocciose esterne di una piscina che si poteva solo sognare.

"Oh mio", Sandy potrebbe alla fine raccogliere in parole, "Non ho mai visto un …" – ho interrotto, "Una giornata così bella sarebbe un crimine non essere là fuori a non divertirsi e studiare i nostri appunti insieme a una spruzzata di fragola ghiacciata e lime per cominciare? ”. Mentre le passavo il bicchiere, le nostre dita si incontrarono gentilmente e per la prima volta i nostri occhi si serrarono correttamente.

Sandy prese il bicchiere e sorseggiò mentre voltava di nuovo gli occhi meravigliati al paradiso esterno. Sorseggiai così come mi unii a lei restando lì incantato. Vedere questo mondo attraverso gli occhi di Sandy è stato meraviglioso: avevo bisogno di questo barlume di tale innocenza e meraviglia. Avevo bisogno di questa presenza e apertura più di quanto avessi mai pensato di averne.

Siamo rimasti entrambi lì forse un po 'più a lungo del normale con un visitatore, senza nemmeno dire una parola. L'improvvisa facilità che ho provato e condiviso di non dire nulla. Non c'è bisogno di chiacchiere, discorsi che erano solo innaturali, imbarazzanti: lentamente sorseggiavamo mentre entrambi guardavamo l'intero cortile, ma soprattutto l'affascinante piscina rocciosa sottostante.

Gli occhi di Sandy erano nocciola e le sue guance erano piene, piene di morbidezza che solo una donna come me poteva notare poiché da una donna all'altra poteva apprezzare la meravigliosa femmina in piedi a soli due piedi di distanza. In qualche modo, per qualche strana ragione, potevo vedermi in lei. Mi ha riportato indietro, a un tempo in cui tutto era nuovo.

Mi voltai e le sorrisi e le dissi in tono rassicurante: "Che ne dici di far dondolare le gambe in piscina, potrebbe aiutarci a concentrarci un po 'o due?". In quel momento ho visto un nuovo sguardo fresco sui suoi occhi, guance e labbra. Involontariamente deglutì mentre veniva presa alla sprovvista dalla mia morbida generosità e dalla mia sfacciata franchezza che solo una donna poteva rintracciare.

Seduto come noi, accanto all'idilliaco e soffice spruzzo e spruzzo di un'area piscina ombreggiata da palme, ero così benedetto e toccato che potevo condividere. Un momento con lei. Una giovane donna sulla ventina che sedeva a pochi centimetri di distanza. Non riuscivo a credere quanto ci fossimo seduti vicini. Ci stavamo letteralmente toccando mentre prendevamo schizzi e spruzzi.

Non sono mai stata così vicina a un'altra donna, figuriamoci a una così attraente e invitante mentre sorrideva dolcemente alla vista e all'energia che senza dubbio condividevamo. Era chiaro. Ero in un altro mondo. Era in un altro mondo. Insieme abbiamo anche respirato insieme. Mi voltai verso di lei – era già leggermente girata e mi sorrideva con uno sguardo nuovo – uno sguardo a qualcosa che solo io capivo.

"Sandy, apprezzo molto che tu sia venuto ov …", ha rotto la mia frase e mi ha tenuto la mano. Il mio cuore batteva di nuovo tremore mentre le trattenevo la mano. Quindi naturalmente ci siamo tenuti per mano. Eravamo entrambi ragionevolmente a nostro agio nei nostri pantaloncini e canottiere – abbastanza casualmente le nostre canotte erano entrambe bianche. Potevo sentire il suo sguardo sulle mie tette mentre sentivo un nuovo impulso dalla stretta della sua mano. Per qualche strana ragione non ero affatto scioccata o nervosa mentre lei sollevava l'altra mano e mi toccava il seno.

Sandy mai così dolcemente ha preso a coppa il mio seno materno. Essendo le mie tette in così buona forma per una donna sulla quarantina e avendo il lusso di tempo e denaro per coccolarmi come me, niente di tutto questo è andato perso su questa giovane ventenne e bella donna. Il mio respiro accelerò mentre rimanevamo seduti lì. Ha preso le mie tette e ha armeggiato lentamente con il mio capezzolo.

Ho dovuto baciare. Avevo così bisogno di baciare. Mentre stavo anche solo pensando a queste frasi, ha portato le sue labbra sulle mie. Le nostre bocche si aprirono mentre ci baciavamo perfettamente. Non ho mai baciato un'altra donna prima. Non avrei mai nemmeno immaginato che potesse esistere un bacio così perfetto. Le nostre gambe stavano ancora penzolando nell'acqua mentre ci baciammo con la lingua per molto tempo.

Gli schizzi e gli spruzzi della cascata non facevano che aumentare la magia delle nostre bocche e lingue bagnate che scivolavano l'una sull'altra. Le nostre bocche stavano diventando così bagnate e disordinate l'una dall'altra che poi ha sollevato la mia canotta per esporre le mie tette. Le mie tette sono diventate le sue mentre ci baciammo di nuovo. La mia bocca sembrava essere a casa mentre esploravo la sua intera bocca.

Entrambe le sue mani ora erano sulle mie entrambe le tette. La fissai negli occhi mentre sentivo per la prima volta le giovani tette di un'altra donna. Le sue tette erano molto più piccole delle mie, molto più sode delle mie. Le sue tette appartenevano a ME! Li ho tenuti teneramente entrambi, avevo bisogno di entrambi tra il pollice e le dita, i suoi capezzoli erano così duri – sapevo cosa volevo dopo.

Le nostre bocche sbattevano l'una contro l'altra. Dovevo così tanto avere il resto di lei, ma avevo ancora bisogno della sua bocca tanto e ancora più che mai. Avevo bisogno di bagnarle le tette. Ci siamo riorganizzati in piscina in modo tale da poter in effetti sessantanove le tette l'uno dell'altro allo stesso tempo.

Ero sopra di lei, il mio seno l'ho abbassato nella sua bocca. Ha preso il mio seno in modo così naturale nella sua bocca giovane e affamata, ho ricambiato amorevolmente e ho preso più del suo piccolo seno nella mia bocca come potevo. Sono passato all'altra sua tetta e lei ha fatto lo stesso. Ho spostato lentamente la mia mano verso il basso e nei suoi pantaloncini.

Oh mio Dio, le mie tette stavano ottenendo la migliore succhiata che abbia mai provato e persino immaginato. I miei grossi seni penzolavano e la nutrivano. Sentivo che stavo persino allattando e gocciolando nella sua bocca – penso di esserlo – lo so che lo ero. Tale elettricità non l'ho mai sperimentata prima né nemmeno immaginata. Un tale corpo illecito che giaceva proprio sotto di me, offrendosi a me.

Ora dovevo esplorare ulteriormente. Ora dovevo andare così lentamente ai suoi pantaloncini e alle sue mutande. Avevo bisogno di essere tutt'uno con quello che c'era nelle sue mutande. Potrei dire. Potevo sentire nell'aria che aveva bisogno di condividere con me quello che c'era nelle sue mutande. Ho sbottonato il suo bottone superiore dei pantaloncini e poi la sua patta. Si dimenò un tocco in attesa che una donna più matura accedesse alla sua area più intima.

Giù i suoi pantaloncini. Tuttavia, solo fino a pochi centimetri. Questo in qualche modo sembrava molto più sexy e stravagante averla in qualche modo ancora vestita mentre bevevo alla vista della sua bella vagina rasata di fresco. Con le gambe unite l'ho ammirata mostrando in parte la vagina. Volevo di più. Avevo bisogno di più. "Ti voltiamo caro". Mi sono lasciato sfuggire abbastanza naturalmente.

Sandy era ora in ginocchio con il suo sedere presentato a me. Non riuscivo a staccare gli occhi da questo spettacolo incredibile e delizioso. Avevo le mani su ogni lato dei suoi pantaloncini e mutande, mantenendo i suoi pantaloncini sexy all'altezza perfetta. Il suo sedere sembrava essere anche un po 'più aperto del solito.

Tutto questo tabù di una mattinata lussuriosa e lesbica in un frangente umido ed elettrico. Qualsiasi donna con poca esperienza lesbica come la mia non saprebbe bene cosa fare dopo. Questa mattina è stata ovviamente un'eccezione alla regola. Mi sono messo il più a mio agio possibile mentre mi piaceva questo culetto puntato dritto contro di me.

Una fiducia e un potere in più mi sono venuti addosso ora, le ho accarezzato le natiche così delicatamente e ho abbassato la bocca sul suo sedere. Lecco su e giù. L'ho sentita gemere. Ho continuato a leccarla, rendendola così bagnata tra le sue chiappe. La mia lingua per qualche motivo ora vagava e continuava a tornare a riposare sul suo buco del culo cattivo e accogliente.

Ho spinto delicatamente la mia lingua contro quel buco glorioso e alla fine lei ha rilassato i muscoli del culo per farmi entrare. Un piccolo tocco per un piccolo tocco stavo spingendo la mia lingua dentro questa bellissima giovane donna. Più spingevo e più si rilassava. Le accarezzo tutta la schiena, poi le sue piccole tette dure e poi di nuovo tutta la sua bellissima figura di donna.

Ora tenevo la mia lingua dentro di lei mentre lei mi respingeva delicatamente la lingua mentre scopavamo. Il suo culo mi stava scopando nel modo più sporco. Niente al mondo mi ha mai attirato in questo tipo di attività sessuale come questo culo lesbico che stava scopando la mia lingua matura e amorevole. Adesso era il momento di toglierle completamente i pantaloncini e le mutande. Adesso era il momento in cui mi fotto con la lingua una fica, o più precisamente – è ora che una fica mi fotti la lingua.

Le furono tolti i pantaloncini e le mutande. La giro sulla schiena e allargo le gambe. Osservo la sua fica accogliente. Ora mi abbasso su questa fica perfetta e la mia bocca assorbe quanta più fica posso raccogliere. Le massaggio delicatamente la pancia perché ora posso assaporare tutta la sua vagina. La sua intera vagina sta filtrando bagnata nella mia bocca

È così deliziosa. Ora abbasso di nuovo la bocca fino al suo buco del culo e la lingua un po 'di più, poi di nuovo verso la sua fica bagnata e meravigliosa. Mi sta dando da mangiare la sua fica. Sta colando nella mia bocca e la amo ogni goccia.

Sandy, il mio amante, ora inizia a tremare e tremare mentre ora ho la lingua proprio contro il suo punto G. Accarezzo delicatamente l'ingresso del suo buco del culo con l'indice e il pollice – questo la fa impazzire, un inferno si apre in lei. Le massaggio il seno ora mentre le possiedo tutto il culo e la fica. Sta cedendo a me tutta la sua femminilità. Mi nutre. La sto bevendo.

Adesso sta esplodendo mentre mi schizza intorno alla lingua e in gola. Trema e trema a lungo e alla fine si indebolisce. Le sue mani ora abbracciano lentamente le mie guance mentre lei amorevolmente – senza parole – mi suggerisce che è il mio turno. Prima che me ne rendessi conto mi stavo lentamente abbassando su questo viso incredibilmente bello.

Abbasso lo sguardo e abbiamo un contatto visivo completo. Amo i suoi meravigliosi occhi. La sua bocca mi rende debole alle ginocchia mentre ora esplora la mia femminilità, entra nella mia femminilità con le sue bocche e le lingue più bagnate. Voglio che questo momento duri per sempre mentre ci fermiamo un attimo nel tempo – il suo dito contro il mio ano, la sua lingua dentro la mia fica mentre posso sentire la mia prima soglia di orgasmo che corre nella mia direzione.

Questi sono gli inizi di incontri così belli che chiamiamo The Lesbian Files

Categorie
Storie

Segretario ricattato CH. 01 | Storie di sesso lesbo

Suzy viene ricattata per frode passata.

[2 months ago]:

Amelia chiama la sua segretaria nel suo ufficio: "Suzy, voglio che tu paghi i 52.000 dollari come pagamento ai Thompson per la materia prima che la nostra azienda ha ordinato il mese scorso. Il materiale è arrivato al nostro sito offshore, no?"

"Ahmm … Sì signora, lo è stato." Suzy risponde. Un po 'confuso.

"Allora non ha senso ritardare il pagamento, ecco i contanti" ordina Amelia consegnando il contante. Suzy afferra la valigia ed esce. Sa che ad Amelia non piace essere interrogata. Ma esiste un piccolo dubbio nella sua mente. Suzy viene alla sua scrivania e indaga. Si rende conto che Amelia ha consegnato molti più soldi del necessario. Il pagamento è di soli 25.000 dollari. Amelia deve aver inserito l'ordine di acquisto sbagliato e si è confusa con gli altri Thompson. Suzy cade in pensieri profondi e propone un piano. "E se tenessi i soldi in più per me … Dal momento che sono in contanti nessuno lo scoprirà … Aiuterà anche con l'anticipo …" mormora tra sé Suzy e improvvisamente il suo telefono squilla, è Amelia. "Suzy, ho appena ricevuto una chiamata dall'atrio, i Thompson sono qui, effettua i pagamenti e ci vediamo nel mio ufficio dopo" Amelia riattacca prima ancora che Suzy possa rispondere di sì. Amelia è sempre stata un capo stronzo per Suzy, quindi Suzy pensa che questa sia una grande opportunità per fottere uno sul suo capo e guadagnare qualche soldo in più. Tiene i soldi extra.

[1.5 months ago]:

"Ciao tesoro" Suzy saluta Eric mentre entra nel loro appartamento in affitto. Suzy ed Eric lo sono

3 anni nel matrimonio, coppia felice, attratti sessualmente l'uno dall'altra in modo massiccio e non avrebbero mai nemmeno pensato di tradirsi a vicenda (non sapevano cosa stava per accadere).

Eric- Ciao piccola, come stai?

Suzy: fantastico. Come è andato il lavoro?

Eric- Oh sai … lo stesso vecchio lavoro noioso.

Suzy- Ho una buona notizia per tirarti su di morale.

Eric- Bene, allora qual è l'attesa, spara

Suzy- Beh, sai come abbiamo risparmiato l'acconto per avere la nostra casa.

(Dice Suzy mentre si avvicina ad Eric in cucina, con un sorriso subdolo sul viso)

Eric- Sì

Suzy- Abbiamo i soldi

(Entrambi si avvicinano l'uno all'altro lentamente.)

Eric- Gosh !! Tesoro, è una bella notizia … Non posso crederci. Così presto.

Suzy- Beh, farai meglio a crederci. Avremo la nostra casa.

(Suzy dice con una voce lenta e sexy.)

(Le loro facce ora sono davvero vicine l'una all'altra)

Eric- Ma come diavolo hai fatto …?

(Suzy dà a Eric un profondo bacio appassionato prima che possa completare la frase. Sa che questo è un argomento losco e dovrebbe essere discusso il meno possibile ed Eric, essendo un uomo, dimentica tutto e si perde nei pensieri al tocco delle morbide labbra di sua moglie sulle il suo stesso.)

Suzy – Diciamo solo che un genio è passato dal mio ufficio …

(Suzy interrompe il bacio e risponde argutamente all'ovvia domanda. Poi gli preme il seno contro e gli dà un altro bacio appassionato prima che possa pensare a un'altra domanda.)

(Eric ridacchia alla risposta spiritosa e cerca di spezzare il bacio)

Eric- Ma almeno dimmi …

Suzy- Voglio solo celebrare questo momento proprio ora … Non vedi … (Con una voce lenta e sexy)

(Eric aveva già visto quello sguardo su Suzy. Quello era l'aspetto di una moglie arrapata affamata di cazzo che vuole solo strappare i vestiti e fare sesso con animali selvaggi.)

Eric-Certo piccola …

(Suzy continua a baciare Eric, che ora è più interessato. Suzy emette un lieve gemito mentre lui le afferra il culo e le bacia il collo, presto si toglie il top di Suzy e seppellisce il viso nelle sue tette perfettamente dimensionate, nota che non lo era indossa un reggiseno. I gemiti continuano mentre lui suggerisce di portare la festa in camera da letto.)

Entrano entrambi nella camera da letto. Eric chiude la porta e spinge Suzy contro di essa, bloccandola contro la porta. Continua a baciarle il collo e il seno nudo. Suzy è completamente eccitata da questo. Poi le blocca entrambe le mani con una mano e fa scivolare l'altra mano nella sua gonna da lavoro solo per scoprire che è bagnata. Presto entrambi si spogliano e si dirigono verso il letto. Suzy ora trema e implora di essere scopata (emettendo lievi gemiti).

Suzy- Smettila di prendermi in giro piccola e scopami come fai tu.

Eric non si prende tempo per rispondere a quella richiesta e stuzzica il suo clitoride con il suo cazzo prima di farlo scivolare dentro lentamente. Suzy ora geme forte di piacere e continua a implorarlo di scoparla più forte. Eric va al suo ritmo e si assicura di non farle del male. Presto entrambi raggiungono un ritmo costante soddisfacendosi a vicenda.

Continuano a cambiare posizione da missionario a pecorina. Verso la fine lui le infila il cazzo in profondità facendola venire. Trema a causa del suo orgasmo. Ma non aveva ancora finito. Ora cavalca il suo cazzo duro e pulsante. Ama il modo in cui le sue mani virili la accarezzano mentre lui la scopa per davvero bene raggiungendo un altro orgasmo rumoroso e lamentoso. Poi si mette a terra in ginocchio con giocosità birichina e succhia Eric fino a quando non le scarica sui seni (è così che le piace).

[Present]:

Suzy si sveglia accanto a suo marito, nuda com'erano dopo il sesso la scorsa notte.

È un normale lunedì mattina. La coppia è felice. Si sono trasferiti nella loro nuova casa. È attualmente una situazione felice e contenta per loro. Suzy va in ufficio abbastanza fiduciosa che la giornata andrà bene. Amelia la chiama nel suo ufficio e le assegna il lavoro per la giornata. Amelia sembra un po 'depressa. Suzy sa che le cose non stanno andando molto bene (sessualmente) con Amelia e Roxy, la sua amante lesbica. Sono sposati da 5 anni ormai e la vita sessuale sembra svanire e ha un disperato bisogno di un po 'di pepe.

Suzy torna alla sua scrivania ed è immersa nel lavoro e improvvisamente riceve un promemoria in cui si afferma che ci sarà un audit finanziario per il suo dipartimento tra pochi giorni.

All'improvviso la terra sotto di lei si muove e il suo viso diventa cremisi. Non è mai successo prima. Un audit finanziario significherebbe che potrebbe essere catturata per la frode che aveva commesso 2 mesi fa. È scossa fino alle ossa. Sa che una frode di questa portata potrebbe farla finire in prigione per tutta la vita e non era pronta per questo. Inoltre non c'era modo che potesse rimborsare la società poiché aveva pagato gli acconti per la casa con quei soldi che non erano restituibili e lei era già in debito per questo. Pensa tra sé "Oddio, mi farò scopare. Non posso dirlo a Eric. Sarebbe arrabbiato se lo tenesse segreto per così tanto tempo. Forse posso corrompere l'agente che viene per l'audit". Dopo alcune ricerche scopre che l'ufficiale è molto fedele alla sua azienda e non morderebbe mai l'esca e pensa a se stessa "Farei qualsiasi cosa per farlo andare via, non posso andare in prigione. Verrei letteralmente scopata in prigione. . Non c'è nessuno da cui posso andare in questo momento. Forse Amelia può aiutarmi se le dico la verità, ma le possibilità sono piuttosto alte considerando che è sempre stata un capo stronzo per me. " Amelia era l'ultima risorsa di Suzy. Va nell'ufficio del suo capo tremante di paura, bussa alla porta.

Suzy, signora, posso parlare?

Amelia- sì, cos'è?

Suzy … Signora, voglio discutere con lei di un problema personale. Riguarda il pagamento della Thompson che abbiamo fatto qualche mese fa.

Amelia- Allora come è un problema personale?

Suzy- Signora, ho commesso un grosso errore … (si spiega)

Amelia- Caro signore che vivace puttana sei dietro quella faccia innocente. Sai che se questo incidente viene fuori durante l'audit, sei in grossi guai. E non solo tu, anche io sarò trascinato in questo solo a causa tua. tu piccolo…

(Suzy la interrompe con una voce spezzata)

Suzy- Mi dispiace così tanto signora che non pensavo che qualcuno l'avrebbe scoperto. Sei l'unico che può far scomparire questo dai rapporti.

(Dopo molte suppliche di aiuto)

(Amelia si è appena resa conto che può sfruttare questa opportunità per sfruttare Suzy e rendere più piccante la sua vita sessuale coinvolgendola. Questo non sarebbe stato possibile in nessun'altra situazione)

Amelia- Va bene, posso aiutarti, ma perché dovrei fare qualcosa di illegale per te.

(Amelia risponde in modo subdolo. Ora ha pensato completamente al suo piano)

Suzy … Signora, farò tutto quello che vuole … basta che se ne vada.

(Suzy è praticamente in ginocchio a chiedere l'elemosina mentre Amelia si siede sulla scrivania di fronte a lei)

Amelia- Ascolta attentamente ora, ti userò come mio sex toy ogni volta e come mai mi piacerebbe. Ho bisogno di qualcuno che mi liberi dalle mie frustrazioni, e se mi piace lascerò che anche mia moglie ti usi. Essendo un po 'troia che sei, obbedirai a ogni mio comando.

Suzy- Che diavolo stai dicendo. Non sono una lesbica e sicuramente non una troia per i tuoi piaceri.

(Dice Suzy mentre è ancora in ginocchio.)

Amelia- Ti rendi conto in quanti guai ti trovi? Sai cosa ti faranno in prigione …

(Amelia tiene i capelli di Suzy e la avvicina)

Suzy, signora, per favore, non farmela fare …

(La voce di Suzy si spezza quando si rende conto di non avere nessun altro posto dove andare ed è ancora più terrorizzata ora)

Amelia- Farai esattamente come voglio troia, infatti inizieremo proprio ora.

(Amelia afferra Suzy e la spinge sul divano)

Suzy- No, signora, farò qualsiasi altra cosa che desideri, per favore …

(Suzy implora mentre Amelia inizia a toglierle il top e ad appuntarla sul divano e baciarla contro la sua volontà. Suzy si rende presto conto che non può fare altro che arrendersi.)

Amelia bacia le labbra morbide e tenere di Suzy e poi si sposta sul suo collo facendo gemere Suzy di piacere e confusione. Suzy non aveva mai sentito il tocco di una donna in questo modo. Amelia continua a molestarla come desidera, spostandosi verso il suo seno (Suzy non indossava il reggiseno, notò Amelia)

Amelia- Non sei una piccola troia Suzy. Niente reggiseno, indosso sempre abiti provocanti in ufficio. qualcosa mi dice che volevi questo.

Suzy- No pls. Non lo faccio apposta.

Amelia ora si sta divertendo troppo. Si china su Suzy e si abbassa la gonna e il perizoma. Seppellisce la sua faccia nel clitoride perfettamente esposto di Suzy e nelle labbra facendola gemere. Dopo un po 'ammira il suo sedere nudo.

(Amelia aveva sempre voluto sculacciare sua moglie Roxy ma non le piaceva, ma ora ha il suo giocattolo del cazzo per accontentarla.)

Inizia a sculacciare il culo nudo di Suzy facendola singhiozzare un po '. Suzy è confusa se godersi il piacere che stava ricevendo o sentirsi intrappolata nella sua situazione attuale.

(Suzy pensa cosa penserebbe Eric se scoprisse che sua moglie è stata trattata come una troia da una donna.)

Suzy è ora completamente nuda di fronte ad Amelia che ora inizia a spogliarsi. Amelia gira Suzy e ora è faccia a faccia con lei. Con una mano preme il seno di Suzy e con l'altra si strofina il clitoride.

Amelia- Sai cosa ti farò adesso troia.

(Amelia dice con una voce subdola e sexy mentre lecca le labbra di Suzy)

(Suzy non risponde, cercando di tenersi insieme)

Amelia, ti guarderò arrivare mentre ti tocco … hehee …

Amelia infila il dito nella figa bagnata di Suzy facendola gemere sempre più forte. Poi bacia Suzy così che nessuno fuori dall'ufficio possa sentirla gemere. Presto Suzy sta per venire e proprio mentre sta per venire, Amelia tira fuori le dita rovinando l'orgasmo di Suzy e lasciandola tremante sul divano. Suzy non poteva fare altro che dimenarsi e gemere "Ohh dio … Aahh." Amelia fa un sorriso subdolo guardando Suzy dimenarsi. Guarda i succhi scorrere fuori dalla figa di Suzy e inizia a leccarla facendola eccitare di nuovo. La figa di Suzy è ora molto sensibile e cerca di spingere la testa di Amelia. Amelia afferra entrambe le mani di Suzy e continua a dare piacere a Suzy facendole raggiungere un altro orgasmo. Suzy si rende conto che Amelia l'avrebbe punita di nuovo rovinando il suo orgasmo e inizia a implorare "Ohh per favore, non di nuovo. Aahh vengo". Amelia tira fuori la lingua solo per un secondo per guardare Suzy in faccia e poi inizia a darle piacere di nuovo e più velocemente a farla venire correttamente questa volta …

Amelia- Cosa dici quando il tuo capo ti lascia venire correttamente?

Suzy- Grazie.

Amelia- Cosa ancora?

Suzy- Grazie signora.

(Con voce rotta mentre cerca di riprendersi dal suo orgasmo)

Amelia- Brava ragazza. Ora vediamo quanto sei bravo a soddisfare le donne. Scendi sul pavimento e striscia tra le mie gambe.

(Amelia ordina mentre si posiziona sul divano. Suzy si mette a terra)

Suzy- Ma signora non ho mai … Per favore non mi costringa …

(Amelia afferra i capelli di Suzy e le infila il viso nella sua figa bagnata prima che possa finire quella frase)

Amelia geme mentre usa il viso di Suzy per il suo piacere. Si lecca una delle dita facendola bagnare e poi gioca con uno dei suoi capezzoli eccitandosi sempre di più ogni secondo. Amelia adora quando qualcuno presta attenzione ai suoi grossi seni e solo per pochi secondi tira il viso di Suzy e se lo infila sui suoi grossi seni e poi di nuovo sulla sua figa. Amelia non ce la faccio più. Esplode i suoi succhi sul viso di Suzy, poi la bacia profondamente riprendendosi dal suo orgasmo tenendo Suzy per i capelli. All'improvviso un uomo bussa alla porta chiusa ricordando ad Amelia le sue 3 del pomeriggio. incontro. Amelia risponde mentre tiene ancora Suzy per i capelli "Sarò fuori tra un minuto".

Amelia- Beh questo è stato divertente per cominciare … Non vedo l'ora di sfruttarti ogni giorno.

Suzy- Nooo. per favore pensavo che fosse una cosa di una volta.

(Suzy in ginocchio e Amelia in piedi proprio di fronte a lei che la guarda)

Amelia- (ridendo) Ora sei la mia troia. Ti userò tutti i giorni. Non vedo l'ora di farti scopare da mia moglie.

(Amelia risponde dopo essersi vestita mentre esce dal suo ufficio per la sua riunione delle 15:00. Suzy pensa tra sé "In cosa mi sono cacciata …").

FINE DI QUESTA PARTE

La storia può continuare sulla base della risposta dei lettori.

Categorie
Storie

Il latte mattutino di Matilda | Storie di sesso lesbo

In poco tempo stavo facendo quello che sembrava così completamente naturale, accogliente e amorevole: stavo succhiando il seno! Le belle tette di Matilda! Leccando tutto intorno al suo seno ben formato e accarezzando l'altro mentre facevo schioccare la lingua attorno a questi splendidi capezzoli. Voglio succhiare queste tette per sempre. La sua mano ha trovato delicatamente il fondo del mio abito da mattina a fiori e ha iniziato a tirare un po '…

Matilda’s Morning Milk

Like Matilda, Like Me – Prima esplorazione lesbica di nuove avventure in barca!

Ho una confessione da fare … sono una giovane donna del '20 qualcosa 'che fantastica sul mio desiderio segreto insoddisfatto -' The Mature Woman Experience. 'Almeno l'idea di tutto questo mi rende così incredibilmente sexy come non ne ho mai sperimentate di questo … per ora.

Mi addormento ogni notte pensando di essere trattenuto dalla donna più anziana, masturbandomi per essere baciato dalla donna più anziana. Fantasie, semplici fantasie, mi dico. Per qualche strana ragione, oggi posso sentire che le cose stanno per cambiare … Sono Tabitha, e adoro l'alba mattutina che cammina lungo il molo del porto, il sole caldo che sorge in lontananza, gli yacht sul mio a sinistra ea destra con la rugiada notturna luccicante.

Percorro la distanza della vecchia struttura del molo lamentandomi del risveglio di un nuovo giorno. Lo yacht che attira la mia attenzione si chiama "La seduttrice". Deve essere un 150 piedi, tutto bianco con strisce celesti che ballano magnificamente al sorgere del mattino. Ho dovuto fermarmi un secondo e ammirare ancora una volta questa magnifica imbarcazione oceanica. Che meraviglia ciò che l'oceano può in qualche modo portare in una piccola città costiera sonnolenta come Mulholland Cove.

Mentre il sole del mattino proietta un bagliore luminoso e caldo sull'imponente imbarcazione oceanica, sento una voce che mi riporta ai miei sensi. "Buongiorno laggiù!" Una voce femminile allegra annuncia dal ponte di sinistra della lussuosa imbarcazione. Tutto quello che vedo è la sagoma di una figura in un abito estivo che sorseggia una tazza di tè nella luce del mattino.

Tornando ai miei sensi,

"Oh scusa, ehm – buongiorno!" Rispondo.

Ora sto fermo e sento la vecchia struttura del molo oscillare ancora un po '.

"Oh – Ah ciao, stavo solo ammirando la tua barca."

"Tazza di tè?,"

Si avvicina al bordo della barca per chinarsi e ripete la domanda,

"Una tazza di tè, tesoro?"

"Beh, ehm, Ar …" inciampo,

"Ebbene sì, mi piacerebbe una tazza di tè."

Guardo e ora vedo, il viso più bello che abbia mai visto: un viso caldo e accogliente. Salgo a bordo e ammiro la meravigliosa imbarcazione oceanica dove questa bella donna ovviamente vive, in qualche modo come un sogno, ma quello che ammiro di più è la splendida donna magnifica su cui sono così fortunato ad aver posato gli occhi. La seguo giù per i gradini e in cucina dove il bollitore è ancora raffreddato da prima. I miei occhi vagano da qui a là mentre osservo la magnificenza di che mestiere e che cucina meravigliosa mi trovo.

"Sarà una giornata così bella, tesoro, sono Matilda".

Matilda mi dà un gentile abbraccio di buongiorno. Il modo in cui mia madre era una volta. Gli abbracci mattutini erano tra i sentimenti più calorosi che abbia mai conosciuto.

"Oh, Ar … semplicemente sbalorditiva di una giornata … Adoro questo, Um, Matilda."

Ho dovuto dire "Matilda", che bel suono.

"Sono in giro su questa barca ormai da circa 3 mesi, tra te e me, impazzendo un po '. Sei sicuramente il mio benvenuto sconosciuto mattutino, tesoro. "

Mi porge una tazza di tè e mi sorride con il suo calore di un benvenuto da parte sua. Matilda è sulla quarantina ed è alta almeno un pollice o due più di me. Gocciolando con un'aria di disinvoltura che solo una donna di posizione potrebbe osare mai stuzzicare – come A Hollywood Trophy Wife – Out Of Sight e decisamente NON Out Of Mind.

I suoi sporchi capelli biondi e i suoi occhi nocciola, una giovane donna come me, potrebbero perdere la completa integrità se solo aprissi la mia mente per vedere di più. Con tutto questo pensiero che attraversa la mia testa oberata di lavoro, mi sento sempre così strano mentre guardo sfacciatamente su e giù per intero la mia affascinante nuova amica nel suo abito estivo mattutino.

Mentre siamo in piedi l'uno di fronte all'altro, Matilda mi SCOCCA come nient'altro!

"Sai, tesoro, quello che sarebbe il modo più incredibile di iniziare oggi sarebbe una carezza di tette da parte di una donna giovane e carina come te."

La guardai negli occhi e lei nei miei mentre in qualche modo gravitavamo l'uno verso l'altro. La cosa successiva che sapevo era che eravamo sul divano. Ha abbassato il suo vestito mattutino ed ha esposto una tetta e poi l'altra. Senza pensarci due volte mi sono abbassato al livello del suo seno aspettando solo che la mia ultima spinta di coraggio avvolgesse un capezzolo nella mia bocca con totale e completo piacere!

In poco tempo stavo facendo quello che sembrava così completamente naturale, accogliente e amorevole: stavo succhiando il seno! Le belle tette di Matilda! Leccando tutto intorno al suo seno ben formato e accarezzando l'altro mentre facevo schioccare la lingua attorno a questi splendidi capezzoli. Voglio succhiare queste tette per sempre. La sua mano ha trovato delicatamente il fondo del mio abito da mattina a fiori e ha iniziato a tirare un po '.

Oh mio Dio, sto succhiando le tette di questa bellissima donna e questa stessa bella donna "matura" sta sollevando lentamente il mio vestito – per avere accesso – a me! Sto prendendo a coppa e stringendo una tetta e poi l'altra, e torno a succhiare.

"Oh Tesoro, come adoro assolutamente avere le tette succhiate al mattino, la tua bocca è semplicemente meravigliosa sulle mie tette doloranti."

Continuo a succhiare, e ora con questo incoraggiamento crescente, succhio ancora più forte. Ora faccio schifo come se volessi berla! Geme mentre succhio, e respira più forte, posso quasi sentirla gemere direttamente nella mia bocca e sulla mia lingua. La sua vibrazione fa scattare qualcos'altro. Non ho mai mai fatto niente di simile prima, figuriamoci se una bella donna matura si è lamentata dentro di me.

Sento un leggero schizzo sul palato. Voglio di più. Ho bisogno di più. Le stringo il seno un po 'più stretto e lei schizza ancora di più ora – Mi nutre! Accarezzandomi, la sua mano ora è dentro le mie gambe, stuzzicandomi. A metà della mia parte interna della coscia e poi di nuovo al ginocchio lei stuzzica avanti e indietro, conoscendo i bottoni mistici che solo noi donne condividiamo così in profondità.

I suoi capezzoli sono così duri e bagnati, divoro l'umidità mentre la sua mano gioca dentro la mia coscia come se fosse la prima volta. "Miele?" Matilda interrompe la mia suzione per un secondo e convince la mia bocca bagnata e fradicia verso l'alto e verso la sua bocca, ci baciamo appassionatamente con le bocche spalancate, le lingue vaganti. Si sta gustando "direttamente dalla mia bocca" – stiamo baciando a bocca aperta – condividendo il latte di Matilda.

Proprio in quel momento la sua mano tocca il lato delle mie mutandine. Le apro le gambe e poi le chiudo sulla sua mano, cercando di tenerle lì con l'abbraccio delle mie gambe. La mano di Matilda ora gioca con le mie mutandine con una mano e con l'altra inizia ad accarezzare le mie tette un po 'più piccole. Queste sue mani mature sulle mie mutandine e sulle mie tette sono tutte insieme – inebrianti!

Le succhio la lingua fino in fondo alla bocca, poi torno alle sue tette per assaggiare dell'altro latte e poi torno indietro e rifaccio tutto. Finalmente la sua mano è dentro le mie mutandine: sono in paradiso. Le sue dita entrano così delicatamente in contatto con la mia vagina. Un dito scivola dolcemente sul mio tumulo e lentamente verso il basso, verso il mio ano, poi di nuovo sul mio tumulo. In poco tempo, la natura fa il suo corso e ho bisogno di avventurarmi tra le gambe di "Mia Matilda".

Il suo vestito mattutino che consente lo stesso accesso del mio lo sta permettendo mentre la sua mano ora sta magnificamente stuzzicando su e giù per la mia fessura. Faccio scorrere la mano lungo la sua parte interna della coscia e come se mi accogliesse, lei spalanca la figa, orgogliosa per farmi giocare con la sua vagina liscia. Con la mia stessa umidità che inizia ad aiutare la mano di Matilda a scivolare e scivolare su e giù, condividiamo le lingue nelle nostre bocche.

Infilo la mia mano ora dentro le sue stesse mutandine e tocco per la prima volta la fica di una bellissima donna matura. Faccio scivolare le mie dita, poi tutta la mia mano, sulla femminilità di Mia Matilda per la prima volta, facendo tremare insieme il nostro respiro. Il suo dito sta spingendo delicatamente e ora sta sfregando, ed eccolo, un polpastrello è dentro di me. Macino un po 'ora in amorevole reciprocità, e spero che anche più del suo dito riesca a farsi strada dentro di me.

Man mano che questo procede, prendo il suo comando e comincio a sentire la sua vagina ora come se la adorassi. Così surreale. Abbastanza sicuro Matilda è anche più bagnata di me. Il mio dito scivola dritto dentro! La mia Matilda ora geme e ci lecciamo in bocca mentre ci scopiamo con le dita a vicenda senza fine in vista. Istintivamente tiriamo fuori lentamente le dita e mettiamo le dita nella bocca degli altri per un buon succhiare e assaggiare – o una buona anteprima per quello che stava per succedere!

In pochi secondi le nostre mutandine erano completamente tolte e ci stavamo sistemando in una posizione 69. Le sue gambe ora sono così aperte e aperte che non vedo l'ora di affondare la lingua nella vagina della mia Matilda. Lecco dappertutto, facendola bagnare tutt'intorno. In questo momento mi sta toccando, i miei fianchi, poi il mio sedere, dirigendomi lentamente verso il basso e verso il basso sulla mia bocca di Matilda.

Le nostre pance sono completamente l'una contro l'altra mentre ci succhiamo, baciamo, lecciamo, ci lecciamo l'un l'altra per la prima volta. La lingua di Matilda ora va al mio ano e si muove intorno a quest'area finché non sento la sua lingua sondare contro il mio ano. Il mio ano la fa entrare. Mi muovo di un tocco avanti e indietro aiutando "dentro" e "fuori" la sua lingua più birichina, assaggiando il mio punto più cattivo.

Devo avere lo stesso sapore, quindi in poco tempo sono più in basso, facendo in modo che il suo ano sia tutto bagnato fradicio pronto per far entrare la mia lingua. Entrambi abbiamo ANO l'un l'altro per circa mezz'ora mentre allo stesso tempo lavoriamo le nostre vagine femminili per completare e pronunciare il climax senza fine. Climax all'unisono mentre ci teniamo amorevolmente stretti l'un l'altro, ci amiamo, ci prendiamo cura l'uno dell'altro, nel modo più bello in cui chiunque potrebbe prendersi cura di un altro.

Venti minuti dopo ci siamo voltati entrambi e ci siamo sdraiati l'uno nelle braccia dell'altro esausti, soddisfatti, completi. Ci stiamo baciando. Ci stiamo abbracciando. Perdere noi stessi negli occhi l'uno dell'altro – e il gusto erotico persistente che siamo io e Matilda!

Questa mattina deve essere la festa più felice, calda e umida della mia giovane vita adulta.

In qualche modo sappiamo entrambi che questo è solo l'inizio …

Categorie
Storie

Nuova ragazza delle consegne, nuovo appartamento lesbico sul tetto – Una vista su una seduzione, una vista su un gusto nascosto! | Storie di sesso lesbo

Ho dovuto baciare. Avevo così bisogno di baciare. Mentre stavo anche solo pensando a queste frasi, ha portato le sue labbra alle mie. Le nostre bocche si aprirono mentre ci baciavamo perfettamente. Non ho mai baciato un'altra donna prima. Non avrei mai nemmeno immaginato che potesse esistere un bacio così perfetto. Le nostre gambe stavano ancora penzolando nell'acqua mentre ci baciammo con la lingua per molto tempo …

Nuova ragazza delle consegne, nuovo appartamento lesbico sul tetto – Una vista su una seduzione, una vista su un gusto nascosto!

Non ho sempre pensieri del genere di stare con un'altra donna, ma quando lo faccio, è come un'eruzione. Oggi potrebbe essere un nuovo termometro lussurioso di cui si legge solo nella narrativa. Solo questa mattina è realtà!

Ho sentito dal mio citofono di skyrise di città, Jessica, salire con l'ascensore per la mia suite nuova di zecca. Jessica è la mia nuova giovane donna che consegna la mia nuova collezione di prodotti profumati per il bagno. Non ho ancora rifornito nessuno dei miei elementi essenziali: Jessica può sicuramente aiutarmi a fare scorta. Il campanello suona. Mi precipito giù per le scale per salutare il mio nuovo visitatore.

"Ciao Jessica, vieni dentro"

Dico con un sorriso da un orecchio all'altro mentre lei attraversa il mio passaggio aperto e marmorizzato.

"Oh mio Dio! – Che casa meravigliosa hai, signorina Thomlin. "

"Chiamami Jennifer, per favore"

Entriamo nella zona della cucina.

"Cosa posso offrirti Jessica?"

Non udii risposta, solo la vista di Jessica in piedi alla finestra della cucina che fissava fuori dalla finestra con la più ampia e preziosa innocenza di meraviglia. Jessica era persa nella vista e ipnotizzata dalla realtà della più bella vista mattutina della città su cui abbia mai posato gli occhi.

Sei mongolfiere galleggiano quasi all'altezza della nostra vista. La fresca vegetazione lussureggiante che serpeggia su un sentiero di mattoni gialli fino alla più splendida piscina sul tetto con skyrise che abbia mai visto. Una piscina di roccia e una cascata che bagnavano dolcemente i bordi rocciosi esterni di una piscina sul tetto che si poteva solo sognare.

"Oh mio" Jessica potrebbe alla fine raccogliere in parole,

"Non ho mai visto un simile …" – ho interrotto,

"Una giornata così bella sarebbe un crimine non essere là fuori a non divertirsi, con una spruzzata di fragola ghiacciata e lime per l'avvio?".

Mentre le passavo il bicchiere, le nostre dita si incontrarono gentilmente e per la prima volta i nostri occhi si serrarono correttamente. Jessica prese il bicchiere e sorseggiò mentre girava di nuovo gli occhi meravigliati verso il paradiso e la vista fuori. Sorseggiai così come mi unii a lei restando lì incantato.

Vedere questo mondo attraverso gli occhi di Jessica è stato meraviglioso: avevo bisogno di questo barlume di tale innocenza e meraviglia di una giovane donna sui vent'anni con tanta bellezza. Avevo bisogno di questa presenza e apertura più di quanto avessi mai immaginato di avere. Siamo rimasti entrambi lì forse un po 'più a lungo del normale con un visitatore, senza nemmeno dire una parola.

L'improvvisa facilità che ho provato e condiviso di non dire nulla. Non c'è bisogno di chiacchiere, discorsi che erano solo innaturali, imbarazzanti: lentamente abbiamo solo sorseggiato mentre entrambi guardavamo il mondo intero, ma soprattutto le mongolfiere e l'ipnotizzante piscina di roccia sottostante.

Gli occhi di Jessica erano nocciola e le sue guance erano piene, piene di morbidezza che solo una donna più anziana come me poteva notare poiché da una donna all'altra poteva apprezzare la meravigliosa femmina in piedi a soli due piedi di distanza. In qualche modo, per qualche strana ragione, potevo vedermi in lei.

Mi ha riportato indietro, a un tempo in cui tutto era nuovo, pieno di meraviglia e avventura. Mi voltai e le sorrisi e le dissi in tono rassicurante,

"Che ne dici di dondolare le gambe in piscina?".

In quel momento ho visto un nuovo sguardo fresco sui suoi occhi, guance e labbra. Involontariamente deglutì mentre veniva presa alla sprovvista dalla mia morbida generosità e dalla mia sfacciata franchezza che solo una giovane donna poteva percepire. Seduto come noi, davanti all'idilliaco e soffice spruzzo e spruzzo di un'area piscina ombreggiata da palme, ero così benedetto e toccato che potevo solo condividere.

Un momento con lei. Una giovane donna sulla ventina che sedeva a pochi centimetri di distanza. Non riuscivo a credere quanto ci fossimo seduti vicini. Ci stavamo letteralmente toccando mentre osservavamo gli schizzi e gli spruzzi dell'acqua che cadeva sulle rocce vicine. Non sono mai stato così vicino a un'altra donna per non parlare di una così attraente e invitante mentre sorrideva dolcemente alla vista e all'energia che senza dubbio condividevamo. Era chiaro.

Ero in un altro mondo. Era in un altro mondo. Insieme abbiamo anche respirato insieme. Mi voltai verso di lei – era già leggermente girata e mi sorrideva con uno sguardo nuovo – uno sguardo a qualcosa che solo io capivo.

"Jessica, apprezzo molto che tu abbia partecipato a tutto questo …"

ha infranto la mia condanna e mi ha tenuto la mano. Il mio cuore batteva di nuovo tremore mentre le trattenevo la mano. Quindi naturalmente ci siamo tenuti per mano. Eravamo entrambi ragionevolmente a nostro agio nei nostri pantaloncini e canottiere – abbastanza per coincidenza le nostre canotte erano entrambe bianche.

Potevo sentire il suo sguardo sulle mie tette mentre sentivo un nuovo impulso dalla stretta della sua mano. Per qualche strana ragione non ero affatto scioccata o nervosa mentre lei sollevava l'altra mano e mi toccava il seno. Sandy mai così dolcemente ha preso a coppa il mio seno maturo e materno.

Essendo le mie tette in così buona forma per una donna sulla quarantina e avendo il lusso di tempo e denaro per coccolarmi come me, niente di tutto questo è andato perso su questa giovane ventenne e bella donna. Il mio respiro accelerò mentre rimanevamo seduti lì. Ha preso le mie tette e ha armeggiato lentamente con il mio capezzolo.

Ho dovuto baciare. Avevo così bisogno di baciare. Mentre stavo anche solo pensando a queste frasi, ha portato le sue labbra alle mie. Le nostre bocche si aprirono mentre ci baciavamo perfettamente. Non ho mai baciato un'altra donna prima. Non avrei mai nemmeno immaginato che potesse esistere un bacio così perfetto. Le nostre gambe stavano ancora penzolando nell'acqua mentre ci baciammo con la lingua per molto tempo.

Gli schizzi e gli spruzzi della cascata non facevano che aumentare la magia delle nostre bocche e lingue bagnate che scivolavano l'una sull'altra. Le nostre bocche stavano diventando così bagnate e sporche l'una dall'altra che poi ha sollevato la mia canotta per esporre le mie tette. Le mie tette sono diventate le sue mentre ci baciammo di nuovo.

La mia bocca sembrava essere a casa mentre esploravo la sua intera bocca. Entrambe le sue mani ora erano sulle mie entrambe le tette. La fissai negli occhi mentre sentivo per la prima volta le giovani tette di un'altra donna. Le sue tette erano molto più piccole delle mie, molto più sode delle mie. Le sue tette appartenevano a ME! Li ho tenuti teneramente entrambi.

Avevo bisogno di entrambi tra il pollice e le dita, i suoi capezzoli erano così duri – sapevo cosa volevo dopo. Le nostre bocche sbattevano l'una contro l'altra. Dovevo così tanto avere il resto di lei, ma avevo ancora bisogno della sua bocca tanto e ancora più che mai. Avevo bisogno di bagnarle le tette.

Ci siamo riorganizzati in piscina in modo tale da poter in effetti sessantanove le tette l'uno dell'altro allo stesso tempo. Ero sopra di lei, il mio seno l'ho abbassato nella sua bocca. Ha preso il mio seno in modo così naturale nella sua bocca giovane e affamata, ho ricambiato amorevolmente e ho preso più del suo piccolo seno nella mia bocca come potevo.

Sono passato all'altra sua tetta e lei ha fatto lo stesso. Ho spostato lentamente la mano verso il basso e nei suoi pantaloncini. Oh mio Dio, le mie tette stavano ottenendo la migliore succhiata che abbia mai provato e persino immaginato. I miei grossi seni penzolavano e la nutrivano. Sentivo che stavo persino allattando e gocciolando nella sua bocca – penso di esserlo – lo so che lo ero.

Tale elettricità non l'ho mai sperimentata prima né nemmeno immaginata. Un tale corpo illecito che giaceva proprio sotto di me, offrendosi a me. Ora dovevo esplorare ulteriormente. Ora dovevo andare così lentamente ai suoi pantaloncini e alle sue mutande. Avevo bisogno di essere tutt'uno con quello che c'era nelle sue mutande. Potrei dire.

Potevo sentire nell'aria che aveva bisogno di condividere con me quello che c'era nelle sue mutande. Ho sbottonato il suo bottone superiore dei pantaloncini e poi la sua patta. Si dimenò un tocco in attesa che una donna più matura accedesse alla sua area più intima. Giù i suoi pantaloncini. Solo fino a pochi centimetri però.

Questo in qualche modo sembrava molto più sexy e stravagante averla in qualche modo ancora vestita mentre bevevo alla vista della sua bella vagina appena rasata. Con le gambe unite l'ho ammirata mostrando in parte la vagina. Volevo di più. Avevo bisogno di più.

"Ti voltiamo caro"

Mi sono lasciato sfuggire abbastanza naturalmente. Jessica era ora in ginocchio con il sedere presentato a me. Non riuscivo a staccare gli occhi da questo spettacolo incredibile e delizioso. Avevo le mani su ogni lato dei suoi pantaloncini e mutande, mantenendo i suoi pantaloncini sexy all'altezza perfetta. Il suo sedere sembrava essere anche un po 'più aperto del solito.

Tutto questo tabù di una mattinata lussuriosa e lesbica sotto un frangente umido ed elettrico con mongolfiere appese in bella vista. Qualsiasi donna con poca esperienza lesbica come la mia non saprebbe bene cosa fare dopo. Questa mattina è stata ovviamente un'eccezione alla regola.

Mi sono messo il più a mio agio possibile mentre mi godevo questo culetto puntato dritto contro di me. Una fiducia e un potere in più mi sono venuti addosso ora, le ho accarezzato le natiche così delicatamente e ho abbassato la bocca sul suo sedere. Lecco su e giù. L'ho sentita gemere. Ho continuato a leccarla, rendendola così bagnata tra le sue chiappe.

La mia lingua per qualche motivo ora vagava e continuava a tornare a riposare proprio sul suo buco del culo cattivo e accogliente. Ho spinto delicatamente la mia lingua contro quel buco glorioso e alla fine lei ha rilassato i muscoli del culo per farmi entrare. Un piccolo tocco per un piccolo tocco stavo spingendo la mia lingua dentro questa bellissima giovane donna.

Più spingevo e più si rilassava. Le accarezzo tutta la schiena, poi le sue piccole tette dure e poi di nuovo tutta la sua bellissima figura di donna. Ora tenevo la mia lingua dentro di lei come ora lei mi respingeva delicatamente la lingua mentre le scopiamo con la lingua. Il suo culo mi stava scopando nel modo più sporco.

Niente al mondo mi ha mai attirato in questo tipo di attività sessuale come questo culo lesbico che stava scopando la mia lingua matura e amorevole. Adesso era il momento di toglierle completamente i pantaloncini e le mutande. Adesso era il momento in cui mi fotto con la lingua una fica, o più precisamente, era ora che una fica mi fottesse la lingua. Le furono tolti i pantaloncini e le mutande.

La giro sulla schiena e allargo le gambe. Osservo la sua fica accogliente. Ora mi abbasso su questa fica di perfezione e la mia bocca assorbe quanta più perfezione possibile. Le massaggio delicatamente la pancia perché ora posso assaporare tutta la sua vagina. Tutta la sua vagina sta filtrando nella mia bocca. È così deliziosa.

Ora abbasso di nuovo la bocca fino al suo buco del culo e la lingua un po 'di più, poi di nuovo verso la sua fica bagnata e meravigliosa. Mi sta dando da mangiare la sua fica. Sta colando nella mia bocca e la amo ogni goccia. Jessica, la mia amante, ora inizia a tremare e tremare mentre ora ho la lingua proprio contro il suo punto G.

Accarezzo delicatamente l'ingresso del suo buco del culo con l'indice e il pollice – questo la fa impazzire, un inferno si apre in lei. Le massaggio il seno ora mentre le possiedo tutto il culo e la fica. Sta cedendo a me tutta la sua femminilità. Mi nutre. Sto banchettando con lei. Adesso sta esplodendo mentre mi schizza intorno alla lingua e in gola.

Trema e trema a lungo e alla fine diventa debole. Le sue mani ora abbracciano lentamente le mie guance mentre lei amorevolmente – senza parole – mi suggerisce che è il mio turno. Prima che me ne rendessi conto mi stavo lentamente abbassando su questo viso incredibilmente bello. Abbasso lo sguardo e abbiamo un contatto visivo completo.

Amo i suoi meravigliosi occhi. La sua bocca mi rende le ginocchia deboli mentre ora esplora la mia femminilità, entra nella mia femminilità con le sue bocche e le lingue più bagnate. Voglio che questo momento duri per sempre mentre ci fermiamo un attimo nel tempo – il suo dito contro il mio ano, la sua lingua dentro la mia fica mentre posso sentire la mia prima soglia di orgasmo che corre nella mia direzione.

Beautiful New Beginnings …

Categorie
Storie

Affare lesbico su jet privato – Volo panoramico notturno da amare | Storie di sesso lesbo

Delicatamente mi strofina i capezzoli con entrambi gli indici mentre spinge dolcemente la lingua contro il mio ano! Sono così bagnata su tutta la mia fica soda e sul culo ora che la sua lingua scivola dentro di me. Mi viene da urlare che il piacere è così buono. Piagnucolo e gemo invece. La mia capo Helena mi sta fottendo con la lingua il mio ano stretto ma scivoloso …

Casandra non ha mai saputo cosa l'ha colpita quando è stata invitata su un City Limits Joy Flight per un bonus sul lavoro di Natale.

Oh mio Dio, non sono mai stato su un aereo privato prima, figuriamoci neppure guardato dentro uno! '

Il capo di Casandra, Helena Ritchies, avvocato di alto livello in uno studio legale cittadino di alto livello, non lascia che una buona azione passi o lascia che un buon assistente legale sia sottovalutato in alcun modo.

Casandra ha passato tutto il pomeriggio a risolvere questioni in sospeso in ufficio e, naturalmente, a inviare messaggi ai suoi genitori della meravigliosa notte che attendeva.

'Il vestito blu, il vestito nero o quello bianco? I dilemmi, mio ​​mio mio. "

Pochi minuti dopo ….. "La limousine è qui ….. Già !?"

A trentacinque minuti di macchina dall'aeroporto da Maxine the Company Driver. La limousine si ferma e siamo abbastanza sicuri che siamo quasi giusti alla Learjet Steps.

Con una calda voce confortante Maxine si rivolge a me,

"Fai uno splendido volo di gioia Casandra, la limousine sarà proprio qui quando atterrerai."

In soggezione, "Wow, grazie Maxine!"

Salgo i gradini, mi volto e guardo dentro e Helena Ritchies è proprio lì, tra i sedili, che mi tiene un bicchiere di champagne francese. Le turbine si avviano e il capitano chiude la porta.

Il taxi Learjet va a sinistra, a sinistra, a destra, si ferma … accendiamo la pista … abbiamo il decollo! Mi preparo, per niente abituato a questo. Helena mette la sua mano rassicurante sul mio ginocchio,

"Casandra?" "Uh Huh?" Rispondo.

"Dai un'occhiata fuori dalla finestra"

Guardo, e questa è la vista del risveglio, l'occhio pieno, la serenità di questa splendida città in cui viviamo e lavoriamo!

In quel momento vedo anche qualcos'altro, vedo Helena sotto una luce completamente diversa. A parte il bulldog dell'aula di tribunale, è rinomata per giorno dopo giorno dentro e intorno all'ufficio: in questo momento vedo qualcuno di diverso, qualcuno morbido ma forte e maturo. Mi sento al sicuro con lei.

Beviamo altro champagne e stuzzichiamo il finger food. Guardo di nuovo fuori dalla finestra e vedo chiaramente il bordo della baia, i ponti, i traghetti e le prove dei fuochi d'artificio pre-capodanno sul porto. Dico sopra la mia spalla

"Sono così al settimo cielo stasera – lo apprezzo più di ogni altra cosa, signorina Ritchies."

"Ti apprezziamo Casandra, ti apprezzo, il tuo occhio attento, la tua etica del lavoro, il tuo rapido apprendimento al volo – ehi, tesoro, dai un'occhiata dall'altra parte ora, parlando della luna?"

Mi volto e fisso qualcosa che non ho mai visto prima con così tanto splendore della notte.

L'aereo era leggermente inclinato verso l'alto a destra mentre becchiamo dolcemente a sinistra. Continuo a raccogliere quanta più luna possibile e all'improvviso, prima che me ne accorga, mentre mi appoggio e ondeggio, mi ritrovo contro il petto di Helena. A causa di così tanti champagne dal buon sapore, non mi sono corretto immediatamente.

Il mio lato della guancia è cullato dalle tette del mio capo Helena e sembra che non ci sia alcun momento imbarazzante.

"Non ho mai visto la luna così grande – oh mio!"

Allunga la mano che mi ferma e io lo prendo.

"Grazie."

Mi appoggio di nuovo per vedere di più questa luna e in quel momento il getto sale un po '. L'azione di inclinazione del getto mi costringe delicatamente di nuovo nelle tette di Helena – mentre ora ci teniamo per mano!

Resto proprio qui ora, rannicchiata proprio contro le tette di questa bellissima donna, guardando il cielo notturno. Le abbraccio la mano – lei ricambia la mia mano. Così gentile, così morbido, così femminile. "Adoro questo vestito bianco che indossi Jacky." Resto proprio dove sono rannicchiata nelle sue tette a guardare la luna.

Helena preme un interruttore, le luci interne della cabina si riducono a un filo, consentendo ancora di più della splendida vista e aggiungendo ancora più surrealismo al momento. Mi mette una mano sulla schiena e mi accarezza la parte posteriore del vestito bianco. Con una mano ci teniamo per mano e con l'altra mano mi accarezza la schiena e ora un po 'più in basso.

Per favore, non lasciare che questo momento finisca, dico silenziosamente nella mia testa. Prende momentaneamente la mano dalla mia schiena e riorganizza il suo reggiseno, anche se questa riorganizzazione ha fatto qualcos'altro. Il suo seno destro adesso era completamente libero ea un centimetro dalla mia bocca. La sua mano andò al seno per sollevarlo un tocco e puntarlo dritto verso la mia bocca.

Come se in un'altra parte di questo universo metto la bocca proprio sopra il capezzolo e istintivamente succhio. Sto succhiando questa splendida tetta mentre guardo fuori dal finestrino della cabina la luna splendente. Questo capezzolo è così maturo e rosso e continuo a succhiare e leccare tutto intorno.

Helena si sente sempre più in basso lungo la parte posteriore del mio vestito e poi proprio dietro le mie mutandine. Solo pochi minuti dopo persiste ancora di più. Helena ora tira giù la parte posteriore delle mie mutandine e proprio in quel momento la sua mano è proprio tra le mie guance inferiori, sentendosi avanti e indietro.

Riposiziono un tocco e ora sto a quattro zampe succhiando l'altro capezzolo – vado dall'uno all'altro e ritorno di nuovo. Mi prendo cura delle meravigliose tette di questa donna a quattro zampe mentre l'aereo attraversa una nuvola o più.

Il mio sedere ora è completamente esposto. Il mio vestito è tirato su intorno alla vita. Le mie mutandine a metà tra il mio culo e le mie ginocchia. La mano di Helena ora ha libero sfogo al mio sedere sempre obbediente. Le sue dita indugiano per un po 'sulla mia fessura spingendo delicatamente come faceva lei, poi nel suo modo astuto inizia a toccarmi proprio sul mio ano.

Entrambe le sue mani ora stanno cullando il mio ano e la mia fica ferma. Resto obbediente in questa posizione mentre tengo il culo in aria come per prestare attenzione al mio nuovo migliore amico maturo. Mi accarezza in tutta la mia zona proibita – amo ogni minuto di ogni attenzione. Ora mi aiuta a togliermi completamente le mutandine.

Ora sono completamente lontano da Helena perché ora ha il mio culo proprio lì davanti alla sua faccia. Sento una leccata fino alla fessura, poi un'altra e un'altra finché non sento una nuova umidità dalla sua bocca. La bocca di Helena ora mi sta rendendo tutta bagnata e scivolosa e lei mi divora il culo e mi posiziona i fianchi con le mani.

Le sto dando da mangiare il mio sedere. Sto dando da mangiare alla mia capo Helena il mio culo di giovane donna! Comincia ad accarezzarsi più in alto ora, nella mia parte superiore del mio vestito e stringe le mie due tette di media grandezza. Suona con i miei capezzoli tra le dita e nuovi impulsi di sentimento si diffondono attraverso la mia cornice tremante.

Delicatamente mi strofina i capezzoli con entrambi gli indici mentre spinge dolcemente la lingua contro il mio ano! Sono così bagnata su tutta la mia fica soda e sul culo ora che la sua lingua scivola dentro di me. Mi viene da urlare che il piacere è così buono. Piagnucolo e gemo invece. La mia capo Helena mi sta fottendo con la lingua il mio ano stretto ma scivoloso.

Il mio capo ama le mie tette. Mi sta amando il culo. Mi sta amando! Questo va avanti per un'altra eternità mentre quasi mi cancellavo con tanta gioia. Dopo un po 'questo rallenta e mi volto a sedermi sulle sue ginocchia di fronte a lei. Ci baciamo per la prima volta. Le nostre labbra si uniscono. Le nostre lingue si incontrano e si salutano. La sua mano tra le mie gambe e la mia vagina a coppa.

La mia vagina è sua! Un suo dito si avventura così lentamente dentro di me. Sto sgorgando così umido e il mio respiro così roccioso. La mia capo Helena sta avendo rapporti sessuali digitali con me e io le consegno tutto me stesso. Le sto tenendo le tette ora mentre succede tutto questo. Le sue tette sembrano diventare come una coperta di sicurezza per me.

Continuiamo a baciarci e leccarci la lingua mentre sento un orgasmo dall'intensità che non ho mai provato prima. L'altra mano mi culla strettamente il sedere mentre avverte il mio avvicinamento in aumento. Sono perso da qualche parte nel cielo notturno mentre le sue mani si prendono cura di me. Mi sta fottendo la fica dentro e fuori. Il suo ritmo serrato ed esperto proprio sul mio punto G mentre singhiozzo nella sua bocca calda e umida.

Nuove esperienze con un capo così meraviglioso e amorevole di nome Helena …