Categorie
Storie

Mentre la mia lussuria lesbica guada dolcemente. | Storie di sesso lesbo

È così deliziosa. Ora abbasso di nuovo la bocca fino al suo buco del culo e la lingua un po 'di più, poi di nuovo verso la sua fica bagnata e meravigliosa. Mi sta dando da mangiare la sua fica. Sta colando nella mia bocca e sto amando ogni sua goccia …

Mentre la mia lussuria lesbica guada dolcemente.

Non ho sempre pensieri del genere di stare con un'altra donna, ma quando lo faccio, è come un inferno. Oggi potrebbe essere un nuovo termometro lussurioso di cui si legge solo In Fiction. Solo questo giorno era reale!

Ho visto dalla mia finestra, Sandy, salire i gradini della mia casa di Gold Coast. Sandy è il mio compagno di studio mattutino in omeopatia. Non avevo ancora rispolverato nessuno dei compiti di quella settimana – forse Sandy può raggiungermi.

Il campanello suona. Mi precipito giù per le scale per salutare il mio nuovo visitatore. "Ciao Sandy, vieni dentro", dico con un sorriso da guancia a guancia mentre lei attraversa il mio passaggio aperto e marmorizzato. "Oh mio Dio! – Che casa meravigliosa hai, signorina Saunders. "

"Chiamami Jennifer, per favore", siamo entrati nella zona cucina. "Cosa posso offrirti Sandy?" Non ho sentito alcuna risposta, solo la vista di Sandy in piedi alla finestra della cucina a fissare fuori dalla finestra con la più ampia e preziosa innocenza di meraviglia. "

Sandy era persa nella vista e ipnotizzata dalla realtà dell'area esterna più bella che abbia mai visto. La fresca vegetazione lussureggiante che serpeggia su un sentiero di mattoni gialli fino alla piscina più bella che abbia mai visto. Una piscina di roccia e una cascata che bagnano dolcemente le falde rocciose esterne di una piscina che si poteva solo sognare.

"Oh mio", Sandy potrebbe alla fine raccogliere in parole, "Non ho mai visto un …" – ho interrotto, "Una giornata così bella sarebbe un crimine non essere là fuori a non divertirsi e studiare i nostri appunti insieme a una spruzzata di fragola ghiacciata e lime per cominciare? ”. Mentre le passavo il bicchiere, le nostre dita si incontrarono gentilmente e per la prima volta i nostri occhi si serrarono correttamente.

Sandy prese il bicchiere e sorseggiò mentre voltava di nuovo gli occhi meravigliati al paradiso esterno. Sorseggiai così come mi unii a lei restando lì incantato. Vedere questo mondo attraverso gli occhi di Sandy è stato meraviglioso: avevo bisogno di questo barlume di tale innocenza e meraviglia. Avevo bisogno di questa presenza e apertura più di quanto avessi mai pensato di averne.

Siamo rimasti entrambi lì forse un po 'più a lungo del normale con un visitatore, senza nemmeno dire una parola. L'improvvisa facilità che ho provato e condiviso di non dire nulla. Non c'è bisogno di chiacchiere, discorsi che erano solo innaturali, imbarazzanti: lentamente sorseggiavamo mentre entrambi guardavamo l'intero cortile, ma soprattutto l'affascinante piscina rocciosa sottostante.

Gli occhi di Sandy erano nocciola e le sue guance erano piene, piene di morbidezza che solo una donna come me poteva notare poiché da una donna all'altra poteva apprezzare la meravigliosa femmina in piedi a soli due piedi di distanza. In qualche modo, per qualche strana ragione, potevo vedermi in lei. Mi ha riportato indietro, a un tempo in cui tutto era nuovo.

Mi voltai e le sorrisi e le dissi in tono rassicurante: "Che ne dici di far dondolare le gambe in piscina, potrebbe aiutarci a concentrarci un po 'o due?". In quel momento ho visto un nuovo sguardo fresco sui suoi occhi, guance e labbra. Involontariamente deglutì mentre veniva presa alla sprovvista dalla mia morbida generosità e dalla mia sfacciata franchezza che solo una donna poteva rintracciare.

Seduto come noi, accanto all'idilliaco e soffice spruzzo e spruzzo di un'area piscina ombreggiata da palme, ero così benedetto e toccato che potevo condividere. Un momento con lei. Una giovane donna sulla ventina che sedeva a pochi centimetri di distanza. Non riuscivo a credere quanto ci fossimo seduti vicini. Ci stavamo letteralmente toccando mentre prendevamo schizzi e spruzzi.

Non sono mai stata così vicina a un'altra donna, figuriamoci a una così attraente e invitante mentre sorrideva dolcemente alla vista e all'energia che senza dubbio condividevamo. Era chiaro. Ero in un altro mondo. Era in un altro mondo. Insieme abbiamo anche respirato insieme. Mi voltai verso di lei – era già leggermente girata e mi sorrideva con uno sguardo nuovo – uno sguardo a qualcosa che solo io capivo.

"Sandy, apprezzo molto che tu sia venuto ov …", ha rotto la mia frase e mi ha tenuto la mano. Il mio cuore batteva di nuovo tremore mentre le trattenevo la mano. Quindi naturalmente ci siamo tenuti per mano. Eravamo entrambi ragionevolmente a nostro agio nei nostri pantaloncini e canottiere – abbastanza casualmente le nostre canotte erano entrambe bianche. Potevo sentire il suo sguardo sulle mie tette mentre sentivo un nuovo impulso dalla stretta della sua mano. Per qualche strana ragione non ero affatto scioccata o nervosa mentre lei sollevava l'altra mano e mi toccava il seno.

Sandy mai così dolcemente ha preso a coppa il mio seno materno. Essendo le mie tette in così buona forma per una donna sulla quarantina e avendo il lusso di tempo e denaro per coccolarmi come me, niente di tutto questo è andato perso su questa giovane ventenne e bella donna. Il mio respiro accelerò mentre rimanevamo seduti lì. Ha preso le mie tette e ha armeggiato lentamente con il mio capezzolo.

Ho dovuto baciare. Avevo così bisogno di baciare. Mentre stavo anche solo pensando a queste frasi, ha portato le sue labbra sulle mie. Le nostre bocche si aprirono mentre ci baciavamo perfettamente. Non ho mai baciato un'altra donna prima. Non avrei mai nemmeno immaginato che potesse esistere un bacio così perfetto. Le nostre gambe stavano ancora penzolando nell'acqua mentre ci baciammo con la lingua per molto tempo.

Gli schizzi e gli spruzzi della cascata non facevano che aumentare la magia delle nostre bocche e lingue bagnate che scivolavano l'una sull'altra. Le nostre bocche stavano diventando così bagnate e disordinate l'una dall'altra che poi ha sollevato la mia canotta per esporre le mie tette. Le mie tette sono diventate le sue mentre ci baciammo di nuovo. La mia bocca sembrava essere a casa mentre esploravo la sua intera bocca.

Entrambe le sue mani ora erano sulle mie entrambe le tette. La fissai negli occhi mentre sentivo per la prima volta le giovani tette di un'altra donna. Le sue tette erano molto più piccole delle mie, molto più sode delle mie. Le sue tette appartenevano a ME! Li ho tenuti teneramente entrambi, avevo bisogno di entrambi tra il pollice e le dita, i suoi capezzoli erano così duri – sapevo cosa volevo dopo.

Le nostre bocche sbattevano l'una contro l'altra. Dovevo così tanto avere il resto di lei, ma avevo ancora bisogno della sua bocca tanto e ancora più che mai. Avevo bisogno di bagnarle le tette. Ci siamo riorganizzati in piscina in modo tale da poter in effetti sessantanove le tette l'uno dell'altro allo stesso tempo.

Ero sopra di lei, il mio seno l'ho abbassato nella sua bocca. Ha preso il mio seno in modo così naturale nella sua bocca giovane e affamata, ho ricambiato amorevolmente e ho preso più del suo piccolo seno nella mia bocca come potevo. Sono passato all'altra sua tetta e lei ha fatto lo stesso. Ho spostato lentamente la mia mano verso il basso e nei suoi pantaloncini.

Oh mio Dio, le mie tette stavano ottenendo la migliore succhiata che abbia mai provato e persino immaginato. I miei grossi seni penzolavano e la nutrivano. Sentivo che stavo persino allattando e gocciolando nella sua bocca – penso di esserlo – lo so che lo ero. Tale elettricità non l'ho mai sperimentata prima né nemmeno immaginata. Un tale corpo illecito che giaceva proprio sotto di me, offrendosi a me.

Ora dovevo esplorare ulteriormente. Ora dovevo andare così lentamente ai suoi pantaloncini e alle sue mutande. Avevo bisogno di essere tutt'uno con quello che c'era nelle sue mutande. Potrei dire. Potevo sentire nell'aria che aveva bisogno di condividere con me quello che c'era nelle sue mutande. Ho sbottonato il suo bottone superiore dei pantaloncini e poi la sua patta. Si dimenò un tocco in attesa che una donna più matura accedesse alla sua area più intima.

Giù i suoi pantaloncini. Tuttavia, solo fino a pochi centimetri. Questo in qualche modo sembrava molto più sexy e stravagante averla in qualche modo ancora vestita mentre bevevo alla vista della sua bella vagina rasata di fresco. Con le gambe unite l'ho ammirata mostrando in parte la vagina. Volevo di più. Avevo bisogno di più. "Ti voltiamo caro". Mi sono lasciato sfuggire abbastanza naturalmente.

Sandy era ora in ginocchio con il suo sedere presentato a me. Non riuscivo a staccare gli occhi da questo spettacolo incredibile e delizioso. Avevo le mani su ogni lato dei suoi pantaloncini e mutande, mantenendo i suoi pantaloncini sexy all'altezza perfetta. Il suo sedere sembrava essere anche un po 'più aperto del solito.

Tutto questo tabù di una mattinata lussuriosa e lesbica in un frangente umido ed elettrico. Qualsiasi donna con poca esperienza lesbica come la mia non saprebbe bene cosa fare dopo. Questa mattina è stata ovviamente un'eccezione alla regola. Mi sono messo il più a mio agio possibile mentre mi piaceva questo culetto puntato dritto contro di me.

Una fiducia e un potere in più mi sono venuti addosso ora, le ho accarezzato le natiche così delicatamente e ho abbassato la bocca sul suo sedere. Lecco su e giù. L'ho sentita gemere. Ho continuato a leccarla, rendendola così bagnata tra le sue chiappe. La mia lingua per qualche motivo ora vagava e continuava a tornare a riposare sul suo buco del culo cattivo e accogliente.

Ho spinto delicatamente la mia lingua contro quel buco glorioso e alla fine lei ha rilassato i muscoli del culo per farmi entrare. Un piccolo tocco per un piccolo tocco stavo spingendo la mia lingua dentro questa bellissima giovane donna. Più spingevo e più si rilassava. Le accarezzo tutta la schiena, poi le sue piccole tette dure e poi di nuovo tutta la sua bellissima figura di donna.

Ora tenevo la mia lingua dentro di lei mentre lei mi respingeva delicatamente la lingua mentre scopavamo. Il suo culo mi stava scopando nel modo più sporco. Niente al mondo mi ha mai attirato in questo tipo di attività sessuale come questo culo lesbico che stava scopando la mia lingua matura e amorevole. Adesso era il momento di toglierle completamente i pantaloncini e le mutande. Adesso era il momento in cui mi fotto con la lingua una fica, o più precisamente – è ora che una fica mi fotti la lingua.

Le furono tolti i pantaloncini e le mutande. La giro sulla schiena e allargo le gambe. Osservo la sua fica accogliente. Ora mi abbasso su questa fica perfetta e la mia bocca assorbe quanta più fica posso raccogliere. Le massaggio delicatamente la pancia perché ora posso assaporare tutta la sua vagina. La sua intera vagina sta filtrando bagnata nella mia bocca

È così deliziosa. Ora abbasso di nuovo la bocca fino al suo buco del culo e la lingua un po 'di più, poi di nuovo verso la sua fica bagnata e meravigliosa. Mi sta dando da mangiare la sua fica. Sta colando nella mia bocca e la amo ogni goccia.

Sandy, il mio amante, ora inizia a tremare e tremare mentre ora ho la lingua proprio contro il suo punto G. Accarezzo delicatamente l'ingresso del suo buco del culo con l'indice e il pollice – questo la fa impazzire, un inferno si apre in lei. Le massaggio il seno ora mentre le possiedo tutto il culo e la fica. Sta cedendo a me tutta la sua femminilità. Mi nutre. La sto bevendo.

Adesso sta esplodendo mentre mi schizza intorno alla lingua e in gola. Trema e trema a lungo e alla fine si indebolisce. Le sue mani ora abbracciano lentamente le mie guance mentre lei amorevolmente – senza parole – mi suggerisce che è il mio turno. Prima che me ne rendessi conto mi stavo lentamente abbassando su questo viso incredibilmente bello.

Abbasso lo sguardo e abbiamo un contatto visivo completo. Amo i suoi meravigliosi occhi. La sua bocca mi rende debole alle ginocchia mentre ora esplora la mia femminilità, entra nella mia femminilità con le sue bocche e le lingue più bagnate. Voglio che questo momento duri per sempre mentre ci fermiamo un attimo nel tempo – il suo dito contro il mio ano, la sua lingua dentro la mia fica mentre posso sentire la mia prima soglia di orgasmo che corre nella mia direzione.

Questi sono gli inizi di incontri così belli che chiamiamo The Lesbian Files

Categorie
Storie

Segretario ricattato CH. 01 | Storie di sesso lesbo

Suzy viene ricattata per frode passata.

[2 months ago]:

Amelia chiama la sua segretaria nel suo ufficio: "Suzy, voglio che tu paghi i 52.000 dollari come pagamento ai Thompson per la materia prima che la nostra azienda ha ordinato il mese scorso. Il materiale è arrivato al nostro sito offshore, no?"

"Ahmm … Sì signora, lo è stato." Suzy risponde. Un po 'confuso.

"Allora non ha senso ritardare il pagamento, ecco i contanti" ordina Amelia consegnando il contante. Suzy afferra la valigia ed esce. Sa che ad Amelia non piace essere interrogata. Ma esiste un piccolo dubbio nella sua mente. Suzy viene alla sua scrivania e indaga. Si rende conto che Amelia ha consegnato molti più soldi del necessario. Il pagamento è di soli 25.000 dollari. Amelia deve aver inserito l'ordine di acquisto sbagliato e si è confusa con gli altri Thompson. Suzy cade in pensieri profondi e propone un piano. "E se tenessi i soldi in più per me … Dal momento che sono in contanti nessuno lo scoprirà … Aiuterà anche con l'anticipo …" mormora tra sé Suzy e improvvisamente il suo telefono squilla, è Amelia. "Suzy, ho appena ricevuto una chiamata dall'atrio, i Thompson sono qui, effettua i pagamenti e ci vediamo nel mio ufficio dopo" Amelia riattacca prima ancora che Suzy possa rispondere di sì. Amelia è sempre stata un capo stronzo per Suzy, quindi Suzy pensa che questa sia una grande opportunità per fottere uno sul suo capo e guadagnare qualche soldo in più. Tiene i soldi extra.

[1.5 months ago]:

"Ciao tesoro" Suzy saluta Eric mentre entra nel loro appartamento in affitto. Suzy ed Eric lo sono

3 anni nel matrimonio, coppia felice, attratti sessualmente l'uno dall'altra in modo massiccio e non avrebbero mai nemmeno pensato di tradirsi a vicenda (non sapevano cosa stava per accadere).

Eric- Ciao piccola, come stai?

Suzy: fantastico. Come è andato il lavoro?

Eric- Oh sai … lo stesso vecchio lavoro noioso.

Suzy- Ho una buona notizia per tirarti su di morale.

Eric- Bene, allora qual è l'attesa, spara

Suzy- Beh, sai come abbiamo risparmiato l'acconto per avere la nostra casa.

(Dice Suzy mentre si avvicina ad Eric in cucina, con un sorriso subdolo sul viso)

Eric- Sì

Suzy- Abbiamo i soldi

(Entrambi si avvicinano l'uno all'altro lentamente.)

Eric- Gosh !! Tesoro, è una bella notizia … Non posso crederci. Così presto.

Suzy- Beh, farai meglio a crederci. Avremo la nostra casa.

(Suzy dice con una voce lenta e sexy.)

(Le loro facce ora sono davvero vicine l'una all'altra)

Eric- Ma come diavolo hai fatto …?

(Suzy dà a Eric un profondo bacio appassionato prima che possa completare la frase. Sa che questo è un argomento losco e dovrebbe essere discusso il meno possibile ed Eric, essendo un uomo, dimentica tutto e si perde nei pensieri al tocco delle morbide labbra di sua moglie sulle il suo stesso.)

Suzy – Diciamo solo che un genio è passato dal mio ufficio …

(Suzy interrompe il bacio e risponde argutamente all'ovvia domanda. Poi gli preme il seno contro e gli dà un altro bacio appassionato prima che possa pensare a un'altra domanda.)

(Eric ridacchia alla risposta spiritosa e cerca di spezzare il bacio)

Eric- Ma almeno dimmi …

Suzy- Voglio solo celebrare questo momento proprio ora … Non vedi … (Con una voce lenta e sexy)

(Eric aveva già visto quello sguardo su Suzy. Quello era l'aspetto di una moglie arrapata affamata di cazzo che vuole solo strappare i vestiti e fare sesso con animali selvaggi.)

Eric-Certo piccola …

(Suzy continua a baciare Eric, che ora è più interessato. Suzy emette un lieve gemito mentre lui le afferra il culo e le bacia il collo, presto si toglie il top di Suzy e seppellisce il viso nelle sue tette perfettamente dimensionate, nota che non lo era indossa un reggiseno. I gemiti continuano mentre lui suggerisce di portare la festa in camera da letto.)

Entrano entrambi nella camera da letto. Eric chiude la porta e spinge Suzy contro di essa, bloccandola contro la porta. Continua a baciarle il collo e il seno nudo. Suzy è completamente eccitata da questo. Poi le blocca entrambe le mani con una mano e fa scivolare l'altra mano nella sua gonna da lavoro solo per scoprire che è bagnata. Presto entrambi si spogliano e si dirigono verso il letto. Suzy ora trema e implora di essere scopata (emettendo lievi gemiti).

Suzy- Smettila di prendermi in giro piccola e scopami come fai tu.

Eric non si prende tempo per rispondere a quella richiesta e stuzzica il suo clitoride con il suo cazzo prima di farlo scivolare dentro lentamente. Suzy ora geme forte di piacere e continua a implorarlo di scoparla più forte. Eric va al suo ritmo e si assicura di non farle del male. Presto entrambi raggiungono un ritmo costante soddisfacendosi a vicenda.

Continuano a cambiare posizione da missionario a pecorina. Verso la fine lui le infila il cazzo in profondità facendola venire. Trema a causa del suo orgasmo. Ma non aveva ancora finito. Ora cavalca il suo cazzo duro e pulsante. Ama il modo in cui le sue mani virili la accarezzano mentre lui la scopa per davvero bene raggiungendo un altro orgasmo rumoroso e lamentoso. Poi si mette a terra in ginocchio con giocosità birichina e succhia Eric fino a quando non le scarica sui seni (è così che le piace).

[Present]:

Suzy si sveglia accanto a suo marito, nuda com'erano dopo il sesso la scorsa notte.

È un normale lunedì mattina. La coppia è felice. Si sono trasferiti nella loro nuova casa. È attualmente una situazione felice e contenta per loro. Suzy va in ufficio abbastanza fiduciosa che la giornata andrà bene. Amelia la chiama nel suo ufficio e le assegna il lavoro per la giornata. Amelia sembra un po 'depressa. Suzy sa che le cose non stanno andando molto bene (sessualmente) con Amelia e Roxy, la sua amante lesbica. Sono sposati da 5 anni ormai e la vita sessuale sembra svanire e ha un disperato bisogno di un po 'di pepe.

Suzy torna alla sua scrivania ed è immersa nel lavoro e improvvisamente riceve un promemoria in cui si afferma che ci sarà un audit finanziario per il suo dipartimento tra pochi giorni.

All'improvviso la terra sotto di lei si muove e il suo viso diventa cremisi. Non è mai successo prima. Un audit finanziario significherebbe che potrebbe essere catturata per la frode che aveva commesso 2 mesi fa. È scossa fino alle ossa. Sa che una frode di questa portata potrebbe farla finire in prigione per tutta la vita e non era pronta per questo. Inoltre non c'era modo che potesse rimborsare la società poiché aveva pagato gli acconti per la casa con quei soldi che non erano restituibili e lei era già in debito per questo. Pensa tra sé "Oddio, mi farò scopare. Non posso dirlo a Eric. Sarebbe arrabbiato se lo tenesse segreto per così tanto tempo. Forse posso corrompere l'agente che viene per l'audit". Dopo alcune ricerche scopre che l'ufficiale è molto fedele alla sua azienda e non morderebbe mai l'esca e pensa a se stessa "Farei qualsiasi cosa per farlo andare via, non posso andare in prigione. Verrei letteralmente scopata in prigione. . Non c'è nessuno da cui posso andare in questo momento. Forse Amelia può aiutarmi se le dico la verità, ma le possibilità sono piuttosto alte considerando che è sempre stata un capo stronzo per me. " Amelia era l'ultima risorsa di Suzy. Va nell'ufficio del suo capo tremante di paura, bussa alla porta.

Suzy, signora, posso parlare?

Amelia- sì, cos'è?

Suzy … Signora, voglio discutere con lei di un problema personale. Riguarda il pagamento della Thompson che abbiamo fatto qualche mese fa.

Amelia- Allora come è un problema personale?

Suzy- Signora, ho commesso un grosso errore … (si spiega)

Amelia- Caro signore che vivace puttana sei dietro quella faccia innocente. Sai che se questo incidente viene fuori durante l'audit, sei in grossi guai. E non solo tu, anche io sarò trascinato in questo solo a causa tua. tu piccolo…

(Suzy la interrompe con una voce spezzata)

Suzy- Mi dispiace così tanto signora che non pensavo che qualcuno l'avrebbe scoperto. Sei l'unico che può far scomparire questo dai rapporti.

(Dopo molte suppliche di aiuto)

(Amelia si è appena resa conto che può sfruttare questa opportunità per sfruttare Suzy e rendere più piccante la sua vita sessuale coinvolgendola. Questo non sarebbe stato possibile in nessun'altra situazione)

Amelia- Va bene, posso aiutarti, ma perché dovrei fare qualcosa di illegale per te.

(Amelia risponde in modo subdolo. Ora ha pensato completamente al suo piano)

Suzy … Signora, farò tutto quello che vuole … basta che se ne vada.

(Suzy è praticamente in ginocchio a chiedere l'elemosina mentre Amelia si siede sulla scrivania di fronte a lei)

Amelia- Ascolta attentamente ora, ti userò come mio sex toy ogni volta e come mai mi piacerebbe. Ho bisogno di qualcuno che mi liberi dalle mie frustrazioni, e se mi piace lascerò che anche mia moglie ti usi. Essendo un po 'troia che sei, obbedirai a ogni mio comando.

Suzy- Che diavolo stai dicendo. Non sono una lesbica e sicuramente non una troia per i tuoi piaceri.

(Dice Suzy mentre è ancora in ginocchio.)

Amelia- Ti rendi conto in quanti guai ti trovi? Sai cosa ti faranno in prigione …

(Amelia tiene i capelli di Suzy e la avvicina)

Suzy, signora, per favore, non farmela fare …

(La voce di Suzy si spezza quando si rende conto di non avere nessun altro posto dove andare ed è ancora più terrorizzata ora)

Amelia- Farai esattamente come voglio troia, infatti inizieremo proprio ora.

(Amelia afferra Suzy e la spinge sul divano)

Suzy- No, signora, farò qualsiasi altra cosa che desideri, per favore …

(Suzy implora mentre Amelia inizia a toglierle il top e ad appuntarla sul divano e baciarla contro la sua volontà. Suzy si rende presto conto che non può fare altro che arrendersi.)

Amelia bacia le labbra morbide e tenere di Suzy e poi si sposta sul suo collo facendo gemere Suzy di piacere e confusione. Suzy non aveva mai sentito il tocco di una donna in questo modo. Amelia continua a molestarla come desidera, spostandosi verso il suo seno (Suzy non indossava il reggiseno, notò Amelia)

Amelia- Non sei una piccola troia Suzy. Niente reggiseno, indosso sempre abiti provocanti in ufficio. qualcosa mi dice che volevi questo.

Suzy- No pls. Non lo faccio apposta.

Amelia ora si sta divertendo troppo. Si china su Suzy e si abbassa la gonna e il perizoma. Seppellisce la sua faccia nel clitoride perfettamente esposto di Suzy e nelle labbra facendola gemere. Dopo un po 'ammira il suo sedere nudo.

(Amelia aveva sempre voluto sculacciare sua moglie Roxy ma non le piaceva, ma ora ha il suo giocattolo del cazzo per accontentarla.)

Inizia a sculacciare il culo nudo di Suzy facendola singhiozzare un po '. Suzy è confusa se godersi il piacere che stava ricevendo o sentirsi intrappolata nella sua situazione attuale.

(Suzy pensa cosa penserebbe Eric se scoprisse che sua moglie è stata trattata come una troia da una donna.)

Suzy è ora completamente nuda di fronte ad Amelia che ora inizia a spogliarsi. Amelia gira Suzy e ora è faccia a faccia con lei. Con una mano preme il seno di Suzy e con l'altra si strofina il clitoride.

Amelia- Sai cosa ti farò adesso troia.

(Amelia dice con una voce subdola e sexy mentre lecca le labbra di Suzy)

(Suzy non risponde, cercando di tenersi insieme)

Amelia, ti guarderò arrivare mentre ti tocco … hehee …

Amelia infila il dito nella figa bagnata di Suzy facendola gemere sempre più forte. Poi bacia Suzy così che nessuno fuori dall'ufficio possa sentirla gemere. Presto Suzy sta per venire e proprio mentre sta per venire, Amelia tira fuori le dita rovinando l'orgasmo di Suzy e lasciandola tremante sul divano. Suzy non poteva fare altro che dimenarsi e gemere "Ohh dio … Aahh." Amelia fa un sorriso subdolo guardando Suzy dimenarsi. Guarda i succhi scorrere fuori dalla figa di Suzy e inizia a leccarla facendola eccitare di nuovo. La figa di Suzy è ora molto sensibile e cerca di spingere la testa di Amelia. Amelia afferra entrambe le mani di Suzy e continua a dare piacere a Suzy facendole raggiungere un altro orgasmo. Suzy si rende conto che Amelia l'avrebbe punita di nuovo rovinando il suo orgasmo e inizia a implorare "Ohh per favore, non di nuovo. Aahh vengo". Amelia tira fuori la lingua solo per un secondo per guardare Suzy in faccia e poi inizia a darle piacere di nuovo e più velocemente a farla venire correttamente questa volta …

Amelia- Cosa dici quando il tuo capo ti lascia venire correttamente?

Suzy- Grazie.

Amelia- Cosa ancora?

Suzy- Grazie signora.

(Con voce rotta mentre cerca di riprendersi dal suo orgasmo)

Amelia- Brava ragazza. Ora vediamo quanto sei bravo a soddisfare le donne. Scendi sul pavimento e striscia tra le mie gambe.

(Amelia ordina mentre si posiziona sul divano. Suzy si mette a terra)

Suzy- Ma signora non ho mai … Per favore non mi costringa …

(Amelia afferra i capelli di Suzy e le infila il viso nella sua figa bagnata prima che possa finire quella frase)

Amelia geme mentre usa il viso di Suzy per il suo piacere. Si lecca una delle dita facendola bagnare e poi gioca con uno dei suoi capezzoli eccitandosi sempre di più ogni secondo. Amelia adora quando qualcuno presta attenzione ai suoi grossi seni e solo per pochi secondi tira il viso di Suzy e se lo infila sui suoi grossi seni e poi di nuovo sulla sua figa. Amelia non ce la faccio più. Esplode i suoi succhi sul viso di Suzy, poi la bacia profondamente riprendendosi dal suo orgasmo tenendo Suzy per i capelli. All'improvviso un uomo bussa alla porta chiusa ricordando ad Amelia le sue 3 del pomeriggio. incontro. Amelia risponde mentre tiene ancora Suzy per i capelli "Sarò fuori tra un minuto".

Amelia- Beh questo è stato divertente per cominciare … Non vedo l'ora di sfruttarti ogni giorno.

Suzy- Nooo. per favore pensavo che fosse una cosa di una volta.

(Suzy in ginocchio e Amelia in piedi proprio di fronte a lei che la guarda)

Amelia- (ridendo) Ora sei la mia troia. Ti userò tutti i giorni. Non vedo l'ora di farti scopare da mia moglie.

(Amelia risponde dopo essersi vestita mentre esce dal suo ufficio per la sua riunione delle 15:00. Suzy pensa tra sé "In cosa mi sono cacciata …").

FINE DI QUESTA PARTE

La storia può continuare sulla base della risposta dei lettori.

Categorie
Storie

Il latte mattutino di Matilda | Storie di sesso lesbo

In poco tempo stavo facendo quello che sembrava così completamente naturale, accogliente e amorevole: stavo succhiando il seno! Le belle tette di Matilda! Leccando tutto intorno al suo seno ben formato e accarezzando l'altro mentre facevo schioccare la lingua attorno a questi splendidi capezzoli. Voglio succhiare queste tette per sempre. La sua mano ha trovato delicatamente il fondo del mio abito da mattina a fiori e ha iniziato a tirare un po '…

Matilda’s Morning Milk

Like Matilda, Like Me – Prima esplorazione lesbica di nuove avventure in barca!

Ho una confessione da fare … sono una giovane donna del '20 qualcosa 'che fantastica sul mio desiderio segreto insoddisfatto -' The Mature Woman Experience. 'Almeno l'idea di tutto questo mi rende così incredibilmente sexy come non ne ho mai sperimentate di questo … per ora.

Mi addormento ogni notte pensando di essere trattenuto dalla donna più anziana, masturbandomi per essere baciato dalla donna più anziana. Fantasie, semplici fantasie, mi dico. Per qualche strana ragione, oggi posso sentire che le cose stanno per cambiare … Sono Tabitha, e adoro l'alba mattutina che cammina lungo il molo del porto, il sole caldo che sorge in lontananza, gli yacht sul mio a sinistra ea destra con la rugiada notturna luccicante.

Percorro la distanza della vecchia struttura del molo lamentandomi del risveglio di un nuovo giorno. Lo yacht che attira la mia attenzione si chiama "La seduttrice". Deve essere un 150 piedi, tutto bianco con strisce celesti che ballano magnificamente al sorgere del mattino. Ho dovuto fermarmi un secondo e ammirare ancora una volta questa magnifica imbarcazione oceanica. Che meraviglia ciò che l'oceano può in qualche modo portare in una piccola città costiera sonnolenta come Mulholland Cove.

Mentre il sole del mattino proietta un bagliore luminoso e caldo sull'imponente imbarcazione oceanica, sento una voce che mi riporta ai miei sensi. "Buongiorno laggiù!" Una voce femminile allegra annuncia dal ponte di sinistra della lussuosa imbarcazione. Tutto quello che vedo è la sagoma di una figura in un abito estivo che sorseggia una tazza di tè nella luce del mattino.

Tornando ai miei sensi,

"Oh scusa, ehm – buongiorno!" Rispondo.

Ora sto fermo e sento la vecchia struttura del molo oscillare ancora un po '.

"Oh – Ah ciao, stavo solo ammirando la tua barca."

"Tazza di tè?,"

Si avvicina al bordo della barca per chinarsi e ripete la domanda,

"Una tazza di tè, tesoro?"

"Beh, ehm, Ar …" inciampo,

"Ebbene sì, mi piacerebbe una tazza di tè."

Guardo e ora vedo, il viso più bello che abbia mai visto: un viso caldo e accogliente. Salgo a bordo e ammiro la meravigliosa imbarcazione oceanica dove questa bella donna ovviamente vive, in qualche modo come un sogno, ma quello che ammiro di più è la splendida donna magnifica su cui sono così fortunato ad aver posato gli occhi. La seguo giù per i gradini e in cucina dove il bollitore è ancora raffreddato da prima. I miei occhi vagano da qui a là mentre osservo la magnificenza di che mestiere e che cucina meravigliosa mi trovo.

"Sarà una giornata così bella, tesoro, sono Matilda".

Matilda mi dà un gentile abbraccio di buongiorno. Il modo in cui mia madre era una volta. Gli abbracci mattutini erano tra i sentimenti più calorosi che abbia mai conosciuto.

"Oh, Ar … semplicemente sbalorditiva di una giornata … Adoro questo, Um, Matilda."

Ho dovuto dire "Matilda", che bel suono.

"Sono in giro su questa barca ormai da circa 3 mesi, tra te e me, impazzendo un po '. Sei sicuramente il mio benvenuto sconosciuto mattutino, tesoro. "

Mi porge una tazza di tè e mi sorride con il suo calore di un benvenuto da parte sua. Matilda è sulla quarantina ed è alta almeno un pollice o due più di me. Gocciolando con un'aria di disinvoltura che solo una donna di posizione potrebbe osare mai stuzzicare – come A Hollywood Trophy Wife – Out Of Sight e decisamente NON Out Of Mind.

I suoi sporchi capelli biondi e i suoi occhi nocciola, una giovane donna come me, potrebbero perdere la completa integrità se solo aprissi la mia mente per vedere di più. Con tutto questo pensiero che attraversa la mia testa oberata di lavoro, mi sento sempre così strano mentre guardo sfacciatamente su e giù per intero la mia affascinante nuova amica nel suo abito estivo mattutino.

Mentre siamo in piedi l'uno di fronte all'altro, Matilda mi SCOCCA come nient'altro!

"Sai, tesoro, quello che sarebbe il modo più incredibile di iniziare oggi sarebbe una carezza di tette da parte di una donna giovane e carina come te."

La guardai negli occhi e lei nei miei mentre in qualche modo gravitavamo l'uno verso l'altro. La cosa successiva che sapevo era che eravamo sul divano. Ha abbassato il suo vestito mattutino ed ha esposto una tetta e poi l'altra. Senza pensarci due volte mi sono abbassato al livello del suo seno aspettando solo che la mia ultima spinta di coraggio avvolgesse un capezzolo nella mia bocca con totale e completo piacere!

In poco tempo stavo facendo quello che sembrava così completamente naturale, accogliente e amorevole: stavo succhiando il seno! Le belle tette di Matilda! Leccando tutto intorno al suo seno ben formato e accarezzando l'altro mentre facevo schioccare la lingua attorno a questi splendidi capezzoli. Voglio succhiare queste tette per sempre. La sua mano ha trovato delicatamente il fondo del mio abito da mattina a fiori e ha iniziato a tirare un po '.

Oh mio Dio, sto succhiando le tette di questa bellissima donna e questa stessa bella donna "matura" sta sollevando lentamente il mio vestito – per avere accesso – a me! Sto prendendo a coppa e stringendo una tetta e poi l'altra, e torno a succhiare.

"Oh Tesoro, come adoro assolutamente avere le tette succhiate al mattino, la tua bocca è semplicemente meravigliosa sulle mie tette doloranti."

Continuo a succhiare, e ora con questo incoraggiamento crescente, succhio ancora più forte. Ora faccio schifo come se volessi berla! Geme mentre succhio, e respira più forte, posso quasi sentirla gemere direttamente nella mia bocca e sulla mia lingua. La sua vibrazione fa scattare qualcos'altro. Non ho mai mai fatto niente di simile prima, figuriamoci se una bella donna matura si è lamentata dentro di me.

Sento un leggero schizzo sul palato. Voglio di più. Ho bisogno di più. Le stringo il seno un po 'più stretto e lei schizza ancora di più ora – Mi nutre! Accarezzandomi, la sua mano ora è dentro le mie gambe, stuzzicandomi. A metà della mia parte interna della coscia e poi di nuovo al ginocchio lei stuzzica avanti e indietro, conoscendo i bottoni mistici che solo noi donne condividiamo così in profondità.

I suoi capezzoli sono così duri e bagnati, divoro l'umidità mentre la sua mano gioca dentro la mia coscia come se fosse la prima volta. "Miele?" Matilda interrompe la mia suzione per un secondo e convince la mia bocca bagnata e fradicia verso l'alto e verso la sua bocca, ci baciamo appassionatamente con le bocche spalancate, le lingue vaganti. Si sta gustando "direttamente dalla mia bocca" – stiamo baciando a bocca aperta – condividendo il latte di Matilda.

Proprio in quel momento la sua mano tocca il lato delle mie mutandine. Le apro le gambe e poi le chiudo sulla sua mano, cercando di tenerle lì con l'abbraccio delle mie gambe. La mano di Matilda ora gioca con le mie mutandine con una mano e con l'altra inizia ad accarezzare le mie tette un po 'più piccole. Queste sue mani mature sulle mie mutandine e sulle mie tette sono tutte insieme – inebrianti!

Le succhio la lingua fino in fondo alla bocca, poi torno alle sue tette per assaggiare dell'altro latte e poi torno indietro e rifaccio tutto. Finalmente la sua mano è dentro le mie mutandine: sono in paradiso. Le sue dita entrano così delicatamente in contatto con la mia vagina. Un dito scivola dolcemente sul mio tumulo e lentamente verso il basso, verso il mio ano, poi di nuovo sul mio tumulo. In poco tempo, la natura fa il suo corso e ho bisogno di avventurarmi tra le gambe di "Mia Matilda".

Il suo vestito mattutino che consente lo stesso accesso del mio lo sta permettendo mentre la sua mano ora sta magnificamente stuzzicando su e giù per la mia fessura. Faccio scorrere la mano lungo la sua parte interna della coscia e come se mi accogliesse, lei spalanca la figa, orgogliosa per farmi giocare con la sua vagina liscia. Con la mia stessa umidità che inizia ad aiutare la mano di Matilda a scivolare e scivolare su e giù, condividiamo le lingue nelle nostre bocche.

Infilo la mia mano ora dentro le sue stesse mutandine e tocco per la prima volta la fica di una bellissima donna matura. Faccio scivolare le mie dita, poi tutta la mia mano, sulla femminilità di Mia Matilda per la prima volta, facendo tremare insieme il nostro respiro. Il suo dito sta spingendo delicatamente e ora sta sfregando, ed eccolo, un polpastrello è dentro di me. Macino un po 'ora in amorevole reciprocità, e spero che anche più del suo dito riesca a farsi strada dentro di me.

Man mano che questo procede, prendo il suo comando e comincio a sentire la sua vagina ora come se la adorassi. Così surreale. Abbastanza sicuro Matilda è anche più bagnata di me. Il mio dito scivola dritto dentro! La mia Matilda ora geme e ci lecciamo in bocca mentre ci scopiamo con le dita a vicenda senza fine in vista. Istintivamente tiriamo fuori lentamente le dita e mettiamo le dita nella bocca degli altri per un buon succhiare e assaggiare – o una buona anteprima per quello che stava per succedere!

In pochi secondi le nostre mutandine erano completamente tolte e ci stavamo sistemando in una posizione 69. Le sue gambe ora sono così aperte e aperte che non vedo l'ora di affondare la lingua nella vagina della mia Matilda. Lecco dappertutto, facendola bagnare tutt'intorno. In questo momento mi sta toccando, i miei fianchi, poi il mio sedere, dirigendomi lentamente verso il basso e verso il basso sulla mia bocca di Matilda.

Le nostre pance sono completamente l'una contro l'altra mentre ci succhiamo, baciamo, lecciamo, ci lecciamo l'un l'altra per la prima volta. La lingua di Matilda ora va al mio ano e si muove intorno a quest'area finché non sento la sua lingua sondare contro il mio ano. Il mio ano la fa entrare. Mi muovo di un tocco avanti e indietro aiutando "dentro" e "fuori" la sua lingua più birichina, assaggiando il mio punto più cattivo.

Devo avere lo stesso sapore, quindi in poco tempo sono più in basso, facendo in modo che il suo ano sia tutto bagnato fradicio pronto per far entrare la mia lingua. Entrambi abbiamo ANO l'un l'altro per circa mezz'ora mentre allo stesso tempo lavoriamo le nostre vagine femminili per completare e pronunciare il climax senza fine. Climax all'unisono mentre ci teniamo amorevolmente stretti l'un l'altro, ci amiamo, ci prendiamo cura l'uno dell'altro, nel modo più bello in cui chiunque potrebbe prendersi cura di un altro.

Venti minuti dopo ci siamo voltati entrambi e ci siamo sdraiati l'uno nelle braccia dell'altro esausti, soddisfatti, completi. Ci stiamo baciando. Ci stiamo abbracciando. Perdere noi stessi negli occhi l'uno dell'altro – e il gusto erotico persistente che siamo io e Matilda!

Questa mattina deve essere la festa più felice, calda e umida della mia giovane vita adulta.

In qualche modo sappiamo entrambi che questo è solo l'inizio …

Categorie
Storie

Nuova ragazza delle consegne, nuovo appartamento lesbico sul tetto – Una vista su una seduzione, una vista su un gusto nascosto! | Storie di sesso lesbo

Ho dovuto baciare. Avevo così bisogno di baciare. Mentre stavo anche solo pensando a queste frasi, ha portato le sue labbra alle mie. Le nostre bocche si aprirono mentre ci baciavamo perfettamente. Non ho mai baciato un'altra donna prima. Non avrei mai nemmeno immaginato che potesse esistere un bacio così perfetto. Le nostre gambe stavano ancora penzolando nell'acqua mentre ci baciammo con la lingua per molto tempo …

Nuova ragazza delle consegne, nuovo appartamento lesbico sul tetto – Una vista su una seduzione, una vista su un gusto nascosto!

Non ho sempre pensieri del genere di stare con un'altra donna, ma quando lo faccio, è come un'eruzione. Oggi potrebbe essere un nuovo termometro lussurioso di cui si legge solo nella narrativa. Solo questa mattina è realtà!

Ho sentito dal mio citofono di skyrise di città, Jessica, salire con l'ascensore per la mia suite nuova di zecca. Jessica è la mia nuova giovane donna che consegna la mia nuova collezione di prodotti profumati per il bagno. Non ho ancora rifornito nessuno dei miei elementi essenziali: Jessica può sicuramente aiutarmi a fare scorta. Il campanello suona. Mi precipito giù per le scale per salutare il mio nuovo visitatore.

"Ciao Jessica, vieni dentro"

Dico con un sorriso da un orecchio all'altro mentre lei attraversa il mio passaggio aperto e marmorizzato.

"Oh mio Dio! – Che casa meravigliosa hai, signorina Thomlin. "

"Chiamami Jennifer, per favore"

Entriamo nella zona della cucina.

"Cosa posso offrirti Jessica?"

Non udii risposta, solo la vista di Jessica in piedi alla finestra della cucina che fissava fuori dalla finestra con la più ampia e preziosa innocenza di meraviglia. Jessica era persa nella vista e ipnotizzata dalla realtà della più bella vista mattutina della città su cui abbia mai posato gli occhi.

Sei mongolfiere galleggiano quasi all'altezza della nostra vista. La fresca vegetazione lussureggiante che serpeggia su un sentiero di mattoni gialli fino alla più splendida piscina sul tetto con skyrise che abbia mai visto. Una piscina di roccia e una cascata che bagnavano dolcemente i bordi rocciosi esterni di una piscina sul tetto che si poteva solo sognare.

"Oh mio" Jessica potrebbe alla fine raccogliere in parole,

"Non ho mai visto un simile …" – ho interrotto,

"Una giornata così bella sarebbe un crimine non essere là fuori a non divertirsi, con una spruzzata di fragola ghiacciata e lime per l'avvio?".

Mentre le passavo il bicchiere, le nostre dita si incontrarono gentilmente e per la prima volta i nostri occhi si serrarono correttamente. Jessica prese il bicchiere e sorseggiò mentre girava di nuovo gli occhi meravigliati verso il paradiso e la vista fuori. Sorseggiai così come mi unii a lei restando lì incantato.

Vedere questo mondo attraverso gli occhi di Jessica è stato meraviglioso: avevo bisogno di questo barlume di tale innocenza e meraviglia di una giovane donna sui vent'anni con tanta bellezza. Avevo bisogno di questa presenza e apertura più di quanto avessi mai immaginato di avere. Siamo rimasti entrambi lì forse un po 'più a lungo del normale con un visitatore, senza nemmeno dire una parola.

L'improvvisa facilità che ho provato e condiviso di non dire nulla. Non c'è bisogno di chiacchiere, discorsi che erano solo innaturali, imbarazzanti: lentamente abbiamo solo sorseggiato mentre entrambi guardavamo il mondo intero, ma soprattutto le mongolfiere e l'ipnotizzante piscina di roccia sottostante.

Gli occhi di Jessica erano nocciola e le sue guance erano piene, piene di morbidezza che solo una donna più anziana come me poteva notare poiché da una donna all'altra poteva apprezzare la meravigliosa femmina in piedi a soli due piedi di distanza. In qualche modo, per qualche strana ragione, potevo vedermi in lei.

Mi ha riportato indietro, a un tempo in cui tutto era nuovo, pieno di meraviglia e avventura. Mi voltai e le sorrisi e le dissi in tono rassicurante,

"Che ne dici di dondolare le gambe in piscina?".

In quel momento ho visto un nuovo sguardo fresco sui suoi occhi, guance e labbra. Involontariamente deglutì mentre veniva presa alla sprovvista dalla mia morbida generosità e dalla mia sfacciata franchezza che solo una giovane donna poteva percepire. Seduto come noi, davanti all'idilliaco e soffice spruzzo e spruzzo di un'area piscina ombreggiata da palme, ero così benedetto e toccato che potevo solo condividere.

Un momento con lei. Una giovane donna sulla ventina che sedeva a pochi centimetri di distanza. Non riuscivo a credere quanto ci fossimo seduti vicini. Ci stavamo letteralmente toccando mentre osservavamo gli schizzi e gli spruzzi dell'acqua che cadeva sulle rocce vicine. Non sono mai stato così vicino a un'altra donna per non parlare di una così attraente e invitante mentre sorrideva dolcemente alla vista e all'energia che senza dubbio condividevamo. Era chiaro.

Ero in un altro mondo. Era in un altro mondo. Insieme abbiamo anche respirato insieme. Mi voltai verso di lei – era già leggermente girata e mi sorrideva con uno sguardo nuovo – uno sguardo a qualcosa che solo io capivo.

"Jessica, apprezzo molto che tu abbia partecipato a tutto questo …"

ha infranto la mia condanna e mi ha tenuto la mano. Il mio cuore batteva di nuovo tremore mentre le trattenevo la mano. Quindi naturalmente ci siamo tenuti per mano. Eravamo entrambi ragionevolmente a nostro agio nei nostri pantaloncini e canottiere – abbastanza per coincidenza le nostre canotte erano entrambe bianche.

Potevo sentire il suo sguardo sulle mie tette mentre sentivo un nuovo impulso dalla stretta della sua mano. Per qualche strana ragione non ero affatto scioccata o nervosa mentre lei sollevava l'altra mano e mi toccava il seno. Sandy mai così dolcemente ha preso a coppa il mio seno maturo e materno.

Essendo le mie tette in così buona forma per una donna sulla quarantina e avendo il lusso di tempo e denaro per coccolarmi come me, niente di tutto questo è andato perso su questa giovane ventenne e bella donna. Il mio respiro accelerò mentre rimanevamo seduti lì. Ha preso le mie tette e ha armeggiato lentamente con il mio capezzolo.

Ho dovuto baciare. Avevo così bisogno di baciare. Mentre stavo anche solo pensando a queste frasi, ha portato le sue labbra alle mie. Le nostre bocche si aprirono mentre ci baciavamo perfettamente. Non ho mai baciato un'altra donna prima. Non avrei mai nemmeno immaginato che potesse esistere un bacio così perfetto. Le nostre gambe stavano ancora penzolando nell'acqua mentre ci baciammo con la lingua per molto tempo.

Gli schizzi e gli spruzzi della cascata non facevano che aumentare la magia delle nostre bocche e lingue bagnate che scivolavano l'una sull'altra. Le nostre bocche stavano diventando così bagnate e sporche l'una dall'altra che poi ha sollevato la mia canotta per esporre le mie tette. Le mie tette sono diventate le sue mentre ci baciammo di nuovo.

La mia bocca sembrava essere a casa mentre esploravo la sua intera bocca. Entrambe le sue mani ora erano sulle mie entrambe le tette. La fissai negli occhi mentre sentivo per la prima volta le giovani tette di un'altra donna. Le sue tette erano molto più piccole delle mie, molto più sode delle mie. Le sue tette appartenevano a ME! Li ho tenuti teneramente entrambi.

Avevo bisogno di entrambi tra il pollice e le dita, i suoi capezzoli erano così duri – sapevo cosa volevo dopo. Le nostre bocche sbattevano l'una contro l'altra. Dovevo così tanto avere il resto di lei, ma avevo ancora bisogno della sua bocca tanto e ancora più che mai. Avevo bisogno di bagnarle le tette.

Ci siamo riorganizzati in piscina in modo tale da poter in effetti sessantanove le tette l'uno dell'altro allo stesso tempo. Ero sopra di lei, il mio seno l'ho abbassato nella sua bocca. Ha preso il mio seno in modo così naturale nella sua bocca giovane e affamata, ho ricambiato amorevolmente e ho preso più del suo piccolo seno nella mia bocca come potevo.

Sono passato all'altra sua tetta e lei ha fatto lo stesso. Ho spostato lentamente la mano verso il basso e nei suoi pantaloncini. Oh mio Dio, le mie tette stavano ottenendo la migliore succhiata che abbia mai provato e persino immaginato. I miei grossi seni penzolavano e la nutrivano. Sentivo che stavo persino allattando e gocciolando nella sua bocca – penso di esserlo – lo so che lo ero.

Tale elettricità non l'ho mai sperimentata prima né nemmeno immaginata. Un tale corpo illecito che giaceva proprio sotto di me, offrendosi a me. Ora dovevo esplorare ulteriormente. Ora dovevo andare così lentamente ai suoi pantaloncini e alle sue mutande. Avevo bisogno di essere tutt'uno con quello che c'era nelle sue mutande. Potrei dire.

Potevo sentire nell'aria che aveva bisogno di condividere con me quello che c'era nelle sue mutande. Ho sbottonato il suo bottone superiore dei pantaloncini e poi la sua patta. Si dimenò un tocco in attesa che una donna più matura accedesse alla sua area più intima. Giù i suoi pantaloncini. Solo fino a pochi centimetri però.

Questo in qualche modo sembrava molto più sexy e stravagante averla in qualche modo ancora vestita mentre bevevo alla vista della sua bella vagina appena rasata. Con le gambe unite l'ho ammirata mostrando in parte la vagina. Volevo di più. Avevo bisogno di più.

"Ti voltiamo caro"

Mi sono lasciato sfuggire abbastanza naturalmente. Jessica era ora in ginocchio con il sedere presentato a me. Non riuscivo a staccare gli occhi da questo spettacolo incredibile e delizioso. Avevo le mani su ogni lato dei suoi pantaloncini e mutande, mantenendo i suoi pantaloncini sexy all'altezza perfetta. Il suo sedere sembrava essere anche un po 'più aperto del solito.

Tutto questo tabù di una mattinata lussuriosa e lesbica sotto un frangente umido ed elettrico con mongolfiere appese in bella vista. Qualsiasi donna con poca esperienza lesbica come la mia non saprebbe bene cosa fare dopo. Questa mattina è stata ovviamente un'eccezione alla regola.

Mi sono messo il più a mio agio possibile mentre mi godevo questo culetto puntato dritto contro di me. Una fiducia e un potere in più mi sono venuti addosso ora, le ho accarezzato le natiche così delicatamente e ho abbassato la bocca sul suo sedere. Lecco su e giù. L'ho sentita gemere. Ho continuato a leccarla, rendendola così bagnata tra le sue chiappe.

La mia lingua per qualche motivo ora vagava e continuava a tornare a riposare proprio sul suo buco del culo cattivo e accogliente. Ho spinto delicatamente la mia lingua contro quel buco glorioso e alla fine lei ha rilassato i muscoli del culo per farmi entrare. Un piccolo tocco per un piccolo tocco stavo spingendo la mia lingua dentro questa bellissima giovane donna.

Più spingevo e più si rilassava. Le accarezzo tutta la schiena, poi le sue piccole tette dure e poi di nuovo tutta la sua bellissima figura di donna. Ora tenevo la mia lingua dentro di lei come ora lei mi respingeva delicatamente la lingua mentre le scopiamo con la lingua. Il suo culo mi stava scopando nel modo più sporco.

Niente al mondo mi ha mai attirato in questo tipo di attività sessuale come questo culo lesbico che stava scopando la mia lingua matura e amorevole. Adesso era il momento di toglierle completamente i pantaloncini e le mutande. Adesso era il momento in cui mi fotto con la lingua una fica, o più precisamente, era ora che una fica mi fottesse la lingua. Le furono tolti i pantaloncini e le mutande.

La giro sulla schiena e allargo le gambe. Osservo la sua fica accogliente. Ora mi abbasso su questa fica di perfezione e la mia bocca assorbe quanta più perfezione possibile. Le massaggio delicatamente la pancia perché ora posso assaporare tutta la sua vagina. Tutta la sua vagina sta filtrando nella mia bocca. È così deliziosa.

Ora abbasso di nuovo la bocca fino al suo buco del culo e la lingua un po 'di più, poi di nuovo verso la sua fica bagnata e meravigliosa. Mi sta dando da mangiare la sua fica. Sta colando nella mia bocca e la amo ogni goccia. Jessica, la mia amante, ora inizia a tremare e tremare mentre ora ho la lingua proprio contro il suo punto G.

Accarezzo delicatamente l'ingresso del suo buco del culo con l'indice e il pollice – questo la fa impazzire, un inferno si apre in lei. Le massaggio il seno ora mentre le possiedo tutto il culo e la fica. Sta cedendo a me tutta la sua femminilità. Mi nutre. Sto banchettando con lei. Adesso sta esplodendo mentre mi schizza intorno alla lingua e in gola.

Trema e trema a lungo e alla fine diventa debole. Le sue mani ora abbracciano lentamente le mie guance mentre lei amorevolmente – senza parole – mi suggerisce che è il mio turno. Prima che me ne rendessi conto mi stavo lentamente abbassando su questo viso incredibilmente bello. Abbasso lo sguardo e abbiamo un contatto visivo completo.

Amo i suoi meravigliosi occhi. La sua bocca mi rende le ginocchia deboli mentre ora esplora la mia femminilità, entra nella mia femminilità con le sue bocche e le lingue più bagnate. Voglio che questo momento duri per sempre mentre ci fermiamo un attimo nel tempo – il suo dito contro il mio ano, la sua lingua dentro la mia fica mentre posso sentire la mia prima soglia di orgasmo che corre nella mia direzione.

Beautiful New Beginnings …

Categorie
Storie

Affare lesbico su jet privato – Volo panoramico notturno da amare | Storie di sesso lesbo

Delicatamente mi strofina i capezzoli con entrambi gli indici mentre spinge dolcemente la lingua contro il mio ano! Sono così bagnata su tutta la mia fica soda e sul culo ora che la sua lingua scivola dentro di me. Mi viene da urlare che il piacere è così buono. Piagnucolo e gemo invece. La mia capo Helena mi sta fottendo con la lingua il mio ano stretto ma scivoloso …

Casandra non ha mai saputo cosa l'ha colpita quando è stata invitata su un City Limits Joy Flight per un bonus sul lavoro di Natale.

Oh mio Dio, non sono mai stato su un aereo privato prima, figuriamoci neppure guardato dentro uno! '

Il capo di Casandra, Helena Ritchies, avvocato di alto livello in uno studio legale cittadino di alto livello, non lascia che una buona azione passi o lascia che un buon assistente legale sia sottovalutato in alcun modo.

Casandra ha passato tutto il pomeriggio a risolvere questioni in sospeso in ufficio e, naturalmente, a inviare messaggi ai suoi genitori della meravigliosa notte che attendeva.

'Il vestito blu, il vestito nero o quello bianco? I dilemmi, mio ​​mio mio. "

Pochi minuti dopo ….. "La limousine è qui ….. Già !?"

A trentacinque minuti di macchina dall'aeroporto da Maxine the Company Driver. La limousine si ferma e siamo abbastanza sicuri che siamo quasi giusti alla Learjet Steps.

Con una calda voce confortante Maxine si rivolge a me,

"Fai uno splendido volo di gioia Casandra, la limousine sarà proprio qui quando atterrerai."

In soggezione, "Wow, grazie Maxine!"

Salgo i gradini, mi volto e guardo dentro e Helena Ritchies è proprio lì, tra i sedili, che mi tiene un bicchiere di champagne francese. Le turbine si avviano e il capitano chiude la porta.

Il taxi Learjet va a sinistra, a sinistra, a destra, si ferma … accendiamo la pista … abbiamo il decollo! Mi preparo, per niente abituato a questo. Helena mette la sua mano rassicurante sul mio ginocchio,

"Casandra?" "Uh Huh?" Rispondo.

"Dai un'occhiata fuori dalla finestra"

Guardo, e questa è la vista del risveglio, l'occhio pieno, la serenità di questa splendida città in cui viviamo e lavoriamo!

In quel momento vedo anche qualcos'altro, vedo Helena sotto una luce completamente diversa. A parte il bulldog dell'aula di tribunale, è rinomata per giorno dopo giorno dentro e intorno all'ufficio: in questo momento vedo qualcuno di diverso, qualcuno morbido ma forte e maturo. Mi sento al sicuro con lei.

Beviamo altro champagne e stuzzichiamo il finger food. Guardo di nuovo fuori dalla finestra e vedo chiaramente il bordo della baia, i ponti, i traghetti e le prove dei fuochi d'artificio pre-capodanno sul porto. Dico sopra la mia spalla

"Sono così al settimo cielo stasera – lo apprezzo più di ogni altra cosa, signorina Ritchies."

"Ti apprezziamo Casandra, ti apprezzo, il tuo occhio attento, la tua etica del lavoro, il tuo rapido apprendimento al volo – ehi, tesoro, dai un'occhiata dall'altra parte ora, parlando della luna?"

Mi volto e fisso qualcosa che non ho mai visto prima con così tanto splendore della notte.

L'aereo era leggermente inclinato verso l'alto a destra mentre becchiamo dolcemente a sinistra. Continuo a raccogliere quanta più luna possibile e all'improvviso, prima che me ne accorga, mentre mi appoggio e ondeggio, mi ritrovo contro il petto di Helena. A causa di così tanti champagne dal buon sapore, non mi sono corretto immediatamente.

Il mio lato della guancia è cullato dalle tette del mio capo Helena e sembra che non ci sia alcun momento imbarazzante.

"Non ho mai visto la luna così grande – oh mio!"

Allunga la mano che mi ferma e io lo prendo.

"Grazie."

Mi appoggio di nuovo per vedere di più questa luna e in quel momento il getto sale un po '. L'azione di inclinazione del getto mi costringe delicatamente di nuovo nelle tette di Helena – mentre ora ci teniamo per mano!

Resto proprio qui ora, rannicchiata proprio contro le tette di questa bellissima donna, guardando il cielo notturno. Le abbraccio la mano – lei ricambia la mia mano. Così gentile, così morbido, così femminile. "Adoro questo vestito bianco che indossi Jacky." Resto proprio dove sono rannicchiata nelle sue tette a guardare la luna.

Helena preme un interruttore, le luci interne della cabina si riducono a un filo, consentendo ancora di più della splendida vista e aggiungendo ancora più surrealismo al momento. Mi mette una mano sulla schiena e mi accarezza la parte posteriore del vestito bianco. Con una mano ci teniamo per mano e con l'altra mano mi accarezza la schiena e ora un po 'più in basso.

Per favore, non lasciare che questo momento finisca, dico silenziosamente nella mia testa. Prende momentaneamente la mano dalla mia schiena e riorganizza il suo reggiseno, anche se questa riorganizzazione ha fatto qualcos'altro. Il suo seno destro adesso era completamente libero ea un centimetro dalla mia bocca. La sua mano andò al seno per sollevarlo un tocco e puntarlo dritto verso la mia bocca.

Come se in un'altra parte di questo universo metto la bocca proprio sopra il capezzolo e istintivamente succhio. Sto succhiando questa splendida tetta mentre guardo fuori dal finestrino della cabina la luna splendente. Questo capezzolo è così maturo e rosso e continuo a succhiare e leccare tutto intorno.

Helena si sente sempre più in basso lungo la parte posteriore del mio vestito e poi proprio dietro le mie mutandine. Solo pochi minuti dopo persiste ancora di più. Helena ora tira giù la parte posteriore delle mie mutandine e proprio in quel momento la sua mano è proprio tra le mie guance inferiori, sentendosi avanti e indietro.

Riposiziono un tocco e ora sto a quattro zampe succhiando l'altro capezzolo – vado dall'uno all'altro e ritorno di nuovo. Mi prendo cura delle meravigliose tette di questa donna a quattro zampe mentre l'aereo attraversa una nuvola o più.

Il mio sedere ora è completamente esposto. Il mio vestito è tirato su intorno alla vita. Le mie mutandine a metà tra il mio culo e le mie ginocchia. La mano di Helena ora ha libero sfogo al mio sedere sempre obbediente. Le sue dita indugiano per un po 'sulla mia fessura spingendo delicatamente come faceva lei, poi nel suo modo astuto inizia a toccarmi proprio sul mio ano.

Entrambe le sue mani ora stanno cullando il mio ano e la mia fica ferma. Resto obbediente in questa posizione mentre tengo il culo in aria come per prestare attenzione al mio nuovo migliore amico maturo. Mi accarezza in tutta la mia zona proibita – amo ogni minuto di ogni attenzione. Ora mi aiuta a togliermi completamente le mutandine.

Ora sono completamente lontano da Helena perché ora ha il mio culo proprio lì davanti alla sua faccia. Sento una leccata fino alla fessura, poi un'altra e un'altra finché non sento una nuova umidità dalla sua bocca. La bocca di Helena ora mi sta rendendo tutta bagnata e scivolosa e lei mi divora il culo e mi posiziona i fianchi con le mani.

Le sto dando da mangiare il mio sedere. Sto dando da mangiare alla mia capo Helena il mio culo di giovane donna! Comincia ad accarezzarsi più in alto ora, nella mia parte superiore del mio vestito e stringe le mie due tette di media grandezza. Suona con i miei capezzoli tra le dita e nuovi impulsi di sentimento si diffondono attraverso la mia cornice tremante.

Delicatamente mi strofina i capezzoli con entrambi gli indici mentre spinge dolcemente la lingua contro il mio ano! Sono così bagnata su tutta la mia fica soda e sul culo ora che la sua lingua scivola dentro di me. Mi viene da urlare che il piacere è così buono. Piagnucolo e gemo invece. La mia capo Helena mi sta fottendo con la lingua il mio ano stretto ma scivoloso.

Il mio capo ama le mie tette. Mi sta amando il culo. Mi sta amando! Questo va avanti per un'altra eternità mentre quasi mi cancellavo con tanta gioia. Dopo un po 'questo rallenta e mi volto a sedermi sulle sue ginocchia di fronte a lei. Ci baciamo per la prima volta. Le nostre labbra si uniscono. Le nostre lingue si incontrano e si salutano. La sua mano tra le mie gambe e la mia vagina a coppa.

La mia vagina è sua! Un suo dito si avventura così lentamente dentro di me. Sto sgorgando così umido e il mio respiro così roccioso. La mia capo Helena sta avendo rapporti sessuali digitali con me e io le consegno tutto me stesso. Le sto tenendo le tette ora mentre succede tutto questo. Le sue tette sembrano diventare come una coperta di sicurezza per me.

Continuiamo a baciarci e leccarci la lingua mentre sento un orgasmo dall'intensità che non ho mai provato prima. L'altra mano mi culla strettamente il sedere mentre avverte il mio avvicinamento in aumento. Sono perso da qualche parte nel cielo notturno mentre le sue mani si prendono cura di me. Mi sta fottendo la fica dentro e fuori. Il suo ritmo serrato ed esperto proprio sul mio punto G mentre singhiozzo nella sua bocca calda e umida.

Nuove esperienze con un capo così meraviglioso e amorevole di nome Helena …

Categorie
Storie

Alisha | Storie di sesso lesbo

Jennifer sospirò. Il mese prossimo avrebbe segnato il quinto anniversario del suo divorzio, e in quei cinque lunghi anni, non aveva fatto sesso una sola volta. Le mancava il tocco di una persona viva e calorosa …

Jennifer sospirò. Il mese prossimo avrebbe segnato il quinto anniversario del suo divorzio, e in quei cinque lunghi anni, non aveva fatto sesso una sola volta. Le mancava il tocco di una persona viva e calda. Era arrivata dove anche le sue dita e i suoi giocattoli non erano abbastanza.

Quando si è trasferita dalla casa di suo marito, Jennifer si è trasferita in un pittoresco complesso di appartamenti. Non sapeva che era abitato da persone sposate, la maggior parte delle quali erano anziane. Era molto felice del suo piccolo appartamento, ma era molto sola e frustrata dalla sua vita.

Jennifer aveva iniziato a guardare fuori dal finestrino, cercando di capire come risolverla senza problemi sessuali. Circa un mese fa, ha intravisto il suo nuovo vicino; bella bruna che viveva a due porte da lei. La guardava camminare con il marito militare fino al suo camion ogni mattina, e la maggior parte delle volte la signora indossava una vestaglia corta e sottile. La figa di Jennifer si stringeva quando la sexy vicina di casa si chinava per baciare suo marito, perché la donna apparentemente dormiva nuda. La sola vista della sua vongola gonfia che spuntava dalle sue cosce fa sbavare la fessura di Jennifer.

Jennifer, un'infermiera del turno di notte all'ospedale locale, era appena uscita dal lavoro e si stava dirigendo a casa. Era felicissima del fatto che la sua vacanza fosse iniziata. Mentre camminava verso il suo appartamento, notò che il camion del militare era sparito. Lo trovava strano, perché normalmente non se ne andava fino a quando Jennifer era tornata a casa. Continuando verso il suo appartamento, è stata fermata di colpo dalla sexy vicina che singhiozzava.

"Ehi! Stai bene?" Ha chiesto Jennifer.

La sexy vicina di casa ha saltato. Si guardò intorno, come se si aspettasse di essere aggredita. Jennifer, volendo alleviare la sua tensione, si avvicinò.

"Sono Jennifer. Abito nella 104A, a due porte da te," disse piano.

"Sono Alisha," rispose, cercando di raccogliere le sue idee.

"Non ho potuto fare a meno di notare quanto sei estremamente turbato. Stai bene? Posso fare qualcosa per aiutarti?" Ha chiesto Jennifer.

Alisha fece un grande respiro, si aggiustò la vestaglia e si sedette accanto alla sua porta. Jennifer, in piedi in fondo al portico, ha avuto una visione chiara della figa nuda della sua nuova amica. Volendo essere di supporto, ma incapace di guardare altrove, Jennifer sentì il formicolio della fessura; il cavallo delle sue mutandine era inzuppato nella sua crema. Non poteva mentire a se stessa. Voleva Alisha in malo modo.

"Mio marito è stato schierato in Thailandia per i prossimi sei mesi. Questa è la prima volta che ci separiamo. Sarò sola … tutta sola", ha detto, con le lacrime agli occhi di nuovo.

Jennifer ha strappato lo sguardo dalla figa di Alisha. Grazie a Dio aveva ascoltato a metà. Sedendosi accanto alla giovane donna, avvolse il braccio attorno alle spalle di Alisha.

"Non sei solo. Puoi farmi visita in qualsiasi momento, e verrò a trovarti anche tu ogni volta che vorrai," disse, "So quanto sia difficile stare da solo. Sono stata da sola per il negli ultimi cinque anni, da quando il mio culo di un ex marito mi ha lasciato per la sua segretaria. "

Alisha le fece un sorriso acquoso. Rimasero seduti sulla veranda per un po 'di più, facendo progetti per fare la spesa, allenarsi e quant'altro. Entro il mese successivo, entrambe le donne sono diventate molto vicine. Uno starebbe con l'altro per alleviare la solitudine.

Ad ogni momento di veglia, Jennifer diventava sempre più ossessionata da Alisha. Ogni notte, si sditalinava la figa bagnata, mentre si tirava il clitoride turgido, finché le sue lenzuola non erano inzuppate nei suoi succhi. Doveva lottare per restare tranquilla, perché non voleva svegliare Alisha; che di solito dormiva nel letto di Jennifer con lei.

La notte è stata il momento più difficile per Jennifer. Le vecchie abitudini sono dure a morire e Alisha ha continuato a dormire nuda. Ma erano solo le due donne, quindi la modestia non era una priorità assoluta.

Jennifer ha passato molto tempo a guardare segretamente il corpo di Alisha. Il suo era un corpo per cui morire. Era più alta di Jennifer, di almeno 4 pollici, con gambe lunghe, vita minuta e fianchi pieni e arrotondati. Il suo culo era stretto e oh così frizzante, ma erano le tette di Alisha che hanno attirato tutta l'attenzione. Erano pieni e alti, con capezzoli delle dimensioni di una gomma da matita che erano sempre eretti.

Anche Jennifer, appena 5'4 ", non era male per gli occhi. Una rossa naturale; aveva la carnagione chiara con occhi azzurri. Il suo corpo era sinuoso; i suoi seni sodi. Mesi di allenamento le davano una pelle stretta e piatta pancia e un culo duro come una roccia.

Tre mesi dopo l'inizio della loro amicizia, Jennifer ha notato quanto fosse triste la sua amica e ha deciso che aveva bisogno di un tipo speciale di rallegramento. Andò al negozio di liquori e comprò diversi tipi di alcolici. Andando all'appartamento di Alisha, entrò e chiamò la sua amica.

"Ehi, Alisha! Vieni qui," gridò Jennifer.

"Perché urli?" rispose, entrando in cucina. "Sei a metà! Il tuo maritino sarà a casa tra tre mesi", ha detto Jennifer, "Allora, prendi i tuoi jammies, faremo una festa per due a casa mia".

Sebbene fosse felice che il marito di Alisha sarebbe tornato a casa, Jennifer era un po 'gelosa. Non voleva condividerla e, a dire la verità, era per metà innamorata di Alisha. Sapeva che la sua amica non era a suo agio nei bar e detestava assolutamente essere picchiata dagli ubriaconi. Quindi, Jennifer ha deciso di restare a casa e ubriacarsi.

Jennifer corse a casa e si cambiò rapidamente i vestiti. Ha indossato un paio di pantaloncini larghi e una canottiera. Decidendo di non indossare il reggiseno, ragionò con se stessa che era perché era a casa, non che voleva scopare con la lingua la figa della sua amica.

Alisha è arrivata con una ventina di minuti di ritardo, indossava pantaloncini così corti che hanno modellato la sua fessura in una punta di cammello. La sua maglietta, o la mancanza di una maglietta, ha sbalordito Jennifer. Alisha aveva un minuscolo top che copriva a malapena le sue tette abbronzate. In effetti, la maggior parte delle sue tette si sono rovesciate sopra. Jennifer ha iniziato a chiedersi chi avrebbe sedotto chi.

Mentre Alisha prendeva i bicchierini dalla borsa, Jennifer si avvicinava al termostato e lo sollevava, rendendolo più caldo. Tornò in cucina e trovò la sua amica chinata in vita che scavava in frigo per alcuni lime. Jennifer ha avuto l'acquolina in bocca quando ha visto quanto erano alti i suoi pantaloncini nel culo di Alisha. Poteva letteralmente vedere la maggior parte delle sue chiappe e alcuni dei peli pubici ricci della sua amica.

Con la fica che canticchiava, Jennifer raccolse la tequila e andò in soggiorno. Giocavano a partite in cui il rigore era quello di bere un colpo, e in breve tempo entrambe le donne stavano ronzando bene. Sedendosi di nuovo sul divano, abbandonarono il liquore per parlare.

"Sai una cosa? Mi manca davvero Steven. Mi manca molto," disse Alisha.

"Sai cosa mi manca?" Jennifer ha chiesto: "Mi manca il contatto fisico".

"Anch'io. Steven ha un cazzo enorme. Quando ero in cima, potevo muovere i fianchi appena a destra, e il suo cazzo strofinava questo punto in alto nella mia figa. Lo quasi annegherei; Mi bagnerei così tanto, "Ammise Alisha.

Jennifer non è mai riuscita a trattenere il suo liquore. Si sedette per un momento accanto alla sua amica; sia silenzioso che riflessivo.

"Sono passati cinque anni da quando qualcuno mi ha toccato", sussurrò Jennifer; le lacrime le sgorgano dagli occhi.

Alisha avvolse il braccio intorno alle spalle di Jennifer e la strinse a sé. Le loro teste si toccarono e rimasero seduti in silenzio per un momento.

Jennifer, che stava fissando il vuoto, notò che la mano di Alisha aveva iniziato a strofinare lentamente su e giù per l'interno della sua coscia. Ha guardato quella piccola mano viaggiare dal suo ginocchio fino a una frazione di pollice dalla sua figa.

Trattenendo il respiro, Jennifer sperava di continuare a salire. Con il pretesto di cambiare posizione, aprì le gambe più larghe, in modo che Alisha avesse un percorso chiaro verso le sue labbra umide. Alisha ha colto il suggerimento e ha sfiorato leggermente con la punta delle dita l'inguine di Jennifer, facendo sobbalzare leggermente la donna.

Non abituata al tocco di qualcun altro, Jennifer sentì lo sfrigolio elettrico fino alla punta dei piedi. Guardò la sua amica, che sorrise dolcemente, poi si sporse in avanti e la baciò.

Jennifer poteva assaggiare la tequila sulle morbide labbra di Alisha. Aprì leggermente le labbra e sentì la lingua di Alisha guizzargli delicatamente in bocca. Ha tracciato le labbra e i denti di Jennifer con la sua lingua agile.

A poco a poco, la lingua di Jennifer prese vita e iniziò a ballare con la sua. Mentre si baciavano, Alisha si strofinò le mani su e giù per il braccio di Jennifer, prima di spingere la donna sul divano. Prese i seni di Jennifer attraverso la camicia e li strinse leggermente.

Essendo stata senza per così tanto tempo, Jennifer era frenetica. Fece scorrere le mani sulla schiena quasi nuda di Alisha, e poi sul davanti. La sua pelle, così liscia e morbida come il burro, era piena di foruncoli quando Jennifer fece scivolare le mani calde sotto il top del tubo.

Si mise a sedere e tolse il top succinto dal corpo di Alisha. I suoi globi erano vivaci e alti, ma totalmente naturali e cremosi di colore marrone chiaro. Jennifer ha sfiorato le dita sui capezzoli color rosa più perfetti.

"Alisha … voglio … voglio dire, posso …" sussurrò Jennifer.

"Shh," ha detto.

Alisha ha sollevato uno dei suoi seni e lo ha offerto a Jennifer. Esitante, Jennifer si sporse in avanti e strofinò il viso sul petto della bruna. Ha sfiorato le labbra sul capezzolo gommoso del seno offerto, prima di attaccarsi ad esso. La lingua di quella protuberanza aveva la fessura di Jennifer umida e pulsante. Quando ha succhiato il capezzolo di Alisha fino in fondo alla sua bocca, ha sentito la schiena dell'amica inarcarsi.

"Succhia più forte. Per favore!" Supplicò Alisha.

Jennifer ha succhiato il suo capezzolo più forte. La pelle della bruna era dolce, come se avesse usato una lozione commestibile o qualcosa del genere. In effetti, sapeva di vaniglia, il che ha fatto desiderare a Jennifer di mangiarla ancora di più.

Strofinando la schiena e il culo di Alisha, lasciò che le sue mani esplorassero ogni centimetro setoso. Alisha, smesso di essere inattiva, iniziò a esplorare, finché la pelle di entrambe le donne non cominciò a formicolare.

Jennifer ha fatto rotolare Alisha sulla schiena e si è posizionata tra le gambe della sua amica. Si trascinò lentamente piccoli baci lungo lo stomaco, continuando a pizzicare e tirare i capezzoli duri di Alisha.

Tornando alla bocca succulenta di Alisha, Jennifer lasciò che la sua mano vagasse verso il tumulo fumante della sua amica. Usando solo le sue dita, si strofinò con decisione sulla figa vestita di Alisha. Quando la sentì gemere sommessamente, Jennifer aprì di più il set di cosce cremose.

Strofinò il clitoride di Alisha più forte e più velocemente, facendo apparire un piccolo punto bagnato. I baci della bruna divennero frenetici. Ha provato a succhiare la lingua di Jennifer dalla sua bocca.

Finito con il romanticismo, Jennifer interruppe il bacio, si sedette e si tirò giù i pantaloncini di Alisha sui fianchi. Si appoggiò allo schienale e osservò il banchetto che le era stato presentato. Le gambe abbronzate e la pancia tonica di Alisha hanno portato a riccioli a forma di V che coprivano una serie di labbra spesse. Ai giorni nostri, le fighe nude erano il punto forte, ma i riccioli marrone scuro ben tagliati di Alisha sembravano giusti. Jennifer ha preso a coppa la fica di Alisha nella sua mano. Poteva il calore umido che si irradiava verso l'esterno.

“Sali sul divano, per favore. Ti succhierò e leccherò la tua figa e voglio stare tranquillo ", ha detto Jennifer; la sua voce roca.

Alisha è risalita sul divano e ha aperto le cosce. Questa volta, invece di una fessura pelosa, la sua fica si è spalancata. Jennifer ha raggiunto sotto il suo culo e l'ha portata sul bordo del divano. Le baciò l'interno delle cosce, vicino al punto in cui la gamba si univa al fianco. L'eccitazione di Alisha riempì l'aria.

Quando il suo naso ha strofinato il clitoride di Alisha, Jennifer ha aperto la fessura calda della sua amica con le dita e ha fissato il tesoro bagnato. La figa di Alisha era di un rosa scuro, solo una sfumatura più scura dei suoi capezzoli. Era così bagnata che la sua pelle luccicava. Jennifer poteva effettivamente vedere perle di rugiada lattiginosa sulle sue labbra e l'ingresso nel suo fodero. Fece scattare la lingua per toccare una di quelle perle, che aveva un sapore sia salato che dolce.

Diventando più audace, Jennifer tonged il clitoride pulsante; circondandolo. Alisha affondò le dita nei capelli di Jennifer, avvicinando la rossa. Si strofinò la fica su tutto il viso, spalmandosi i succhi della fica su tutto il viso.

Jennifer ha spinto la sua lingua in profondità nel buco della figa di Alisha. Andava così in profondità che poteva sentire i morbidi peli pubici solleticare le sue guance e il naso. Dopo aver scopato con la lingua la bella donna per diversi minuti, si è attaccata a un bocciolo gonfio e lo ha sentito pulsare sotto la lingua.

"Oh! OH! Dio, è così bello. Non fermarti! Per favore, non fermarti ", supplicò Alisha; i suoi fianchi abbracciano il viso di Jennifer.

Prendendolo come incoraggiamento, Jennifer ha succhiato il nocciolo completo, mentre circondava la sua lingua intorno alla base. Per aggiungere più stimolazione, spinse il dito medio nella fessura di Alisha. Ha solleticato le pareti bagnate e ha sentito la fica di Alisha stringersi al dito, rendendola ancora più stretta.

Facendo scivolare un altro dito all'interno di quella guaina avvolgente, Jennifer toccò la sua amica con movimenti rapidi e profondi. Alisha sussultò e gemette. I suoni della fica bagnata con cui si gioca riempirono l'aria.

Jennifer si coprì i denti con le labbra e rosicchiò il clitoride di Alisha, che era cresciuto così tanto da essere completamente esposto dal cappuccio. Ha succhiato quel clitoride come un minuscolo cazzo. Alisha ha scopato la mano di Jennifer, che stava usando tutto il braccio per pompare dentro e fuori. Poteva sentire la figa di Alisha succhiarle le dita.

Jennifer ha sentito la fica della sua amica diventare più umida e stretta. Alisha si stava corrugando il viso, follemente. Con un urlo rauco, si strinse le cosce intorno al viso di Jennifer. Le sue gambe tremavano; mentre si schizzava la faccia con lo sperma perlaceo. Alisha ansimò e poi guardò Jennifer.

Sorridendo, ha detto: "Il tuo turno!"

Jennifer baciò delicatamente Alisha. Ha lasciato che la sua amica le leccasse le labbra, la lingua e il mento, pulendole il viso dalla fica. Alisha ha spinto Jennifer sulla schiena sul pavimento. Facendo scorrere le mani su tutte le tette di Jennifer, le ha avvicinate per rendere più facile succhiare entrambi i capezzoli allo stesso tempo.

Era passato così tanto tempo da quando Jennifer aveva sentito un paio di labbra sui suoi capezzoli che era rimasta delusa quando Alisha aveva tirato via la sua bocca calda. Il suo disappunto è scomparso rapidamente quando Alisha è andata dritta per la sua figa e ha iniziato a baciarla vigorosamente. Quasi arrivò proprio in quel momento, quando Alisha spinse il dito dentro.

"Oh cazzo! Dio! Di più, piccola. Riempimi la fica ", gemette Jennifer.

Alisha la fece meglio e ne spinse due dentro. Con tre dita in profondità dentro di lei, Jennifer ha tirato la testa di Alisha verso il suo clitoride e l'ha pregata di succhiarlo. Urlò a lungo e forte, quando Alisha si mise in bocca il suo bocciolo pulsante.

Ha usato la lingua e i denti sul clitoride di Jennifer, come se stesse cercando di mangiarla. Jennifer le cavalcò la mano, finché i suoi succhi color ostrica non le furono drenati dalla fica e giù per le sue guance. Ha cercato di trattenere il cumming; voleva che durasse.

Alisha ha provato un trucco che suo marito le ha usato molto. Strofinò il dito libero avanti e indietro sull'ingresso posteriore ben chiuso di Jennifer. Jennifer, inizialmente sorpresa, si rilassò e lasciò che Alisha sondasse delicatamente.

Il suo dito insistente continuò a spingere e sondare finché non superò tutta la resistenza e scivolò fino alla prima nocca. Jennifer ha ululato e ha cercato di infilzare il culo su quel mignolo. Alisha ha tirato un dito bagnato dalla fica della sua amica e glielo ha spinto nel culo accanto all'altro dito.

Alisha ha usato le sue dita come un pistone. Con due nel culo e due nella figa, ha scopato con forza Jennifer, mentre succhiava il suo clitoride pulsante. Troppo per la rossa, è venuta come un petardo.

Jennifer spinse con forza, mentre tutti i suoi muscoli si bloccavano. Colta in un urlo silenzioso, ha spruzzato una grande quantità di crema per la fica su tutto il viso di Alisha. Quando Jennifer si rilassò, Alisha staccò le dita dal corpo della rossa e le leccò via il nettare.

Alisha si è arrampicata sul corpo di Jennifer e l'ha baciata. Hanno condiviso i loro succhi combinati e poi si sono accoccolati insieme sul divano. Non parlando molto, le donne si coccolarono.

"A cosa stai pensando", ha chiesto Jennifer.

Alisha sorrise alla sua amica e poi disse: "Stavo organizzando una festa per Steven … una festa speciale a sorpresa".

"Oh?" Ha risposto Jennifer.

"Si. Gli faremo fottere il cervello ", rise Alisha.

Jennifer e Alisha si sono avvicinate molto di più nelle settimane successive. Trascorrendo ogni minuto insieme, non hanno mai parlato di quella notte fatale. Jennifer ha iniziato a chiedersi se se lo ricordasse. Voleva parlarne con lei, così tanto, ma non riusciva a trovare un modo per sollevare l'argomento.

Una sera, mentre era seduta nel soggiorno di Alisha, Jennifer ha rafforzato il suo coraggio. Erano seduti insieme sul divano. Alisha stava guardando un film e Jennifer stava guardando il seno della sua amica sforzarsi contro la sua maglietta sottile.

"Alisha, posso chiederti una cosa?" Chiese Jennifer.

Preoccupata dal profondo pulsare nella sua figa, Jennifer quasi perse la sua risposta. "Solo se vuoi sentire la risposta," rispose con un sorrisetto.

"Tu … uh … tu … stai bene con quello che abbiamo fatto? Non ti ho spaventato. Se l'ho fatto, mi dispiace," balbettò Jennifer.

"Oh no, lo volevo, tanto quanto te. Ho solo pensato che fosse una cosa una tantum. Non hai mai detto nulla al riguardo, quindi nemmeno io," rispose Alisha.

"E se non volessi che fosse una cosa una tantum? E se volessi di più?" Mormorò Jennifer.

Alisha si avvicinò a Jennifer e prese la sua amica tra le sue braccia. Sorrise, mentre Jennifer le appoggiava la testa sulla spalla. Il semplice gesto le faceva sentire bene, ma Jennifer era ancora a disagio con la domanda senza risposta.

"Che ne dici di portare fuori stasera? Non ho voglia di cucinare," chiese Alisha, mentre accarezzava i capelli setosi della sua amica.

"Certo, prendi il cibo. Farò i miei famosi 'Orgasmi urlanti'", ha risposto Jennifer.

Alisha districò le dita dai capelli di Jennifer e si alzò. Lo sguardo sul suo viso era misterioso, come se stesse progettando qualcosa. Entrando in cucina, Jennifer raccolse il materiale necessario per le bevande. Incerta di quello che stava provando, le lacrime le si raccolsero agli angoli degli occhi ed era sicura di aver appena rovinato la loro amicizia.

Alisha entrò in cucina e andò al frigorifero. Tirando fuori la roba per un'insalata, iniziò a parlare, pigramente. "Ho ordinato dei panini al supermercato in fondo alla strada. Ti va bene?" ha chiesto, mentre ha strappato la lattuga. Jennifer la voltò di spalle alla sua amica, mentre annuiva in segno di assenso. Stava freneticamente cercando di schiarirsi gli occhi e non la vide venire dietro di lei. Jennifer fu sorpresa, quando sentì la mano calda di Alisha scivolarle intorno al petto per coprire un seno pieno. Avvolgendo l'altro braccio intorno alla vita, Alisha baciò dolcemente la parte posteriore del collo di Jennifer.

"Non pensavo ci fossero cipolle nei drink. Allora, perché piangi?" lei sussurrò.

Incapace di parlare, Jennifer scosse la testa.

"Non sei preoccupato, vero? Hmm? Devo rilassarti la mente?" chiese, mentre rigirava la sua amica.

Le sue dita sollevarono il mento di Jennifer, facendola alzare lo sguardo. Immediatamente, gli occhi di Jennifer scattarono su una serie di labbra carnose e rosa. Incapace di distogliere lo sguardo, guardò la lingua di Alisha schizzare fuori per leccarsi le labbra. Alisha si chinò leggermente e appoggiò le sue labbra su quelle di Jennifer.

Non appena è iniziato, si è allontanata. Mi sentivo meglio, ma ancora confuso. Mi voltai per finire i drink. Pochi minuti dopo, ho sentito il campanello. Correndo in soggiorno, corsi a rispondere. Quando ho aperto la porta, ho detto che il cibo era qui.

Alisha uscì dalla camera da letto con una vestaglia di seta cremisi. Scuotendo la testa, ho aperto la porta per pagare il cibo. Il ragazzo delle consegne era piuttosto carino, ma sentivo di averlo visto prima. Ansiosa di vedere cosa c'era sotto la sua vestaglia, scartai il pensiero dalla mia testa. Ha lavorato alla gastronomia, quindi ho attribuito la sensazione a quello.

Abbiamo pagato e dato la mancia all'uomo. Dopo averlo mandato via, sono andato in cucina a prendere da bere. Aprendo i panini, abbiamo iniziato a mangiare. Erano deliziosi.

"Vuoi un'insalata?" Lei mi ha chiesto.

"Certo," ho detto.

Alisha andò in cucina. "Ci vuoi dentro il cetriolo?" gridò.

Ho gridato di rimando che l'ho fatto. Quando è tornata dalla cucina, ho notato il cetriolo, ma niente insalata. Tornò al tavolo, mi prese la mano e mi condusse in camera da letto. La confusione si stava schiarendo nella mia mente.

Mi ha spinto indietro sul letto e mi ha messo a cavalcioni sui fianchi. Ridendo, mi strofinò il cetriolo sulle labbra. La parte superiore della sua vestaglia si aprì, rivelando i suoi seni cremosi, che erano completamente nudi. Mentre ansimavo per la mia sorpresa, mi ficcò la verdura in bocca.

"Succhialo!" mi ha ordinato, con voce molto forte. "Succhialo come la cagna che sei!"

La mia figa si è allagata. Non le avevo mai detto della mia vena di sottomissione. Una delle mie più grandi fantasie era quella di essere dominata da una donna forte e bella. Mi ha pompato la bocca con il cetriolo, abilmente. Era troppo grande per entrare in bocca, ma ho fatto del mio meglio.

Me lo strappò di bocca e mi tirò su brutalmente. Afferrandomi il viso, mi baciò, come se stesse morendo di fame. Ho sentito la sua lingua sondare e guizzare. La mia lingua iniziò a combattere con la sua. L'ho fatto scorrere sull'interno delle sue labbra e della sua lingua. Stavo morendo di fame per lei.

Ruppe il bacio e si chinò per togliermi la maglietta. Era frustrata dal fatto che avessi un reggiseno. tirò forte e strappò la fibbia. Le mie coppe D erano libere, con capezzoli molto eretti. Ancora seduta sulle mie ginocchia, mi prese le tette, spingendole insieme. Ho chiuso gli occhi, come ho sentito la sua lingua rosa di gomma da masticare colpire entrambi i capezzoli allo stesso tempo.

"È passato troppo tempo, da quando ho assaggiato i tuoi capezzoli duri," sussurrò. Annuendo in segno di assenso, urlai, mentre lei ne mordeva uno, rudemente. I miei occhi si spalancarono e guardarono il sito. Il colore rosso inondava i segni dei denti. Voleva che fosse dura stanotte.

"Hai bisogno di essere punita. Sapevi quanto mi sono divertito l'ultima volta, eppure mi fai aspettare di più", mi ringhiò, mentre mi schiaffeggiava il seno a ogni parola. Piagnucolò. Stava bruciando, stava iniziando a farmi male, ma per tutto il tempo la mia figa era sempre più bagnata. Ero così eccitato.

"Mi dispiace," balbettai.

"Non è una scusa", ha osservato. Alla fine, si è appoggiata all'indietro per vedere il suo lavoro. I miei seni erano rosso vivo, con capezzoli duri come il diamante. Si alzò e lasciò la stanza. Quando è tornata, aveva una scatola.

"Spogliati, adesso!" lei ha ordinato.

Mi alzai e, in fretta, mi tolsi i pantaloni e le mutandine. Mi ha lanciato una cosa nera di pizzo. Srotolandolo, ho scoperto che era un orsacchiotto nero. Per lo più pizzo, non aveva materiale dove andavano i seni ed era meno inguinale.

Sorridendo, l'ho indossato. Si adatta perfettamente. Mi sentivo come la troia totale in esso. Sorrise, ma mantenne la vestaglia a metà, nascondendo la parte inferiore del corpo.

"Perché non ti togli la vestaglia?" Ho chiesto.

"Tutto a tempo debito, amore. Tutto a tempo debito," promise.

Si avvicinò a me. Sporgendosi molto vicino, sussurrò: "Sei abbastanza buono da mangiare". Ha fatto scivolare la sua mano lungo la mia pancia fino al mio inguine. Strofinando il dito lungo la fessura del mio orsacchiotto, ha diffuso la mia umidità su tutto il mio inguine.

Facendo scivolare la sua lingua nella mia bocca, ci siamo baciati appassionatamente. I miei fianchi iniziarono a muoversi avanti e indietro sul suo dito. Ho passato le mie dita tra i suoi capelli setosi. Stringendo la mano, le ho stretto i capelli. Ho schiacciato la sua bocca contro di me, violentandola a fondo con la mia lingua.

La mia mano libera iniziò a vagare lungo il suo corpo. Una volta raggiunta la sua vita, mi ha fermato. "Non ancora!" lei disse.

Si è liberata, mi ha spinto sul letto e si è chinata. "Ho una sorpresa per te", mi ha detto. Slacciò la vestaglia e la lasciò cadere a terra. La vista di lei che se ne stava lì nuda mi riempì di lussuria. I miei occhi hanno attraversato il suo corpo e quando sono arrivato al suo inguine, la mia mascella è caduta.

Era lì con la cinghia più grande che abbia mai visto. Nessuna meraviglia che volesse tenere la vestaglia. Sono diventato così eccitato. Guardandola, le ho chiesto: "Alisha, che cos'hai lì?"

"Ti piace? Le dita possono fare solo così tanto, quando sei privato del cazzo. Ho comprato questo per te, e come bonus, c'è un altro cazzo dentro che entra in me. Quindi, mentre ti scopo, mi scopo , pure."

"Vieni qui. Stenditi," scivolai dal letto sul pavimento tra le sue gambe. Dando uno sguardo più da vicino al dildo, ho notato che era lungo circa 8 pollici e abbastanza largo che le mie mani non lo circondavano.

Ho allungato la mano e l'ho toccato. Ogni volta che l'ho spostato, lei si dimenava. Ho iniziato ad accarezzarlo, afferrandolo saldamente. Con brevi colpi, ho preso quel dildo facendola scopare forte dalla gemella. Il suo respiro cominciò a diventare instabile.

Spingendola ancora di più sul letto, sono andato dall'altra parte e ci sono salito sopra. Volevo succhiare quel cazzo enorme, ma volevo cavalcarle la lingua. Volevo sentirlo sepolto nella mia figa! Ho sentito le sue mani avvolgere le mie cosce e si è tuffata nella mia figa, come una persona affamata.

La sua lingua sinuosa si strofinò e colpì il mio clitoride gonfio. Succhiava forte e potevo sentire la mia figa contrarsi. I miei fianchi iniziarono a gonfiarle il viso. Ero così caldo.

Chinandomi, le mie labbra si chiusero attorno a quel cazzo duro. Non preoccupandomi di ferirlo, ero un po 'più ruvido di quanto sarei stato con un vero uomo. Usando i muscoli della mascella, ho bloccato il dildo, spingendolo avanti e indietro, ho iniziato a scoparla, di nuovo.

Ho sentito 2 dita entrare nella mia figa fradicia. Ha iniziato a lavorare le dita dentro e fuori a ritmo con quello che le stavo facendo. Oh mio Dio! Ho interrotto quello che stavo facendo per sperimentare quello che mi stava facendo. Ha colto l'occasione per scivolare via da sotto di me. La sentii arrivare dietro di me.

Qui ero a quattro zampe, con il culo completamente aperto, e la mia migliore amica, che indossa una cinghia sul cazzo, è dietro di me. Che mondo! Mi ha afferrato il fianco con una mano e ha preceduto per guidare la testa nella mia figa bagnata e in attesa.

Ho lasciato un lungo gemito, mentre mi è andato tutto dentro, con un colpo regolare. Apparentemente, è stato bello anche per lei. Stava gemendo con me. Ci siamo mossi l'uno contro l'altro, finché non siamo stati coperti di sudore e il nostro succo di figa. Le sue correvano lungo le gambe, mentre le mie gocciolavano sul letto.

"Fanculo questo!" ha esclamato, mentre ha strappato via il dildo. "Ho bisogno che la mia figa venga mangiata."

Siamo tornati in una posizione sessantanove. Questa volta sono salito sul fondo e lei si è seduta sulla mia faccia. Si è tuffata di nuovo nella mia fica. Mentre mi leccava e succhiava la figa, mi ha agganciato le gambe dietro le braccia. Ancora una volta ero totalmente aperto. Ho sentito la sua lingua ovunque. Le sue dita erano strette nella mia figa, rendendola piena come non lo ero mai stata. Poi, ho sentito la sua lingua sondare il mio culo raggrinzito. Mi piaceva quando i miei amanti giocavano con il mio culo.

Dimenandomi, ho sentito la sua lingua entrare nel mio culo. Tutto il mio respiro mi ha lasciato. Mi avrebbe fatto venire. Le sue dita si dimenarono nella mia figa, allungandola. La sua lingua era nel mio culo. Oddio, la pressione era troppa! Potevo sentire le contrazioni iniziare. Onda dopo onda si è schiantata su di me.

"Oh, CAZZO!" Ho urlato, mentre i miei succhi le colavano intorno alle dita. "Sto venendo! Non fermarti!"

Sono rotolato via da lei. Rimasi seduto in silenzio, respirando affannosamente. La guardai. I suoi occhi erano vitrei. Ha detto: "Il mio turno".

Si sollevò sul letto, appoggiando la testa sul cuscino. Ho raggiunto nel suo cassetto e ho ottenuto un piccolo vibratore. Posizionandomi tra le sue gambe, ho infilato 2 dita nella sua figa calda. Era così stretto e caldo. Ho incrociato le dita rendendole più spesse e le ho lavorate dentro e fuori lentamente. Gemette e allargò le gambe.

Ho acceso l'atmosfera e ho iniziato a premerla contro il suo clitoride gonfio. Amico, ho adorato il suo clitoride. Ha la più grande e succosa. Quando è eccitata, rimane eretta, come un cazzo duro. Ho sfregato quella vibrazione sopra e intorno, guardandola pulsare.

Ha iniziato a cullare l'atmosfera e le mie dita. Gemendo forte, la sua testa si dimenava avanti e indietro. Ero implacabile. Ho mantenuto l'atmosfera costante, mentre ho lavorato le mie dita dentro e fuori. La cosa successiva che ho saputo, i suoi fianchi si sono sollevati violentemente. Stava avendo un orgasmo molto potente.

Ho ritirato lentamente le dita e ho spento l'atmosfera. Baciandole delicatamente le labbra, ho sussurrato: "Grazie". Ci siamo accoccolati l'uno nelle braccia dell'altro. Fu allora che notammo la persona alla porta.

"Steven …?" Sussurrò Alisha.

Categorie
Storie

prima volta cuckequeaned | Storie di sesso lesbo

Ciao, vorrei iniziare con un po 'di me, mi chiamo Elana e sono una schiava dal collare della mia Padrona, a cui mi rivolgo affettuosamente come Dea Bernadette (Le piace il …

Ciao, vorrei iniziare con un po 'di me, mi chiamo Elana e sono una schiava dal collare della mia Padrona, a cui mi rivolgo affettuosamente come Dea Bernadette (le piace la forma dell'indirizzo come una singola parola) o talvolta semplicemente Dea. Sono stato messo al collare con Lei per alcune settimane e non mi sono mai sentito così felice.

Ora devo condividere un po 'di me prima di iniziare. Sono una donna di 24 anni con i capelli biondi raddrizzati appena sotto le spalle e gli occhi marroni che mi è stato detto sono carini senza essere così straordinari, in piedi solo un capello più di 5 piedi orgogliosa della mia figura snella e dei piccoli seni vivaci, con un corpo tonificato da anni di allenamento e sport, avendo scoperto il mondo del BDSM relativamente di recente, come una domme. Da parte sua, Goddess è una donna di 54 anni di straordinaria bellezza classica con. Occhi verdi profondi in cui potrei perdermi per ore, un sorriso facile e un bel corpo sinuoso che farebbe vergognare molte donne più giovani con un magnifico busto che Sono molto geloso di me stesso.

Mentre mi dilettavo in una serata di sottomissione qui, o poche ore lì, la mia esperienza con GoddessBernadette è nuova poiché sto sperimentando molte cose per la prima volta … Lei mi ha trasformato nel suo adoratore dei piedi, così come nel suo porcellino schiavo, completo di ganci per il naso che trasformano tutte le mie risate e gemiti in strilli e sbuffi che trova così deliziosi, e un tappo rosa a coda di maiale che a volte posso indossare tutto il giorno quando siamo a casa. Sono solo uno schiavo di Lei, e se mi diletto con qualcun altro, è come un Domme forte e sicuro di sé.

È la prima e unica donna a cui ho voluto sottomettermi veramente, non perché sia ​​una potente Dea, ma mi ha assicurato la lealtà con amore e premura. Sebbene possa davvero essere una figura dominante, so nel profondo che il suo cuore è mio quanto il mio le appartiene.

Quindi ho deciso di condividere, nel modo più fedele che la mia memoria lo consente, le registrazioni della mia discesa alla sottomissione alla Dea Bernadette e la nostra crescita sia come Padrona e schiava, sia come amanti …

Ho incontrato Goddess online ed è entrata nella mia vita con la forza di un uragano e ha sradicato tutto ciò che era al centro della mia esistenza, poiché ho detto che ho 24 anni e avevo appena terminato il mio stage come igienista dentale quando ho incontrato Goddess in un online chat room dedicata alla comunità BDSM. Qualche mese fa mi ero lasciata da una breve ma appassionata relazione avevo vissuto come Domme con un collega in un mio precedente lavoro e davvero non cercavo l'amore, ma come spesso accade, l'amore spesso chiama inaspettato . Ci siamo subito trovati d'accordo e, a differenza della maggior parte delle persone nella stanza, GoddessBernadette viveva abbastanza vicino, a 3 ore di macchina.

Dai primi tentativi scambi e tentativi per il potere delle prime fasi delle nostre discussioni, alla mia ultima sottomissione e arrendermi a Lei online, fino a quel magico giorno in cui mi trovavo sulla sua soglia e vidi la sua sagoma avvicinarsi attraverso la finestra opaca del Suo fronte ogni passo sembrava richiedere ore mentre il mio cuore quasi mi batteva fuori dal petto. Le cose si muovevano così velocemente, e prima che me ne rendessi conto, ero al colletto e ai suoi piedi mentre lei viveva in schiava.

Mi sono ambientato abbastanza bene nella mia nuova vita nella sua comunità, trovando rapidamente un lavoro nello studio di un dentista locale e facendo rapidamente alcuni amici .. una di queste ragazze era una ragazza di 28 anni di origine asiatica di nome Fei, e siamo diventati rapidamente amici come entrambi ci eravamo trasferiti nella piccola comunità più o meno nello stesso periodo.

Ovviamente Fei non sapeva nulla dei meccanismi interni della mia vita con Goddess, e ci siamo assicurati di mantenere le cose segrete nella piccola comunità. Eravamo abbastanza vicini a una grande città da poter viaggiare per trovare persone affini o per acquistare nuovi giocattoli (avevamo parlato della prima e avevamo fatto la seconda). Dea e io avevamo discusso di molte fantasie ed entrambe volevamo esplorare molte cose …

Una dea fantasy e di cui avevamo discusso in dettaglio era quella del cuckqueaning. Era una fantasia che mi aveva sempre mandato un brivido di paura lungo la schiena e qualcosa che onestamente mi terrorizzava, ma che sapevo che la Dea Bernadette teneva a cuore al Suo cuore. Per me, tornava sempre alla stessa cosa: e se mi faceva troppo male vederla con un'altra? Perché la dea voleva escludermi dal suo piacere? E se l'altra ragazza avesse rubato l'amore della Dea?

Ora questo particolare venerdì era la fine della mia prima settimana presso la clinica dentale locale e ho salutato i miei nuovi colleghi. Mi sono fermato al negozio di alimentari e ho comprato alcune cose di cui avevamo bisogno per il fine settimana e sono tornato a casa, ansioso per un fine settimana emozionante con la mia Dea. Ho adorato dove si trovava la sua casa, i 14 minuti di auto dalla clinica di ritorno a casa erano abbastanza lontani da essere lontani pur non essendo così lontani che guidare in città era una vera seccatura se avevamo bisogno di qualcosa. Era anche abbastanza lontano per me per entrare nella mia mentalità secondaria dopo una giornata di lavoro ed essere pronto a servire quando tornavo a casa.

Entrai nel cortile di casa poco dopo le cinque e mezza e presi la spesa dal sedile posteriore, dirigendomi verso la grande casa che lentamente pensavo fosse la mia casa e girai la maniglia, sapevo che non sarebbe stata chiusa a chiave come Dea avuto il giorno libero.

Nell'ingresso mi spogliai immediatamente e mi misi quello che la Dea aveva deciso di indossare, un paio di mutandine di cotone nero e una semplice maglietta blu e aggiunsi il colletto rosa che la Dea mi aveva regalato, scritto in lettere maiuscole argentate. esso "PIGGY ELANA" una parola su entrambi i lati del mio collo e anche adornato con un gancio in acciaio sul davanti. Un gancio per il naso mi ha tirato indietro il naso per dargli quell'adorabile aspetto da ragazza maialina Dea Bernadette adora così tanto … mi mancava ancora il mio tappo per il culo ma sapevo che se non era qui significava che la dea non mi richiedeva di indossarlo proprio ora come lei probabilmente aveva altri piani.

Riprendendo la spesa, mi diressi verso la sala da pranzo dopo essere passato dalla cucina per riporli, aspettandomi di trovare Goddess nella stanza come lei è normalmente quando torno a casa. La stanza però è vuota e controllo anche il soggiorno per trovarlo vuoto.

Mi dirigo verso le scale e comincio a salire mentre sento il suono della risata della Dea provenire dal piano di sopra. Sorrido tra me e me mentre salgo le scale, ansioso di vedere la donna che servo e amo. Mi avvicino alla camera da letto che condividiamo quando all'improvviso esce dalla porta semiaperta il suono di un forte gemito appassionato. Mi blocco sul posto, il cuore in gola e passo avanti così lentamente verso la porta, appoggiandomi al muro proprio fuori mentre le mie ginocchia tremano e faccio un respiro profondo, non osando muovermi mentre i gemiti provenienti dalla camera da letto della Dea si intensificano .

Metto una mano nello stipite della porta e oso dare un'occhiata. La dea è sulla schiena, appoggiata sul gomito mentre guarda in basso tra le sue gambe. Vedo che c'è qualcuno tra le sue gambe .. le cosce nude e il culo di una giovane donna snella tutto quello che posso vedere per il momento. La dea Bernadette ha le gambe avvolte intorno alla testa di una ragazza … un'altra donna è inginocchiata tra le gambe della mia dea lambendo avidamente il suo tumulo mentre la dea geme con passione palese.

Mi sento tradito, infuriato … mi si lacrimano gli occhi e soffro un singhiozzo. Ma sento anche un'altra cosa. Eccitazione, intensa eccitazione appassionata e ardente mentre la dea Bernadette è soddisfatta a meno di tre metri da me … Dovrei irrompere, dovrei urlare, dovrei correre. Dovrei fare qualsiasi cosa tranne quello che faccio dopo.

Devo trattenere il gemito appassionato che sarebbe sfuggito alle mie labbra mentre improvvisamente sento la mia mano premere contro il tumulo del mio pube mentre due dita scivolano dentro di me. Mi mordo il labbro inferiore per evitare che i suoni della mia lussuria sfuggano. Lo sta facendo … La dea Bernadette è proprio dall'altra parte di questo muro, con un'altra donna … perché ?? Perché sono così eccitato da questo? Oso un altro sguardo e i miei occhi si fissano sui suoi, mentre lei guarda in alto in quel momento.

Il mio cuore si blocca in gola quando vedo le sue labbra arricciarsi in un sorriso crudele ma innegabilmente bello, alza un dito e mi fa cenno di entrare mentre l'altra mano preme con decisione sui capelli neri corvini della ragazza tra le sue gambe. Faccio un timido passo avanti e poi ricordo il mio posto, nonostante lo shock del momento, sono ancora in presenza della mia Dea, e mi inginocchio, strisciando finché non sono abbastanza vicino da baciarle il piede, sì anche abbastanza vicino da sentire il profumo stranamente familiare della ragazza che dà piacere alla dea.

Con un sussulto mi rendo conto che è Fey tra le sue gambe e non riesco a reprimere il forte gemito eccitato che sfugge dalle mie labbra. Fey si gira allarmata e il suo viso è un misto di shock, paura, lussuria e desiderio mentre mi guarda, ma solo per un secondo. GoddessBernadette le afferra i capelli e costringe la sua bocca a tornare sulla sua figa "Adorerai finché non ti dico di fermare ragazza. “.

La sua attenzione si rivolge a me "Non mi saluti adeguatamente, porcellina Elana?"

La mia figa è in fiamme, sento la mia bocca spostarsi sul suo piede. Lascio uscire un forte fischio e uno strillo mentre le piace essere salutata e le bacia delicatamente il piede “sì Dea, perdona la tua piccola maialina per non averti salutato adeguatamente. "Sento la dea ridere mentre dico questo e provo un'intensa vergogna quando mi rendo conto che la scena mi sta rendendo incredibilmente eccitata. Non posso trattenermi mentre faccio scorrere di nuovo una mano tra le mie gambe mentre continuo a baciare e leccare il piede di Goddess. chiedendomi da quanto tempo sta succedendo, da quanto tempo la mia amica Fey è stata in ginocchio a dare piacere alla donna che amo?

La voce della dea mi distoglie dalle mie fantasticherie "elana? ELANA !!! "

La mia testa improvvisamente si solleva dal suo piede, per trovarla che mi fissa con uno sguardo severo "sii una brava ragazza e ringrazia Fey per aver fatto sentire la dea così meravigliosa, poi inginocchiati vicino alla porta mentre guardi … e non toccare."

Lascio uscire un gemito frustrato per l'umiliazione … Grazie Fey?!? Grazie ?? Dovrei saltarle addosso, spingerla da parte e prendere il mio posto al servizio della Dea. Invece chino la testa e sussurro docilmente "grazie Fey, per aver fatto piacere alla dea Bernadette, sei un'amica così meravigliosa. “Riesco a malapena a pronunciare l'ultima parola perché sento un misto di profonda umiliazione e prepotente eccitazione.

Piagnucolo dolcemente mentre striscio di nuovo per inginocchiarmi vicino alla porta … la mia figa è in fiamme e ci vuole ogni grammo della mia forza di volontà per tenere le mie mani tra le mie gambe poiché sono totalmente ignorata sia dalla mia Dea che dalla mia amica. Per fortuna questo tormento non è troppo lungo perché in pochi minuti il ​​corpo della Dea viene distrutto da un potente orgasmo e lei crolla di nuovo sul letto, contorcendosi mentre il suo piacere si attenua lentamente

Mentre la sua eccitazione svanisce, mi rendo conto di aver trattenuto il respiro e l'ho lasciato uscire con un profondo sospiro lussurioso. La dea sorride a Fey e invita la ragazza a fare il signore con lei sul letto. Senza nemmeno guardarmi, lei indica i suoi piedi e io striscio di nuovo verso la Dea, riprendendo la mia adorazione dei suoi piedi. Sento i suoni umidi dei loro baci mentre il piede della dea Bernadette spinge la mia testa di lato e giù fino al piede di Fey. Fermo un gemito di protesta e invece comincio a baciarle anche il piede nello stesso modo in cui stavo baciando i piedi di Goddess.

Sento una voce dolce dall'alto "buon porcellino". è quella di Fey mentre si china e mi dà una pacca sulla testa con la sua piccola mano, sento la dea e la sua risata e riesco a sopportare solo un patetico strillo e strillo mentre i suoni dei loro baci riempiono ancora una volta la stanza.

Un'ora dopo siamo tutti giù all'ingresso principale come Dea e auguro addio a Fey, lei con un bacio dolce sulla fronte della ragazza, e me stesso con un tenero bacio alle sue scarpe. La dea si inginocchia accanto a me e mi abbraccia forte “Ti amo così tanto, animale domestico, ma potevo percepire quanto fossi spaventato da questo, ma anche quanto lo volevi, quindi ho dovuto prendere qualche iniziativa. “Mi guardo indietro, provando più amore e devozione che mai prima d'ora, amando quanto bene possa percepire ciò di cui ho bisogno e bramo, e posso solo scuotere la testa e chiedermi in quale meravigliosa direzione ci porterà la prossima volta.

Categorie
Storie

La signora spagnola che ho incontrato nell'ascensore | Storie di sesso lesbo

Le mani umide e le palpitazioni non hanno nulla a che fare con la paura che ho appena sentito, ma hanno a che fare con Sofia. Mi è così vicina che posso quasi sentire il calore del suo corpo.

È segreta con i tratti psicopatici oscuri? Con tutti i miei sensi acuti, aspetto ad occhi chiusi l'epilogo.

Sofia non fa nulla e prendo con entusiasmo l'iniziativa con un bacio.

Lo sciopero violento all'aeroporto ha rovinato la giornata a molte persone e il mio viaggio di ritorno a casa è stato rinviato a domani.

Grazie a Google, sono riuscito a trovare un hotel adatto al budget di un contabile forense junior.

L'hotel è una capsula del tempo che è stata aperta per la prima volta durante i "ruggenti anni Venti", quando il Charleston alla moda negli "speak-easies" ha mantenuto le cose.

Prenotare una stanza con un impiegato ipoudente, vecchio come Matusalemme, è un esercizio di pazienza e arte di negoziare, ma fortunatamente è il tenace a vincere.

Euforico per la mia vittoria, tiro la valigia nell'ascensore senza prestare attenzione a chi è nell'ascensore.

Premo il pulsante sul pannello di controllo per andare al mio piano. Le porte dell'ascensore si chiudono con un suono raschiante e dopo un'esitazione l'ascensore inizia a muoversi con rumori minacciosi.

L'ascensore scricchiola in tutte le sue articolazioni e ho la sensazione che stia per uscire. I miei nervi sono messi a dura prova da questa reliquia di un ascensore.

Riesco a malapena a frenare i crescenti sentimenti di panico e la prospettiva di un brutto destino che apparentemente mi attende.

L'ascensore fa un ulteriore passo avanti e alterna regolarmente il gemito con un suono gelido e una vibrazione violenta.

Riporto la mia attenzione al pannello di controllo consumato e mi sforzo di tenere d'occhio il puntatore che ruota lentamente, che indica il numero del piano.

Un profumo di profumo penetra nella mia coscienza. Sono stupito di come reagisco eroticamente a questa fragranza che sarà associata per sempre a un bacio del mio passato che non dimenticherò mai.

Mi volto lentamente per trovare la fonte della fragranza. Una bella donna chic e vestita di un vestito che ne sottolinea la vita e il décolleté, mi guarda con occhi sensuali.

La bella spagnola si presenta come Sofia Perez.

L'ascensore sussulta violentemente e poi improvvisamente tace e rimaniamo immobili sopra l'abisso.

L'illuminazione si spegne. È come se gli Dei volessero che ci incontrassimo nel momento finale della nostra esistenza terrena.

Una luce di emergenza accende e illumina l'ascensore. L'ascensore crea un'atmosfera che conosciamo dai film horror agghiaccianti.

È sempre il presagio di una madre assassina che presto striscerà fuori dal suo caveau per portare a termine il suo piano satanico. Sofia mi viene incontro lentamente con uno sguardo che mi corre lungo la schiena.

Le mani umide e le palpitazioni non hanno nulla a che fare con la paura che ho appena provato, ma hanno tutto a che fare con Sofia. Mi è così vicina che posso quasi sentire il calore del suo corpo.

È segreta con i tratti psicopatici oscuri? Con tutti i miei sensi acuti, aspetto ad occhi chiusi l'epilogo.

Sofia non fa nulla e prendo con entusiasmo l'iniziativa con un bacio.

Ci giriamo e ci perdiamo, ma l'ascensore protesta con veemenza contro questa performance intima e improvvisamente riprende a muoversi con uno shock violento e un suono stridulo.

Stiamo quasi perdendo l'equilibrio e siamo costretti a rompere il nodo per ritrovare l'equilibrio. Non appena abbiamo ritrovato i nostri piedi, ci abbracciamo per un bacio appassionato.

Ci guardiamo profondamente negli occhi, esploriamo il corpo dell'altro e ci fermiamo regolarmente tra i baci. All'improvviso è completamente silenzioso quando l'ascensore si ferma di nuovo.

Cosa avrebbe in serbo per noi quel dannato ascensore adesso? Le porte dell'ascensore si aprono silenziosamente. Sofia esce precipitosamente dall'ascensore. Con la valigia dietro di me, do la caccia.

Camminiamo rapidamente attraverso il corridoio poco illuminato. Sofia gira a sinistra in un altro corridoio e poi di nuovo a destra. È come se fuggessimo da un pericolo in un labirinto di corridoi.

Alla fine si ferma davanti a una porta. La carta viene inserita e la porta si apre. Lascia la porta aperta e io la seguo pochi istanti dopo.

La porta colpisce la serratura con un botto. Si siede sul letto e mi guarda con quei bellissimi occhi olivastri che sono fissi su di me.

La bocca da bacio meravigliosamente truccata si apre parzialmente per l'eccitazione. La tensione erotica spinge il mio battito cardiaco e una calda luce inizia a diffondersi nel mio corpo.

Siamo entrambi nervosi per l'ignoto e non osiamo prendere l'iniziativa. L'antica sveglia stuzzica i secondi con colpi duri. Ci guardiamo e speriamo che l'altro osi fare qualcosa.

Mentre sto valutando le mie opzioni, le mie dita stanno già andando con impazienza alla cerniera e tutti i pulsanti per liberarmi rapidamente di tutti i vestiti.

È un'azione coraggiosa perché non so niente della sua vita. Forse ha una relazione … Nascondo la mia vacillante fiducia guardandola il più stimolante possibile.

Sofia fa un sorriso dolce e il luccichio nei suoi occhi rivela che a quanto pare apprezza il mio approccio da "mucca per le corna".

I suoi occhi scivolano sul mio corpo e alla fine si fissano sul mio punto più intimo. Tutto quello che voglio è baciare Sofia mentre mi sbarazzo di tutti i suoi vestiti.

Tutto il mio corpo vibra così violentemente per tutte le emozioni che sono costretto a camminare lentamente verso di lei. Attraversa il mio piano e improvvisamente mi mette la mano tra le gambe quando sono proprio di fronte a lei.

Un brivido percorre il mio corpo. Le sue dita vanno dritte verso il loro obiettivo e lei rovina tutti i miei punti più intimi con le sue dita lucide e ben curate. Sa esattamente come mescolare tutto il mio corpo in pochissimo tempo.

Non ci sono preliminari ed è come se avesse intuito che nemmeno io ne ho voglia. Il gioco creativo delle sue dita aumenta rapidamente la pressione nel mio addome.

Sofia ha il controllo e decide di lasciarmi fluttuare nell'antica zuppa ribollente delle mie emozioni. Le sue mani mi afferrano i fianchi in modo che possa manovrarmi in posizione per esplorare tutti i miei punti più intimi con la sua lingua.

Le mie mani cercano supporto per aiutare le gambe flosce a stare in piedi. Mi lecca il clitoride con la lingua come regalo e poi inizia a succhiare forte e veloce.

È una sensazione meravigliosa e mi piace moltissimo il suo tocco. Le sue dita mi riempiono di nuovo e il suo pollice si prende cura del mio clitoride. Respiro senza fiato mentre i miei muscoli si rilassano per un momento dopo ogni ondata di puro piacere.

All'improvviso la tensione accumulata si scarica così tanto che perdo il controllo del mio corpo. Si prende cura di me e me ne stendo metà su di lei. Lentamente riprendo il controllo del mio corpo.

Le sussurro parole dolci all'orecchio. Sofia mi stringe forte contro di lei e dà un bacio che può eguagliare il primo bacio epico nell'ascensore. Poi rompe il caldo abbraccio e striscia fuori da sotto di me.

Si alza in piedi e si toglie i vestiti in un modo che mostra ogni ballerino di striptease verde di invidia. Il suo corpo nudo e quel pericoloso luccichio nei suoi occhi mi fanno venire un brivido meraviglioso lungo la schiena.

Sofia ha curve sensuali e sensuali e sa come usarle per farmi battere il cuore. Tutto il mio corpo ricomincia a risplendere di desiderio per lei.

Le piace la mia sfacciata lussuria per lei. Mi accarezza le cosce e spontaneamente le do accesso a tutte le leccornie che posso offrirle. Spinge il suo clitoride contro il mio clitoride.

I nostri corpi sono impigliati. Ci guardiamo profondamente negli occhi mentre i nostri corpi in una deliziosa cadenza di movimento inseguono incessantemente la nostra lussuria.

La lussuria risuona tra i nostri corpi e insegue onde schiumose di intenso puro piacere attraverso i nostri corpi. Ansimando e sbuffando dobbiamo fare una pausa regolarmente per riprendere fiato.

Durante queste pause ci baciamo e ci accarezziamo a vicenda. Il nostro feroce fare l'amore è una battaglia titanica, perché entrambi vogliamo che l'altro venga per primo.

L'eccitazione è così intensa che lei arriva velocemente ansimando e sbuffando e trascinandomi e facendomi urlare.

Tra le braccia dell'altro ci riprendiamo lentamente dal nostro meraviglioso fare l'amore. Siamo entrambi stanchi e ci affrontiamo sognanti.

Ci addormentiamo l'uno nelle braccia dell'altro.

Summer Daze

Categorie
Storie

la rottura di Belle | Storie di sesso lesbo

Alzò lo sguardo verso di me, la sua voce tremava e alla fine chiese con voce vacillante "M-M-Posso per favore, per favore bacia il tuo piede come Sammie?" Il suo sollievo era palpabile mentre riusciva a dare voce ai suoi desideri.

La rottura di Belle

Ciao a tutti, Elana è tornata con una nuova storia, questa andrà in una direzione leggermente diversa. Le cose non hanno funzionato a lungo termine con GoddessBernadette (questo potrebbe sorprendere tutti ma non sono davvero un buon sottomesso. Ho la tendenza a obbedire quando ne ho voglia e ignorare gli ordini il resto del tempo … totalmente su di me)

Questa è una storia sull'altra faccia della Mia moneta, Mistress Elana. Una storia di cogliere l'attimo e correre un rischio, e infine una storia di esplorare i propri desideri nascosti, la storia di come ho messo in ginocchio una principessa per Me. Lei è laggiù adesso. Leccandomi il piede, gemendo di piacere mentre le concedo l'onore di appoggiare le sue labbra bisognose sulla Mia pelle divina. Questo è il primo passo della sua presentazione. L'inizio di una lunga strada che, francamente, non ho idea di dove porterà.

È successo tutto la prima volta che io e il mio animale abbiamo deciso di fare una vacanza insieme. Ora, il mio animale domestico Sammie e io siamo nella nostra relazione da circa un anno a questo punto. Gli ultimi sei mesi sono stati una gioia per noi due perché ci siamo trasferiti insieme e ci stiamo divertendo a scoprirci l'un l'altro come padrona e schiava. Sammie è una bellezza bionda atletica alta cinque piedi e quattro pollici di ventun anni di età, con una bella figura formosa e profondi occhi marroni appassionati di cui semplicemente non ne ho mai abbastanza. Da parte mia sono una bionda più bassa di un metro e mezzo (bruna naturalmente), la mia forma snella, quasi fragile che nasconde le ore di lavoro che faccio ogni settimana per mantenere il mio fisico.

Il mio animale domestico è originario della Florida e non eravamo più tornati da quando ci siamo trasferiti insieme, era ansiosa di mostrarmi in giro e avevamo anche programmato di fare di Disney World una tappa del nostro viaggio, come non ero mai stato. Sammie aveva lavorato lì per alcuni anni prima che ci incontrassimo e si è trasferita in Canada per poter stare insieme.

Dopo aver visitato con alcuni suoi amici e parenti per alcuni giorni, abbiamo deciso di raggiungere la Disney durante la maggior parte dell'ultima settimana delle nostre due settimane di vacanza. Mi sentivo di nuovo un bambino, ammirando tutti i meravigliosi panorami del Magic Kingdom, immergendomi nell'esperienza magica mentre camminavamo per il parco, era un po 'strano essere mano nella mano con Sammie, piuttosto che tenerla stretta un guinzaglio come faccio di solito.

Sammie indossava un crop top blu scuro con una gonna nera fino alle ginocchia e un paio di scarpe da ginnastica, mentre io avevo optato per un paio di pantaloncini corti e una canotta nera aderente, con un paio di stivali di camoscio alti fino al ginocchio

Era da poco mezzogiorno quando abbiamo avvistato Belle. Indossava il suo caratteristico abito giallo circondato da quello che potrebbe quasi essere descritto come un piccolo esercito di ragazze. Sammie e io ci eravamo appena seduti su una panchina per concedere ai nostri piedi un breve riposo dopo aver camminato per quasi quattro ore dall'apertura del parco.

Mentre guardavamo Belle divertire e intrattenere i bambini, mandandoli ognuno per la sua strada con poche parole adorabili, ricordi che durassero una vita e in molti casi una fotografia molto costosa, Sammie si avvicinò a me e mi sussurrò all'orecchio "Padrona, Penso di conoscere quella ragazza, posso quasi giurare che sia Tanya, eravamo migliori amiche all'inizio del liceo ".

Ho guardato più da vicino mentre diceva questo, anche se ovviamente non avrebbe significato nulla per me. La ragazza era più sorprendente, con una pelle chiara e perfetta incorniciata da bei capelli castano scuro. La ragazza è stata ovviamente scelta per interpretare il ruolo in quanto ha una forte somiglianza con Belle. Il suo bellissimo abito giallo serve semplicemente ad accentuare la sua bellezza naturale.

Con un impulso improvviso ho aperto la mia borsa e ho tirato fuori un pezzo di carta, su cui ho scarabocchiato velocemente … ehi, è Sammie del liceo, ti ho appena visto al parco, mi piacerebbe prendere qualcosa da bere qualche volta e recuperare il ritardo . Se sei interessato scrivimi dopo il lavoro … Ho aggiunto il numero di cellulare di Sammie e mi alzai, andando dritto verso Belle.

Ho sorriso dolcemente e ho fatto l'occhiolino alla ragazza in piedi accanto a lei e le ho detto "Ho un messaggio per Belle dalla Bestia, ti dispiace se glielo porgo?" la ragazza sorrise felice e io porsi a Belle il pezzo di carta. si inchina e risponde "Oh grazie mille, signorina, lo leggerò non appena avrò condiviso un momento con tutte queste adorabili principesse."

Sono tornato da Sammie con un sorriso e le ho offerto la mia mano, indicando che sono pronto per partire. Si alzò con un sorriso e ci allontanammo mentre i bambini continuavano a sciamare Belle, mentre il conduttore della principessa fa del suo meglio per calmarli in modo che tutti possano avere un turno ordinato.

Sammie e io non abbiamo più menzionato Belle per il resto della giornata mentre abbiamo terminato la nostra visita al Magic Kingdom, concludendo la giornata con una deliziosa cena alla Gaston's Tavern in prima serata. Quando ci siamo sistemati per guardare l'Electric Parade alla fine della serata, l'intero episodio con Belle è abbastanza lontano da entrambe le nostre menti. Ci siamo sistemati l'uno vicino all'altro nell'aria fresca della sera mentre guardavamo i panorami passare con l'eccitazione di una ragazza che ha la metà dei nostri anni.

Quando tutto fu detto e fatto, Sammie ed io stavamo aspettando di salire sul traghetto per riportarci al parcheggio quando ha ricevuto un messaggio di testo, ha guardato il telefono e il suo viso si è illuminato con un sorriso "viene da Tanya… sai, Belle ”Aggiunse quest'ultima parte vedendo la Mia confusione.

Le ho sorriso e le ho chiesto "beh, cosa dice?"

Sammie ha riletto il messaggio e ha risposto con uno dei suoi sorrisi abbaglianti "Mi chiede se sono ancora al parco e se mi piacerebbe incontrarci per un drink o due?" Annuii mentre le dita di Sammie rispondevano al messaggio, un piano impertinente cominciava già a formarsi nella mia mente.

Dopo aver scambiato alcuni altri messaggi avanti e indietro, Sammie ha annunciato "Dice che ci incontreremo nel parcheggio tra circa mezz'ora, andremo in città e beviamo qualche drink"

Ci affollammo sul traghetto e presto riattraversammo e camminammo verso il parcheggio. Il posto era quasi vuoto quando abbiamo raggiunto la nostra auto a noleggio e abbiamo aspettato solo pochi minuti prima che Belle … voglio dire, Tanya … si fermasse accanto a noi. Saltò fuori dall'auto e si precipitò da Sammie, le diede un forte abbraccio ed esclamò: “Oh, mio ​​dio! Non posso credere che sei tu Sammie! Che cosa sono passati, sei, sette anni da quando ci siamo visti? "

Sammie la abbracciò calorosamente e la tenne stretta per un secondo prima di rompere l'abbraccio "sì, almeno così a lungo, non posso credere che tu stia lavorando qui come Belle ora. È fantastico ”Entrambi ridono e si abbracciano di nuovo.

Ricordandomi all'improvviso Sammie arrossì e sorrise “Tanya questa è la mia ragazza Elana. Mi..Elana questa è la mia amica Tanya, eravamo migliori amiche al liceo "Ho sorriso, le ho stretto la mano e ho scambiato un saluto piacevole, ridendo dentro di me quando ho notato che Sammie è quasi scivolata e mi ha chiamato Mistress di fronte a lei . Oh beh, ho pensato a me stesso, ci sarebbe stato un sacco di tempo per quello dopo.

Abbiamo deciso di andare in un bar locale per qualche drink e guidare. Mentre seguivo l'auto di Tanya, mi sono allungato e ho afferrato la gamba di Sammie in modo molto eccitato "Voglio il suo animale domestico, voglio che striscia per me, voglio vedere Belle in ginocchio."

Il sorriso di Sammie era subdolo quanto il mio "Conosco padrona, l'ho visto nei tuoi occhi da quando ho detto per la prima volta che eravamo amici al liceo"

Quando entrammo nel parcheggio del bar, Sammie e io stavamo iniziando a essere piuttosto eccitati per le prospettive per la serata. Calmandoci, scendemmo dalla macchina e ci dirigemmo nel piccolo bar del quartiere con Tanya. Una volta dentro, abbiamo scelto un piccolo chiosco libero vicino al retro e ci siamo sistemati. Presto mi sono ritrovata a studiare Tanya nei panni di Sammie e le sue chiacchiere sui vecchi tempi e su quello che hanno fatto in questi ultimi anni.

Tanya sembrava particolarmente ansiosa di sapere di noi e di come ci siamo conosciuti. Le abbiamo detto che ci siamo conosciuti tramite un amico comune, anche se abbiamo trascurato di dirle che era un'amica nella comunità fetish o che ci siamo incontrati a una festa per donne single e sottomesse. Da parte sua, Tanya ci racconta un po 'di come lei ha ottenuto il lavoro a DisneyWorld e come essere una principessa è stato un lavoro molto più duro e molta più pressione di quanto si aspettasse all'inizio.

Quando arrivarono le 2 del mattino e l'orario di chiusura, ci stavamo divertendo tutti, così io e Sammie decidemmo di invitare Tanya a casa nostra per un altro drink. Abbiamo diviso un taxi poiché a quest'ora avevamo bevuto tutti un paio di drink, quando ci è venuto a prendere ci siamo ammucchiati tutti sul retro del veicolo, io e Sammie ai lati di Tanya.

La mano di Sammie fu presto sul ginocchio di Tanya e le misi un braccio intorno. Stavamo tutti ridendo quando Sammie si è avvicinata per baciare Tanya sulle labbra. La ragazza sembrava un po 'scioccata ma non la spinse via. Mi allungai e le afferrai il braccio che era sul lato opposto, e lei non lottò mentre lo tiravo dietro la schiena. Le afferrai l'altro braccio e li costrinsi a unirsi, tenendoli strettamente insieme. Le sfuggì un lieve gemito mentre Sammie continuava a baciarla.

Ho lanciato un venti al tassista e siamo scivolati tutti fuori dal taxi. Sammie e Tanya avevano a malapena rotto il loro bacio appassionato per un secondo mentre camminavamo tutti verso il nostro appartamento in affitto. Tenevo ancora insieme il polso di Tanya e lei a questo punto non aveva nemmeno una parvenza di lotta. La mia mano libera le stava palpando il culo e lei inciampò mentre la spingevamo velocemente. Sammie la inchiodò al muro, il loro bacio più profondo e più sfrenato ora mentre aprivo la porta.

Sammie interruppe il bacio e trascinò Tanya dentro, tenendole la mano e ridendo mentre la conduceva direttamente nella piccola camera degli ospiti a sinistra dell'ingresso. Li ho lasciati per il momento e mi sono diretto nella camera da letto principale, dove speravo di condurre le cose in seguito. Sammie aveva trovato l'appartamento su un sito BDSM e offriva tutti i servizi che una coppia come noi poteva cercare.

Mi sono cambiata rapidamente, scivolando nei miei stivali di pelle nera alti fino al ginocchio e formando un top in lattice, alcuni collant a rete scuri e stivaletti con tacco a spillo da 3 pollici. Ho preso una piccola frusta e sono tornata nella camera degli ospiti, dove Sammie è sdraiata sopra Tanya, baciandola profondamente.

Ho sorriso e riso mentre Sammie si è staccata da Tanya, la ragazza mi ha guardato con un'espressione scioccata. Sammie ha già tolto la parte superiore e il reggiseno della ragazza mentre stavo su entrambi. Sammie si alzò dal letto, si inginocchiò ai miei piedi e baciò dolcemente il piede destro. "Sei bellissima, padrona Elana" Il viso di Tanya è un bizzarro miscuglio di shock, eccitazione e incredulità mentre assiste all'atto di sottomissione di Sammie.

Ho indicato il mio piede sinistro con il frustino e ho detto a Tanya "Ho un'altra ragazza con i piedi, penso che Belle dovrebbe mettersi in ginocchio per baciarla come la bestia che è"

Gli occhi di Tanya subiscono un cambiamento radicale, passando da uno sguardo incredulo, a un sollievo, per trasformarsi infine in uno sguardo profondo di desiderio. Ingoia e balbetta "M … m … posso per favore …" facendo una pausa poiché sembra aver perso improvvisamente la voce.

Ovviamente so cosa vuole, ho già visto questo look nelle ragazze. Ciononostante decido di prenderla in giro "Cosa vuoi dolcezza? Non essere timido adesso "

Rimase come congelata davanti a una scena surreale mentre Sammie continuava ad adorare le mie dita dei piedi, inondandole di baci e leccate gentili, ignorando totalmente le donne con cui stava baciando solo pochi minuti prima. Gli occhi di Tanya vagarono dal Mio piede, alla bocca di Sammie che mi leccava l'altro piede, al fustigatore che tengo nell'altra mano. Un lieve gemito le sfuggì dalle labbra mentre cercava la sua voce.

Alzò lo sguardo verso di me, la sua voce tremante e alla fine chiese con voce vacillante "M-M-Posso per favore, per favore bacia il tuo piede come Sammie?" Il suo sollievo era palpabile mentre riusciva a dare voce ai suoi desideri.

Le sorrisi diabolicamente e risposi "Potrei essere disposto ad ammetterlo, se la principessa Belle me lo chiedesse nel modo appropriato"

Stava praticamente gemendo quando ha chiesto di nuovo, questa volta con una voce molto più decisa e desiderosa "Posso per favore baciare e adorare il tuo piede, padrona Elana"

Non le ho nemmeno risposto che già stava cadendo in ginocchio. La sua bocca cerca appassionatamente e avidamente il Mio piede. Praticamente mi svenire ripensando a prima quando indossava il suo abito, ed essendo venerata e adorata dai bambini al parco, l'ironia che lei ora è quella che adora e adora il mio piede non era persa su di me.

Allora eccoci qua. Una principessa è in ginocchio, lecca e succhia il mio piede sinistro, mentre il mio adorabile animale adora quello destro. Non so dove finirà la serata, ma ho la sensazione che sarà un'esperienza straordinaria.

Continua presto …

Categorie
Storie

Mamma e figlia si avvicinano | Storie di sesso lesbo

Le due donne ridacchiarono e si scambiarono storie di vita negli ultimi anni.
Alex guardò sua madre. Gli occhi di Kirsty erano ancora un po 'gonfi per il pianto, ma la sua straordinaria bellezza era lì da vedere. I suoi zigomi alti, gli occhi morbidi, le labbra carnose, il mento ricurvo e il collo sottile. I suoi lunghi capelli castani che sembravano più chiari quando il sole li prendeva, erano legati in una coda di cavallo che le cadeva a metà schiena

Alex (Alexandra) si è seduta accanto a sua madre sul pavimento ed entrambi guardavano lontano. Questo non è stato il primo grande cambiamento nelle loro vite e non sarebbe stato l'ultimo. Probabilmente.

Avendo appena compiuto 18 anni, Alex aveva avuto la sua parte o il cuore spezzato. La vera mamma era morta quando lei aveva 4 anni e dopo un paio d'anni suo padre, Mike, aveva trovato Kirsty.

Sono diventati una famiglia e Kirsty era un'amorevole matrigna per Alex. Diavolo, l'unica vera mamma che aveva conosciuto.

Quindi quando suo padre aveva iniziato a bere e dormire in giro e le risse erano iniziate, era chiaro che mamma e papà si sarebbero lasciati. Ma Alex non aveva dubbi su dove voleva stare.

La lotta di ieri era stata l'apice e Mike aveva fatto le valigie e se ne era andato. Ormai era già in Spagna con la sua nuova avventura e fuori dalla loro vita.

Andrebbero bene. Alex e Kirsty si amavano sinceramente. Kirsty non poteva avere figli suoi e quindi Alex era tutto per lei. Hanno condiviso tutto. Hanno parlato di tutto.

Quindi eccoli qui, sul pavimento della camera da letto di Kirsty. La bottiglia di vino vuota, ne rimane solo un po 'in ciascuno dei loro bicchieri. Alex si sentiva un po 'brilla e quando Kirsty iniziò a raccontarle alcune delle cose che aveva fatto suo padre non poté fare a meno di ridere e questo li fece iniziare entrambi. È stato catartico. Alex non si faceva illusioni che suo padre non andasse bene e che le avesse fatto del male alla mamma. Alex amava sua madre più di suo padre ed era felice di dirlo.

Le due donne ridacchiarono e si scambiarono storie di vita negli ultimi anni.

Alex guardò sua madre. Gli occhi di Kirsty erano ancora un po 'gonfi per il pianto, ma la sua straordinaria bellezza era lì da vedere. I suoi zigomi alti, gli occhi morbidi, le labbra carnose, il mento ricurvo e il collo sottile. I suoi lunghi capelli castani che sembravano più chiari quando il sole li prendeva, erano raccolti in una coda di cavallo che le ricadeva a metà schiena.

La felpa però non poteva nascondere la sua migliore risorsa. Alex sapeva che la sua taglia di reggiseno era 34EE ed era sempre stata in soggezione di quanto fosse sexy sua madre, senza nemmeno provare ad esserlo. Solo 5’3 "ma la sua vita sottile accentuava i suoi fianchi sinuosi e le sue gambe erano lisce e snelle. A volte, Alex guardava sua madre e si mordeva il labbro. Stava esplorando la propria sessualità e stava navigando su alcuni siti web e sempre di più era attratta dal vedere due belle donne che si baciavano e si amavano.

Non pensava di essere gay – aveva avuto dei fidanzati – ma lo erano di più perché sentiva che avrebbe dovuto, piuttosto che avere un profondo desiderio di amore maschile.

Alex stessa era una bellezza straordinaria. Più alta del suo seno già di pochi centimetri e si è riempita i pantaloncini con fianchi larghi e gambe forti. I suoi seni erano di un bel 34 ° C ma la sua caratteristica migliore era il suo viso. Una forma leggermente orientale ai suoi occhi che la faceva sembrare esotica. Quando indossava il trucco per l'occhio destro e accentuava le palpebre, sembrava stupenda e molto più vecchia di lei.

Poteva indossare i vestiti di sua madre – e lo aveva fatto a sua insaputa! – e sembrava molto sofisticato. Forse era per questo che aveva perso la verginità con un uomo di 20 anni quando aveva solo 15 anni.

Era tornata a casa sconvolta. Suo padre era fuori (nessuna sorpresa lì) ma sua madre non ha fatto domande, le ha solo fatto un bagno ed è rimasta con lei mentre Alex le raccontava la storia di rottura dell'imene, sangue nell'auto dell'uomo, lui che la cacciava e se ne andava lei a tornare a casa.

Da allora era uscita "ragazzi".

Kirsty si voltò a guardare sua figlia. Sapeva che Alex era straordinariamente bella e che avrebbe fatto tutto ciò di cui aveva bisogno per tenerla al sicuro. Trascorrevano più tempo insieme.

Continuarono a parlare, ora più spensierati.

Kirsty stava parlando di spazzatura Mike e ha detto "Avrei dovuto sculacciarlo più forte, renderlo la mia cagna". Poi si è battuta le mani sulla bocca realizzando ciò che aveva detto ad alta voce.

"MAMMA!" fu la risposta stupita di Alex. Kirsty rise e disse “oh sì, a tuo padre piaceva essere sculacciato. Anche a me, a volte, ma quando ho preso il controllo ci si è messo davvero dentro ”.

Alex era con gli occhi spalancati e la bocca aperta a questo.

Kirsty si voltò verso Alex e le prese la mano. “Alex, tesoro, gli adulti fanno cose strane di tanto in tanto. Stavamo attraversando insieme un cerotto appiccicoso e abbiamo pensato di provare alcune cose per renderlo più piccante … in camera da letto ".

Alex arrossì un po '. "Ho detto troppo" fu la risposta di Kirsty e agitò le mani in modo da scacciare via alcune parolacce.

"No, mamma, va bene" ha risposto Alex. "C'è Internet, sono consapevole di queste cose che non avrei mai immaginato che fossi tu …" e si è interrotta.

“Sono stato io … cosa? Tesoro "chiese Kirsty.

Alex deglutì. "Avrei pensato che fosse papà che voleva avere il controllo, non tu". Kirsty sorrise. "Non sono io che VOGLIO avere il controllo, ma tuo padre vuole che io abbia il controllo" rispose Kirsty. Alex sembrava interrogativo.

Kirsty sospirò poi disse: "OK, a tuo padre piaceva che lo dominassi – sai, sii la sua 'padrona' in camera da letto". L'aveva detto Kirsty.

Veloce come un lampo Alex ha risposto "oh, come un Domme?". Kirsty rise e disse "sì, suppongo di sì".

Tacquero ma solo per pochi secondi, poi Alex continuò "ma come hai fatto?" lei chiese.

Kirsty si mise la testa tra le mani e disse "no, no, anche questo è … imbarazzante" e scosse la testa.

"Oh, per favore mamma, risponderebbe ad alcune domande per me" disse piano Alex.

Kirsty si rivolse a sua figlia. La sua bellezza risplendeva e Kirsty sapeva che non avrebbe potuto tenere questa adorabile giovane donna a distanza per sempre.

"Che tipo di domande?" Chiese Kirsty, inclinando la testa di lato.

Fu il turno di Alex di essere imbarazzato.

"Beh, ehm … io … ehm …" esitò.

Kirsty si voltò sul pavimento e guardò sua figlia completamente ora.

"No, andiamo, se vuoi che spifferi i fagioli devi farlo anche tu" disse.

"Ok" rispose Alex dolcemente. "Beh, ti ricordi quella festa di circa un anno fa, quando zia Dawn e zio Chris erano qui". Kirsty annuì. Mentre Alex continuava, Kirsty iniziò a sorridere mentre ricordava sempre di più quella notte.

“Beh, abbiamo giocato a quei giochi e sono venuto a letto. Ti ho sentito al piano di sotto diventare piuttosto rumoroso, poi penso che Dawn e Chris se ne siano andati circa un'ora dopo e ti ho sentito salire di sopra ”. Kirsty annuì.

"Beh, sai che le pareti qui sono piuttosto sottili e potresti essere sorpreso di quanto posso sentire". Kirsty arrossì ma Alex continuò "Ti ho sentito … non discutere … ma potrei dire che avevi la tua voce 'ferma' ma non riuscivo a capire cosa stavi dicendo".

Kirsty ora iniziò a ricordare la notte molto chiaramente.

"Sembrava uno schiocco e sono sicuro di aver sentito papà gemere e poi, un po 'più tardi, anche tu gemere. Pensavo che probabilmente stessi facendo sesso, ma non sembrava il tuo sesso normale ". Gli occhi di Kirsty si spalancarono. Lei e Mike erano molto attivi sessualmente, almeno 4 o 5 notti a settimana – e talvolta anche durante il giorno – quando Alex era a scuola.

Kirsty ridacchiò. Il vino cominciava a farsi sentire e lei si dimenò un po '. La sua figa si stava riscaldando ricordando quella notte.

"Hhhmm, sì, beh …" iniziò in risposta.

Alex si voltò a guardare sua madre e si aggrappò a ogni sua parola.

"Quindi sì…." Kirsty stava cercando di pensare al modo migliore per raccontare la storia.

Alex era uno studio di concentrazione, aveva paura di perdere ogni dettaglio.

"Allora, abbiamo giocato e sai quanto sia competitivo tuo padre …" Alex annuì "… e stavamo giocando a un gioco di carte per adulti che Chris aveva portato e conteneva alcuni" forfait "". Alex annuì, il suo viso iniziò a sorridere. "Be ', i forfait erano troppo … privati ​​… per essere condivisi così li abbiamo derisi con Dawn e Chris, ma quando siamo andati a letto, tuo padre voleva chiaramente accettare il suo forfeit".

Alex annuì e rapidamente chiese "ma perché?".

Kirsty sorrise "perché il forfait era per lui essere nudo, piegato sulle mie ginocchia e sculacciato". Le parole rimasero sospese nell'aria.

Alex stava annuendo rapidamente "Sì, e …" sussurrò.

Kirsty sentiva la sua figa riscaldarsi molto bene ora e continuò. “Allora, ho preso quella sedia” indicando la sua poltrona da toeletta, una sedia di legno con lo schienale diritto e senza braccioli “e l'ho girata lontano dal comò”. Alex annuì. "Poi mi sono seduto sopra e ho detto a tuo padre di spogliarsi nudo".

La stessa figa di Alex poteva sentire un'agitazione mentre immaginava l'immagine. Non di suo padre, ma di sua madre, le sue cosce forti, i suoi lunghi capelli e il suo viso sexy, pronto per essere quello dominante.

"Tuo padre si è spogliato e poi è rimasto accanto a me".

"Hmm …" fu tutto ciò che Alex riuscì a rispondere. "Così, gli ho detto di mentire su di me e sul suo …" Kirsty balbettò "… il cazzo era duro come una roccia". Alex sussultò. Kirsty prese un respiro profondo e proseguì "Così si è sdraiato sulle mie gambe, tenendo i piedi per terra e ha portato le braccia sopra la testa in modo da sostenere il proprio peso". Alex ha iniziato a mordersi il labbro inferiore.

"Poi, ha spinto il suo … cazzo … tra le mie cosce e si è sistemato".

Kirsty si stava arrossendo dappertutto ora.

Si appoggiò allo schienale e si tolse il maglione, mostrando il suo top di cotone con spalline sottili. Era faticoso trattenere i suoi grandi seni ei suoi capezzoli erano completamente eretti. Non se ne accorse, ma gli occhi di Alex erano incollati a loro e ora si stava mordicchiando il labbro inferiore.

Kirsty ha continuato "poi l'ho sculacciato". “Con la mia mano, uno su ogni guancia”.

Alex ha respirato affannosamente e ha chiesto "cosa ha fatto?".

"Non molto, vedi che era stato usato bene prima di allora" e Kirsty smise immediatamente di rendersi conto che stava dicendo troppo.

"MAMMA! CHE COSA!!!" fu la risposta ridente di Alex.

Kirsty rise anche lei e si alzò. "Mamma, no, per favore dimmi il resto" implorò Alex.

Kirsty andò a letto e si inginocchiò dicendo "Lo farò, ma ho pensato che avrebbe potuto aiutare se illustrassi un po 'le cose".

"MAMMA! Non hai intenzione di sculacciarmi vero "Alex quasi strillò.

Kirsty prese una scatola da sotto il letto e disse "No, no … volevo solo spiegare perché tuo padre ci era abituato".

Alex ha cercato di vedere cosa stesse facendo sua madre, ma Kirsty ha aperto la scatola e ha trovato quello che stava cercando.

Kirsty si voltò tenendo la pagaia da sculacciare.

Alex scoppiò a ridere e anche Kirsty rise.

Dopo un minuto Kirsty ha detto "così, tuo padre era abituato a farsi sculacciare con questo" e ha passato la pagaia ad Alex. Era lungo circa 10 ", largo 3" e realizzato in pelle rigida, più un manico in pelle dura. Alex lo sbatté un po 'e si diede uno schiaffo sulla mano.

"Owww, che punge" esclamò.

Kirsty tornò a sedersi, vicino a sua figlia e disse "esattamente, questo è il punto".

"Ma quella notte stavo sculacciando tuo padre con la mano perché non avevamo programmato in anticipo e non stava 'facendo' niente per lui".

Alex sembrava vuoto. “Così ho preso questo” e Kirsty ha preso la sua spazzola di legno dalla toletta “e lo ha sculacciato con essa. E credimi, questo è MOLTO peggio della pagaia. Probabilmente è per questo che potevi sentire i rumori e i gemiti ”.

Gli occhi di Alex brillarono mentre immaginava la scena. Kirsty ha continuato e le ha detto che suo padre ha iniziato tutto – ha comprato la pagaia e alcune altre cose mentre Kirsty agitava la mano verso la scatola e quindi stava ottenendo solo ciò che voleva. La faccia di Kirsty ora aveva un sorriso malizioso.

"Wow …" fu tutto ciò che Alex poté rispondere e poi rimasero in silenzio per alcuni istanti.

"E i lamenti" chiese Alex. Kirsty sorrise di nuovo, la sua figa ora molto calda e bagnata al ricordo. "Hmmm. Ebbene il primo gemito è stato di tuo padre, leggermente di dolore ma poi di piacere ”. Alex inclinò la testa con aria interrogativa.

"Piacere perché il suo cazzo è stato premuto tra le mie cosce e dopo pochi minuti di sculacciate e poi io che ho massaggiato il suo sedere rosso, lui … si è eccitato". Kirsty arrossì.

"Vuoi dire che è venuto!" fu la risposta sbottata di Alex. "Hmm, sì, tutta la mia gamba" rise Kirsty.

"Wow …" di nuovo da Alex.

Dopo un momento ha detto "ma ero sicura di aver sentito anche tu gemere". Kirsty adesso era molto agitata. Era calda, leggermente brilla e aveva bisogno di prendersi cura della sua figa pulsante. 'Oh, facciamola finita' pensò.

"Sì, vedi tuo padre era MOLTO bravo a … leccarmi e dopo che era … venuto l'ho spinto via da me ma poi gli ho tirato la testa sul mio … inguine e gli ho fatto leccare".

La bocca di Alex si spalancò. Non era COSI 'sorpresa che suo padre avesse dato la testa a sua madre, ma sentire sua madre dire che era ciò che lo rendeva così scioccante.

Kirsty ha continuato "Ho tirato le mie mutandine da un lato e tuo padre non ha bisogno di alcun invito – ama leccarmi – e sono venuto come un treno. Penso di aver visto le stelle ”.

Alex era sbalordito. I suoi occhi caddero sui seni pesanti di sua madre e sui capezzoli che minacciavano di esplodere dal cotone sottile. Poi guardò in basso e vide una macchia scura nei pantaloncini grigi di sua madre.

I suoi stessi leggings erano ora attaccati alle labbra della sua fica – avrebbe voluto aver indossato le mutandine – mentre l'umidità stava filtrando attraverso.

Né madre né figlia parlarono per un minuto.

"Grazie mamma." Alex fece a sua madre un ampio sorriso. "Sono contento che tu e papà steste facendo quello che volevate. E ti stavi divertendo ”. Kirsty ricambiò il sorriso alla sua bellissima figlia. Si è alzata in ginocchio nello stesso momento di Alex e si sono abbracciati. Alex poteva sentire i capezzoli di sua madre scavare dentro di lei e Kirsty in cambio strofinò il suo viso contro il collo della sua bellissima figlia.

Si tirò indietro e quando Alex si voltò a guardarla, sua figlia la baciò. Sulle labbra, un tocco morbido. Hey occhi chiusi e poi trattenne il bacio per alcuni secondi.

Si separarono e Kirsty accarezzò il viso di sua figlia.

Rimasero così per un minuto.

Alex si mosse per primo e si alzò. "Ow, le mie ginocchia" ha esclamato l'adolescente e si è trasferita a letto. Kirsty era per metà in piedi quando Alex gridò.

Kirsty si alzò rapidamente e si guardò intorno per vedere Alex in piedi sopra la scatola aperta. Le sue mani le stavano stringendo il viso e aveva gli occhi spalancati.

"WOW mamma, ci sono delle cose qui!" esclamò.

Kirst gemette. I segreti della "scatola dei giocattoli" stavano per essere svelati. Guardò sua figlia, la sua corporatura snella ei lunghi capelli biondi la facevano sembrare una modella. Sapeva che sarebbe stata MOLTO imbarazzata se avesse risposto a domande sui "giocattoli" ma ehi! Sua figlia avrebbe scoperto queste cose prima o poi ed era meglio che provenissero da sua madre che da Internet.

Kirsty prese la scatola e la mise sul letto.

"Allora, iniziamo con questo" disse Kirsty sollevando un vibratore da 8 "- rosa, rotondo e brillante.

Alex si limitò ad annuire, in soggezione. "Questo …" disse Kirsty agitando la macchina rosa è ottimo per la stimolazione del clitoride, del seno e di tutti i formicolii ". Alex ridacchiò in risposta "seni?". "Mmm, fai scivolare questo sui capezzoli, areola, intorno alla carne … fa un bel formicolio" ha risposto sua madre.

Kirsty mise il vibratore sul letto e raccolse l'oggetto successivo. Ad Alex sembrava un accendino rotondo, un piccolo top tozzo di plastica. Kirsty ha continuato la sua visita guidata “questo è solo per la stimolazione del clitoride. È piccolo ma potente ma efficace solo se posizionato direttamente sul tuo … clitoride ". Alex ha detto "Puoi dire 'clitoride' mamma, so cosa faccio al mio" ed è stato il turno di Kirsty di sembrare sbalordito. Alex sorrise e disse: "Amo giocare con il mio clitoride, soprattutto nella vasca da bagno". Ha preso il piccolo dispositivo. "È impermeabile?" e sua madre scoppiò a ridere.

"Ok …" disse Kirsty appoggiando lo stimolatore clitorideo sul letto, il prossimo oggetto non ha bisogno di presentazioni "e Kirsty raccolse un dildo completamente realistico. 10 "di lunghezza, spesso, pesante con venature e realistica" testa ". Alex fischiò "Non credo che potrei sopportarlo" e ridacchiò.

Kirsty lo agitò davanti al naso e le sussurrò all'orecchio "ma è divertente provare" e si leccò il lobo dell'orecchio mandando un piccolo spasmo attraverso la ragazza adolescente.

"Questo aiuta …" e Kirsty prese una bottiglia di lubrificante dalla scatola, posizionandola sul letto con il dildo "ma il lubrificante è principalmente per questo" e sollevò un plug anale.

Gli occhi di Alex erano spalancati. La spina era lunga circa 4 "più una barra a T lunga 2" alla base. Alex lo prese ma non riuscì a chiuderlo con la mano.

"Wow, ora QUELLO è troppo grande" ansimò.

Kirsty sorrise. "Non per tuo padre …" fu la sua risposta.

"Whaaaa …" Fu la risposta stupita di Alex.

Kirsty rise. "Beh, agli uomini piace giocare con il sedere e a tuo padre forse è piaciuto più della maggior parte". Alex rise.

"Potrebbero volerci 10 minuti per farlo entrare" ha agitato la spina "ma poi potrebbe farcela" e Kirsty ha svuotato la scatola raccogliendo il dildo strapon.

"Santo cielo" fu la stupefatta risposta di Alex. "Sul serio?".

"Uh huh" Kirsty annuì "è stato divertente per entrambi per questo motivo" e ha girato il dildo spesso 8 "sulla piastra di cuoio per mostrare un cazzo di 4" che puntava verso l'alto.

"Questo va dentro … l'altra persona" fu tutto ciò che Kirsty poté dire imbarazzata.

"Santo cielo!" Esclamò Alex. "Sembra … fantastico!".

Kirsty ridacchiò. Adesso era il vino a parlare.

Ha tenuto il dildo al suo inguine e le cinghie le pendevano dalle cosce insegnate.

"Mike si preparava e metteva il plug anale a posto per circa mezz'ora in cui … suonavamo e poi lo allacciavo" e agitò il dildo.

Alex si è limitato a ridere e ha detto "fammi vedere mamma".

"Bene, questa parte va dentro" disse Kirsty, tenendo il dildo per il cazzo più piccolo. "Vedi l'angolo, sfrega contro il punto G della donna per stimolarla". Gli occhi di Alex si spalancarono.

"Mostramieeeeee" ha implorato sua madre.

Kirsty alzò le spalle e pensò "che diamine" e rimise il dildo sul letto e fece un passo indietro per abbassarsi i pantaloncini. Alex si è lamentata un po 'quando ha visto le mutandine succinte di sua madre, leggermente trasparenti nell'inguine dove sua madre era chiaramente bagnata.

Kirsty si tolse i pantaloncini e poi si rese conto che anche le sue mutandine si sarebbero rivelate una barriera. Li fece scivolare giù con un movimento, l'inguine si attaccò un po ', poi li tolse e li gettò sul letto.

"WOW" ha detto Alex fissando il cavallo rasato di sua madre.

Kirsty arrossì. "Si. Se vuoi farti leccare, avere labbra lisce aiuta. Ho iniziato a radermi alcuni anni fa su richiesta di tuo padre e non ho smesso. Sembra più sensibile laggiù e più igienico. "

Kirsty si piegò un po 'e lisciò le labbra con le dita e Alex sussultò.

"Va tutto bene, dolcezza", ha detto sua mamma e ha sorriso sereno.

Kirsty ha messo la prima cinghia su un piede e poi sull'altro e ha tirato la cinghia fino alla vita, ha fatto scattare la cinghia in vita, ma non l'ha stretta.

Quasi sussurrando ha detto "questa è la parte divertente" e ha fatto scivolare il piccolo cazzo dentro di lei senza problemi. Poi ha spinto la "piastra" di pelle al suo inguine con il grosso cazzo che le rimbalzava davanti. Strinse la cinghia in vita e si assicurò che le cinghie intorno alla parte superiore delle cosce fossero posizionate correttamente. Poi si alzò, le mani sui fianchi e vide il volto impaurito di sua figlia.

“Merda mamma, sembra … fantastico!" esclamò sua figlia.

Kirsty accarezzò il cazzo quasi inconsciamente e poi disse con calma “Così Mike toglierebbe il butt plug e sarebbe carino e allungato. Poi si alzava in fondo al letto e io mi avvicinavo a lui ”. Le mani di Alex erano sulla sua bocca.

“ALLORA COSA! Lei strillò.

Quindi, applicavo un po 'di lubrificante al cazzo e spingevo in avanti.

"SANTA MERDA!" fu la risposta di Alex.

Entrambe le donne stavano guardando il gallo.

Alex ha quindi iniziato a spogliarsi dei suoi leggings, con il suo inguine fradicio che si staccava dalle labbra della figa bagnata. "Il mio turno" ha esclamato.

Kirsty rise e allentò le cinghie e fece scivolare il cazzo da dentro di lei.

Si inginocchiò davanti a sua figlia e l'aiutò a infilare le due cinghie per le gambe. Guardò le labbra gonfie e i peli pubici di sua figlia. Si leccò le labbra.

Alex ha tirato su il dildo come aveva visto sua madre e l'ha preparato. Allentò con cura il cazzo più piccolo tra le proprie labbra e poi rimase senza fiato per la sensazione. Kirsty aggiustò la cintura per lei e poi le cinghie per le cosce. Poi si è tirata indietro.

Sua figlia non ha potuto fare a meno di mettere la mano attorno al cazzo come aveva fatto. In tal modo, Alex ha stimolato la sua stessa figa e il suo clitoride e i suoi occhi si sono spalancati. La sua stessa figa ora gocciolava alla vista erotica di fronte a lei.

"Allora come hai fatto" chiese Alex, guardando il cazzo finto che le ballava davanti. "Beh, ho trascinato in avanti e …" ma Alex la interruppe e disse "puoi mostrarmelo?".

Kirsty si mosse di fronte a sua figlia e si posizionò di fronte al muro, le gambe contro l'estremità del letto. Poi si chinò un po 'in avanti e appoggiò il peso sulle mani tese.

Alex guardò il culo rotondo di sua madre e quasi arrivò sul posto. Ha messo le mani sui fianchi di sua madre e si è spostata un po 'in avanti in modo che il cazzo fosse appoggiato nella fessura del culo di sua madre.

"Esatto" disse Kirsty "poi stuzzicavo la testa intorno al buco del culo di Mike, lasciando cadere del lubrificante sul dildo o sul suo culo". Alex ha risposto semplicemente "unn huu" e ha dondolato i fianchi avanti e indietro e si è meravigliata della vista di fronte a lei.

Kirsty ha continuato "poi, quando è stato il momento giusto ho posizionato la testa con la mano e spinto in avanti con i fianchi".

"Unnn Huu" gemette Alex e prese la testa del dildo e lo fece scivolare su e giù per le labbra gonfie della fica di sua madre.

"Sì" disse Kirsty "un po 'così" e non era sicura di cosa stesse per fare sua figlia. Ma Alex lo sapeva. Dopo aver strofinato il cazzo lungo le labbra di sua madre fino a quando il dildo non è stato lucido e scintillante, si è spinta un po 'in avanti e la testa del cazzo è scivolata facilmente nella figa calda di sua madre.

"OH Alex, NO, non possiamo …" e Alex spinse e il dildo scivolò facilmente nella fica desiderosa di sua madre. Kirsty espirò e iniziò ad alzarsi, ma Alex le mise una mano sulla schiena e la spinse verso il basso e la spinse di nuovo in avanti. Il dildo è andato fino in fondo ei loro fianchi si sono incontrati. Non si mossero per 20 secondi circa.

Alex si tirò indietro un po 'e poi si spinse di nuovo in avanti. E di nuovo. E di nuovo.

Kirsty gemette quando si rese conto che sua figlia la stava scopando. Ma se mi sentivo così bene. Non veniva scopata da un paio di settimane e questo sembrava … sporco.

Alex continuava a tirare indietro e a spingere in avanti. Il cazzo dentro di lei ha iniziato a connettersi con il punto G e si è lamentata.

"Yesssssss …" fu tutto ciò che Kirsty riuscì a dire. Alex ha portato le mani intorno al petto di sua madre e le ha schiacciato i grandi seni. Le sue dita trovarono i capezzoli gonfi di sua madre e li pizzicarono. Kirsty iniziò a oscillare la testa da un lato all'altro e gemette "no, no, no …" ma Alex continuava a scoparla. Kirsty iniziò a respirare in brevi sussulti e mormorò "cumming, cumming" e poi emise un ringhio basso e appoggiò i fianchi all'indietro per ottenere il cazzo più profondo dentro di lei.

La pressione extra ha catturato il clitoride di Alex e ha iniziato a raggiungere l'orgasmo da sola. La giovane donna rabbrividì mentre il piacere le attraversava il corpo, più forte di quanto avesse mai provato prima. È crollata sulla schiena di sua madre.

Rimasero così, bloccati sui fianchi per alcuni minuti respirando affannosamente.

Kirsty iniziò ad alzarsi e Alex rispose e si tirò indietro, facendo scivolare il dildo dalla figa maltrattata di sua madre.

Alex guardò il dildo, viscido dei succhi di sua madre. Allentò le cinghie e lo lasciò cadere a terra. Era andata troppo lontano? Ha iniziato a farsi prendere dal panico e aveva voglia di piangere. Le dita di sua madre le sollevarono il mento. Kirsty era ora in piedi proprio di fronte a lei, sorridendo dolcemente. I loro occhi si incontrarono e Kirsty entrò e baciò sua figlia. Un bacio dolce e tenero. Ha accarezzato i capelli di sua figlia e ha detto semplicemente "vai a letto".

Alex sorrise debolmente e obbedì.

– – – – – – – – –

Alex dormiva profondamente. La stanchezza e l'alcol l'hanno tenuta addormentata per tutta la notte.

Quando si svegliò con i raggi del sole che penetravano nella sua stanza, pensò alla notte precedente. Amava sua madre e quell'amore era diventato più profondo la scorsa notte.

Si immaginava sua madre. Il suo viso, le sue labbra, i suoi seni.

Per lo più, però, Alex ha immaginato le labbra della figa di sua madre tese attorno al dildo e lei l'aveva scopata con esso. La mano destra di Alex scivolò verso il basso verso la sua figa e in pochi minuti stava mordendo il cuscino per soffocare le urla del suo orgasmo.

Kirsty ha dormito ma si è svegliata di notte sconvolta dal senso di colpa.

Ha immaginato tutti i tipi di scenari. "Cosa direbbero i vicini" ecc.

Si era appisolata e aveva fatto sogni selvaggi. I cazzi l'hanno assalita da ogni dove. Era legata al letto e veniva scopata da un cazzo dopo l'altro.

Era rotolata sulla schiena e stava giocando con i suoi capezzoli. Dio, si sentivano sensibili. Mai così sensibile con Mike. Era che Alex, anche se non era la sua figlia biologica, era "dentro" di lei in qualche modo? Si è addormentata di nuovo.

Durante la notte, è tornata da una pausa per il bagno ed è inciampata tornando a letto. Vedeva il vibratore rosa brillare nella luce pallida.

Lo raccolse, tornò a letto e fece scivolare il giocattolo di plastica lungo il corpo. Ha fatto scorrere la punta vibrante sui capezzoli facendola sussultare prima di strofinarla intorno al clitoride. La sua figa si è aperta e ha infilato il tubo dentro di lei. Il vibratore era silenzioso e sepolto nella sua figa, l'unico suono era il suo respiro pesante e poi piccoli rantoli mentre veniva. Il viso di sua figlia riempiva i suoi sogni.